economico della Storia del genere umano

Matteo Guitar teacher 3 giorni fa · COMMENTO DA LINK  Mi accusano di essere Antisemita,però quando vai a toccare argomenti come questi o a revisionare la Shoa; ti censurano o tentano in tutti i modi di metterti a tacere!
https://www.youtube.com/watch?v=MsicL348pPA
+Matteo Guitar teacher un aspetto settario negli ebrei, non può essere sottaciuto: anche perché: sono stati sempre perseguitati, circa, all'80% proprio ingiustamente! Tuttavia, la loro malefica iniziale contrapposizione al Cristinesimo (che, non era del popolo, ma dei loro capi soltanto.. perché, il popolo amava i cristiani, quindi i loro capi li maledirono e fecero perdere loro, le genealoge paterne proprio per escluderli dalle profezie e dalle promesse di Abramo), quindi tutti gli ebrei, sono stati portati ad un odio irriducibile contro Gesù Cristo, ecc.. così anche noi abbiamo fatto loro del male! E pur potendo sterminarli tutti, non lo abbiamo mai fatto, a motivo delle Profezie dell'Antico Testamento, che hanno incominciato a compiersi! In realtà, proprio gli ebrei sono le prime vittime dei farisei Illuminati da Lucifero i padroni del FMI SPA in NWO! E se tu conoscessi i pensieri di Dio? tu non potresti distinguere un ebreo da un cristiano! Perché noi siamo una sola famiglia spirituale! Sulla shoah puoi revisionare 500000 cadaveri in meno? poi, cosa cambia di quella orribile realtà? Quello che per noi è importante, è camminare insieme come fratelli! I TEMPI SONO MATURI, E STANNO CAMBIANDO VELOCEMENTE! MAI GLI EBREI SONO STATI così, SENSIBILI AL NOSTRO AMORE COME OGGI: perché tutti li odiano tranne noi: i cristiani biblici! In realtà, di questi delitti aberranti di sacrifici umani di bambini? proprio gli ebrei erano le vittime, e venivano maledetti dai loro rabbini farisei! Perché come tutti sanno è proibito cibarsi, del sangue di un animale, ma, a loro i loro Rabbini farisei ancora oggi, li fanno cibare con del sangue dei nostri bambini! Perché finché questi delitti non sono denunciati? non possono mai essere fermati dai padroni del mondo i farisei, che oggi usano i sacerdoti di satana della CIA: per fare questo lavoro sporco! Pasque di sangue talmud IMF Ariel Toaff 1a cattolicesimo.eu.flv       https://youtu.be/MsicL348pPA
===================================
 Matteo Guitar teacher Ieri alle ore 19:21. Questo è vero.. so che ci sono stati famiglie ebree che pur di ottenere i propri scopi, hanno fatto perseguitare i propri simili, quindi parliamo di persone spietate anche verso il proprio popolo. La cosa appunto tragica, è che ci vanno di mezzo anche chi non cèntra nulla. https://www.youtube.com/watch?v=MsicL348pPA
Se noi guardiamo in Corea del Nord oppure in tutta la LEGA ARABA, ci accorgiamo facilmente quanti delitti può commettere un REGIME, per custodire il potere e come, è ossessionato dal nascondere la verità! Qui stiamo parlando di Magia nera del TALMUD, quella che ha dato origine alla Kabbalah, cioè, quella che nel 1200, ha creato il lenzuolo della Sindone, e che sempre, nel 1200, ha dato un corpo ai demoni per creare gli alieni! Quì stiamo parlando del regime massonico usurocratico e satanico del Nuovo Ordine Mondiale, che può essere distrutto soltanto da Dio JHWH personalmente! Quando i Principi cattolici vedevano applicato l'odio del Talmud, le sue bestemmie contro Cristo e Cristiani, e quando constatavano i sacrifici umani rituali dei nostri bambini, e anche adulti? il minimo che potevano fare è deportare tutti gli ebrei! Ecco perché, questi FARiSEi che hanno ucciso Gesù, hanno preso il possesso monetario politico e spirituale di tutto il genere umano! Da questo punto di vista, deve essere compreso il Tribunale della Inquisizione, che, era troppo educativo, e blando, nella realtà, e per questo fallì i suoi scopi e che molti inquisitori furono uccisi: anche impunemente, da quelle che oggi sono le famiglie più potenti del mondo! Perché l'offerta che Satana fece a Gesù nelle tentazioni del desserto: di poter diventare lui il padrone del mondo? poi, proprio quella offerta i Farisei avevano accettata fin dai tempi della schiavitù egiziana: e noi leggiamo chiaramente tutto quello che Mosé dovette soffrire nel deserto per colpa di questa mafia lobby del talmud, che oggi al pari del modernismo della chiesa cattolica, rappresenta una vera apostasia alla fede! Concludendo, tutti possono comprendere come questo sistema di potere mondiale si costruisce sull'odio delle differenze, quindi gli ebrei devono odiare i cristiani, ecc.. ecc.. Ma, sono i loro capi Farisei, che li hanno esclusi, dalle benedizioni di Abramo e Mosé distruggendo loro le genealogie paterne, quindi, sono sempre loro i progettisti di ogni shoah, si tratta soltanto di architettare volta per volta, chi deve essere il carnefice materiale dei popoli e degli ebrei, oggi è il turno dell'ISLAM, questi non sono una religione, ma, sono un delitto assoluto un intrecco di demoni delitti, violazione di ogni diritto umano ed ipocrisia!
=============================
i gruppi LGBT sono incompatibili con la Costituzione, perché sono una teosofia demoniaca incompatibile con la LEGGE NATURALE! LA IDEOLOGIA DEL GENDER è UNA GRAVE MINACCIA PER LA SOPRAVVIVENZA DEL TESSUTO SOCIALE! ANCHE SE A LIVELLO INDIVIDUALE QUESTE PESONE NON DEVONO ESSERE SOCIALMENTE DISCRIMINATE A LIVELLO PERSONALE ! Jakarta (AsiaNews. La mia linea “è chiara: i membri delle comunità Lgbt non sono autorizzati a compiere attività culturali in alcun campus universitario che sia sotto la gestione del ministero della Ricerca e della Educazione”. Con queste parole il ministro indonesiano della Ricerca, Tecnologia ed Istruzione superiore, Muhammad Nasir, ha rigettato la proposta di stabilire un centro del Gruppo di supporto e ricerca sugli studi sessuali (Sgrc) all’interno degli edifici della University of Indonesia (Ui). “Gli attivisti Lgbt non sono in accordo con il nostro comportamento morale – ha aggiunto – e li dichiaro fuori legge”. Al ministro ha fatto eco Zulkifli Hasan, presidente dell’Assemblea del popolo (Mpr), che si è espresso contro la richiesta di alcuni studenti della Ui di provvedere all’assistenza e al sostegno delle persone Lgbt. Secondo il politico, presidente del National Mandate Party (partito musulmano moderato), “la presenza del Sgrc dovrebbe essere vietata in quanto in disaccordo con la cultura nazionale”. Il politico ha spiegato che in un Paese come l’Indonesia, che crede in Dio, la presenza di queste persone deve essere oggetto di seri studi ma che “i loro diritti come cittadini devono essere garantiti dallo Stato”, anche se “questo non significa che esso legittimi lo status Lgbt”. Nel Paese, la comunità Lgbt non è ben vista dalla società e in passato ci sono stati numerosi episodi di interruzioni violente di seminari a tema gender da parte di integralisti musulmani. Nella provincia di Aceh – unica del Paese dove vige una forma di sharia – la legge prevede una punizione di 100 bastonate per gli omosessuali che hanno rapporti sessuali. I rapporti omosessuali non sono illegali nelle altre provincie dell’Indonesia, in cui si segue un codice civile ereditato dai coloni olandesi. http://www.asianews.it/notizie-it/Jakarta,-no-ai-%E2%80%9Cgruppi-Lgbt%E2%80%9D-in-universit%C3%A0:-Sono-contro-la-cultura-nazionale-36499.html

26/01/2016. CONDIVIDO LA POSIZIONE DEL GOVERNO DI INDONESIA E LA PoIZIONE DEL GOVERNO RUSSO. università: Sono contro la cultura nazionale. ] è INDISPENSABILE FERMARE QUESTA SOCIALE INFESTAZIONE DEMONIACA! .. E TRA LE TIPOLOGIE NON ESCLUSIVE da non generalizzare, NESSUNO PUò NEGARE CHE PER alcuni VIGLIACCHI è PIù FACILE NON IMPEGNARSI IN UN PROGETTO di tipo MATRIMONIALE! [ i gruppi LGBT sono incompatibili con la Costituzione, perché sono una teosofia demoniaca incompatibile con la LEGGE NATURALE! LA IDEOLOGIA DEL GENDER è UNA GRAVE MINACCIA PER LA SOPRAVVIVENZA DEL TESSUTO SOCIALE! ANCHE SE A LIVELLO INDIVIDUALE QUESTE PESONE NON DEVONO ESSERE SOCIALMENTE DISCRIMINATE A LIVELLO PERSONALE ! Jakarta (AsiaNews. La mia linea “è chiara: i membri delle comunità Lgbt non sono autorizzati a compiere attività culturali in alcun campus universitario che sia sotto la gestione del ministero della Ricerca e della Educazione”. Con queste parole il ministro indonesiano della Ricerca, Tecnologia ed Istruzione superiore, Muhammad Nasir, ha rigettato la proposta di stabilire un centro del Gruppo di supporto e ricerca sugli studi sessuali (Sgrc) all’interno degli edifici della University of Indonesia (Ui). “Gli attivisti Lgbt non sono in accordo con il nostro comportamento morale – ha aggiunto – e li dichiaro fuori legge”. Al ministro ha fatto eco Zulkifli Hasan, presidente dell’Assemblea del popolo (Mpr), che si è espresso contro la richiesta di alcuni studenti della Ui di provvedere all’assistenza e al sostegno delle persone Lgbt. Secondo il politico, presidente del National Mandate Party (partito musulmano moderato), “la presenza del Sgrc dovrebbe essere vietata in quanto in disaccordo con la cultura nazionale”. Il politico ha spiegato che in un Paese come l’Indonesia, che crede in Dio, la presenza di queste persone deve essere oggetto di seri studi ma che “i loro diritti come cittadini devono essere garantiti dallo Stato”, anche se “questo non significa che esso legittimi lo status Lgbt”. Nel Paese, la comunità Lgbt non è ben vista dalla società e in passato ci sono stati numerosi episodi di interruzioni violente di seminari a tema gender da parte di integralisti musulmani. Nella provincia di Aceh – unica del Paese dove vige una forma di sharia – la legge prevede una punizione di 100 bastonate per gli omosessuali che hanno rapporti sessuali. I rapporti omosessuali non sono illegali nelle altre provincie dell’Indonesia, in cui si segue un codice civile ereditato dai coloni olandesi. http://www.asianews.it/notizie-it/Jakarta,-no-ai-%E2%80%9Cgruppi-Lgbt%E2%80%9D-in-universit%C3%A0:-Sono-contro-la-cultura-nazionale-36499.html
LA TURCHIA HA CONDANNATO AL GENOCIDIO I CURDI, E DEVE ESSERE SOTTOPOSTA A SANZIONI DA PARTE DELLA COMUNITà INTERNAZIONALE PER CRIMINI DI GUERRA, TERRORISMO, COMMERCIO CON ISIS, E VIOLAZIONE DEI DIRITTI DEMOCRATICI! 26/01/2016 - SIRIA. Onu: il 29 gennaio a Ginevra al via i colloqui di pace sulla Siria. inviato speciale Staffan de Mistura annuncia “negoziati di prossimità” di natura indiretta. Esclusa la presenza di Stato islamico e al Nusra. La Turchia mette il veto sulla presenza curda. Ma sull’esito pesano i contrasti in seno all’opposizione, che non ha trovato l’accordo sulla delegazione.
==========================
INDIA e CINA sono invitate a costruire un progetto sociale basato sul diritto ( e quindi a prendere le destanze dai delitti che si commettono in tutta la LEGA ARABA) e non su baronie di polizia di tipo mafioso terroristiche, quindi non è la ideologia che deve guidare la società civile: ma la certezza del diritto nel rispetto dei valori fondamentali, libertà di coscienza, libertà di opinione, libertà di religione!   25/01/2016 - TIBET – CINA. Per essere approvato dal Partito, un lama “non deve neanche essere buddista”. Una manifestazione organizzata da “Studenti per il Tibet libero” prende in giro la “lista ufficiale” dei religiosi presentata dal governo cinese. Indossando maschere con la faccia di Xi Jinping hanno manifestato contro le ingerenze del Partito comunista nella tradizione tibetana. Basta essere contrari al Dalai Lama e vicini al governo, dicono, per ottenere il riconoscimento. Pechino “non ha alcun diritto di ingerire negli affari religiosi”.
===========================
il MATRIMONIO è un diritto naturale, a cui nessun omosessuale può accedere, perché il matrimonio e la adozione dei figli non sono un diritto civile! 22/01/2016 VATICANO. Papa: “non può esserci confusione tra la famiglia voluta da Dio e ogni altro tipo di unione”. Il matrimonio cristiano non è “un ideale per pochi, nonostante i moderni modelli centrati sull’effimero e sul transitorio”, ma “una realtà” che “può essere vissuta da tutti i fedeli battezzati”. Ma “quanti, per libera scelta o per infelici circostanze della vita, vivono in uno stato oggettivo di errore, continuano ad essere oggetto dell’amore misericordioso di Cristo e perciò della Chiesa stessa”.
=======================
è importante che CINA e INDIA si dissocino immediatamente dai delitti della LEGA ARABA, che verrà a tempi brevi disintegrata come il Nazismo stesso!
23/01/2016 CINA. Fujian: “Basta con le cure e muori”, il consiglio di una ditta a un operaio quasi bruciato vivo    . L’operaio, un migrante dello Yunnan, caduto in una vasca di liquami bollenti dopo 13 ore di lavoro ininterrotte. Ha bruciature al 99% del corpo e ha subito l’amputazione della gamba destra. Da mesi la ditta non gli paga le cure mediche. La famiglia indebitata per 90mila yuan.
22/01/2016 INDIA. Suor Bertilla Capra ha ricevuto il visto indiano per un anno. D’ora in poi la missionaria dell’Immacolata dovrà domandare il visto ogni anno, come impiegata di una ong. Il Vimala Dermatological Centre sostenuto dalla popolazione locale. Fra essi vi sono indù, cristiani e musulmani.
====================
questa è la verità, i Curdi gli armeni e tutti i popoli che hanno subito il genocidio nella LEGA ARABA lo dimostrano, non combattere contro questa demoniaca religione islamica, significa estinguersi! Perché sharia è nazismo, imperialismo e genocidio!  22/01/2016 - FILIPPINE, Midanao: i cristiani si armano contro i musulmani, ma “non è questa la strada da seguire”. Mons. Lampon, vescovo vicario di Jolo, ha fatto sapere che i “soldati del Dio rosso”, circa 300 uomini, sono pronti allo scontro con i ribelli islamici per legittima difesa: “Se lo Stato non li difende saranno costretti a farlo da soli”. Missionario Pime: “La situazione può degenerare nelle prossime settimane”.
=====================
tutta ipocrisia! SE IO ANDASSI IN UNA PIAZZA DELLA LEGA ARABA AD ANNUNCIARE IL VANGELO E BATTEZZASSI, 10 EX-MUSULMANI ALLA FONTANA, COSA ACCADREBBE A ME ED A LORO? ECCO PERCHé, IL GENERE UMANO DEVE SOFFOCARE NEL SANGUE QUESTO NAZISMO ISLAMICO IN TUTTO IL MONDO, PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI!  26/01/2016 - VATICANO-IRAN. Papa Francesco e Rouhani, per una rinascita dei cristiani in Medio Oriente e dell’islam iraniano. Con l’incontro di oggi riaffiora la speranza di stabilizzare la regione e fermare l’eccidio dei cristiani condannati a scomparire dalla minaccia di al Qaeda e dell’Isis, nemici anche dell’Iran. Può riprendere il dialogo fra culture, religioni e popoli, già rilanciato da Khatami e congelato ai tempi di Ahmadinejad. Un islam moderato è utile anche alla gioventù iraniana, nauseata dagli ayatollah e dai pasdaran. La traduzione del Catechismo e dei teologi cattolici in persiano.
====================
il mondo è tutto degli islamici, e non c'è posto per nessuno! LA STRATEGIA DI CONQUISTA DELL'EX OCCIDENTE CRISTIANO è GIà STATa già SCRITTa,  attraverso IL MAGGIORITARIO CHE PRETENDERà LA SHARIA? noi saremo islamizzati e subiremo il genocidio! 1400 anni di storia lo hanno dimostrato: "gli islamici possono essere fermati soltanto con il loro stesso linguaggio: il genocidio!" TEL AVIV, 26 GEN - E' morta in un ospedale di Gerusalemme l'israeliana accoltellata lunedì da due palestinesi nell'insediamento di Beit Horon, a nord di Gerusalemme. Lo ha riferito la polizia che ha identificato la vittima in Shlomit Kriegman, 23 anni. I suoi assalitori sono stati uccisi.
====================
chi ha delle preghiere per fermare la maledizione di Erdogan Salman Maometto e dei Maomettani? è arrivato per loro il momento di pregare! Un profugo di 15 anni ha accoltellato e ucciso un'impiegata 22enne di un centro per minori richiedenti asilo vicino Goteborg, in Svezia. Lo riporta la BBc sottolineando che il giovane è stato arrestato con l'accusa di omicidio. La vittima, di origini libanesi, è morta in ospedale in seguito alle ferite riportate. Lavorava presso il centro da un paio di mesi. "Era un angelo che voleva solo fare del bene", ha detto un cugino, citato dal giornale svedese 'Expressen'. Si tratta di "un terribile crimine", ha commentato il primo ministro svedese, Stefan Löfven, visitando il centro di Molndal dove è avvenuto l'episodio. "Credo ci siano molte persone in Svezia preoccupati dalla possibilità di casi di questo tipo", ha aggiunto secondo quanto riporta Radio Svezia.

le azioni aggressive, impianti militari, e rafforzamento della NATO ai confini con la Russia sono un atto deliberato di aggressione militare: un complotto di guerra mondiale! ANCHE PERCHé è STATA LA CIA A CONDURRE UN GOLPE A KIEV, ED A CONDURRE UN ATTO DI GENOCIDIO, pogrom, epurazioni violente di opposizione democratica, E DI SOPPRESSIONE DELLA VOLONTà SOVRANA DEI RUSSUFONI, espressa in modo plebiscitario! MASSONI SATANISTI E FARISEI BILDENBERG, STANNO PORTANDO LA EUROPA AL MASSACRO! 
===============
UNA VOLTA, TANTO TEMPO FA L'INDIA ERA UNA DEMOCRAZIA! In India, one case of anti-Christian violence every day, Published: Jan. 21, 2016 by Anto Akkara, Rahul Nayak, 25, the eldest son of Dhubaleswar and Bhubudi Nayak, a Christian couple shot dead in Odisha in July 2015. Rahul Nayak, 25, the eldest son of Dhubaleswar and Bhubudi Nayak, a Christian couple shot dead in Odisha in July 2015. World Watch Monitor, Attacks on Christians in India were reported on an almost daily basis in 2015, according to a Christian advocacy group.
“The country saw 355 incidents of violence, including 200 major incidents, during the last year,” Joseph Dias, convener of Mumbai-based Catholic Secular Forum, told World Watch Monitor.
The forum’s report, released on 18 January, concluded that it is “not safe” to be a Christian in India. Seven pastors were killed, nuns were raped and hundreds of Christians were arrested under India’s anti-conversions laws. The report came as 12 people, including a blind couple and their three-year-old son, were arrested in the Dhar district of Madhya Pradesh, under the state’s anti-conversion law, which forbids conversions through “allurement” or “force”.
Seven of the arrested, including the blind couple, were released from jail on 17 January, according to local pastor Suresh Mandlo. Dias blamed the increase in incidents against Christians on the ruling Bharatiya Janata Party, or BJP. “The rise of the BJP has emboldened the [Hindu nationalist] fringe groups,” he said. “They feel that they can treat the Christians as soft targets under BJP's patronage and protection.” “Even the government is acting in a partisan manner,” added Dias, highlighting two recent high-profile cases involving foreign clerics.
A desecrated statue of the Virgin Mary in Kandhamal, Odisha, in 2008, during India's worst example of anti-Christian violence, when 300 churches and 6,000 Christian homes were looted and burnt down, rendering 56,000 Christians homeless. A desecrated statue of the Virgin Mary in Kandhamal, Odisha, in 2008, during India's worst example of anti-Christian violence, when 300 churches and 6,000 Christian homes were looted and burnt down, rendering 56,000 Christians homeless. World Watch Monitor.In the first case, Sister Bertilla Capra, an Italian Catholic nun who had been working with leprosy victims for four decades, was denied a renewal of her visa. Then, Hegumen Seraphim, a Russian Orthodox priest, was stopped at Chennai International Airport and deported. The Russian embassy said the treatment of the priest, who was detained at the airport for seven hours and denied food, was “unacceptable”.
“Such disrespect, shown to a priest from a friendly country, goes against the spirit of mutual affinity and cooperation characteristic of Russian-Indian relationship,” the statement added.
Dias said that “all these incidents point to an organised targeting of Christians at different levels”. “The hate speech is turning worse and the conversion rhetoric of the saffron family [Hindu fundamentalists] is vitiating the atmosphere and paving way for atrocities,” he added.
Days before the Catholic Secular Forum issued its report, the Vishwa Hindu Parishad, or World Hindu Council, claimed it had recently undertaken mass re-conversions of Christians and Muslims to Hinduism.
Praveen Togadia, the VHP’s international working president, declared on 8 January that the VHP had reconverted more than 500,000 Christians and 250,000 Muslims in the last decade with its Ghar Wapsi, or homecoming, initiative.
Two days later, VHP national general secretary Y. Raghavulu claimed that 800,000 Hindus were being converted to other faiths every year in India.
“The [VHP] claim to have converted Christians and Muslims to Hinduism is just to enthuse their cadres. Both [statements] are blatantly aggressive instances of hate to provoke violence,” Christian activist John Dayal told World Watch Monitor. “The statistics are products of feverish minds and a bankrupt ideology. Their real purpose is political – to arouse passions, sharpen polarisation and target religious minorities, and especially the Christian community.”
Hindu fundamentalists, Dayal added, “want to criminalise Christian presence and social work as a conversion conspiracy by Western powers”.
Rev. Vijayesh Lal, national director of the Religious Liberty Commission of the Evangelical Fellowship of India, told World Watch Monitor that “violence against Christians has always been justified using the propaganda about conversion”.
“Using conversions as a means of justifying violence has been used since the mid-1990s by the Hindutva [Hindu nationalist] brigade,” he said. “What worries me is the total impunity with which the violence and hate speech is being carried out now.”

===================
Niger: a year after 70 churches destroyed in anti-‘Charlie’ riots
    Published: Jan. 20, 2016 by Illia Djadi
    Demolishing Boukoki's EERN church, damaged in the anti-Charlie' riots in 2015, ahead of its rebuilding
    A year has passed since the churches in the West African country of Niger experienced the worst ...
    Burkina Faso dead include 7 mission workers
    Published: Jan. 19, 2016
    Mike Riddering, 45, from Florida had been working as a missionary in Burkina Faso since 2011.
    Six of the 29 people killed by Islamist militants in Burkina Faso on Friday were on a humanitarian ...
    Three attacks on Pakistani Christians mark New Year
    Published: Jan. 15, 2016 by Asif Aqeel
    For Christians in Pakistan, the New Year has begun with attacks on their worship places, with three ...
    Another Egyptian Christian conscript dies in ‘mysterious’ circumstances
    Published: Jan. 14, 2016
    2016 World Watch List drawn from world headlines
    Published: Jan. 13, 2016
    Swiss woman kidnapped in Timbuktu, Mali for second time in 3 years
    Published: Jan. 11, 2016
    Dare Egypt's new Parliament amend or even abolish its blasphemy law?
    Published: Jan. 8, 2016
    Indian Church denies rumours it supports Hindu nationalist party
    Published: Jan. 7, 2016
    Egypt's imams and priests confront sectarianism together
    Published: Dec. 30, 2015
======================
visita a roma, Rohani dal Papa, 'preghi per me' ] [ ma sono le stesse parole, che i martiri cristini, ex-musulmani, che sono uccisi per pena di morte per apostasia dicono a lui! Quindi, anche lui lui deve essere ucciso!
========================
se, hanno potuto rubare la sovranità monetaria dalla Costituzione? POI, è POSSIBILE RUBARE ALLA COSTITUZIONE ANCHE TUTTO IL RESTO: INFATTI MAFIOSI SATANISTI MASSONI E ROTTI DI CULO, DOMINANO IL MONDO! Per 30 anni, Conception - questo il vero nome della donna immigrata negli Usa dalla Spagna - si e' accampata ogni giorno davanti ai cancelli della Casa Bianca: in mano e di fronte a lei cartelli contro il nucleare, e le guerre. Secondo il Washington Post Conchita e' l'attivista che piu' a lungo ha dimostrato davanti alla residenza del presidente. Usa: morta Conchita, 30 anni davanti Casa Bianca per la pace, La piu' 'longeva' dimostrante anti-nucleare se ne va da homeless
============================
TUTTA LA LEGA ARABA sono "i territori occupati" dal nazismo e genocidio del falso profeta MAOMETTO SHARIA ] quindi ora, NOI I CRISTIANI ANDIAMO A PUGNALARE TUTTI GLI ISLAMICI NELLA LEGA ARABA? COME QUALCUNO PENSA DI CONSERVARE LA SUA PATRIA, SE LA NEGA AGLI EBREI? IN BASE A QUALE GIUSTIZIA SI PUò FARE QUESTO? MA, SE NON SAPETE ESSERE GIUSTI? ALMENO NON DOVRESTE ESSERE AUTOLESIONISTI! SE I MASSONI COME I BILDENBERG E D'ALEMA SYSTEM HANNO DATO LA SOVRANITà MONETARIA AI FARISEI? POI, LORO POSSONO FARE DI NOI QUELLO CHE VOGLIONO! VOI AVETE TOLTO LA PATRIA AGLI EBREI, ED ORA,  VOI DOVETE MORIRE NELLA GUERRA MONDIALE! IO L'HO DETTO A SALMAN: MA LUI MI HA DETTO: "FOTTITI!" [ Il premier israeliano, Benjamin Netanyahu, accusa il segretario generale dell'Onu, Ban Ki Moon, di "incoraggiare il terrore". Netanyahu si riferisce alle parole di Ban Ki Moon sulla sulla "frustrazione dei palestinesi" causata dall'occupazione israeliana, alla quale è "naturale resistere". "I commenti del segretario generale dell'Onu - afferma Netanyahu - incoraggiano il terrorismo. Gli assassini palestinesi non vogliono costruire uno Stato, vogliono distruggere uno Stato". Il duro botta e risposta fra Netanyahu e Ban Ki Moon è motivato in realtà dalle critiche da parte dell'Onu alla ripresa del colonialismo di Israele nei Territori occupati. Dopo una tacita pausa di 18 mesi, infatti, il ministero della Difesa israeliano ha approvato la costruzione di 153 case per coloni della Cisgiordania, e nel giro di poche ore è giunta la dura reazione dal Palazzo di Vetro. Le attività di colonizzazione, ha detto per l'ennesima volta Ban Ki-moon, sono "un affronto per il popolo palestinese e per la comunità internazionale". Anche perché si corre il rischio "che la opzione dei due Stati svanisca per sempre".
========================
MA, che tipo di società, può permettere la distruzione e la mercificazione della propria dignità? ] VENDERE IL MORBOSO [ i Padroni del mondo vi hanno portato a questo livello di degradazione morale, per potervi uccidere: legalmente, perché Enlightened sono fondamentalisti biblici: e la Bibbia rimane sempre i codice giuridico più importante E FONDAMENTALE, fino alla fine del mondo! ] [ 26min. In onda 11 GEN 2016 Disponibile fino al 08 FEB 2016. "Undressed" è il nuovo dating show basato su un esperimento sociale. La regola è una sola: due estranei si incontrano e già al primo appuntamento devono spogliarsi a vicenda e trascorrere 30 minuti nello stesso letto.
=====================
LA UE SI STANNO COMPORTANDO: COME UNA "NON DIPLOMAZIA", MENTRE GLI USA SONO SENZA PUDORE LANCIATI A OTTENERE NO SCONTRO MILITARE: DIRETTO, DI CUI PROPRIO EUROPA DIVENTERà LA VITTIMA! SOLTANTO I TRADITORI NON VORREBBERO UNA IMMEDIATA DISTRUZIONE DELLA NATO, DATO CHE LA NATO SIGNIFICA ANCHE TURCHIA! (26.01.2016) I paesi occidentali stanno conducendo contro la Russia una dichiarata guerra informativa. Lo ha annunciato martedi il vice capo dell’Accademia dello stato maggiore il generale maggiore Sergej Chvarkov. "Contro la Russia è in corso una dichiarata (dall'Occidente) guerra d'informazione", ha detto il generale. In relazione a ciò, ai principali rischi bellici esterni la Russia ascrive l'utilizzo di tecnologie informatiche e delle comunicazioni con scopi bellico-politici per l'esecuzione di azioni che infrangono il diritto internazionale, la sovranità, l'indipendenza politica e l'integrità territoriale dello stato. "Nel novero dei principali rischi bellici risalta l'attività di influenza informativa sulla popolazione, soprattutto sui giovani, con l'obiettivo di indebolire le tradizioni storiche, intellettuali e patriottiche nell'ambito della difesa della patria", ha detto Chvarkov: http://it.sputniknews.com/mondo/20160126/1965650/guerra-informatica-russia.html#ixzz3yQ5wT9RO
SOLTANTO DISTRUGGENDO LA NATO, NOI POTREMO SALVARCI DA QUESTA TRAPPOLA DI GUERRA MONDIALE, CHE è STATA PIANIFICATA PER DISTRUGGERE: EUROPA RUSSIA E ISRAELE! INFATTI IL NWO è IL FARISEO MASSONE ANTICRISTO DI SEMPRE, è LUI CHE HA DECISO DI ISLAMIZZARCI! 26.01.2016 Il Ministro della difesa israeliano Moshe Ya'alon ha dichiarato che i guerriglieri del Daesh vendono petrolio alla Turchia già da molto tempo. Lo ha reso noto l’agenzia RIA Novosti. Il Ministero della difesa russo nel dicembre 2015 ha fornito le prove della partecipazione dei jihadisti nel trasporto su larga scala di petrolio verso la Turchia attraverso il confine siriano. A sua volta il presidente turco Recep Erdogan ha dichiarato che avrebbe dato le dimissioni se sarebbero emerse le prove che la sua famiglia fosse collegata con il business del petrolio del Daesh. Il 22 gennaio il Ministro della difesa USA Ashton Carter ha dichiarato che la Turchia deve intensificare gli sforzi nella lotta contro il Daesh, incluso chiudere i propri confini con la Siria ai guerriglieri: http://it.sputniknews.com/mondo/20160126/1968829/daesh-petrolio-turchia.html#ixzz3yQ6oZNg9
TUTTO QUELLO CHE GLI USA HANNO FATTO IL IRAQ E SIRIA è STATO DISTRUGGERE 2000 ANNI DI CRISTIANESIMO, STERMINARE 3,2 MILIONI DI CRISTIANI! OGNI LORO MOVIMENTO, è ILLEGALE ED è DEVASTANTE! LORO HANNO RIEMPITO LA SIRIA DI TERRORISTI CHE ORA VOGLIONO CACCIARE? STANNO ANDANDO AD OTTENERE soltanto, UNA ennesima PREDAZIONE ED UNO SCONTRO MILITARE CON LA RUSSIA! i massoni ED I SACERDOTI DI SATANA, ED I TURCHI INVASORI? DEVONO ESSERE FERMATI! DATO CHE I TURCHI NON VOGLIONO ANCORA USCIRE DA CRETA! [ 25.01.2016) Comincia una nuova offensiva occidentale contro Putin e la Russia. [ Vice Presidente USA Joe Biden, Il vicepresidente degli USA ha espresso la disponibilità a una soluzione militare in Siria ] I segnali sono chiari: Ashton Carter, capo del Pentagono, annuncia che gli Stati Uniti stanno cominciando ad affrontare il problema di un intervento sul terreno in Siria. Il vice-presidente Joe Biden va in Turchia per rafforzare i legami con l'alleato della Nato, e annuncia l'ipotesi di un intevento congiunto turco-americano nello stesso scenario. In violazione plateale della legge internazionale, che non li autorizza a questo. Ma siamo ormai nell'era dell'assenza di regole. Dunque bisogna trovare una spiegazione pratica. [ Caccia Su-34 nell'aeroporto Hmeimim, in Siria (foto d'archivio) © Sputnik. esclusiva, Dmitriy Vinogradov Non USA, ma Russia ha messo in fuga Daesh in Siria: distorta propaganda Occidente ] La Russia sta vincendo, da sola, la guerra contro Daesh, e controlla sostanzialmente e legalmente tutto lo spazio aereo della Siria. La fine dello Stato Siriano è scongiurata. Bashar al-Assad sarà — stanti così le cose — al tavolo negoziale. Bisogna fermarla prima che gl'incontri di Ginevra avviino la soluzione politica. Biden e Carter sono rappresentanti delle due fazioni nell'amministrazione Obama. Dunque c'è da attendersi qualche cosa di grosso. La recente visita alla base russa di Latakia, al possente sistema difensivo costruito da Mosca in Siria — organizzata dal Ministero della Difesa russo e alla quale ho potuto prendere parte — ha permesso a decine di canali televisivi occidentali di filmare la situazione sul campo. Quelle immagini stanno facendo il giro del mondo, insieme a quelle della ritirata in atto di Daesh da molti dei fronti di guerra. [ L’Europa ha capito che non è la Russia il nemico? ] Ripeto: bisogna fermare Mosca. E Putin, che in questi ultimi quattro mesi ha conquistato posizioni su posizioni nelle opinioni pubbliche occidentali, superando nei ratings perfino i leaders locali. Questo perché sono ormai molti coloro che cominciano a comprendere che la Russia, ben diversamente dall'immagine del "nemico" che si è cercato di formare, appare sempre di più come un partner e un alleato a un'Europa inquieta, anzi terrorizzata. Senza guida politica, senza piano per fronteggiare il terrorismo vero, le provocazioni artificiali come quella di Colonia, la crisi economica e sociale che non accenna a diminuire: http://it.sputniknews.com/mondo/20160125/1953929/intervento-usa-siria-carter-biden-russia.html#ixzz3yQ8eI6Us
NESSUNA GUERRA DURA PER SEMPRE! BISOGNA BOMBARDARE LA ARABIA SAUDITA Wahhabita salafita, PERCHé LA GUERRA POSSA FINIRE IN SIRIA E IRAQ E LIBIA! ED è BELLO, PER I SIRIANI RITORNARE ALLA LORO PATRIA! COSì COME PER TUTTI GLI EBREI DEL MONDO RITORNARE IN ISRAELE! ED IO SONO IL REGNO CHE TUTTI LORO POTREBBE ACCOGLIERE, IN PACE E FELICITà! OGGI è PIù ECONOMICO ASSISTERE I PROFUGHI IN TURCHIA, con tendopoli, ecc.. E DIRE LORO CHE PRESTO RIENTRERANNO NELLA LORO PATRIA, PERCHé I RUSSI CACCERANNO I TERRORISTI CHE GLI USA HANNO MANDATO! ai TURCHI I SOLDI POSSONO ESSERE DATI, SE LORO DANNO IN CAMBIO UNA RENDICONDAZIONE DELLE SPESE! E NOI DOVREMMO ESSERE LI CON PRESIDI MEDICO SANITARI EDUCATIVI E RICREATIVI: PERCHé NON SI POSSONO FERMARE I MIGRANTI CON LA REPRESSIONE!! Secondo il premier ceco, Robert fico, "la protezione dei confini di Bulgaria e Macedonia potrebbe evitare le discussioni circa l'estromissione della Grecia dall'area Schengen". Il gruppo Visegrad cerca le soluzioni che la Ue non trova, 26.01.2016 Priorità alla difesa dei confini di Bulgaria e Macedonia: http://it.sputniknews.com/politica/20160126/1967910/ue-visegrad.html#ixzz3yQBnMQDi
TUTTO QUELLO CHE, VOI DATE AI TURCHI IN TERMINI DI RICCHEZZA, SI TRASFORMERà IN UN RICATTO SHARIA TERRORISMO, E, addirittura IN UNA MINACCIA MILITARE CONTRO LA EUROPA! NO! la Turchia deve essere colpita dal più pesante embargo economico della Storia del genere umano! ] [  26.01.2016. Il Ministro degli esteri turco Mevlüt Çavuşoğlu ha dichiarato che Ankara vorrebbe superare la situazione nei rapporti con Mosca originatasi dopo l’incidente con il caccia russo Su-24. Il Ministro degli esteri turco ha ricordato che a dicembre a incontrato a Belgrado il Ministro degli esteri russo Sergej Lavrov. "Ci siamo messi d'accordo di mantere questo canale diplomatico aperto", ha detto Çavuşoğlu a RIA Novosti. "Purtroppo, adesso siamo in questa situazione. Vorremmo superarla", ha sottolineato. A questo proposito Çavuşoğlu ha indicato che "la Turchia non ha mai tentato di aggravare il conflitto, in più, ci stiamo impegnado a fare tutto il possibile per trovare una soluzione a questo incidente che, sventuratamente, si è verificato". "Siamo spiacenti che sia successo, perchè la Russia non è solo un nostro partner, ma un partner importante", ha detto Çavuşoğlu. I rapporti tra Russia e Turchia sono entrati in crisi dopo che, il 24 novembre, un caccia turco F-16 ha abbattuto in Siria un cacciabombardiere russo Su-24. Il presidente della Federazione Russa Vladimir Putin lo ha definito una "coltellata alla schiena" da parte dei complici dei terroristi: http://it.sputniknews.com/mondo/20160126/1966806/tuchia-rapporti-russia.html#ixzz3yQDrETGJ

27 Gennaio 2016
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook

    Aiuta AsiaNews Chi siamo P.I.M.E. Scrivici RSS newsletter Mobile

IL TUO CONTRIBUTO
    AsiaNews donazione

    Home Cina Islam India Dottrina Sociale della Chiesa Economia Libertà religiosa Vaticano

Aree geografiche




> Africa
> Asia Centrale
> Asia del Nord
> Asia del Sud
> Asia Nord-Ovest
> Asia Sud-Est
> Europa
> Medio Oriente
> Nord America
> Sud America
> Asia dell'Est

Dona
Il 5 x mille
ai missionari del PIME


mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato
   
26/01/2016 - VATICANO-IRAN
Papa Francesco e Rouhani, per una rinascita dei cristiani in Medio Oriente e dell’islam iraniano


Con l’incontro di oggi riaffiora la speranza di stabilizzare la regione e fermare l’eccidio dei cristiani condannati a scomparire dalla minaccia di al Qaeda e dell’Isis, nemici anche dell’Iran. Può riprendere il dialogo fra culture, religioni e popoli, già rilanciato da Khatami e congelato ai tempi di Ahmadinejad. Un islam moderato è utile anche alla gioventù iraniana, nauseata dagli ayatollah e dai pasdaran. La traduzione del Catechismo e dei teologi cattolici in persiano.

di Bernardo Cervellera

26/01/2016 - VATICANO
Papa: Quaresima, tempo per uscire dal “delirio di onnipotenza” che il male suscita nelle persone e nelle società

Si intitola «“Misericordia io voglio e non sacrifici” (Mt 9,13). Le opere di misericordia nel cammino giubilare» il messaggio per la Quaresima di questo Anno santo. “Strutture di peccato collegate ad un modello di falso sviluppo fondato sull’idolatria del denaro”. “Il pericolo che, a causa di una sempre più ermetica chiusura a Cristo, che nel povero continua a bussare alla porta del loro cuore, i superbi, i ricchi ed i potenti finiscano per condannarsi da sé a sprofondare in quell’eterno abisso di solitudine che è l’inferno”.

26/01/2016 - CINA
Cina, rilasciato e deportato l’attivista svedese Peter Dahlin

Peter Dahlin era in carcere dal 4 gennaio con l’accusa di “danneggiare la sicurezza nazionale”. L’Ong da lui fondata fornisce assistenza di vario tipo agli avvocati cinesi che intendono operare nelle zone rurali del Paese. Stoccolma “molto preoccupata” per la sorte di un altro suo cittadino nelle prigioni nazionali, l’editore di Hong Kong Gui Minhai.

26/01/2016 - INDONESIA
Jambi, migliaia di cattolici celebrano gli 80 anni della missione
di Mathias Hariyadi

All’insegna del motto “Sale e luce della terra”, i fedeli hanno ricordato la fondazione della parrocchia di Santa Teresa. Il primo battesimo risale al 1932, tre anni più tardi il primo sacerdote e la celebrazione dei primi 30 battesimi. La missione attiva nei settori dell’educazione e della sanità.

26/01/2016 - SRI LANKA
Attivisti srilankesi al Pakistan: Rilascio immediato dell’attivista per i diritti dei pescatori
di Melani Manel Perera

Saeed Baloch è stato arrestato a Karachi ed è detenuto in una località segreta. Egli è un noto sindacalista e segretario generale del Forum dei pescatori pakistani. Contro di lui nessuna accusa formale. Il Pakistan può rinchiudere in carcere fino a tre mesi chiunque sia sospettato di attività terroristica. Altri tre attivisti languono nelle carceri pakistane.

26/01/2016 - VATICANO-IRAN
Papa: riceve Rouhani, ruolo dell’Iran per la pace in Medio Oriente e libertà religiosa

Il presidente iraniano a colloquio privato con Francesco per 40 minuti. Contrastare la diffusione del terrorismo e il traffico di armi. “L’importanza del dialogo interreligioso e la responsabilità delle comunità religiose nella promozione della riconciliazione, della tolleranza e della pace”. Al momento del commiato il presidente ha chiesto al Papa "le chiedo di pregare per me".

26/01/2016 - ISRAELE - PALESTINA
All'università di Betlemme un "corso di amicizia" fra cristiani e musulmani

P. Iyad twal è il decano della Facoltà per gli studi religiosi e docente di religione cristiana. Durante il corso sul dialogo interreligioso si creano legami di amicizia fra studenti e con i docenti. L’esempio di come la religione sia “strumento di pace”. L’auspicio è ampliare il programma estendendolo a tutti gli atenei della Terra Santa, coinvolgendo “dal lato umano” cristiani, musulmani, ebrei.

26/01/2016 - INDIA
Sacerdote indiano ordinato ad Abu Dhabi: Non ho potuto resistere alla chiamata del Signore

P. Darick Paul D’Souza è stato ordinato a inizio gennaio da mons. Hinder ad Abu Dhabi. Egli è figlio di genitori migranti. La chiamata vocazionale è avvenuta nel momento dell’ordinazione episcopale del vicario apostolico dell’Arabia meridionale. “Però non riuscivo a crederci. Avevo anche un buon lavoro. Ma ho capito che avevo bisogno di essere sacerdote”. Ora è in India: “Il mio posto è qui”.

26/01/2016 - VIETNAM
Anno lunare 2016: la Chiesa vietnamita in campo per i poveri e gli orfani
di Thanh Thuy

In occasione delle feste per l’Anno nuovo (Tet), le 26 diocesi del Paese hanno programmato attività caritative e sociali, con l’aiuto della Caritas. In Vietnam 18 milioni di persone vivono con meno di un dollaro al giorno. Le parrocchie forniscono cibo, medicinali, assistenza psicologica e borse di studio a poveri, malati e orfani. “Raccogliamo piccole cifre per le famiglie delle aree rurali, costrette a prendere soldi in prestito a tassi di interesse del 20%”.

26/01/2016 - INDONESIA
Jakarta, no ai “gruppi Lgbt” in università: Sono contro la cultura nazionale
di Mathias Hariyadi

Il Gruppo di supporto e ricerca sugli studi sessuali (Sgrc) vuole aprire un centro all’interno della University of Indonesia. Ministro dell’Istruzione: “I gruppi Lgbt non sono autorizzati a fare propaganda in alcun campus universitario che sia sotto la gestione del ministero”. “I loro diritti vanno rispettati solo come cittadini dello Stato”.

26/01/2016 - SIRIA

Onu: il 29 gennaio a Ginevra al via i colloqui di pace sulla Siria

L’inviato speciale Staffan de Mistura annuncia “negoziati di prossimità” di natura indiretta. Esclusa la presenza di Stato islamico e al Nusra. La Turchia mette il veto sulla presenza curda. Ma sull’esito pesano i contrasti in seno all’opposizione, che non ha trovato l’accordo sulla delegazione. Almeno 23 morti in un attentato ad Aleppo.

25/01/2016 - VATICANO
Papa: “misericordia e perdono per i comportamenti non evangelici” di cattolici verso i cristiani di altre Chiese

Nella giornata conclusiva della Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani Francesco afferma che non può esserci unità dei cristiani senza misericordia e perdono. I cristiani “compiono davvero passi importanti verso l’unità” quando “ascoltano insieme la Parola di Dio e cercano di metterla in pratica”, accomunati dalla missione di annunciare l’amore misericordioso di Dio e mentre camminano e lavorano insieme si rendono conto che sono “già uniti nel nome del Signore”.

25/01/2016 - INDIA
Festa della Repubblica: dietro il terrorismo e l’enfasi dello sviluppo, l’India nasconde le sue piaghe
di p. Anthony Charanghat

Domani l’India celebra il 67mo anniversario della Repubblica. In tutto il Paese si svolgeranno festeggiamenti, ma si temono attentati. Direttore settimanale dell’arcidiocesi di Mumbai: “La politica deve ricordare che la nostra democrazia è uno Stato basato sul diritto”. La necessità di riscoprire i caratteri multiculturale e multireligioso del popolo indiano.

25/01/2016 - VATICANO - SVEZIA
Papa: a ottobre in Svezia per una “commemorazione ecumenica” dei 500 anni della Riforma protestante

Una cerimonia congiunta fra la Chiesa cattolica e la Federazione luterana mondiale è in programma il 31 ottobre a Lund. L’evento comprenderà una celebrazione comune fondata sulla guida liturgica cattolico-luterana, “Common Prayer”. Il 2017 “coinciderà anche con il 50mo anniversario del dialogo internazionale Luterano- Cattolico, dal quale sono scaturiti rilevanti risultati ecumenici, fra i quali il più significativo è la Joint Declaration on the Doctrine of Justification.



25/01/2016 - MACAO
Nuovo vescovo di Macao: La fede e i valori cinesi “vivano insieme"
di Victoria Ma

È l’auspicio espresso da mons. Stephen Lee Bun-sang, durante la cerimonia di installazione nella sua nuova diocesi. L’impegno pastorale “partirà dalla famiglia e l’educazione dei giovani, chiave per una società armoniosa”. I rapporti fra Cina e Vaticano “non fanno parte del mio compito, ma li terrò d’occhio. La Chiesa di Macao è e continuerà ad essere un aiuto per i cattolici di Cina”.

25/01/2016 - FILIPPINE
Card. Zen "testimone" al Congresso eucaristico, celebrerà anche messa in latino

A Cebu in programma una testimonianza del vescovo emerito di Hong Kong. Blogger cattolico: "nella mia esperienza i giovani che partecipano alla messa in latino trovano che essa  li sfida a scavare più profondamente nella fede cattolica. Al giovane piace essere sfidato dopo tutto!”.

25/01/2016 - TIBET – CINA
Per essere approvato dal Partito, un lama “non deve neanche essere buddista”


25/01/2016 - PAKISTAN
Strage di Charsadda: i cattolici indicono una giornata nazionale di preghiera
di Jibran Khan

L’iniziativa ha coinvolto anche gli anglicani e i pentecostali. Da Rawalpindi a Mardan centinaia di persone hanno pregato per le vittime dell’attacco all’università di Bacha Khan, per la pace e la tolleranza nel Paese. Leader musulmano: “Questa è un grande gesto da parte della Chiesa. Lavoreremo insieme per permettere la coesistenza pacifica”.

25/01/2016 - ORTODOSSI
Chambésy: pur con qualche lentezza, procede il cammino verso il Sinodo panortodosso del 2016
di NAT da Polis

L’incontro doveva svolgersi a Istanbul, ma la situazione politica della Turchia e le tensioni con la Russia hanno fatto spostare la riunione in Svizzera. Il Sinodo è fissato per la Pentecoste di quest’anno. Stilata l’agenda di 8 punti. Due punti non sono stati accettati: la diaspora ortodossa e la gerarchia fra le Chiese. L’invito a rappresentanti delle altre Chiese cristiane.

25/01/2016 - MONGOLIA
Cattolici mongoli: la gioia e l’orgoglio per il loro primo sacerdote
di Giorgio Marengo

La comunità cattolica del Paese è la più giovane del mondo. Il prossimo 28 agosto festeggerà l’ordinazione del diacono Joseph Enkhee-Baatar: “Uno dei nostri ce l’ha proprio fatta! E se ce l’ha fatta lui, altri seguiranno il suo esempio. Siamo sicuri che ce ne saranno tanti dopo di lui”. La soddisfazione di avere un ministro cattolico nativo del Paese: “Saprà collegare la fede con le nostre tradizioni”.

25/01/2016 - IRAN - A. SAUDITA
Teheran: 100 arresti per l’assalto all’ambasciata saudita. Oggi Rouhani in Italia

Le violenze alla rappresentanza diplomatica innescate dall’esecuzione, da parte di Riyadh, di 47 persone fra cui il dignitario sciita Nimr al-Nimr. Alcuni degli arrestati sono stati rilasciati perché estranei alla vicenda. Anche Khamenei chiede di punire i responsabili. Oggi inizia la visita del presidente Rouhani in Italia. Domani l’incontro con papa Francesco. 

25/01/2016 - LAOS – CINA
Laos, bomba contro cittadini cinesi: due morti, un ferito

La dinamica dell’attacco non è chiara, ma una delle vittime lavorava nel settore minerario. I rapporti fra Pechino e Vientiane si basano sullo sfruttamento del sottosuolo e sulla sintonia ideologica: eletti nel Paese i nuovi vertici del Partito comunista, unico al potere. Attesa per la prima visita di un leader americano.

24/01/2016 - VATICANO
Papa: Evangelizzare i poveri è “la priorità”, non “assistenza sociale, tanto meno attività politica”

Prima dell’Angelus, papa Francesco ribadisce che evangelizzare i poveri è “la missione di Gesù” e “la missione della Chiesa e di ogni battezzato”. “Siamo fedeli al programma di Cristo?”. Una preghiera a Maria, che  “ci aiuti a sentire fortemente la fame e la sete del Vangelo che c’è nel mondo, specialmente nel cuore e nella carne dei poveri”.

23/01/2016 - EGITTO
Fra luci e ombre, l’Egitto celebra i cinque anni della Primavera araba

Per il portavoce della Chiesa cattolica il governo cerca il rilancio puntando su agricoltura e industria. Fondamentali gli investimenti esteri e il fattore tempo. Più libertà in tema di minoranze e donne. Critici i movimenti giovanili, che vedono traditi gli ideali della rivoluzione. Per il leader del movimento di Maspero è necessario contrastare “quanti propagano l’odio”.

23/01/2016 - CINA
Fujian: “Basta con le cure e muori”, il consiglio di una ditta a un operaio quasi bruciato vivo

L’operaio, un migrante dello Yunnan, caduto in una vasca di liquami bollenti dopo 13 ore di lavoro ininterrotte. Ha bruciature al 99% del corpo e ha subito l’amputazione della gamba destra. Da mesi la ditta non gli paga le cure mediche. La famiglia indebitata per 90mila yuan.

23/01/2016 - FILIPPINE-SRI LANKA
Vescovo di Ratnapura: Il Congresso a Cebu per comprendere la dimensione sociale dell’Eucaristia
di Melani Manel Perera

Mons. Cletus Chandrasiri Perera è il rappresentante ufficiale dello Sri Lanka al Congresso eucaristico internazionale che si apre domani a Cebu. L’intenso programma (messe, catechesi, adorazioni, assemblee) accresce la coscienza del posto centrale che l’eucaristia ha nella vita e nell’azione della Chiesa. Chiese asiatiche di minoranza scoprono “la gioia” di vivere in un Paese dove i cattolici sono in maggioranza.

23/01/2016 - IRAQ
Patriarca Sako: i ministeri dei lettori di 40 uomini e donne, segno di una Chiesa irakena viva

Ieri nella cattedrale di San Giuseppe a Baghdad 40 fra uomini e donne hanno ricevuto il ministero di lettori. Il patriarca caldeo sottolinea l’attenzione alla donna all’interno della comunità. Mons. Yaldo: presenti oltre 600 persone “in un clima di serenità e condivisione”. Una celebrazione che si inserisce nel solco degli eventi per l’Anno della Misericordia.



23/01/2016 - BANGLADESH
Opere di misericordia in Bangladesh: da 40 anni un cattolico seppellisce gratis i suoi parrocchiani
di Sumon Corraya

L’uomo si chiama Shibu Gomes e ha 55 anni. Nella sua vita ha seppellito almeno 95 persone. Racconta il difficile lavoro nel cimitero, “dove per ogni tomba rimuovo quasi una tonnellata di terra”. Avrebbe bisogno dell’aiuto di un’altra persona, “ma solo per accertarsi che non rimango sepolto vivo quando scavo!”.

23/01/2016 - FILIPPINE-INDIA
Congresso eucaristico di Cebu “nuovo stimolo” per la testimonianza in Asia

Il vescovo ausiliare di Ranchi, mons. Theodore Mascarenhas, parteciperà al grande incontro internazionale che si apre domani nelle Filippine. Il popolo cattolico “piccolo gregge dell’Asia, ma impegnato nel portare il Vangelo a tutto il continente”. Anche i non cristiani si avvicinano alle celebrazioni eucaristiche: “Con rispetto restano lontani dalla comunione, ma pregano con onestà e devozione il Santissimo”.

22/01/2016 - INDIA – FILIPPINE
Arcivescovo di Guwahati: In Asia la religione non muore, i fedeli prendono forza dall’Eucaristia

Mons. Menamparampil è tra i relatori del Congresso Eucaristico Internazionale di Cebu, nelle Filippine. Egli è stato anche mediatore di conflitti tra vari gruppi etnici. Ad AsiaNews parla del valore del Congresso per la Chiesa cattolica dell’Asia e di come si può testimoniare oggi il Vangelo, anche in mezzo alle tensioni e alle violenze di “chi ci odia”. “Dalle sofferenze nei nostri cuori proviene la nostra profondità durante l’adorazione eucaristica”.

22/01/2016 - FILIPPINE
Midanao: i cristiani si armano contro i musulmani, ma “non è questa la strada da seguire”

Mons. Lampon, vescovo vicario di Jolo, ha fatto sapere che i “soldati del Dio rosso”, circa 300 uomini, sono pronti allo scontro con i ribelli islamici per legittima difesa: “Se lo Stato non li difende saranno costretti a farlo da soli”. Missionario Pime: “La situazione può degenerare nelle prossime settimane”.





   
In evidenza
INDIA – FILIPPINE
Arcivescovo di Guwahati: In Asia la religione non muore, i fedeli prendono forza dall’Eucaristia



Mons. Menamparampil è tra i relatori del Congresso Eucaristico Internazionale di Cebu, nelle Filippine. Egli è stato anche mediatore di conflitti tra vari gruppi etnici. Ad AsiaNews parla del valore del Congresso per la Chiesa cattolica dell’Asia e di come si può testimoniare oggi il Vangelo, anche in mezzo alle tensioni e alle violenze di “chi ci odia”. “Dalle sofferenze nei nostri cuori proviene la nostra profondità durante l’adorazione eucaristica”.

VATICANO
Papa: “non può esserci confusione tra la famiglia voluta da Dio e ogni altro tipo di unione”



Il matrimonio cristiano non è “un ideale per pochi, nonostante i moderni modelli centrati sull’effimero e sul transitorio”, ma “una realtà” che “può essere vissuta da tutti i fedeli battezzati”. Ma “quanti, per libera scelta o per infelici circostanze della vita, vivono in uno stato oggettivo di errore, continuano ad essere oggetto dell’amore misericordioso di Cristo e perciò della Chiesa stessa”.

TOP10
20/01/2016 FILIPPINE
P. D’Ambra: L’Eucarestia, forza spirituale che ci porta all’incontro con i musulmani   

Il missionario del Pime è intervenuto oggi al Simposio di introduzione al 51mo Congresso Eucaristico internazionale di Cebu. “Il paragone è con l’episodio di Emmaus: i due discepoli riscoprono il Signore allo spezzare del pane e da lì trovano la forza per andare senza paura”. La sfida “è cercare di comunicare agli altri cosa sia l’Eucarestia, anche se i musulmani fanno fatica a capire, per stimolare un incontro che di solito non avviene”.
20/01/2016 VATICANO
Papa: tutti i cristiani hanno la comune missione di trasmettere la misericordia ricevuta agli altri   

All’udienza generale Francesco parla della Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani. Il comune battesimo di cattolici, ortodossi e protestanti è segno eloquente di una origine di fede riconosciuta da tutti e tutti “siamo invitati a riscoprire tutto questo, e a farlo insieme, andando al di là delle nostre divisioni”.
20/01/2016 CINA - TIBET
Col pretesto delle truffe, Pechino dà la patente ai “buddha viventi”   

I tulku, grandi lama del passato che echeggiano nella vita di studiosi buddisti contemporanei, sono numerosissimi. Per “evitare le frodi ai danni dei fedeli”, il governo comunista lancia un database online per identificarli. Ma ignora coloro che hanno studiato all’estero e, soprattutto, cerca di giustificare la sua pretesa di riconoscere i prossimi leader tibetani. Tra cui il Dalai Lama e i suoi più stretti collaboratori.
21/01/2016 NIGERIA  " FILIPPINE
Card. Onaiyekan: L’Eucaristia, vero motore del cambiamento del mondo   

L’arcivescovo di Abuja è fra i relatori del Congresso Eucaristico internazionale di Cebu (Filippine). Ad AsiaNews sottolinea la necessità di “trarre veri frutti da questi incontri. Alcuni di noi vengono da povertà e miseria, altri da ricchezza e benessere: quando torniamo a casa cambia qualcosa?”. Il senso della celebrazione eucaristica “sia sempre più globale, anche nella Chiesa stessa. Cristo ha versato il Suo sangue per tutto il mondo, non soltanto per i cattolici”.
22/01/2016 VATICANO
Papa: “non può esserci confusione tra la famiglia voluta da Dio e ogni altro tipo di unione”   

Il matrimonio cristiano non è “un ideale per pochi, nonostante i moderni modelli centrati sull’effimero e sul transitorio”, ma “una realtà” che “può essere vissuta da tutti i fedeli battezzati”. Ma “quanti, per libera scelta o per infelici circostanze della vita, vivono in uno stato oggettivo di errore, continuano ad essere oggetto dell’amore misericordioso di Cristo e perciò della Chiesa stessa”.
21/01/2016 PAKISTAN
Strage di Charsadda: i morti sono 21. Veglie a Quetta e Karachi   

La società civile chiede più sicurezza dopo l’ennesima carneficina, avvenuta all’università Bacha Khan. Le vittime sono 17 studenti, un professore e tre uomini del personale. Il portavoce dei talebani ha smentito una prima rivendicazione: “L’attacco è contro la sharia”. L’ateneo è “un luogo simbolico”, intitolato ad un sostenitore della lotta non violenta.
21/01/2016 ISRAELE - PALESTINA
Fermati due minorenni per l’attacco alla Dormizione. Mons. Shomali: Educare contro l'intolleranza   

Due giovani di 15 e 16 anni arrestati per le profanazione della basilica. Vicario di Gerusalemme: "Indagine rapida, risposta positiva delle autorità israeliane". Contro l’estremismo servono dialogo ed educazione, una riforma che deve partire “dai testi e dalle scuole”. All’università cattolica di Betlemme un corso dedicato al dialogo interreligioso, con cristiani e musulmani.
22/01/2016 INDIA  " FILIPPINE
Arcivescovo di Guwahati: In Asia la religione non muore, i fedeli prendono forza dall’Eucaristia   

Mons. Menamparampil è tra i relatori del Congresso Eucaristico Internazionale di Cebu, nelle Filippine. Egli è stato anche mediatore di conflitti tra vari gruppi etnici. Ad AsiaNews parla del valore del Congresso per la Chiesa cattolica dell’Asia e di come si può testimoniare oggi il Vangelo, anche in mezzo alle tensioni e alle violenze di “chi ci odia”. “Dalle sofferenze nei nostri cuori proviene la nostra profondità durante l’adorazione eucaristica”.
22/01/2016 INDIA
Suor Bertilla Capra ha ricevuto il visto indiano per un anno   

D’ora in poi la missionaria dell’Immacolata dovrà domandare il visto ogni anno, come impiegata di una ong. Il Vimala Dermatological Centre sostenuto dalla popolazione locale. Fra essi vi sono indù, cristiani e musulmani.
23/01/2016 CINA
Fujian: “Basta con le cure e muori”, il consiglio di una ditta a un operaio quasi bruciato vivo   

L’operaio, un migrante dello Yunnan, caduto in una vasca di liquami bollenti dopo 13 ore di lavoro ininterrotte. Ha bruciature al 99% del corpo e ha subito l’amputazione della gamba destra. Da mesi la ditta non gli paga le cure mediche. La famiglia indebitata per 90mila yuan.
Dossier


La crisi in Ucraina

Papa Francesco in Terra Santa

L’Anno della Fede e il martirio di p. Fausto Tentorio

Giovanni Paolo II è beato

L'educazione può fermare i talebani in Pakistan

[Visualizza tutti i dossier]

Newsletter

Iscriviti alla Newsletter di AsiaNews



AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.


ABBONATEVI
News feed

Canale RSScanale RSS

Add to Google










   

Terra Santa Banner

Libri
"Il mistero nuziale e le sfide del gender"
by Fabrizio Meroni
pp. 288
“Gli altri visti da vicino. Il vissuto di 50 anni di sacerdozio”
by p. Pasquale Simone
Angelo Ramazzotti. Attualità del fondatore del Pime
by Gerolamo Fazzini, 7 euro
pp. 128
Giovani e martiri in Asia: la missione di papa Francesco in Corea
by Vincenzo Faccioli Pintozzi
pp. 148
Al-Ghazâlî - Pensatore e maestro spirituale
by Paolo Nicelli
pp. 136
Fatto per andare lontano. Clemente Vismara
by Piero Gheddo
pp. 504
La Mangrovia Una donna, due anime
by Claire Ly
pp. 160
Augusto Colombo. Apostolo dei paria
by Piero Gheddo
pp. 320
Matteo Ricci: missione e ragione. Una biografia intellettuale
by Gianni Criveller
pp. 132
[Visualizza tutti i books]

2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®

Copyright © 2003 AsiaNews C.F. 00889190153 Tutti i diritti riservati: e' permesso l'uso personale dei contenuti di questo sito web solo a fini non commerciali. L'utilizzo per riprodurre, pubblicare, vendere e distribuire puo' avvenire solo previo accordo con l'editore. Le foto presenti su AsiaNews.it sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvedera' prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

INDIA ERA UNA DEMOCRAZIA

Matteo Guitar teacher 3 giorni fa · COMMENTO DA LINK  Mi accusano di essere Antisemita,però quando vai a toccare argomenti come questi o a revisionare la Shoa; ti censurano o tentano in tutti i modi di metterti a tacere!
https://www.youtube.com/watch?v=MsicL348pPA
+Matteo Guitar teacher un aspetto settario negli ebrei, non può essere sottaciuto: anche perché: sono stati sempre perseguitati, circa, all'80% proprio ingiustamente! Tuttavia, la loro malefica iniziale contrapposizione al Cristinesimo (che, non era del popolo, ma dei loro capi soltanto.. perché, il popolo amava i cristiani, quindi i loro capi li maledirono e fecero perdere loro, le genealoge paterne proprio per escluderli dalle profezie e dalle promesse di Abramo), quindi tutti gli ebrei, sono stati portati ad un odio irriducibile contro Gesù Cristo, ecc.. così anche noi abbiamo fatto loro del male! E pur potendo sterminarli tutti, non lo abbiamo mai fatto, a motivo delle Profezie dell'Antico Testamento, che hanno incominciato a compiersi! In realtà, proprio gli ebrei sono le prime vittime dei farisei Illuminati da Lucifero i padroni del FMI SPA in NWO! E se tu conoscessi i pensieri di Dio? tu non potresti distinguere un ebreo da un cristiano! Perché noi siamo una sola famiglia spirituale! Sulla shoah puoi revisionare 500000 cadaveri in meno? poi, cosa cambia di quella orribile realtà? Quello che per noi è importante, è camminare insieme come fratelli! I TEMPI SONO MATURI, E STANNO CAMBIANDO VELOCEMENTE! MAI GLI EBREI SONO STATI così, SENSIBILI AL NOSTRO AMORE COME OGGI: perché tutti li odiano tranne noi: i cristiani biblici! In realtà, di questi delitti aberranti di sacrifici umani di bambini? proprio gli ebrei erano le vittime, e venivano maledetti dai loro rabbini farisei! Perché come tutti sanno è proibito cibarsi, del sangue di un animale, ma, a loro i loro Rabbini farisei ancora oggi, li fanno cibare con del sangue dei nostri bambini! Perché finché questi delitti non sono denunciati? non possono mai essere fermati dai padroni del mondo i farisei, che oggi usano i sacerdoti di satana della CIA: per fare questo lavoro sporco! Pasque di sangue talmud IMF Ariel Toaff 1a cattolicesimo.eu.flv       https://youtu.be/MsicL348pPA
===================================
 Matteo Guitar teacher Ieri alle ore 19:21. Questo è vero.. so che ci sono stati famiglie ebree che pur di ottenere i propri scopi, hanno fatto perseguitare i propri simili, quindi parliamo di persone spietate anche verso il proprio popolo. La cosa appunto tragica, è che ci vanno di mezzo anche chi non cèntra nulla. https://www.youtube.com/watch?v=MsicL348pPA
Se noi guardiamo in Corea del Nord oppure in tutta la LEGA ARABA, ci accorgiamo facilmente quanti delitti può commettere un REGIME, per custodire il potere e come, è ossessionato dal nascondere la verità! Qui stiamo parlando di Magia nera del TALMUD, quella che ha dato origine alla Kabbalah, cioè, quella che nel 1200, ha creato il lenzuolo della Sindone, e che sempre, nel 1200, ha dato un corpo ai demoni per creare gli alieni! Quì stiamo parlando del regime massonico usurocratico e satanico del Nuovo Ordine Mondiale, che può essere distrutto soltanto da Dio JHWH personalmente! Quando i Principi cattolici vedevano applicato l'odio del Talmud, le sue bestemmie contro Cristo e Cristiani, e quando constatavano i sacrifici umani rituali dei nostri bambini, e anche adulti? il minimo che potevano fare è deportare tutti gli ebrei! Ecco perché, questi FARiSEi che hanno ucciso Gesù, hanno preso il possesso monetario politico e spirituale di tutto il genere umano! Da questo punto di vista, deve essere compreso il Tribunale della Inquisizione, che, era troppo educativo, e blando, nella realtà, e per questo fallì i suoi scopi e che molti inquisitori furono uccisi: anche impunemente, da quelle che oggi sono le famiglie più potenti del mondo! Perché l'offerta che Satana fece a Gesù nelle tentazioni del desserto: di poter diventare lui il padrone del mondo? poi, proprio quella offerta i Farisei avevano accettata fin dai tempi della schiavitù egiziana: e noi leggiamo chiaramente tutto quello che Mosé dovette soffrire nel deserto per colpa di questa mafia lobby del talmud, che oggi al pari del modernismo della chiesa cattolica, rappresenta una vera apostasia alla fede! Concludendo, tutti possono comprendere come questo sistema di potere mondiale si costruisce sull'odio delle differenze, quindi gli ebrei devono odiare i cristiani, ecc.. ecc.. Ma, sono i loro capi Farisei, che li hanno esclusi, dalle benedizioni di Abramo e Mosé distruggendo loro le genealogie paterne, quindi, sono sempre loro i progettisti di ogni shoah, si tratta soltanto di architettare volta per volta, chi deve essere il carnefice materiale dei popoli e degli ebrei, oggi è il turno dell'ISLAM, questi non sono una religione, ma, sono un delitto assoluto un intrecco di demoni delitti, violazione di ogni diritto umano ed ipocrisia!
=============================
i gruppi LGBT sono incompatibili con la Costituzione, perché sono una teosofia demoniaca incompatibile con la LEGGE NATURALE! LA IDEOLOGIA DEL GENDER è UNA GRAVE MINACCIA PER LA SOPRAVVIVENZA DEL TESSUTO SOCIALE! ANCHE SE A LIVELLO INDIVIDUALE QUESTE PESONE NON DEVONO ESSERE SOCIALMENTE DISCRIMINATE A LIVELLO PERSONALE ! Jakarta (AsiaNews. La mia linea “è chiara: i membri delle comunità Lgbt non sono autorizzati a compiere attività culturali in alcun campus universitario che sia sotto la gestione del ministero della Ricerca e della Educazione”. Con queste parole il ministro indonesiano della Ricerca, Tecnologia ed Istruzione superiore, Muhammad Nasir, ha rigettato la proposta di stabilire un centro del Gruppo di supporto e ricerca sugli studi sessuali (Sgrc) all’interno degli edifici della University of Indonesia (Ui). “Gli attivisti Lgbt non sono in accordo con il nostro comportamento morale – ha aggiunto – e li dichiaro fuori legge”. Al ministro ha fatto eco Zulkifli Hasan, presidente dell’Assemblea del popolo (Mpr), che si è espresso contro la richiesta di alcuni studenti della Ui di provvedere all’assistenza e al sostegno delle persone Lgbt. Secondo il politico, presidente del National Mandate Party (partito musulmano moderato), “la presenza del Sgrc dovrebbe essere vietata in quanto in disaccordo con la cultura nazionale”. Il politico ha spiegato che in un Paese come l’Indonesia, che crede in Dio, la presenza di queste persone deve essere oggetto di seri studi ma che “i loro diritti come cittadini devono essere garantiti dallo Stato”, anche se “questo non significa che esso legittimi lo status Lgbt”. Nel Paese, la comunità Lgbt non è ben vista dalla società e in passato ci sono stati numerosi episodi di interruzioni violente di seminari a tema gender da parte di integralisti musulmani. Nella provincia di Aceh – unica del Paese dove vige una forma di sharia – la legge prevede una punizione di 100 bastonate per gli omosessuali che hanno rapporti sessuali. I rapporti omosessuali non sono illegali nelle altre provincie dell’Indonesia, in cui si segue un codice civile ereditato dai coloni olandesi. http://www.asianews.it/notizie-it/Jakarta,-no-ai-%E2%80%9Cgruppi-Lgbt%E2%80%9D-in-universit%C3%A0:-Sono-contro-la-cultura-nazionale-36499.html

26/01/2016. CONDIVIDO LA POSIZIONE DEL GOVERNO DI INDONESIA E LA PoIZIONE DEL GOVERNO RUSSO. università: Sono contro la cultura nazionale. ] è INDISPENSABILE FERMARE QUESTA SOCIALE INFESTAZIONE DEMONIACA! .. E TRA LE TIPOLOGIE NON ESCLUSIVE da non generalizzare, NESSUNO PUò NEGARE CHE PER alcuni VIGLIACCHI è PIù FACILE NON IMPEGNARSI IN UN PROGETTO di tipo MATRIMONIALE! [ i gruppi LGBT sono incompatibili con la Costituzione, perché sono una teosofia demoniaca incompatibile con la LEGGE NATURALE! LA IDEOLOGIA DEL GENDER è UNA GRAVE MINACCIA PER LA SOPRAVVIVENZA DEL TESSUTO SOCIALE! ANCHE SE A LIVELLO INDIVIDUALE QUESTE PESONE NON DEVONO ESSERE SOCIALMENTE DISCRIMINATE A LIVELLO PERSONALE ! Jakarta (AsiaNews. La mia linea “è chiara: i membri delle comunità Lgbt non sono autorizzati a compiere attività culturali in alcun campus universitario che sia sotto la gestione del ministero della Ricerca e della Educazione”. Con queste parole il ministro indonesiano della Ricerca, Tecnologia ed Istruzione superiore, Muhammad Nasir, ha rigettato la proposta di stabilire un centro del Gruppo di supporto e ricerca sugli studi sessuali (Sgrc) all’interno degli edifici della University of Indonesia (Ui). “Gli attivisti Lgbt non sono in accordo con il nostro comportamento morale – ha aggiunto – e li dichiaro fuori legge”. Al ministro ha fatto eco Zulkifli Hasan, presidente dell’Assemblea del popolo (Mpr), che si è espresso contro la richiesta di alcuni studenti della Ui di provvedere all’assistenza e al sostegno delle persone Lgbt. Secondo il politico, presidente del National Mandate Party (partito musulmano moderato), “la presenza del Sgrc dovrebbe essere vietata in quanto in disaccordo con la cultura nazionale”. Il politico ha spiegato che in un Paese come l’Indonesia, che crede in Dio, la presenza di queste persone deve essere oggetto di seri studi ma che “i loro diritti come cittadini devono essere garantiti dallo Stato”, anche se “questo non significa che esso legittimi lo status Lgbt”. Nel Paese, la comunità Lgbt non è ben vista dalla società e in passato ci sono stati numerosi episodi di interruzioni violente di seminari a tema gender da parte di integralisti musulmani. Nella provincia di Aceh – unica del Paese dove vige una forma di sharia – la legge prevede una punizione di 100 bastonate per gli omosessuali che hanno rapporti sessuali. I rapporti omosessuali non sono illegali nelle altre provincie dell’Indonesia, in cui si segue un codice civile ereditato dai coloni olandesi. http://www.asianews.it/notizie-it/Jakarta,-no-ai-%E2%80%9Cgruppi-Lgbt%E2%80%9D-in-universit%C3%A0:-Sono-contro-la-cultura-nazionale-36499.html
LA TURCHIA HA CONDANNATO AL GENOCIDIO I CURDI, E DEVE ESSERE SOTTOPOSTA A SANZIONI DA PARTE DELLA COMUNITà INTERNAZIONALE PER CRIMINI DI GUERRA, TERRORISMO, COMMERCIO CON ISIS, E VIOLAZIONE DEI DIRITTI DEMOCRATICI! 26/01/2016 - SIRIA. Onu: il 29 gennaio a Ginevra al via i colloqui di pace sulla Siria. inviato speciale Staffan de Mistura annuncia “negoziati di prossimità” di natura indiretta. Esclusa la presenza di Stato islamico e al Nusra. La Turchia mette il veto sulla presenza curda. Ma sull’esito pesano i contrasti in seno all’opposizione, che non ha trovato l’accordo sulla delegazione.
==========================
INDIA e CINA sono invitate a costruire un progetto sociale basato sul diritto ( e quindi a prendere le destanze dai delitti che si commettono in tutta la LEGA ARABA) e non su baronie di polizia di tipo mafioso terroristiche, quindi non è la ideologia che deve guidare la società civile: ma la certezza del diritto nel rispetto dei valori fondamentali, libertà di coscienza, libertà di opinione, libertà di religione!   25/01/2016 - TIBET – CINA. Per essere approvato dal Partito, un lama “non deve neanche essere buddista”. Una manifestazione organizzata da “Studenti per il Tibet libero” prende in giro la “lista ufficiale” dei religiosi presentata dal governo cinese. Indossando maschere con la faccia di Xi Jinping hanno manifestato contro le ingerenze del Partito comunista nella tradizione tibetana. Basta essere contrari al Dalai Lama e vicini al governo, dicono, per ottenere il riconoscimento. Pechino “non ha alcun diritto di ingerire negli affari religiosi”.
===========================
il MATRIMONIO è un diritto naturale, a cui nessun omosessuale può accedere, perché il matrimonio e la adozione dei figli non sono un diritto civile! 22/01/2016 VATICANO. Papa: “non può esserci confusione tra la famiglia voluta da Dio e ogni altro tipo di unione”. Il matrimonio cristiano non è “un ideale per pochi, nonostante i moderni modelli centrati sull’effimero e sul transitorio”, ma “una realtà” che “può essere vissuta da tutti i fedeli battezzati”. Ma “quanti, per libera scelta o per infelici circostanze della vita, vivono in uno stato oggettivo di errore, continuano ad essere oggetto dell’amore misericordioso di Cristo e perciò della Chiesa stessa”.
=======================
è importante che CINA e INDIA si dissocino immediatamente dai delitti della LEGA ARABA, che verrà a tempi brevi disintegrata come il Nazismo stesso!
23/01/2016 CINA. Fujian: “Basta con le cure e muori”, il consiglio di una ditta a un operaio quasi bruciato vivo    . L’operaio, un migrante dello Yunnan, caduto in una vasca di liquami bollenti dopo 13 ore di lavoro ininterrotte. Ha bruciature al 99% del corpo e ha subito l’amputazione della gamba destra. Da mesi la ditta non gli paga le cure mediche. La famiglia indebitata per 90mila yuan.
22/01/2016 INDIA. Suor Bertilla Capra ha ricevuto il visto indiano per un anno. D’ora in poi la missionaria dell’Immacolata dovrà domandare il visto ogni anno, come impiegata di una ong. Il Vimala Dermatological Centre sostenuto dalla popolazione locale. Fra essi vi sono indù, cristiani e musulmani.
====================
questa è la verità, i Curdi gli armeni e tutti i popoli che hanno subito il genocidio nella LEGA ARABA lo dimostrano, non combattere contro questa demoniaca religione islamica, significa estinguersi! Perché sharia è nazismo, imperialismo e genocidio!  22/01/2016 - FILIPPINE, Midanao: i cristiani si armano contro i musulmani, ma “non è questa la strada da seguire”. Mons. Lampon, vescovo vicario di Jolo, ha fatto sapere che i “soldati del Dio rosso”, circa 300 uomini, sono pronti allo scontro con i ribelli islamici per legittima difesa: “Se lo Stato non li difende saranno costretti a farlo da soli”. Missionario Pime: “La situazione può degenerare nelle prossime settimane”.
=====================
tutta ipocrisia! SE IO ANDASSI IN UNA PIAZZA DELLA LEGA ARABA AD ANNUNCIARE IL VANGELO E BATTEZZASSI, 10 EX-MUSULMANI ALLA FONTANA, COSA ACCADREBBE A ME ED A LORO? ECCO PERCHé, IL GENERE UMANO DEVE SOFFOCARE NEL SANGUE QUESTO NAZISMO ISLAMICO IN TUTTO IL MONDO, PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI!  26/01/2016 - VATICANO-IRAN. Papa Francesco e Rouhani, per una rinascita dei cristiani in Medio Oriente e dell’islam iraniano. Con l’incontro di oggi riaffiora la speranza di stabilizzare la regione e fermare l’eccidio dei cristiani condannati a scomparire dalla minaccia di al Qaeda e dell’Isis, nemici anche dell’Iran. Può riprendere il dialogo fra culture, religioni e popoli, già rilanciato da Khatami e congelato ai tempi di Ahmadinejad. Un islam moderato è utile anche alla gioventù iraniana, nauseata dagli ayatollah e dai pasdaran. La traduzione del Catechismo e dei teologi cattolici in persiano.
====================
il mondo è tutto degli islamici, e non c'è posto per nessuno! LA STRATEGIA DI CONQUISTA DELL'EX OCCIDENTE CRISTIANO è GIà STATa già SCRITTa,  attraverso IL MAGGIORITARIO CHE PRETENDERà LA SHARIA? noi saremo islamizzati e subiremo il genocidio! 1400 anni di storia lo hanno dimostrato: "gli islamici possono essere fermati soltanto con il loro stesso linguaggio: il genocidio!" TEL AVIV, 26 GEN - E' morta in un ospedale di Gerusalemme l'israeliana accoltellata lunedì da due palestinesi nell'insediamento di Beit Horon, a nord di Gerusalemme. Lo ha riferito la polizia che ha identificato la vittima in Shlomit Kriegman, 23 anni. I suoi assalitori sono stati uccisi.
====================
chi ha delle preghiere per fermare la maledizione di Erdogan Salman Maometto e dei Maomettani? è arrivato per loro il momento di pregare! Un profugo di 15 anni ha accoltellato e ucciso un'impiegata 22enne di un centro per minori richiedenti asilo vicino Goteborg, in Svezia. Lo riporta la BBc sottolineando che il giovane è stato arrestato con l'accusa di omicidio. La vittima, di origini libanesi, è morta in ospedale in seguito alle ferite riportate. Lavorava presso il centro da un paio di mesi. "Era un angelo che voleva solo fare del bene", ha detto un cugino, citato dal giornale svedese 'Expressen'. Si tratta di "un terribile crimine", ha commentato il primo ministro svedese, Stefan Löfven, visitando il centro di Molndal dove è avvenuto l'episodio. "Credo ci siano molte persone in Svezia preoccupati dalla possibilità di casi di questo tipo", ha aggiunto secondo quanto riporta Radio Svezia.

le azioni aggressive, impianti militari, e rafforzamento della NATO ai confini con la Russia sono un atto deliberato di aggressione militare: un complotto di guerra mondiale! ANCHE PERCHé è STATA LA CIA A CONDURRE UN GOLPE A KIEV, ED A CONDURRE UN ATTO DI GENOCIDIO, pogrom, epurazioni violente di opposizione democratica, E DI SOPPRESSIONE DELLA VOLONTà SOVRANA DEI RUSSUFONI, espressa in modo plebiscitario! MASSONI SATANISTI E FARISEI BILDENBERG, STANNO PORTANDO LA EUROPA AL MASSACRO! 
===============
UNA VOLTA, TANTO TEMPO FA L'INDIA ERA UNA DEMOCRAZIA! In India, one case of anti-Christian violence every day, Published: Jan. 21, 2016 by Anto Akkara, Rahul Nayak, 25, the eldest son of Dhubaleswar and Bhubudi Nayak, a Christian couple shot dead in Odisha in July 2015. Rahul Nayak, 25, the eldest son of Dhubaleswar and Bhubudi Nayak, a Christian couple shot dead in Odisha in July 2015. World Watch Monitor, Attacks on Christians in India were reported on an almost daily basis in 2015, according to a Christian advocacy group.
“The country saw 355 incidents of violence, including 200 major incidents, during the last year,” Joseph Dias, convener of Mumbai-based Catholic Secular Forum, told World Watch Monitor.
The forum’s report, released on 18 January, concluded that it is “not safe” to be a Christian in India. Seven pastors were killed, nuns were raped and hundreds of Christians were arrested under India’s anti-conversions laws. The report came as 12 people, including a blind couple and their three-year-old son, were arrested in the Dhar district of Madhya Pradesh, under the state’s anti-conversion law, which forbids conversions through “allurement” or “force”.
Seven of the arrested, including the blind couple, were released from jail on 17 January, according to local pastor Suresh Mandlo. Dias blamed the increase in incidents against Christians on the ruling Bharatiya Janata Party, or BJP. “The rise of the BJP has emboldened the [Hindu nationalist] fringe groups,” he said. “They feel that they can treat the Christians as soft targets under BJP's patronage and protection.” “Even the government is acting in a partisan manner,” added Dias, highlighting two recent high-profile cases involving foreign clerics.
A desecrated statue of the Virgin Mary in Kandhamal, Odisha, in 2008, during India's worst example of anti-Christian violence, when 300 churches and 6,000 Christian homes were looted and burnt down, rendering 56,000 Christians homeless. A desecrated statue of the Virgin Mary in Kandhamal, Odisha, in 2008, during India's worst example of anti-Christian violence, when 300 churches and 6,000 Christian homes were looted and burnt down, rendering 56,000 Christians homeless. World Watch Monitor.In the first case, Sister Bertilla Capra, an Italian Catholic nun who had been working with leprosy victims for four decades, was denied a renewal of her visa. Then, Hegumen Seraphim, a Russian Orthodox priest, was stopped at Chennai International Airport and deported. The Russian embassy said the treatment of the priest, who was detained at the airport for seven hours and denied food, was “unacceptable”.
“Such disrespect, shown to a priest from a friendly country, goes against the spirit of mutual affinity and cooperation characteristic of Russian-Indian relationship,” the statement added.
Dias said that “all these incidents point to an organised targeting of Christians at different levels”. “The hate speech is turning worse and the conversion rhetoric of the saffron family [Hindu fundamentalists] is vitiating the atmosphere and paving way for atrocities,” he added.
Days before the Catholic Secular Forum issued its report, the Vishwa Hindu Parishad, or World Hindu Council, claimed it had recently undertaken mass re-conversions of Christians and Muslims to Hinduism.
Praveen Togadia, the VHP’s international working president, declared on 8 January that the VHP had reconverted more than 500,000 Christians and 250,000 Muslims in the last decade with its Ghar Wapsi, or homecoming, initiative.
Two days later, VHP national general secretary Y. Raghavulu claimed that 800,000 Hindus were being converted to other faiths every year in India.
“The [VHP] claim to have converted Christians and Muslims to Hinduism is just to enthuse their cadres. Both [statements] are blatantly aggressive instances of hate to provoke violence,” Christian activist John Dayal told World Watch Monitor. “The statistics are products of feverish minds and a bankrupt ideology. Their real purpose is political – to arouse passions, sharpen polarisation and target religious minorities, and especially the Christian community.”
Hindu fundamentalists, Dayal added, “want to criminalise Christian presence and social work as a conversion conspiracy by Western powers”.
Rev. Vijayesh Lal, national director of the Religious Liberty Commission of the Evangelical Fellowship of India, told World Watch Monitor that “violence against Christians has always been justified using the propaganda about conversion”.
“Using conversions as a means of justifying violence has been used since the mid-1990s by the Hindutva [Hindu nationalist] brigade,” he said. “What worries me is the total impunity with which the violence and hate speech is being carried out now.”

===================
Niger: a year after 70 churches destroyed in anti-‘Charlie’ riots
    Published: Jan. 20, 2016 by Illia Djadi
    Demolishing Boukoki's EERN church, damaged in the anti-Charlie' riots in 2015, ahead of its rebuilding
    A year has passed since the churches in the West African country of Niger experienced the worst ...
    Burkina Faso dead include 7 mission workers
    Published: Jan. 19, 2016
    Mike Riddering, 45, from Florida had been working as a missionary in Burkina Faso since 2011.
    Six of the 29 people killed by Islamist militants in Burkina Faso on Friday were on a humanitarian ...
    Three attacks on Pakistani Christians mark New Year
    Published: Jan. 15, 2016 by Asif Aqeel
    For Christians in Pakistan, the New Year has begun with attacks on their worship places, with three ...
    Another Egyptian Christian conscript dies in ‘mysterious’ circumstances
    Published: Jan. 14, 2016
    2016 World Watch List drawn from world headlines
    Published: Jan. 13, 2016
    Swiss woman kidnapped in Timbuktu, Mali for second time in 3 years
    Published: Jan. 11, 2016
    Dare Egypt's new Parliament amend or even abolish its blasphemy law?
    Published: Jan. 8, 2016
    Indian Church denies rumours it supports Hindu nationalist party
    Published: Jan. 7, 2016
    Egypt's imams and priests confront sectarianism together
    Published: Dec. 30, 2015

Egypt's imams and priests confront sectarianism together

Published: Dec. 30, 2015 by Jayson Casper
6
For three years, the Imam-Priest Exchange has brought Christian and Muslim leaders together to deepen religious unity.
For three years, the Imam-Priest Exchange has brought Christian and Muslim leaders together to deepen religious unity.World Watch Monitor
Gathered at Cairo’s prestigious Dar al-Mudarra’at military complex in early December, 150 imams and priests heard some of Egypt’s highest religious authorities praise their participation in a three-year programme to deepen religious unity. “Working together for the sake of Egypt – we are in great need of this slogan,” said Grand Mufti Shawki Allam, in reference to the Imam-Priest Exchange, an initiative of the Egyptian Family House. “But it is also the reality in which we live.”
The Egyptian Family House was created shortly after the 25 January, 2011 revolution against President Mubarak – in partnership between al-Azhar (Sunni Islam’s leading authority), the Coptic Orthodox Church, and Egypt’s Protestant, Catholic, and Anglican denominations. The Imam-Priest Exchange began in February 2013, as popular opposition to the Muslim Brotherhood and then-President Mohamed Morsi was coalescing throughout the country.
According to Abdel Rahman Moussa, an advisor to Grand Imam Ahmed al-Tayyib and speaking on his behalf for al-Azhar, “This scene is what we have dreamed of – a sincere expression of what Egypt is, the Egypt that God has preserved.”
“We were all wondering where Egypt was going,” said Bishop Mouneer Hanna Anis, whose Anglican church sponsored the training. “But now we celebrate the return of love and the brotherly spirit.”
Each year the Exchange brought together around 70 imams and priests from across the country. Four trainings of three days each had them live and eat together as they were encouraged towards a gradual but escalating partnership.
The themes? “Let us know each other. Let us coexist. Let us cooperate. Let us work together for the good of Egypt.”
Participants not only listened to academic lectures, but also actively toured the country. Egyptian citizens looked on astonished, but proud, taking selfies with imams and priests as they walked hand-in-hand down busy streets.
Their distinguished long robes, caps, and beards added to the gravity of ancient mosques, churches, and monasteries. Together they joined fellow citizens in celebrating the opening of the Suez Canal expansion. They rediscovered a shared heritage while exploring the Coptic, Islamic, and National Egyptian museums. And in the final session they visited practical examples of interfaith development work.
“We want to go where people have done things,” said Saleem Wassef, project manager for the Exchange. “The idea is to help them think out of the box, and consider how they can repeat these experiences back in their own communities.”
Moving from remedy to prevention
Religious leaders from the two different faiths visited each others' places of worship.
Religious leaders from the two different faiths visited each others' places of worship.World Watch Monitor
This last marker is an important departure from the previous model of imam-priest cooperation, said Nady Labib, representing the Protestant Churches of Egypt. He criticised the “hugs and kisses” displayed in the media after incidents of sectarian tension, to present an image that “all is fine” between Muslims and Christians. The Family House has been active in quelling sectarian tension, said Fr. Augustinos Elia, assistant head of the branch in Mallawi. But the focus now is on prevention, not remedy.
“We are removing walls and building bridges,” he said. “A certain extremism still persists in society, and we are working to educate and spread awareness.”
One of the best examples is found in Ismailia, where Sheikh Abdel Rahman and Fr. Surial have visited four schools a week for the past two years. Having never before seen such respect and friendship between an imam and a priest, the girls often cry when they see the two together, they said.
Consider also the work of Sheikh Ahmed and Fr. Boula in Menoufiya, where the “My Church, My Mosque” campaign collected money from Muslims to build a church, and from Christians to build a mosque.
Even in Delga, a community whose church was destroyed following the removal of Morsi from power, Sheikh Fayed and Fr. Ayoub have worked to bring Muslims and Christians together. Medical and sport outreaches have tried to unite the people, with youths brought to Cairo to witness the Family House in action.
Wassef said the local branches of the Family House are one of the best successes of the Imam-Priest Exchange. And those trained have gone on to help establish branches in Port Said, Alexandria, and Luxor.
“At first the participants were afraid to be involved,” he said. “But once they knew about the goals, they were convinced about the need to work together for the benefit of their communities.”
Bishop Armia, assistant general secretary for the Family House, related the story of an imam who told him he used to cross to the other side of the street if he saw a priest coming his way. Now, after spending a year together in the Exchange, he has become friends with a priest from his town.
Sheikh Muhi al-Din al-Afifi related a similar experience. Head of the Islamic Research Academy, as well as the Family House committee for religious discourse, he told those gathered of his first visit to a monastery, where he was pleasantly surprised to see such faith and activity mix for the good of Egypt.
“This project works to change the inherited teachings that have sown hatred among us,” he said. “It is the tip of the spear that confronts all manner of civil strife.”
Sincerity and continuity questioned
But not all participants were totally convinced by the project, with one Sheikh saying there was 'not enough connection between words and actions'.
But not all participants were totally convinced by the project, with one Sheikh saying there was 'not enough connection between words and actions'.World Watch Monitor
Not all participants, however, were as convinced. Some grumbled that the “religious other” was present only from obligation. Others complained that there was little contact between them once they left the training. One leader in one branch confirmed this impression. Only 20 per cent of the roughly 100 members acted from full and sincere conviction, he said. Forty per cent came because they were assigned by their religious institution, and another 40 per cent were active for personal or political gain.
Another issue is that the Family House has not yet been able to win wide national media attention. “We are here, but no one sees us,” said Sheikh Said Shoman, a participant from the Sohag branch, who encouraged much more open mixing of imams and priests in the streets. “The problem is there is not enough connection between words and actions.”
The work is slow going, the branch leader admitted, but he is not discouraged. Their branch has held 10 seminars about national unity, and smaller meetings in youth centres and villages throughout the area. As a leader, he is frequently invited to government and civil society events as a Family House representative. But he considers it natural that cooperation between religious leaders takes time.
“Progress develops as someone first sees you, then later will talk to you, and only later might work with you,” he said. “There is a will to make the Family House work but it still needs more interaction.”
Wassef estimated that around 50 per cent of Exchange imams and priests have been active in pursuing the goals of the training. But if engaging men of religion has been hard work, convincing a sceptical public has been harder.
“Some of my colleagues in the ministry used to laugh at me, and some Christians say I am wasting my time,” he said. “But you meet some people who are ready to change. The progress is slow but sure.”
Bishop Mouneer echoed this long-term perspective, telling Exchange graduates that Egypt deserves their effort to rebuild.
“We must look not to what Egypt can give us, but what we can give Egypt and the future generations,” he said. Adding a word to their slogan, he urged them, “Always, together for the sake of Egypt. This is a beginning, not an end.”