violenze interetniche BUGIE ANSA 322

Ok! WE SUPPORT The Eligibility Of Donald Trump ] Donald Trump può sembrare imperfetto, ma non dobbiamo dimenticare che è questo il modo con cui si manifestano gli esseri umani! Massoni, satanisti loro invece sono perfetti e non dicono mai cose spiacevoli, perché sono totalmente ipocriti! oppure come OBAMA sono dei pervertiti ideologici, oppure come Bush hanno sputato sulla Costituzione ed hanno venduto il popolo alle banche degli ebrei!

tutto il NUOVO ORDINE MONDIALE: SPA ROTHSCHILD FMI FED BCE: BANCHE CENTRALI DEI SACERDOTI FARISEI CANNIBALI DI CIA SATANA NATO? è di Elisabetta GEZABELE II DI INGHILTERRA! E TUTTI VOI STATE PER MORIRE, IN UNA GUERRA MONDIALE NUCLEARE SENZA SPERANZA, TUTTI PER QUESTO!
Ok! WE SUPPORT The Eligibility Of Donald Trump. Islam CRIMINALE ABOMINIO NAZISTA E ASSASSINO FINIRà, QUESTO VIOLATORE RAZZISTA DI TUTTI I DIRITTI UMANI: FINIRà PER SOFFOCARE IL GENERE UMANO! il nuvo ordine mondiale sta tirando la corda per rendere lo sterminio di tutti i musulmani inevitabile!
QUALE orientamento sessuale? libertinaggio? adulterio? pornografia? AVETE CAPITo BENE: NOI ABBIAMO IL DOVERE DI EDUCARE OGNI ELEMENTO ANTROPICO PERCHé IL PECCATO HA CORROTTO OgNI COSA: ed ogni cosa deve essere sottomessa ad un retto progetto culturale ebraico cristiano! ma nessuno di voi avrebbe dovuto fare il crimine della ideologia del GENDER DARWIN! meglio per voi sarebbe stato, che voi non foste mai nati!
OK! SOSTENIAMO LA ELEGIBILITà DI Donald Trump. Ok! WE SUPPORT The Eligibility Of Donald Trump.
OBAMA E MERKEL SONO L'ANTICRISTO! OBAMA DI CRISTIANI COME TE? è PIENO L'INFERNO!
regime massonico usurocratico satanico occidentale Spa Banca Mondiale ] OBAMA TU SEI UNA FACCIA DI CULO GENDER: TU SEI UN ANTICRISTO DI TRADITORE!
NEW YORK, 19 SETtembre - "Barack Obama è un americano FALSO, eD è un ISLAMICO MANGIATORE DI CRISTIANI MARTIRI" TRA IRAQ E SIRIA LUI HA STERMINATO TUTTI I CRISTIANI 3,2 MILIONI DI PERSONE!. "Barack Obama è un americano e un cristiano". Così Jeb Bush risponde alla decisione di Donald Trump di non correggere un sostenitore il quale ha detto che il presidente è un musulmano e "non è nemmeno un americano". "Il suo problema è che è un liberale progressista che demolisce chi non è d'accordo con lui" OK, ALLORA, LUI VENISSE IN YOUTUBE A DEMOLIRE UNIUS REI!
perché oggi si è persa la volontà di divenire eretici! CHI OGGI VUOLE FARE L'ERETICO gender darwin DI: ORANGO EVOLUTO, LUI confluisce nel sincretismo della NEW AGE o naturalismo, paranornale esoterico.. ma, tutti coloro che sono CONTRO IL NUOVO ORDINE MONDIALE della usura mondiale delle BANCHE CENTRALI: teosofia satanica, loro ricercheranno la vera ispirazione religiosa: rifiutando le contaminazioni abominevoli presenti nel talmud e nel corano!
LA DEPRAVAZIONE DI TUTTI I POPOLI: PORNOGRAFIA è OGGI, UNA IDEOLOGIA DI STATO LENONE BISGAZZIERE massonico DARWIN GENDER: GLI USURAI BANCHE CENTRALI!
Prime Minister Benjamin Netanyahu [ è per questi motivi di alto tradimento! ] che tu risponderai, davanti al mio tribunale, per la vita di tutti gli israeliani che sono periti a causa del terrorismo! PERCHé, TU AVEVI IL DOVERE DI SRADICARE IL TERRORISMO NELLE SUE RADICI: IRANIANE, SAUDITE E TURCHE E NON LO HAI FATTO!
Prime Minister Benjamin Netanyahu [ è alto tradimento! ] e cosa noi diremo? che: 1. ONU ha dato alla LEGA ARABA il diritto di essere: maniaci religiosi, assassini seriali, nazisti e razzisti, ovvero tutti sharia! 2. e che, in particolare, a Turchia ed ARABIA SAUDITA ha dato il diritto internazionale, di invadere le nazioni con i terroristi che, hanno fatto le autobombe! 3. e che i palestinesi hanno il diritto internazionale di lanciare missili balistici in ISRAELE! IN QUESTO MODO SI LEGITTIMA LO ISLAM A FARE IL TERRORISMO LEGALMENTE CONTRO TUTTE LE NAZIONI DEL MONDO! non reagire a questo complotto internazionale massonico Bildenberg, SpA FMI, NWO USA UE GENDER, di: BANCHE CENTRALI, che utorizza islamici a fare il genocidio: è alto tradimento!
Prime Minister Benjamin Netanyahu, SE, TI MANCA IL FEGATO? IO HO IL DIRITTO LEGALE DI MASSACRARLI, PERCHé I SALAFITI ISLAMICI FARISEI MASSONI BILDENBERG HANNO FATTO FARE UNA MATTANZA DI CRISTIANI IN SIRIA E IRAQ.
Prime Minister Benjamin Netanyahu, SE, TU RICEVI IL SOSTEGNO DI CINA E RUSSIA, TU NON MI DELUDERE: NON FARE IL PAVIDO: 1. INVADI LA SIRIA E IRAQ; 2. IMPEDISCI ALLA TURCHIA OGNI BOMBARDAMENTO CONTRO I CURDI! 3. DEPORTA TUTTI I PALESTINESI!
Ok! WE SUPPORT The Eligibility Of Donald Trump.
Prime Minister Benjamin Netanyahu io dico che, tu dovresti salvare la vita alla RUSSIA, così come la RUSSIA, evitando tutte le provocazioni per una GUERRA MONDIALE ha già salvato più volte la tua vita! I NAZISTI ISLAMICI SOLTANTO TU LI PUOI AMMAZZARE BENE! SOLTANTO TU PUOI SALVARE IL GENERE UMANO ED IMPEDIRE A TUTTI LA GUERRA MONDIALE!
Prime Minister Benjamin Netanyahu ma QUESTA è UNA STORIA VECCHIA, per ogni ulteriore, OGNI ennesima ATTESA PER QUESTO SCONTRO INEVITABILE? IL PEGGIO è sempre TUO! Oppure, tu pensi che per ISRAELE sarebbe meglio vivere una TERZA GUERRA MONDIALE NUCLEARE, piuttosto, che scontrarsi militarmente con mezza LEGA ARABA?
666 regno NWO Unito Gezabele
Prime Minister Benjamin Netanyahu, ALMENO un 70% di tutta la LEGA ARABA, con questi missili balistici palestinesi, ti stanno dicendo: "chi sei tu? e chi sono io?" e per gli USA anglo americani farisei, tra perdere Israele, oppure, tra perdere la LEGA ARABA sharia i nazisti ONU, loro hanno già deciso di perdere ISRAELE!
666 regno NWO Unito Gezabele
18 settembre 2015. Prime Minister Benjamin Netanyahu, io non permetto a nessuno, neanche a te, di fare violare la mia sovranità territoriale! ADESSO, TU DEVI DEPORTARE IN SIRIA TUTTI I PALESTINESI! Un razzo lanciato da Gaza è caduto a Sderot nel sud di Israele vicino la Striscia. Lo dicono i media secondo cui il razzo è caduto in un'area aperta di una zona residenziale. Secondo le prime informazioni della polizia non ci sono vittime ma sarebbe stato danneggiato un bus.
666 regno NWO Unito Gezabele
Ok! WE SUPPORT The Eligibility Of Donald Trump.
quel traditore di Tsipras, non si chiederà mai: "dove è finita la nostra costituzionale sovranità monetaria?" Tsipras a piazza Syntagma, recita il mantra del popolo greco trasformato in grasso per i cannoni! tutto il teatrino della politica rothschild delle menzogne al popolo pecora indebitato e venduto e tradito: "cambiamo la Grecia del futuro". L'ultimo comizio prima del voto di domenica: "Tracciamo una linea che metta fine alla corruzione del passato. Il governo della sinistra non è stata una piccola parentesi"
Ok! WE SUPPORT The Eligibility Of Donald Trump.

eih vecchio tappo di fogna dell'inferno segretario di Stato americano, John Kerry, era un bel po, che, non ci si vedeva tra di noi, dove sei stato? cosa hai fatto? che istruzioni ti hanno dato: Rothschild e laVey Antony?
666 regno NWO Unito Gezabele
CHE C'è SHARIA CULTO KERRY 322 VECCHIO SACERDOTE DI SATANA ALLAH AKBAR, TU VUOI ESSERE SICURO CHE QUALCHE CRISTIANO NASCOSTO E SOPRAVVISSUTO, perché, lui FINGE DI ESSERE UN MUSULMANO IN SIRIA, LUI VENGA UCCISO ANCHE? ] [ LONDRA, 18 SET - Gli Usa vogliono condurre colloqui diretti con la Russia sul suo coinvolgimento militare in Siria. Lo ha detto il segretario di Stato americano, John Kerry, che si trova a Londra. Si tratta, ha aggiunto Kerry, di un passo importante per cercare di risolvere la crisi nel Paese del Medio Oriente. Kerry ha detto che il presidente Obama spera che i colloqui possano tenersi "molto presto".

QUESTE DECISIONI NON VENGONO PRESE A TOKYO, NO! MA, NEL BOSCHETTO DI BUSH 322 BAAL MADRE GUFO GEZABELE ELISABETTA AL BOHEMIAN GROVE! ORMAI, DELLA DEMOCRAZIA I FARISEI E LE LORO BANCHE CENTRALI SPA HANNO FATTO SCEMPIO! E SE QUALCUNO AVEVA DEI DUBBI CIRCA LA TERZA GUERRA MONDIALE IMMINENTE? ORA NE HA AVUTO LA CERTEZZA! 18 SET - La Camera Alta approva le contestate norme sulla sicurezza superando nella notte l'ostruzionismo delle opposizioni: il via libera segue quello della Camera Bassa di luglio e trasforma in legge il progetto voluto dal premier Shinzo Abe. Il Giappone, tra le proteste, accantona il pacifismo degli ultimi 70 anni per il ruolo proattivo delle forze armate.

Ok! WE SUPPORT The Eligibility Of Donald Trump ] SIAMO AMMINISTRATI DALLA POLITICA, MA, SIAMO GOVERNATI DELLE BANCHE CENTRALI! E TUTTO QUESTO è ALTO TRADIMENTO!
Ok! WE SUPPORT The Eligibility Of Donald Trump ] TALMUD E CORANO HANNO DIMOSTRATO DI ESSERE NAZISMO, RAZZISMO E TERRORE: UN SOLO SATANISMO IL REGNO DI SATANA E DELLA CIA SPA NWO FMI SISTEMA MASSONICO BILDENBERG
Ok! WE SUPPORT The Eligibility Of Donald Trump ] massone infiltrato nelle nostre istituzioni? QUESTO è ALTO TRADIMENTO COSTITUZIONALE! infatti nessuna Costituzione può cedere la sovranità monetaria e può riconocere associazioni segrete per fare del popolo, un popolo di schiavi! IO PRETENDO LA LEGGE MARZIALE! SALUTIAMO TUTTI I CANNIBALI DELLA CIA NATO: IL REGIME MASSONICO BILDENBERG: "HAIL SATANA"
[ oh ISRAEL ] I miei ebrei devono abbattere il sistema massonico, MINACCIARE IL COLLASSO DI BANCA MONDIALE E FMI, e si devono far mettere sotto inchiesta! QUINDI DEVONO PRETENDERE DI ESSERE ESPULSI! OPPURE, Israele e tutto il genere umano andrà perduto! OVVIAMENTE, SI DOVRà TROVARE UNA SOLUZIONE POLITICA E NON GIUDIZIARIA A QUESTA CRISI ISTITUZIONALE! nessuno si farà del male, perché, io non sono un violento! NIENTE PANICO! io ho le giustificazioni giuridiche, perché non può essere la attuale generazione la responsabile del sistema istituzionale mondiale!
MUORI PER VIVERE: una nuova vita di pace fratellanza, progresso e prosperità! RISORGI A NUOVA VITA NEL MIO REGNO DI PALESTINA E DELLE 12 TRIBù DI ISRAELE! nessun abitante di questo pianeta si senta escluso da questo invito! IO VI ATTEDO TUTTI IN ARABIA SAUDITA, dal mio fratello maggiore primogenito SALMAN!
SALMAN SAUDI ARABIA ] TU HAI UNA SOLUZIONE POLITICA DIVERSA DALLA MIA? IMPOSSIBILE! E CERTO TU NON VORRAI ANDARE FELICE AD UNA GUERRA MONDIALE NUCLEARE?
SALMAN SAUDI ARABIA ] non è una cosa strana [ ogni minuto della nostra vita è sempre un bivio tra scegliere 'odio' oppure, tra scegliere l'amore! [ l'unica differenza con la scelta odienza è quella che, se tu oggi, tu scegli l'odio? poi, siamo tutti morti! ] e finiremo di avere future opportunità di scelta DEFINITIVAMENTE!

BOKO HARAM violenze interetniche? ( TUTTE BUGIE ANSA 322 BUSH KERRY! ).
STOP SHARIA NAZI, UNDER EGIDA ONU bILDENBERG AMNESTY STOP! THIS IS YOUR CALIPHATE IMPERIALISM! STOP KING SAUDI ARABIA! STOP! Boko Haram
Boko Haram, which refers to itself as "Jama'atu Ahl as-Sunnah li-Da'awati wal-Jihad" (JASDJ; Group of the Sunni People for the Calling and Jihad) and "Nigerian Taliban"—other translations and variants are used, is a Nigeria-based group that seeks to overthrow the current Nigerian Government and replace it with a regime based on Islamic law. It is popularly known in Nigerian and Western media as "Boko Haram," which means "Western education is forbidden" (the word boko is a holdover from the colonial English word for book). The group, which has existed in various forms since the late 1990s, suffered setbacks in July 2009 when clashes with Nigerian Government forces led to the deaths of hundreds of its members, including former leader Muhammad Yusuf.
In July 2010, Boko Haram's former second-in-command, Abubakar Shekau, appeared in a video claiming leadership of the group and threatening attacks on Western influences in Nigeria. Later that month, Shekau issued a second statement expressing solidarity with al-Qa'ida and threatening the United States. Under Shekau's leadership, the group has continued to demonstrate growing operational capabilities, with an increasing use of improvised explosive device (IED) attacks against soft targets. The group set off its first vehicle-borne IED in June 2011. On 26 August 2011, Boko Haram conducted its first attack against a Western interest—a vehicle-bomb attack on UN headquarters in Abuja—killing at least 23 people and injuring more than 80. A purported Boko Haram spokesman claimed responsibility for the attack and promised future targeting of US and Nigerian Government interests.
Since late 2011, the group has conducted multiple attacks per week against a wide range of targets, including Christians, Nigerian security and police forces, the media, schools, and politicians. Since late 2012, Boko Haram and its splinter group Ansaru have claimed responsibility for three kidnappings of Westerners, raising their international profile and emphasizing the growing threat they pose to Western and regional interests. As of July 2013 Ansaru was holding a French hostage. Also in 2013, Boko Haram expanded its activity in neighboring countries and continues to clash with Nigerian military forces trying to oust it from northeastern Nigeria.

Lorenzojhwh Unius REI
Boko Haram [ KING SAUDI ARABIA LA TUA SHARIA NON PUò SPRAVVIVERE A TUTTO QUESTO! ] Authors: Mohammed Aly Sergie, Online Writer/Editor, and Toni Johnson. Updated: February 26, 2014. Introduction
The Road to Radicalization. Rising Against the State
The North-South Divide. Terror Ties and Policy Prescriptions
Boko Haram, a diffuse Islamist sect, has attacked Nigeria's police, military, rival clerics, politicians, schools, religious buildings, public institutions, and civilians with increasing regularity since 2009. Some experts view the group as an armed revolt against government corruption, abusive security forces, and widening regional economic disparity in an already impoverished country. They argue that Abuja should do more to address the strife between the disaffected Muslim north and the Christian south.
Boko Haram's brutal campaign—including a suicide attack on a UN building in Abuja in 2011, repeated attacks that have killed dozens of students, burning of villages, as well as ties to regional terror groups—led the U.S. Department of State to designate it a foreign terrorist organization. The Nigerian government has dispatched forces to crush the insurgency, but has been ineffective.
Two men walk amidst the rubble after Boko Haram militants raided the town of Benisheik, west of Borno State capital Maiduguri, on September 19, 2013. (Photo: Courtesy Reuters)
The Road to Radicalization
Boko Haram was created in 2002 in Maiduguri, the capital of the northeastern state of Borno, by Islamist cleric Mohammed Yusuf, who led a group of radical Islamist youth in the 1990s. The group aims to establish a fully Islamic state in Nigeria, including the implementation of criminal sharia courts across the country. Paul Lubeck, a University of California professor studying Muslim societies in Africa, says Yusuf was a trained Salafist (a school of thought often associated with jihad), and was strongly influenced by Ibn Taymiyyah, a fourteenth-century legal scholar who preached Islamic fundamentalism and is an important figure for radical groups in the Middle East.
The sect calls itself Jama'atu Ahlis Sunna Lidda'awati Wal-Jihad, or "people committed to the propagation of the prophet's teachings and jihad." It's widely known as Boko Haram, which colloquially translates into "Western education is sin," for its rejection of Western concepts such as evolution and the big bang theories.
Before 2009, the group did not aim to violently overthrow the government. Yusuf criticized northern Muslims for participating in what he saw as an illegitimate, non-Islamic state, and preached a doctrine of withdrawal. But violent clashes between Christians and Muslims and harsh government treatment, including pervasive police brutality, encouraged the group's radicalization. Boko Haram's hundreds of followers, also called Yusuffiya, consist largely of impoverished northern Islamic students and clerics, as well as professionals, many of whom are unemployed.
In July 2009, Boko Haram members refused to follow a motorbike helmet law, leading to heavy-handed police tactics that set off an armed uprising in the northern state of Bauchi and spread into the states of Borno, Yobe, and Kano. The incident was suppressed by the army and left more than eight hundred dead. It also led to the televised execution of Yusuf, as well as the deaths of his father-in-law and other sect members, which human rights advocates consider to be extrajudicial killings. In the aftermath of the 2009 unrest, "an Islamist insurrection under a splintered leadership" emerged, says Lubeck. Boko Haram carried out a number of suicide bombings and assassinations, from Maiduguri to Abuja, and staged a prison break in Bauchi, freeing more than seven hundred inmates in 2010.
Attacks continued to escalate, and by 2013 some analysts began to see greater influence by al-Qaeda in the Islamic Maghreb in Boko Haram operations. Terrorist acts against civilians, like the murder of sixty-five students while they slept at the agricultural college in Yobe state in September 2013, chainsaw beheadings of truck drivers, and the killing of hundreds on the roads of northern Nigeria raised doubts about the central government's ability to control territory and amplified fears of protracted violence in the country.
Nigeria assembled a Joint Task Force (JTF) of military and police units to battle Boko Haram and declared a "state of emergency" in three northeast states—Borno, Yobe, and Adamawa—in May 2013. The move pushed the militants out of cities, but attacks in rural areas continued. The JTF, augmented by vigilantes who were folded into officially sanctioned Civilian JTF units, have been implicated in extrajudicial killings of militants and civilians, which may have galvanized support for the insurgents.
Boko Haram is so diffuse that fighters associated with it don't necessarily follow Salafi doctrine. Many foot soldiers are drawn from impoverished, religiously uneducated youth, according to Jacob Zenn, an analyst on African affairs at the Jamestown Foundation. Some fighters claim to have been trained in Iran and are part of a Shiite Muslim group, Zenn writes, while others were involved in other conflicts in Nigeria and the Sahel region, and are now caught up in the latest violent extremist group.
Rising Against the State
The Nigerian government's assessment that Boko Haram was an al-Qaeda-linked terrorist movement left it with few options other than using force to deal with the group. Analysts say the focus on a terrorist link ignores the context from which Boko Haram emerged and emphasizes security issues that may only radicalize the group further.
"The problem with understanding Boko Haram is definitional. What do we mean by Boko Haram?" says CFR Senior Fellow John Campbell. Yusuf, Boko Haram's founder, didn't have complete control of the group, and after his execution, his followers splintered into at least five factions. Boko Haram's putative leader today, Abubakar Shekau, appears to be focused on fighting the Nigerian government in Borno, Campbell says, while other units expanded their attacks in Nigeria and have conducted limited operations in neighboring Cameroon and Niger, signaling an evolving regional vision for the group.
While Boko Haram can't be neatly characterized as an insurgency or terrorist organization, its origins appear rooted in grievances over poor governance and sharp inequality in Nigerian society. "The emergence of Boko Haram signifies the maturation of long-festering extremist impulses that run deep in the social reality of northern Nigeria," writes Nigerian analyst Chris Ngwodo. "But the group itself is an effect and not a cause; it is a symptom of decades of failed government and elite delinquency finally ripening into social chaos."
Efforts to address dissatisfaction among Muslims in northern states, such as the reintroduction of sharia criminal courts, weren't successful because the courts weren't considered fair. Human Rights Watch said in a 2011 report that "corruption is so pervasive in Nigeria it has turned public service for many into a kind of criminal enterprise."
Police brutality and impunity added to the tensions. A 2009 Amnesty International report (PDF) said Nigerian police were responsible for hundreds of extrajudicial killings and disappearances each year that largely "go uninvestigated and unpunished." The group said in a later report that nearly one thousand people, mostly Islamist militants, died in military custody in the first half of 2013. Human rights advocates say Nigerian authorities are rarely, if ever, held criminally accountable for the public executions of Boko Haram followers. In 2011, the government began to try five police officers connected to Yusuf's killing, and started the court martial of a military commander responsible for troops that allegedly killed forty-two sect members in 2009, but both proceedings weren't concluded as of February 2014.
Boko Haram has used the growing grievances to promote the idea that an Islamic state would bring a better and more just government to power.
The North-South Divide
Nigeria is Africa's most populous country, with more than 174 million people and nearly 350 ethnic groups speaking 250 languages. The country is split between Muslims and Christians, with 10 percent of the people following indigenous sects. Nigeria has long grappled with how to govern a diverse nation in which the struggle between Christians and Muslims over political power remains a significant factor in the ongoing unrest. Sectarian violence, particularly in Kaduna, Plateau, Nasarawa, and Benue states, the central part of the country where religious groups as well as farmers and herders collide, boosted the death toll. More than 25,000 people were killed in Nigeria since 1999, according to Human Rights Watch and the CFR Nigeria Security Tracker.
Despite a per capita income of more than $2,700 and vast wealth in natural resources, Nigeria has one of the world's poorest populations. An estimated 70 percent of the population lives on less than $1.25 a day. Economic disparities between the north and the rest of the country are particularly stark. In the north, 72 percent of people live in poverty, compared to 27 percent in the south and 35 percent in the Niger Delta.
Another crucial factor in economic inequality is oil. In his book Nigeria: Dancing on the Brink, Campbell writes that the "formal politics" of northern Nigeria are "overwhelmingly dominated by Muslim elites, who have, like their counterparts across the country, benefited from oil wealth at the expense of regional development." He says that the central purpose of the Nigerian state is to divide up the country's oil wealth among elites, making Nigeria's politics a "zero-sum game." In the oil-producing delta, for example, groups such as the Movement for the Emancipation of the Niger Delta (MEND), which has attacked oil infrastructure, are largely an outgrowth of the feeling that the south should get more revenue than it already does.
The dispute over the 2011 election results, which led to more than eight hundred deaths, also played a role in Boko Haram's escalating violence. Experts say many northern Nigerians view the presidency of Goodluck Jonathan, a Christian, as illegitimate, arguing that he ignored an informal power-rotation agreement that should have kept a Muslim as president this round. (Muslim president Umar Musa Yar'dua died in 2010, two years into his four-year term.) If Jonathan wins the national elections in 2015, or if there are no elections because of the unrest in the North, political tensions in Nigeria will increase, Campbell says.
Learn About Tableau
Terror Ties and Policy Prescriptions
Experts say Boko Haram's 2010 prison break, use of propaganda, and the bombing of police headquarters in June 2011 indicate an increasing level of sophistication and organization, which could indicate outside help. U.S. officials say the group has ties to al-Qaeda in the Islamic Maghreb (AQIM), which operates in northwest Africa, Somalia's al-Shabab, and al-Qaeda in the Arabian Peninsula.
Security officials in Nigeria and around the world are concerned that the group has splintered into two factions: one that is focused on local grievances and another that is seeking regional expansion. Alleged links to al-Qaeda groups have worried Washington, although some experts question the depth of regional terror ties and note that it's unclear which attacks are actually the work of Boko Haram. (Some acts attributed to Boko Haram may be the work of criminals looking to capitalize on the mayhem.) Analysts say that focusing exclusively on terrorism could distract from policy options needed to address the underlying issues driving the insurgency.
Before the UN bombing in August 2011, the Nigerian government started to look at solutions similar to its quelling of unrest in the Niger Delta, including negotiation and amnesty. But experts say such a solution is unlikely for a group like Boko Haram, because its grievances are more diverse and less material than others. The lack of clear leadership of Boko Haram also hindered peace talks.
President Jonathan appears intent on quelling Boko Haram by force through a "state of emergency" that will continue until May 2014. Many experts argue that Boko Haram can't be defeated on the battlefield; the group appears to be gaining strength after the crackdown, acquiring better weapons and fielding more fighters than ever. "Boko Haram [is] better armed and better motivated than our own troops," Borno state governor Kashim Shettima said in February 2014. "Given the present state of affairs, it is absolutely impossible for us to defeat Boko Haram."
The U.S. designation of Boko Haram and Ansaru as foreign terrorist organizations will allow Washington to investigate and prosecute suspects, but there is little appetite for direct intervention. The State Department urged Nigeria to counter these extremist groups "through a combination of law enforcement, political, and development efforts, as well as military engagement." Analysts say the Nigerian government must do more to win hearts and minds by providing better education and health-care services in the north, and including prominent, locally-respected northern Muslims in the cabinet.
Additional resources:
The Congressional Research Service explains the various conflicts in Nigeria and U.S. policy in the country.
This 2012 State Department report examines human rights issues in Nigeria.
This Human Rights Watch report explores Boko Haram attacks and security force abuses in Nigeria.
Jacob Zenn, an analyst on African affairs at the Jamestown Foundation, examines the leadership of Boko Haram and its connections to al-Qaeda and other militant groups in the February 2014 issue of CTC Sentinel.

Lorenzojhwh Unius REI
6 ALLELUIA
25 febbraio 2014. Nigeria: Boko Haram fa strage di studenti, E DI BAMBINI.. UCCISI COME CONIGLI, SGOZZATI, AMMUCCHIATI E BRUCIATI... IN NOME DELLA SHARIA DEL KING SAUDI ARABIA! È di almeno 43 morti, per lo più studenti, il bilancio di un attacco dei miliziani islamisti di Boko Haram contro un collegio nel nord-est della Nigeria. Lo hanno riferito fonti ospedaliere. Molte delle vittime sono morte tra le fiamme appiccate all'edificio, che è stato completamente raso al suolo.
Il collegio di Buni Yadi accoglie ragazzi tra gli 11 e i 18 anni di età nello stato nord-orientale di Yobe, a 60 chilometri dalla capitale Damaturu. L'attacco è avvenuto alle 2 di notte mentre gli studenti stavano dormendo. Secondo alcuni testimoni, il commando ha sgozzato alcuni ragazzi e ha sparato ad altri, prima di appiccare l'incendio. Tutti gli studenti morti sono maschi. Quello di Yobe è uno dei tre Stati nord-orientali della Nigeria in cui a maggio è stato imposto lo stato d'emergenza per favorire un'offensiva dei militari contro i guerriglieri di Boko Haram. L'attacco non è stato rivendicato ma le scuole sono uno degli obiettivi preferiti dai miliziani islamici che da quattro ani e mezzo insanguinano la Nigeria con una rivolta che ha fatto migliaia di morti. Proprio nella città di Yobe a settembre erano stati uccisi 40 studenti in un centro per la formazione agraria.



Lorenzojhwh Unius REI
11 ALLELUIA
messaggi di solidarietà alla parlamentare dal mondo della politica [ OVVIAMENTE, NON è UNA VICENDA CHE POTREBBE AVERE DELLE RIPERCUSSIONI POLITICHE, O CHE POTREBBE SFIDUCIARE LA MUSSOLINI! MA, IO RIMPROVERO LEI, E TUTTE LE DONNE EGOISTE, EGOCENTRICHE, DEL MONDO CHE, NON SANNO ASSUMERSI LE RESPONSABILITà SESSUALI DEL MATRIMONIO.. MAI, UN MARITO DOVREBBE ESSERE CACCIATO, QUANDO VIENE A CHIEDERE IL TUO AMORE.. E LA MAGGIOR PARTE DELLE DONNE DEL PIANETA, HA QUESTO ENORME CRIMINE CONTRO L'AMORE! ] Baby escort: la Mussolini, «La mia vita è distrutta» e fugge dalla madre. La reazione della deputata, secondo quanto rivela il Messaggero, dopo le accuse rivolte al marito dalla procura di Roma. Alessandra Mussolini e il marito Mauro Floriani. Una tragedia familiare. Dietro il caso che vede coinvolto Mauro Floriani, l'ex capitano della Guardia di Finanza ed ora alto dirigente delle Ferrovie, marito della deputata Alessandra Mussolini, accusato di avere avuto rapporti sessuali con una delle due baby escort dei Parioli, ha avuto pesanti contraccolpi innanzitutto sulla sua famiglia.

Lorenzojhwh Unius REI
16 ALLELUIA
king SAUDI ARABIA [ tu proprio non puoi dire.. tutto questo non mi riguarda! tu stai rendendo inevitabile la guerra mondiale, invece, più di chiunque altro!.. tu non puoi dire: " io sono felice da solo e degli altri non mi importa nulla.. perché il pianeta è diventato troppo piccolo" quindi, l'atto di uno solo, rimbalza sugli atti di tutti gli altri! ] I cristiani nigeriani nell'inferno di Boko Haram. Viaggio nella diocesi sotto la più pesante cappa di terrore di tutta l'Africa. ALTRI 4 ARGOMENTI. C'è una linea immaginaria in Nigeria, che dal nord scende di trasverso fino al confine orientale, tagliando fuori lo spigolo di Paese che si incunea tra il Camerun, ad est, Ciad e Niger a nord. Difficile attraversare quella linea con disinvoltura: i contractors occidentali sono spariti da tempo, troppo rischioso, non ci vanno facilmente i media stranieri, non ci si avventurano ormai quasi più neanche i nigeriani del sud, che un tempo vi si affollavano per stabilire fiorenti commerci. Al di là si estende un lembo di terra dai panorami sconfinati di savana aperta che si rarefà via via in deserto man mano che si sale a nord, poche città grandi, simili più a paesoni di casette basse dal tetto di lamiera ondulata, strade polverose battute da un sole implacabile: il resto è campagna, punteggiata di villaggi di fango, ombreggiati da rade acacie, catene montuose, impervie colline di pietra compatta grigio scura, mandrie di buoi gibbosi dalle lunghe corna diritte accompagnate dai nomadi Fulani, i folletti delle pianure, che vivono in simbiosi con gli animali nel loro eterno peregrinare. L'ODIO FANATICO DI BOKO HARAM - Questo posto è oggi una delle zone ad alto rischio dell'Africa, per certi versi la peggiore. Qui non è guerra, non ci sono linee, bande o fazioni identificabili, non puoi dire «ecco, qui sono al riparo, al sicuro»; qui è terrorismo della peggiore specie, strisciante, continuo, violenza primitiva, che usa il coltello più delle armi sofisticate, si muove al buio, quando la paura allunga le grinfie, nei vicoli dei quartieri di città come nei villaggi isolati delle campagne. Siamo nel cuore delle zone infestate dall'odio fanatico di Boko Haram, la setta integralista che ha steso su tutto un velo pesante, palpabile, di terrore soffocante, difficile da raccontare. Boko Haram. Suona quasi bene, pronunciato con l'acca aperta e aspirata della lingua Hausa, sa di deserto, di vento tra i cespugli spinosi, evoca carovane in marcia, lunghe teorie di viaggiatori, le corse dei cavalli tra le dune, qualcosa di misterioso ed evanescente. E invece è la morte. LA VIOLENZA FEROCE - Questa terra, evangelizzata dai missionari irlandesi cent'anni fa, per secoli punto di scambio tra il Sahara e il Golfo di Guinea, dove la pacifica convivenza tra religioni diverse era un fatto normale, è il tragico palcoscenico di una violenza feroce che mira a dividere e imporre un odio che non c'era. I musulmani devono abbracciare il credo del fanatismo, altrimenti diventano bersaglio della setta che non accetta moderazione; e i cristiani se ne devono andare, o convertirsi anche se vivono qui da generazioni, in pace con la stragrande maggioranza dei musulmani, da buoni vicini oppure come famiglie allargate con parenti di fede diversa. Tutto questo è ciò che è nel mirino degli integralisti, tutto questo deve scomparire: chi non si piega viene ucciso o vive nel terrore di poter essere lui il prossimo a lasciarci la pelle. IL VESCOVO CHE RESISTE - «La cosa più importante è che, nonostante tutto, i sacerdoti non se ne vanno, non abbandonano i fedeli, finché resta anche una sola anima di cui prendersi cura è nostro dovere rimanere». Oliver Dashe Doeme è il vescovo che regge forse la diocesi sotto la più pesante cappa di terrore di tutta l'Africa, ha sempre rifiutato la scorta, gira col suo assistente che fa anche da autista, bersaglio vivente ed esibito: «Come faccio ad andare nelle città, nei villaggi a dire alla gente di resistere, pregare, aver fiducia nel futuro se mi presento con dieci soldati ed un pick up blindato?» «È un fatto di povertà e mancanza di cultura: che cosa vuole Boko Haram? Vuole dire che la cultura è peccato, perché la cultura rende liberi, e loro vogliono che i giovani crescano nell'ignoranza, così sono manovrabili. I terroristi però usano le armi fabbricate in Occidente: qualcuno insegna loro come maneggiare gli esplosivi, non è forse anche questo cultura moderna?» PARROCI IN PRIMA FILA - John ha meno di quarant'anni, ha studiato a Roma, fa il parroco nel villaggio natale del fondatore di Boko Haram, Mohamed Yusuf, parla un ottimo italiano. «Bisogna raccontare il terrore che la gente deve affrontare qui, in Italia è difficile immaginare cosa significa vivere da queste parti, le persone non hanno gli strumenti mentali per poter comprendere». Insieme a lui ci sono William, Kevin, e Gideon, parroci giovani, costretti a convivere con questo terrore quotidiano come comporre i morti ogni volta che c'è un attentato, un omicidio, occuparsi delle vedove e degli orfani. Kevin l'ultimo omicidio lo ha visto poco più di due settimane fa: hanno sgozzato un ragazzino di quindici anni, poi hanno freddato la madre ancora inginocchiata sul corpo del figlio. Agiscono sempre di notte i terroristi. Mostra le foto. «Ci sentiamo scoraggiati. L'anno scorso qui hanno ammazzato trenta studenti dell'Università: andavano di casa in casa, alle tre del mattino, chiedevano "come ti chiami?" e ammazzavano tutti quelli che avevano un nome inglese, non tradizionale. Gli hanno sparato e squarciato la gola. Quando è arrivato l'esercito era già tutto finito». Quello che fa più male da queste parti è il rischio della rassegnazione, l'interesse dei media che si allenta, quasi che vivere così possa essere normale: «Vedi, noi da vivi non facciamo notizia - dice un testimone che vuole restare anonimo - chi mai vorrebbe leggere la mia storia? Ma da morti facciamo vendere i giornali, la gente vede i nostri corpi in tv e aspetta qualche secondo prima di cambiare canale. Ma ormai se moriamo solo in due o tre interessiamo sempre meno. Per fare audience dobbiamo morire in dieci, o venti. Di stranieri, di solito, ne basta uno solo. Ti prego, parlate di noi».

Lorenzojhwh Unius REI
22 ALLELUIA
Spatuzza: bombe per colpo di Stato, Don Puglisi dava fastidio. 20:37 13 MAR 2014. (AGI) - Palermo, 13 mar. - "Avevamo tutto l'esplosivo del mondo" e "il Paese in mano". I morti, molti, erano nel conto, "cosi' chi si deve muovere si da' una smossa", magari dopo avere trucidato "un bel po' di carabinieri". Perche', "mi riferi' Graviano, che non ha mai detto trattativa, c'e' una cosa in piedi e se va a buon fine ne avremo tutti dei benefici, a partire dai detenuti. Questa frase io la colloco per trattativa". Cosi' parlo' il pentito Gaspare Spatuzza, confermando quanto appreso dal boss di Brancaccio, nel corso dell'udienza, in trasferta nell'aula bunker di Rebibbia, del processo sulla trattativa Stato-mafia. Cosa nostra, 'ndrangheta e camorra, erano "tutti partecipi di questo colpo di Stato". Gia' colpo di stato, "perche' noi andavamo in giro per l'Italia a mettere bombe e di certo non era per il pizzo". Presente oggi anche il Pm Nino Di Matteo, obiettivo degli 'ordini di morte' lanciati dal carcere da Toto' Riina. L'ex fedelissimo dei fratelli Graviano, capimafia di Brancaccio, oggi ha confermato fatti su cui lui stesso aveva gia' fatto luce, parlando di uomini misteriosi, rimasti nell'ombra, uno dei quali in azione nelle fasi preparatorie della strage di via D'Amelio; e della feroce volonta' di Cosa nostra di fare piazza pulita di ogni nemico che considerasse pericoloso e 'rivale' nel controllo del territorio, fosse anche un prete con Padre Pino Puglisi. Ricostruisce Spatuzza: "Graviano con un espressione felice mi disse che abbiamo risolto tutto. Mi menziono' Berlusconi e poi disse che grazie a un nostro compaesano, Dell'Utri, avevamo il Paese nelle mani". Conferma l'appuntamento nel bar di via Veneto, il Doney con il boss di Brancaccio prima del fallito attentato presso lo stadio Olimpico destinato a fare strage dei carabinieri: "Mi disse che avevamo ottenuto quello che cercavamo grazie a persone serie che avevano portato avanti questa cosa". Anche se a un certo punto Spatuzza disse a Graviano: "Ci stiamo portando dietro morti che non ci appartengono". Le stragi dovevano spingere il dialogo con lo Stato. "Iniziammo a reperire l'esplosivo - racconta Spatuzza - sin dal marzo del 1992 senza sapere per cosa doveva essere utilizzato. Come mandamento di Brancaccio siamo stati attivi sin da allora. Ho avuto io questo incarico prima da Fifetto Cannella e poi da Giuseppe Graviano". L'esplosivo "veniva dai pescatori, era quello utilizzato per fare la pesca di frodo Recuperavano dai fondali marini ordigni bellici e poi prelevavano esplosivo dall'interno. E' poi stato utilizzato per tutte le stragi tranne per l'attentato a Totuccio Contorno. Lo prendemmo a Porticello lo portammo a casa mia e poi e' stato consegnato a Cannella. Io mi sono occupato della macinatura dell'esplosivo non sapevo che fosse per la strage di Capaci. Solo dopo la strage di Capaci mi dissero di togliere l'esplosivo da casa mia e ho capito di aver prestato la mia manodopera a questa cosa". Dopo Capaci, via D'Amelio e spunta un uomo misterioso: "C'era anche uno sconosciuto, un personaggio misterioso alla consegna dell'auto, una Fiat 126 che Gaspare Spatuzza aveva rubato e che sarebbe stata poi utilizzata nella strage nella quale fu ucciso Paolo Borsellino. La consegna della macchina sarebbe avvenuta in uno scantinato alla presenza di "Fifetto Cannella, Antonino Mangano e Renzino Tinnirello" piu' un'altra persona che Spatuzza asserisce di non conoscere: "L'ho sempre descritta come un negativo sfocato di una fotografia, non era ragazzo, forse sulla cinquantina ma posso dire al 100% che non era persona di mia conoscenza e appartenente a Cosa Nostra". Il pentito ha poi ricosturito le ragioni e del modalita' dell'uccisione di padre Pino Puglisi: "Voleva impossessarsi del nostro territorio. Inizialmente si doveva simulare un incidente doveva sembrare una rapina e nascondere l'impronta di cosa nostra nell'omicidio". Il sacerdote "si era intromesso in attivita' che controllava Cosa nostra e per far capire chi comanda don Puglisi ne ha pagato le conseguenze. Abbiamo iniziato delle osservazioni poi abbiamo infiltrato nell'associazione di don Puglisi una persona, io certo non potevo farlo perche' in Chiesa non ci andavo e la mia presenza poteva dare sospetti". (AGI).

Lorenzojhwh Unius REI
27 ALLELUIA
Venerdì 14 Marzo 2014. 21:45 Ucraina: Russia all'Onu, non vogliamo la guerra! [ VERISSIMO! non c'è un motivo per la Russia di aggredire l'Ucraina.. sono calunnie di assassini, Bildenberg, nazi, tutti i massoni criminali, che, non vogliono andare a votare! ]
Nigeria: vescovo, da Boko Haram 500 cattolici uccisi da 2009. 13:00 11 MAR 2014. 20 tra chiese e case parrocchiali distrutte. E' il bilancio delle vittime e dei danni inferti alla comunita' cattolica nel nord-est della Nigeria dalla setta islamista Boko Haram, dal 2009 a oggi. Il rendiconto e' stato delineato in un articolo pubblicato dal Catholic News Service of Nigeria, l'agenzia di notizie promossa dalla Conferenza episcopale della Nigeria, firmato da monsignor Oliver Dashe Doeme, vescovo di Maiduguri, capitale dello Stato di Borno, il luogo dove la setta e' nata nel 2009. [ king SAUDI ArABIA.. tu non hai scuse! è per la tua sharia, che, avviene tutto questo! se, ti ostini nella sharia, tu ti dovrai fare carico di questi crimini, anche]

Lorenzojhwh Unius REI
35 ALLELUIA
Maledetto il fraudolento, Malachia 1:7-17. 7. Voi offrite sul mio altare cibi contaminati, eppure dite: "In che cosa ti abbiamo contaminato?". Quando dite: "La mensa dell'Eterno è spregevole". 8. Quando offrite in sacrificio un animale cieco, non è male? Quando offrite un animale zoppo o malato, non è male? Presentalo dunque al tuo governatore. Sarà soddisfatto di te? Ti accetterà con favore?», dice l'Eterno degli eserciti. 9. Ora dunque implorate il favore di Dio, perché abbia misericordia di noi. «Sono le vostre mani che hanno fatto ciò, vi accetterà forse con favore?», dice l'Eterno degli eserciti. 10. «Oh, ci fosse almeno qualcuno tra di voi che chiudesse le porte! Allora non accendereste invano il fuoco sul mio altare. Io non prendo alcun piacere in voi», dice l'Eterno degli eserciti, «né gradisco alcuna offerta dalle vostre mani. 11. Poiché dal sol levante fino al ponente sarà grande il mio nome fra le nazioni e in ogni luogo sarà offerto incenso al mio nome e un'oblazione pura, perché il mio nome sarà grande fra le nazioni», dice l'Eterno degli eserciti. 12. «Ma voi lo profanate quando dite: "La mensa dell'Eterno è contaminata e il suo frutto, cioè il suo cibo, è spregevole". 13. Voi dite pure: "Ah, che fatica!", e la trattate con disprezzo», dice l'Eterno degli eserciti. «Così voi portate animali rubati, zoppi e malati; questa è l'offerta che portate. Potrei io gradirla dalle vostre mani?», dice l'Eterno. 14. «Maledetto il fraudolento, che ha nel suo gregge un maschio, e fa un voto, ma, sacrifica all'Eterno un animale difettoso. Poiché, io sono un Re grande», dice l'Eterno degli eserciti, «e il mio nome è tremendo fra le nazioni».

Lorenzojhwh Unius REI
38 ALLELUIA
Malachia 1:1-7. L'amore di Dio per Giacobbe
1 L'oracolo della parola dell'Eterno rivolta a Israele per mezzo di Malachia. 2 «Io v'ho amati», dice l'Eterno. Ma voi dite: «In che cosa ci hai amati?». «Esaù non era forse fratello di Giacobbe?», dice l'Eterno. «Tuttavia io ho amato Giacobbe 3 e ho odiato Esaù; ho fatto dei suoi monti una desolazione e ho dato la sua eredità agli sciacalli del deserto. 4 Anche se Edom dicesse: "Noi siamo stati distrutti, ma torneremo a ricostruire i luoghi desolati"», così dice l'Eterno degli eserciti, «Essi ricostruiranno, ma io demolirò; e saranno chiamati il Territorio dell'iniquità e il popolo contro il quale l'Eterno sarà per sempre indignato. 5 I vostri occhi vedranno e voi direte: "L'Eterno è magnificato oltre i confini d'Israele"».
I sacerdoti offrono sacrifici contaminati. 6 «Un figlio onora il padre e un servo il suo signore. Se dunque io sono padre, dov'è il mio onore? E se sono signore, dov'è il timore di me?», dice l'Eterno degli eserciti a voi, sacerdoti, «che disprezzate il mio nome, eppure dite: "In che cosa abbiamo disprezzato il tuo nome?". 7 Voi offrite sul mio altare cibi contaminati, eppure dite: "In che cosa ti abbiamo contaminato?". Quando dite: "La mensa dell'Eterno è spregevole".

Lorenzojhwh Unius REI
41 ALLELUIA
[ open letter against ONU Amnesty.. vi devo minacciare? ve ne accorgerete! ] Nigeria: almeno 69 morti nel nord-est. Attacco di uomini armati a bordo di moto in stato Katsina. 13 marzo, #KANO (NIGERIA), Un nuovo massacro nella Nigeria nord-orientale, flagellata dalla violenza dei terroristi islamici di Boko Haram: in quattro villaggi visitati da uomini armati a bardo di motociclette sono stati rinvenuti i cadaveri di almeno 69 persone. Lo rende noto un deputato della stato di Katsina, dove da martedì sono in corso violenze interetniche.
Lorenzojhwh Unius REI [ 6 ALLELUIA] 500 Internal Server Error
https://www.youtube.com/user/YouTube/feed?filter=1
Sorry, something went wrong. A team of highly trained monkeys has been dispatched to deal with this situation. If you see them, show them this information:

Lorenzojhwh Unius REI
42 ALLELUIA
Isaia 51:2-22. 2. Guardate ad Abrahamo vostro padre e a Sara che vi ha partorito, perché lo chiamai quando era solo, lo benedissi e lo moltiplicai. 3. L'Eterno infatti sta per consolare Sion, consolerà tutte le sue rovine, renderà il suo deserto come l'Eden e la sua solitudine come il giardino dell'Eterno. Gioia ed allegrezza si troveranno in lei, ringraziamento e suono di canti. 4 Prestami attenzione, o popolo mio, ascoltami, o mia nazione, perché da me procederà la legge e stabilirò il mio diritto come luce dei popoli. 5. La mia giustizia è vicina, la mia salvezza sarà manifestata e le mie braccia giudicheranno i popoli; le isole spereranno in me e avranno fiducia nel mio braccio. 6. Alzate i vostri occhi al cielo e guardate la terra di sotto, perché i cieli si dilegueranno come fumo, la terra si logorerà come un vestito e similmente i suoi abitanti moriranno; ma la mia salvezza durerà per sempre e la mia giustizia non verrà mai meno. 7. Ascoltatemi, o voi che conoscete la giustizia, o popolo, che ha nel cuore la mia legge. Non temete l'obbrobrio degli uomini, né spaventatevi dei loro oltraggi. 8. Poiché, la tignola li divorerà come un vestito e la tarma li roderà come la lana, ma, la mia giustizia rimarrà per sempre e la mia salvezza di generazione in generazione. 9. Risvegliati, risvegliati, rivestiti di forza, o braccio dell'Eterno, risvegliati come nei giorni antichi, come nelle generazioni passate! Non sei tu che hai fatto a pezzi Rahab, che hai trafitto il dragone? 10. Non sei tu che hai prosciugato il mare, le acque del grande abisso, che, hai fatto delle profondità del mare una strada, perché i redenti vi passassero? 11. Così i riscattati dall'Eterno torneranno, verranno a Sion con grida di gioia e un'allegrezza eterna coronerà il loro capo; otterranno gioia e letizia, e il dolore e il gemito fuggiranno. 12. Io, io stesso, sono colui che vi consola; chi sei tu da dover temere l'uomo che, muore e il figlio dell'uomo destinato ad essere come erba? 13. Tu hai dimenticato l'Eterno che ti ha fatto, che ha disteso i cieli e gettato le fondamenta della terra. Avevi sempre paura, tutto il giorno, davanti al furore dell'oppressore, quando si preparava a distruggere. Ma dov'è ora il furore dell'oppressore? 14. L'esule in cattività sarà presto liberato, non morirà nella fossa né gli mancherà il pane. 15. Poiché, io sono l'Eterno, il tuo DIO, che agita il mare e ne fa muggire le onde; il suo nome è l'Eterno degli eserciti. 16. Io ho posto le mie parole nella tua bocca e ti ho coperto con l'ombra della mia mano per stabilire i cieli e mettere le fondamenta della terra, e per dire a Sion: «Tu sei il mio popolo».
La coppa del furore dell'Eterno. 17. Risvegliati, risvegliati, levati, o Gerusalemme, che hai bevuto dalla mano dell'Eterno la coppa del suo furore, che hai bevuto la feccia del calice di stordimento fino a scolarla completamente. 18. Fra tutti i figli che ha partorito non c'è nessuno, che la guidi; fra tutti i figli che ha allevato non c'è nessuno che, la prenda per mano. 19. Queste due cose ti sono avvenute, chi ti compiangerà? Desolazione e distruzione, fame e spada, chi ti consolerà? 20. I tuoi figli venivano meno, giacevano all'inizio di tutte le vie come un'antilope nella rete, pieni del furore dell'Eterno, della minaccia del tuo DIO. 21. Perciò, ora ascolta questo, o afflitta ed ebbra ma non di vino. 22. Così dice il tuo Signore, l'Eterno, il tuo DIO, che, difende la causa del suo popolo: «Ecco, io ti tolgo di mano la coppa di stordimento, la feccia del calice del mio furore; tu non la berrai più.

Lorenzojhwh Unius REI
46 ALLELUIA
1Re 1:31-34. 31 Bath-Sceba s'inchinò con la faccia a terra, si prostrò davanti al re e disse: «Possa il re Davide mio signore vivere in perpetuo!». 32 Poi il re Davide disse: «Chiamatemi il sacerdote Tsadok, il profeta Nathan e Benaiah, figlio di Jehoiada». Essi vennero alla presenza del re. 33. Il re disse loro: «Prendete con voi i servi del vostro signore, fate montare mio figlio Salomone sulla mia mula e fatelo scendere a Ghihon. 34. Lì il sacerdote Tsadok e il profeta Nathan lo ungano re d'Israele. Poi suonate la tromba e dite: "Viva il re Salomone!". 35. Risalirete quindi dietro di lui, ed egli verrà a sedersi sul mio trono, e regnerà al mio posto, poiché, ho costituito lui come principe su Israele, e Giuda». 36. Benaiah, figlio di Jehoiada, rispose al re: «Amen! Così vuole anche l'Eterno, il DIO del re mio signore!

Lorenzojhwh Unius REI
49 ALLELUIA
Isaia 35:10. I riscattati dall'Eterno torneranno, verranno a Sion con grida di gioia e un'allegrezza eterna coronerà il loro capo; otterranno gioia e letizia, e il dolore e il gemito fuggiranno. Davide designa come re Salomone [ e non Rothschild. 1Re 1:1-31. Adonijah 322 Bush NWO, si costituisce re ] 1Re 1,28. Il re Davide, rispondendo, disse: «Chiamatemi Bath-Sceba». Ella entrò alla presenza del re e rimase in piedi davanti a lui. 29. Il re giurò e disse: «Com'è vero che vive l'Eterno che ha liberato la mia vita da ogni avversità, 30. io farò oggi esattamente ciò che ti ho giurato per l'Eterno, il DIO d'Israele, dicendo: "Tuo figlio Salomone regnerà dopo di me e siederà sul mio trono al mio posto"». 31. Bath-Sceba s'inchinò con la faccia a terra, si prostrò davanti al re e disse: «Possa il re Davide mio signore vivere in perpetuo!».

Lorenzojhwh Unius REI
56 ALLELUIA
Isaia 33:17. Il glorioso futuro di Gerusalemme. I tuoi occhi contempleranno il re nella sua bellezza, vedranno un paese molto lontano. Isaia 34:13. Nei suoi palazzi cresceranno le spine, nelle sue fortezze ortiche e cardi; diventerà una dimora di sciacalli, un recinto per gli struzzi.

Lorenzojhwh Unius REI
58 ALLELUIA
2Re 4:1-10. L'olio della vedova. 1 Una donna, moglie di un discepolo dei profeti, gridò a Eliseo, dicendo: «Il tuo servo, mio marito, è morto, e tu sai che il tuo servo temeva l'Eterno; ora il creditore è venuto a prendersi i miei due figli per farli suoi schiavi». 2 Eliseo le disse: «Che cosa devo fare per te? Dimmi, che cosa hai in casa?». Ella rispose: «La tua serva in casa non ha altro che un vasetto d'olio». 3 Allora egli disse: «Va' e chiedi in prestito a tutti i tuoi vicini dei vasi vuoti; e non chiederne pochi. 4 Quando sei rientrata, chiudi la porta dietro di te e dei tuoi figli, poi versa l'olio in tutti quei vasi mettendoli da parte man mano che saranno pieni». 5 Ella dunque si allontanò da lui e chiuse la porta dietro di sé e dei suoi figli; questi le portavano i vasi ed ella vi versava l'olio. 6 Quando i vasi furono pieni, ella disse a suo figlio: «Portami ancora un vaso». Ma egli le rispose: «Non ci sono più vasi». E l'olio si fermò. 7 Allora essa andò a riferire la cosa all'uomo di DIO, che le disse: «Va' a vendere l'olio e paga il tuo debito; con quel che resta vivrete tu e i tuoi figli».

Lorenzojhwh Unius REI
Nigeria: almeno 69 morti nel nord-est. nuovo, ennesimo attacco: di uomini armati a bordo di moto, in stato Katsina. Isaia 40:25. «A chi dunque, mi vorreste assomigliare, perché gli sia pari?», dice il Santo. [ criminali, 322 Kerry, 666, FMI, Spa, NWO, OGM, micro-chip, Gender ideologia, sodoma, gomorra, babilonia, 666, assassini, bugiardi, sharia imperialismo, LEGA ARABA: CIA, ANSA, Hollywood, UE, USA, il sistema massonico... ] my JHWH io sono pronto a fare passi seri, contro, tutti loro: gli assassini bugiardi!... contro, tutti i miei nemici! [ il genocidio quotidiano sotto egida ONU Amnesty ]

Lorenzojhwh Unius REI
Giosuè 24:15-18. 15. E se, vi pare cattiva cosa servire l'Eterno, scegliete oggi chi volete servire, o gli dèi che, servirono i vostri padri di là dal fiume, o gli dèi degli Amorei, nel cui paese voi abitate; quanto a me, e alla mia casa, serviremo l'Eterno». 16. Allora il popolo rispose e disse: «Lungi da noi abbandonare l'Eterno per servire altri dèi! 17. Poiché l'Eterno, il nostro DIO, è colui che, ha fatto uscire noi e i nostri padri dal paese d'Egitto, dalla casa di schiavitù, che, ha fatto quei grandi prodigi davanti ai nostri occhi. e ci ha protetti, per tutta la strada che, abbiamo percorso e fra tutti i popoli in mezzo ai quali siamo passati; 18. e l'Eterno ha scacciato davanti a noi tutti i popoli, e gli Amorei, che, abitavano il paese; perciò, anche noi serviremo l'Eterno, perché, egli è il nostro DIO».

Lorenzojhwh Unius REI
ALLELUIA
Isaia 55:3-5. 3. Porgete l'orecchio e venite a me, ascoltate e la vostra anima vivrà; e io stabilirò con voi un patto eterno, secondo le grazie stabili promesse a Davide. 4. Ecco, io l'ho dato come testimone ai popoli, come principe e comandante dei popoli. 5. Ecco, tu chiamerai una nazione, che non conosci, e una nazione che, non ti conosce accorrerà a te, a motivo dell'Eterno, il tuo DIO, e del Santo d'Israele perché egli ti ha glorificato».

Lorenzojhwh Unius REI
ALLELUIA
Isaia 65:7. le vostre iniquità e le iniquità dei vostri padri tutte insieme», dice l'Eterno. «Essi hanno bruciato incenso sui monti e mi hanno oltraggiato sui colli; perciò misurerò nel loro grembo il salario della loro condotta passata».

Lorenzojhwh Unius REI
ALLELUIA
Isaia 42:12-20. 12. Diano gloria all'Eterno, proclamino la sua lode nelle isole. 13. L'Eterno avanzerà come un eroe, ecciterà il suo ardore come un guerriero; manderà un grido, sì, un grido lacerante; trionferà sui suoi nemici. 14. «Per lungo tempo sono stato in silenzio, ho taciuto, mi sono contenuto; ma, ora griderò come una donna che ha le doglie di parto, respirerò affannosamente e sbufferò insieme. 15. Devasterò monti e colli e farò seccare tutte le piante verdi; ridurrò i fiumi in isole e asciugherò gli stagni. 16. Farò camminare i ciechi, per una via CATTIVA, che, non conoscevano e li condurrò per sentieri sconosciuti TORTUOSI; cambierò davanti a loro le tenebre in luce, e i luoghi tortuosi in pianura. Queste cose farò per loro e non li abbandonerò. 17. Volgeranno le spalle pieni di vergogna quelli che, confidano nelle immagini scolpite e dicono alle immagini fuse: "Voi siete i nostri dèi!". 18. Sordi, ascoltate; ciechi, guardate e vedete! 19. Chi è cieco, se non il mio servo, o sordo come, il mio messaggero che, invio? Chi è cieco come colui che, è in pace con me, cieco come il servo dell'Eterno? 20. Hai visto molte cose, ma senza prestarvi attenzione; le tue orecchie erano aperte, ma non hai udito nulla».