Non praevalebunt

Ok! WE SUPPORT The Eligibility Of Donald Trump ] Donald Trump può sembrare imperfetto, ma non dobbiamo dimenticare che è questo il modo con cui si manifestano gli esseri umani! Massoni, satanisti loro invece sono perfetti e non dicono mai cose spiacevoli, perché sono totalmente ipocriti! oppure come OBAMA sono dei pervertiti ideologici, oppure come Bush hanno sputato sulla Costituzione ed hanno venduto il popolo alle banche degli ebrei!

tutto il NUOVO ORDINE MONDIALE: SPA ROTHSCHILD FMI FED BCE: BANCHE CENTRALI DEI SACERDOTI FARISEI CANNIBALI DI CIA SATANA NATO? è di Elisabetta GEZABELE II DI INGHILTERRA! E TUTTI VOI STATE PER MORIRE, IN UNA GUERRA MONDIALE NUCLEARE SENZA SPERANZA, TUTTI PER QUESTO!
Ok! WE SUPPORT The Eligibility Of Donald Trump. Islam CRIMINALE ABOMINIO NAZISTA E ASSASSINO FINIRà, QUESTO VIOLATORE RAZZISTA DI TUTTI I DIRITTI UMANI: FINIRà PER SOFFOCARE IL GENERE UMANO! il nuvo ordine mondiale sta tirando la corda per rendere lo sterminio di tutti i musulmani inevitabile!
QUALE orientamento sessuale? libertinaggio? adulterio? pornografia? AVETE CAPITo BENE: NOI ABBIAMO IL DOVERE DI EDUCARE OGNI ELEMENTO ANTROPICO PERCHé IL PECCATO HA CORROTTO OgNI COSA: ed ogni cosa deve essere sottomessa ad un retto progetto culturale ebraico cristiano! ma nessuno di voi avrebbe dovuto fare il crimine della ideologia del GENDER DARWIN! meglio per voi sarebbe stato, che voi non foste mai nati!
OK! SOSTENIAMO LA ELEGIBILITà DI Donald Trump. Ok! WE SUPPORT The Eligibility Of Donald Trump.
OBAMA E MERKEL SONO L'ANTICRISTO! OBAMA DI CRISTIANI COME TE? è PIENO L'INFERNO!
regime massonico usurocratico satanico occidentale Spa Banca Mondiale ] OBAMA TU SEI UNA FACCIA DI CULO GENDER: TU SEI UN ANTICRISTO DI TRADITORE!
NEW YORK, 19 SETtembre - "Barack Obama è un americano FALSO, eD è un ISLAMICO MANGIATORE DI CRISTIANI MARTIRI" TRA IRAQ E SIRIA LUI HA STERMINATO TUTTI I CRISTIANI 3,2 MILIONI DI PERSONE!. "Barack Obama è un americano e un cristiano". Così Jeb Bush risponde alla decisione di Donald Trump di non correggere un sostenitore il quale ha detto che il presidente è un musulmano e "non è nemmeno un americano". "Il suo problema è che è un liberale progressista che demolisce chi non è d'accordo con lui" OK, ALLORA, LUI VENISSE IN YOUTUBE A DEMOLIRE UNIUS REI!
perché oggi si è persa la volontà di divenire eretici! CHI OGGI VUOLE FARE L'ERETICO gender darwin DI: ORANGO EVOLUTO, LUI confluisce nel sincretismo della NEW AGE o naturalismo, paranornale esoterico.. ma, tutti coloro che sono CONTRO IL NUOVO ORDINE MONDIALE della usura mondiale delle BANCHE CENTRALI: teosofia satanica, loro ricercheranno la vera ispirazione religiosa: rifiutando le contaminazioni abominevoli presenti nel talmud e nel corano!
LA DEPRAVAZIONE DI TUTTI I POPOLI: PORNOGRAFIA è OGGI, UNA IDEOLOGIA DI STATO LENONE BISGAZZIERE massonico DARWIN GENDER: GLI USURAI BANCHE CENTRALI!
Prime Minister Benjamin Netanyahu [ è per questi motivi di alto tradimento! ] che tu risponderai, davanti al mio tribunale, per la vita di tutti gli israeliani che sono periti a causa del terrorismo! PERCHé, TU AVEVI IL DOVERE DI SRADICARE IL TERRORISMO NELLE SUE RADICI: IRANIANE, SAUDITE E TURCHE E NON LO HAI FATTO!
Prime Minister Benjamin Netanyahu [ è alto tradimento! ] e cosa noi diremo? che: 1. ONU ha dato alla LEGA ARABA il diritto di essere: maniaci religiosi, assassini seriali, nazisti e razzisti, ovvero tutti sharia! 2. e che, in particolare, a Turchia ed ARABIA SAUDITA ha dato il diritto internazionale, di invadere le nazioni con i terroristi che, hanno fatto le autobombe! 3. e che i palestinesi hanno il diritto internazionale di lanciare missili balistici in ISRAELE! IN QUESTO MODO SI LEGITTIMA LO ISLAM A FARE IL TERRORISMO LEGALMENTE CONTRO TUTTE LE NAZIONI DEL MONDO! non reagire a questo complotto internazionale massonico Bildenberg, SpA FMI, NWO USA UE GENDER, di: BANCHE CENTRALI, che utorizza islamici a fare il genocidio: è alto tradimento!
Prime Minister Benjamin Netanyahu, SE, TI MANCA IL FEGATO? IO HO IL DIRITTO LEGALE DI MASSACRARLI, PERCHé I SALAFITI ISLAMICI FARISEI MASSONI BILDENBERG HANNO FATTO FARE UNA MATTANZA DI CRISTIANI IN SIRIA E IRAQ.
Prime Minister Benjamin Netanyahu, SE, TU RICEVI IL SOSTEGNO DI CINA E RUSSIA, TU NON MI DELUDERE: NON FARE IL PAVIDO: 1. INVADI LA SIRIA E IRAQ; 2. IMPEDISCI ALLA TURCHIA OGNI BOMBARDAMENTO CONTRO I CURDI! 3. DEPORTA TUTTI I PALESTINESI!
Ok! WE SUPPORT The Eligibility Of Donald Trump.
Prime Minister Benjamin Netanyahu io dico che, tu dovresti salvare la vita alla RUSSIA, così come la RUSSIA, evitando tutte le provocazioni per una GUERRA MONDIALE ha già salvato più volte la tua vita! I NAZISTI ISLAMICI SOLTANTO TU LI PUOI AMMAZZARE BENE! SOLTANTO TU PUOI SALVARE IL GENERE UMANO ED IMPEDIRE A TUTTI LA GUERRA MONDIALE!
Prime Minister Benjamin Netanyahu ma QUESTA è UNA STORIA VECCHIA, per ogni ulteriore, OGNI ennesima ATTESA PER QUESTO SCONTRO INEVITABILE? IL PEGGIO è sempre TUO! Oppure, tu pensi che per ISRAELE sarebbe meglio vivere una TERZA GUERRA MONDIALE NUCLEARE, piuttosto, che scontrarsi militarmente con mezza LEGA ARABA?
666 regno NWO Unito Gezabele
Prime Minister Benjamin Netanyahu, ALMENO un 70% di tutta la LEGA ARABA, con questi missili balistici palestinesi, ti stanno dicendo: "chi sei tu? e chi sono io?" e per gli USA anglo americani farisei, tra perdere Israele, oppure, tra perdere la LEGA ARABA sharia i nazisti ONU, loro hanno già deciso di perdere ISRAELE!
666 regno NWO Unito Gezabele
18 settembre 2015. Prime Minister Benjamin Netanyahu, io non permetto a nessuno, neanche a te, di fare violare la mia sovranità territoriale! ADESSO, TU DEVI DEPORTARE IN SIRIA TUTTI I PALESTINESI! Un razzo lanciato da Gaza è caduto a Sderot nel sud di Israele vicino la Striscia. Lo dicono i media secondo cui il razzo è caduto in un'area aperta di una zona residenziale. Secondo le prime informazioni della polizia non ci sono vittime ma sarebbe stato danneggiato un bus.
666 regno NWO Unito Gezabele
Ok! WE SUPPORT The Eligibility Of Donald Trump.
quel traditore di Tsipras, non si chiederà mai: "dove è finita la nostra costituzionale sovranità monetaria?" Tsipras a piazza Syntagma, recita il mantra del popolo greco trasformato in grasso per i cannoni! tutto il teatrino della politica rothschild delle menzogne al popolo pecora indebitato e venduto e tradito: "cambiamo la Grecia del futuro". L'ultimo comizio prima del voto di domenica: "Tracciamo una linea che metta fine alla corruzione del passato. Il governo della sinistra non è stata una piccola parentesi"
Ok! WE SUPPORT The Eligibility Of Donald Trump.

eih vecchio tappo di fogna dell'inferno segretario di Stato americano, John Kerry, era un bel po, che, non ci si vedeva tra di noi, dove sei stato? cosa hai fatto? che istruzioni ti hanno dato: Rothschild e laVey Antony?
666 regno NWO Unito Gezabele
CHE C'è SHARIA CULTO KERRY 322 VECCHIO SACERDOTE DI SATANA ALLAH AKBAR, TU VUOI ESSERE SICURO CHE QUALCHE CRISTIANO NASCOSTO E SOPRAVVISSUTO, perché, lui FINGE DI ESSERE UN MUSULMANO IN SIRIA, LUI VENGA UCCISO ANCHE? ] [ LONDRA, 18 SET - Gli Usa vogliono condurre colloqui diretti con la Russia sul suo coinvolgimento militare in Siria. Lo ha detto il segretario di Stato americano, John Kerry, che si trova a Londra. Si tratta, ha aggiunto Kerry, di un passo importante per cercare di risolvere la crisi nel Paese del Medio Oriente. Kerry ha detto che il presidente Obama spera che i colloqui possano tenersi "molto presto".

QUESTE DECISIONI NON VENGONO PRESE A TOKYO, NO! MA, NEL BOSCHETTO DI BUSH 322 BAAL MADRE GUFO GEZABELE ELISABETTA AL BOHEMIAN GROVE! ORMAI, DELLA DEMOCRAZIA I FARISEI E LE LORO BANCHE CENTRALI SPA HANNO FATTO SCEMPIO! E SE QUALCUNO AVEVA DEI DUBBI CIRCA LA TERZA GUERRA MONDIALE IMMINENTE? ORA NE HA AVUTO LA CERTEZZA! 18 SET - La Camera Alta approva le contestate norme sulla sicurezza superando nella notte l'ostruzionismo delle opposizioni: il via libera segue quello della Camera Bassa di luglio e trasforma in legge il progetto voluto dal premier Shinzo Abe. Il Giappone, tra le proteste, accantona il pacifismo degli ultimi 70 anni per il ruolo proattivo delle forze armate.

Ok! WE SUPPORT The Eligibility Of Donald Trump ] SIAMO AMMINISTRATI DALLA POLITICA, MA, SIAMO GOVERNATI DELLE BANCHE CENTRALI! E TUTTO QUESTO è ALTO TRADIMENTO!
Ok! WE SUPPORT The Eligibility Of Donald Trump ] TALMUD E CORANO HANNO DIMOSTRATO DI ESSERE NAZISMO, RAZZISMO E TERRORE: UN SOLO SATANISMO IL REGNO DI SATANA E DELLA CIA SPA NWO FMI SISTEMA MASSONICO BILDENBERG
Ok! WE SUPPORT The Eligibility Of Donald Trump ] massone infiltrato nelle nostre istituzioni? QUESTO è ALTO TRADIMENTO COSTITUZIONALE! infatti nessuna Costituzione può cedere la sovranità monetaria e può riconocere associazioni segrete per fare del popolo, un popolo di schiavi! IO PRETENDO LA LEGGE MARZIALE! SALUTIAMO TUTTI I CANNIBALI DELLA CIA NATO: IL REGIME MASSONICO BILDENBERG: "HAIL SATANA"
[ oh ISRAEL ] I miei ebrei devono abbattere il sistema massonico, MINACCIARE IL COLLASSO DI BANCA MONDIALE E FMI, e si devono far mettere sotto inchiesta! QUINDI DEVONO PRETENDERE DI ESSERE ESPULSI! OPPURE, Israele e tutto il genere umano andrà perduto! OVVIAMENTE, SI DOVRà TROVARE UNA SOLUZIONE POLITICA E NON GIUDIZIARIA A QUESTA CRISI ISTITUZIONALE! nessuno si farà del male, perché, io non sono un violento! NIENTE PANICO! io ho le giustificazioni giuridiche, perché non può essere la attuale generazione la responsabile del sistema istituzionale mondiale!
MUORI PER VIVERE: una nuova vita di pace fratellanza, progresso e prosperità! RISORGI A NUOVA VITA NEL MIO REGNO DI PALESTINA E DELLE 12 TRIBù DI ISRAELE! nessun abitante di questo pianeta si senta escluso da questo invito! IO VI ATTEDO TUTTI IN ARABIA SAUDITA, dal mio fratello maggiore primogenito SALMAN!
SALMAN SAUDI ARABIA ] TU HAI UNA SOLUZIONE POLITICA DIVERSA DALLA MIA? IMPOSSIBILE! E CERTO TU NON VORRAI ANDARE FELICE AD UNA GUERRA MONDIALE NUCLEARE?
SALMAN SAUDI ARABIA ] non è una cosa strana [ ogni minuto della nostra vita è sempre un bivio tra scegliere 'odio' oppure, tra scegliere l'amore! [ l'unica differenza con la scelta odienza è quella che, se tu oggi, tu scegli l'odio? poi, siamo tutti morti! ] e finiremo di avere future opportunità di scelta DEFINITIVAMENTE!

Unicuique suum - Non praevalebunt ] amen. [ open LETTER to Ucraina massonica Bildenberg i traditori del Golpe senza legittimità popolare! ] QUESTA è LA DECISIONE di UNIUS REI! [ tutte le regioni in Ucraina devono fare il referendum ma non a scrutinio segreto per rendere impossibili i brogli elettorali! con il 50%+1 quella Regione apparterrà alla Russia o all'Europa poi coloro che si vorranno spostare da una regione all'altra riceveranno un indennizzo! Se voi provate a fare violenze alle persone? morirete!]. ma se in qualche modo ci dovesse essere la guerra mondiale per colpa vostra o per colpa altrui voi sareste i primi a morire: comunque!

Osservatore Romano. Unicuique suum - Non praevalebunt.
666 google youtube CIA -- [ Persecution Christians Egypt 1of2 ] - [voi state mettendo la censura per uccidere i martiri copti in Egitto: " vi rimprovera lo Spirito Santo! "] 500 Internal Server Error. Sorry something went wrong. A team of highly trained monkeys has been dispatched to deal with this situation. If you see them show them this information: AB38WENc6PlYuFRllhF8GQAOa-DYp7Al4R6tVAOPKOZ3A6sGBrEPc

[ovviamente c'è qualcuno che ha danneggiato il video nel momento della sua conversione.. i satanisti della CIA NSA mi lascino stare! ] boko Haram
14 marzo 2014 7:01
Non riuscito (impossibile convertire il file video)
Persecution Report April 2008 Part1
14 marzo 2014 7:26
Non riuscito (impossibile convertire il file video)

Il racket delle spose per forza. [poiché l'assassino seriale King Saudi Arabia impedisce che un cristiano possa sposare una donna musulmana... poi i ragazzi che non si possono sposare sono costretti ad emigrare altri sono picchiati perseguitati ed uccisi.. ed in questo modo che il suo dio demonio Allah si diffonde con il suo amore e la sua giustizia nel califfato sharia in tutto il mondo.. ma questo non è grave perché è sempre sotto egida ONU Amnesty! ] Aumentano in Egitto rapimenti e conversioni all'islam delle giovani cristiane. 14 marzo 2014. Negli ultimi tre anni oltre cinquecento ragazze cristiane sono state rapite in Egitto da uomini musulmani e costrette alla conversione e al matrimonio spesso dopo aver subito violenza. La notizia è stata diffusa nei giorni scorsi dalla fondazione Aiuto alla Chiesa che soffre (Acs) che ha rilanciato la denuncia di un'organizzazione egiziana l'Associazione per le vittime di rapimenti e sparizioni forzate (Avaed). Quest'ultima garantisce alle vittime e alle loro famiglie assistenza medica psicologica e legale. In Egitto si sottolinea nel comunicato dell'Acs i rapimenti di giovani copte non rappresentano affatto una novità: già durante la presidenza di Anwar el-Sadat (1970-1981) si registrarono diversi episodi ma dopo la caduta di Hosni Mubarak all'inizio del 2011 il numero di casi è aumentato in modo esponenziale. «Prima della rivoluzione sparivano quattro o cinque ragazze al mese spiega Ebram Louis fondatore dell'Avaed oggi la media è di quindici». Peraltro è quasi impossibile fornire stime esatte poiché spesso i crimini e gli aggressori non vengono né riferiti né denunciati. [ Il racket ] In Egitto infatti come in altre regioni del pianeta una donna vittima di abusi sessuali è tuttora motivo di enorme vergogna per la sua famiglia. Secondo l'associazione nel 40 per cento dei casi le donne (di età compresa tra i 14 e i 40 anni) vengono rapite violentate e in seguito costrette a sposare il proprio carnefice dopo essersi convertite all'islam. Altre vittime vengono invece plagiate da giovani musulmani che prima si guadagnano la loro fiducia quindi le obbligano a convertirsi e a contrarre matrimonio islamico; in preparazione alle nozze gli aguzzini cancellano con l'acido la croce tatuata sul loro polso simbolo di una fede cristiana portata con fierezza da molti membri della comunità copta. L'elevato numero di ragazze scomparse e il ripetersi di un identico modus operandi hanno convinto avvocati attivisti per il rispetto dei diritti umani e sacerdoti da tempo impegnati a combattere una piaga tanto atroce che dietro a simili sequestri vi sia un'organizzazione capillare vere e proprie cellule estremistiche dedite esclusivamente ai rapimenti di donne copte. Aiuto alla Chiesa che soffre racconta al riguardo la storia emblematica della piccola Nadia Makram rapita nel 2011 a soli 14 anni. I genitori conoscevano il nome del suo rapitore un musulmano di 48 anni e si sono rivolti immediatamente alla polizia ma l'uomo non è stato arrestato. Stando ai numerosi episodi documentati dall'Avaed spesso gli agenti si rifiutano di cercare le ragazze sostenendo che queste abbiano abbandonato spontaneamente la casa paterna. Se poi le giovani vengono ritrovate e convocate alla stazione di polizia quasi sempre sono accompagnate dai nuovi "parenti " musulmani perfino in occasione del colloquio che dovrebbe servire ad appurare l'avvenuto sequestro. Comprensibilmente molte confermano di aver lasciato la famiglia d'origine senza alcuna costrizione. La vicenda di Nadia e di altre bambine rapite e costrette alle nozze è ancor più grave perché la legge egiziana vieta il matrimonio e la conversione delle minorenni anche se esse si dichiarano consenzienti. Eppure nel 2012 quando Nadia appena quindicenne aveva già dato alla luce il suo primo figlio il caso è stato archiviato e il marito prosciolto. All'uomo è stato sufficiente mostrare un certificato di matrimonio che attestava la "regolare " unione con la sua consorte minorenne. L'avvocato cristiano Said Fayez riferisce di numerose cristiane che una volta sfuggite ai sequestratori chiedono di ritornare alla propria fede: almeno cinquemila negli ultimi diciotto mesi: «Chi di loro ha avuto dei figli dal matrimonio forzato deve però attendere. Se lasciassero l'islam per riabbracciare il cristianesimo perderebbero i loro bambini». [e questo ovviamente vale anche in Giordania dove anche l'uomo che si converte al cristianesimo perde la moglie ed i figli!] ma è tutto normale per ONU Amnesty Kerry 322 Obama Gender.

[ i criminali internazionali cannibali Bush 322 Kerry 666 Rothschild Onu Bildenberg Amnesty Gender OGM invece di condannare la LEGA ARABA dei nazi sharia? Poi Condannano Israele e lo obbligano a fare delle concessioni pur se non è riconosciuto legalmente! ] Città del Vaticano 15 marzo 2014. C'era una volta la Siria Intervista al presidente della Croce rossa italiana sulla crisi nel Paese arabo 14 marzo 2014. A circa quattro anni dallo scoppio del conflitto sembra ancora lontana una soluzione per la Siria. Milioni di sfollati e di profughi efferate violenze quotidiani attacchi ai civili: la tragedia siriana si fa di giorno in giorno più complessa sotto gli occhi della comunità internazionale. E a pagare il prezzo più alto sono i bambini. È solo di pochi giorni fa l'allarme lanciato dalle Nazioni Unite che hanno parlato senza mezzi termini di «una situazione inimmaginabile» soprattutto sul piano umanitario. A fornire un quadro della situazione sul campo in un'intervista al nostro giornale è il presidente della Croce Rossa Italiana Francesco Rocca attualmente in missione nella regione. Qual è la situazione complessiva degli sfollati e dei profughi? È una situazione disperata: sono senza parole. Nell'area rurale di Damasco gli scontri sono fortemente diminuiti ma gli sfollati sono un numero enorme e vivono in condizioni miserabili. Provo molta vergogna: gli sforzi della comunità internazionale non sono sufficienti. Di quali cifre stiamo parlando? Il numero di sfollati è drammaticamente salito. Io ero già stato qui circa dieci mesi fa e il numero degli sfollati interni raggiungeva i quattro milioni e mezzo mentre ora tocca i sei milioni e mezzo. Se consideriamo che i profughi fuori dal Paese sono circa due milioni e mezzo nel complesso abbiamo una cifra spaventosa. Fin dove arriva lo sforzo della comunità internazionale? Ogni mese gli sforzi della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa raggiungono seicentomila famiglie tre milioni di persone in tutto e quindi con la collaborazione delle Nazioni Unite solo la metà degli sfollati interni. Ma si tratta sempre di aiuti basici: i siriani sono allo stremo continuano a vivere senz'acqua senza elettricità senza cibo in case distrutte o semidistrutte. Mi sento inadeguato: provo un'enorme frustrazione soprattutto di fronte al bisogno crescente. Il tessuto economico del Paese non esiste più: girando per Damasco come abbiamo fatto noi si trovano tantissime di queste case appena ricostruite che sono piene di sfollati ai limiti della disperazione. Come sta procedendo la collaborazione tra le istituzioni locali e le organizzazioni internazionali nelle operazioni di soccorso? La collaborazione c'è ma è a singhiozzo. Tutto dipende dalle condizioni del conflitto e dalla sicurezza. A Damasco si assiste a una situazione di apparente tranquillità ma soltanto perché in alcune aree le aree rurali è stata dichiarata una sorta di cessate-il-fuoco e il corridoio umanitario sta funzionando. Ma la peggiore tragedia che si consuma sotto gli occhi della comunità internazionale è quella nel campo palestinese di Yarmuk dove sono rimaste intrappolate dai combattimenti ventimila persone di cui cinquemila bambini. Nel campo ci sono stati centoventi morti per fame. Prima erano entrati alcuni aiuti ma adesso gli scontri sono ripresi. A Homs l'azione umanitaria come procede? No non sta funzionando. La parte di Homs dove si era aperto il corridoio umanitario è attualmente sotto assedio. I combattimenti continuano: non c'è accesso all'area. Quale sarà l'evolversi della crisi? Lei vede spiragli di miglioramento oppure la situazione andrà sempre peggio? Credo che andrà sempre peggio anche perché gli occhi della comunità internazionale sono concentrati adesso sull'Ucraina e sulla Crimea. Paradossalmente questo lascia il campo libero alla brutalità del conflitto. E mi lasci inoltre dire che il Trattato sul commercio delle armi celebrato e firmato pochi mesi fa non sta avendo alcun effetto. In Siria le armi in circolazione continuano ad aumentare così come le vittime civili. Il conflitto si sta incattivendo: a est e soprattutto ad Aleppo assistiamo a un "tutti contro tutti" senza precedenti. Luca M. Possat

15 marzo LONDRA [ e dove è il problema? noi faremo un nostro G7 o G27 altrove con Israele. noi pretendiamo la sovranità monetaria e niente di meno! ] Il governo britannico ha proposto Londra come sede alternativa per la riunione del G7 se la Russia dovesse essere espulsa dal G8 a causa della sua politica in Ucraina. Lo scrive il settimanale tedesco Der Spiegel citando una fonte vicina al governo tedesco. La proposta sarebbe stata accolta dagli altri sei Paesi membri Italia inclusa.

Chiesa povera tra i poveri. Il Papa risponde alle domande di una radio di una «villa miseria» di Buenos Aires. 14 marzo 2014. Papa Francesco ha dialogato con i poveri di una villa miseria di Buenos Aires sulla presenza concreta della Chiesa in mezzo agli emarginati. Lo ha fatto rispondendo alle domande in un'intervista concessa in video alla radio FM 88.1 che trasmette da Bajo Flores. L'intervista al Papa è stata trasmessa in video nel pomeriggio di giovedì 13 marzo. E così nella capitale argentina nel pomeriggio di giovedì 13 marzo nell'anniversario della sua elezione al Pontificato gli abitanti della villa miseria 1.11.14 appunto nel quartiere di Bajo Flores che ha il suo cuore nella parrocchia Madre del Popolo hanno ascoltato l'intervista. La lunga riflessione del Papa è tutta incentrata sulla Chiesa il Vangelo i poveri e la povertà. Papa Francesco ha riflettuto sul lavoro pastorale dei curas villeros i sacerdoti che lavorano nelle periferie fra i più poveri. In particolare Papa Bergoglio proprio in riferimento alla situazione dei quartieri più poveri ha rimarcato l'importanza dell'educazione dei giovani e dell'accompagnamento nella loro crescita. Insistendo sul fatto che quanto fanno i sacerdoti nelle villa miseria «non è una cosa ideologica bensì una missione apostolica». Papa Francesco ha anche ricordato quanto in passato è stato detto a proposito di questi preti. E ha spiegato che «non erano comunisti» ma «grandi sacerdoti che lottavano per la vita: lavoravano per portare la parola di Dio agli emarginati. Erano ha aggiunto sacerdoti che ascoltavano il popolo di Dio e lottavano per la giustizia». Il Papa ha indicato poi la necessità di «avere un atteggiamento di povertà di servizio di aiuto agli altri» ma allo stesso tempo bisogna «lasciarsi aiutare dagli altri perché abbiamo bisogno gli uni degli altri».

Farisei Salafiti Massoni Assassini satanisti criminali Herman Van Lucertola Rompuy Varano Merkel.. Quelle radici sono profonde se voi fate la cristianofobia? Dio vi parlerebbe ugualmente con il vangelo nascosto nelle fiabe ]. A colloquio con Claudio Villa disegnatore delle copertine di «Tex Willer». 14 marzo 2014. Claudio Villa firma da anni le copertine di «Tex» la testata più amata e venduta dell'universo bonelliano scrive Roberto Genovesi presentando il disegnatore che sta per intervistare "un tratto pulito ma evocativo il suo che ricorda il segno di Alex Raymond creatore di Flash Gordon. Con il maestro americano condivide anche qualcosa di più intimo e personale. Raymond era cattolico e lo è anche Villa. Cattolico al punto dice la leggenda da rifiutare le copertine di Dylan Dog altro pezzo da novanta della scuderia di Via Buonarroti". Non è una leggenda metropolitana conferma Villa «non me la sentivo di partecipare in modo convinto alla piega che stava prendendo il personaggio. Non rimpiango nulla anche se quella scelta mi è costata. Nel tempo si è tutto ricomposto e oggi disegno le copertine di Dylan Dog per una serie di storie speciali». Da apprendista cristiano quale mi ritengo mi sento un bambino che ha tanta voglia di condividere la bellezza che qualcuno ha messo sulla sua strada. La strada è tutt'altro che agevole: più scavi più la roccia si fa dura e si fa più fatica. E scopri le tue miserie insieme alla misericordia che le accoglie. Sei così felice che non puoi fare a meno di dirlo a tutti... Non posso fingere di essere quel che non sono. Se la fede fa parte di te la porti in ogni cosa che fai. Diventa tutto naturale: le scelte che fai il come disegni una cosa. È nella vita che fai che si vede quello in cui credi. Ne sono convinto. E lo trasmetti anche quando non te ne rendi conto. Io penso che niente succeda per caso e che questa e non un'altra era la mia strada. Di certo ho sempre considerato un gran dono quella specie di magia che fa uscire da un semplice segno a matita un personaggio che vive. E se diventa piacevole leggere Tex forse è anche perché chi lo legge si ritrova a casa in un posto dove quelli che consideriamo valori importanti sono portati a spasso per le praterie dell'Arizona".

/user/YouTube/discussion [ google CIA 666 youtube 666 NSA masonic system esoteric agenda: io ho deciso che voi siete i perdenti! ] [ non mi importa se voi chiudete per la terza volta questa pagina.. io non so come fanno ma i miei ebrei mi seguiranno sempre ovunque io andrò! ] amen. C. S. P. B. +. Amen! Crux Sancti Patris Benedecti. Croce del Santo Padre Benedetto. amen. C. S. S. M. L. +. Amen! Crux Sacra Sit Mihi Lux Croce sacra sii la mia Luce. amen. N. D. S. M. D. Non draco sit mihi dux. Che il dragone non sia il mio duce. amen. V. R. S. +. Amen! Vadre Retro satana Allontanati satana! amen. N. S. M. V. +. Amen! Non Suade Mihi Vana. Non mi persuaderai di cose vane. amen. S. M. Q. L. +. Amen! Sunt Mala Quae Libas. Ciò che mi offri è cattivo amen. I.V. B. +. Amen! Ipsa Venena Bibas. Bevi tu stesso i tuoi veleni: DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF! IN NOMINE PATRIS ET FILII ET SPIRITUI SANCTO +. Croce del Santo Padre Benedetto. Croce Santa sii la mia Luce e non sia mai il dragone mio duce. Va indietro satana Obama Gender Gmos Spa FMI! Non mi persuaderai di cose vane e maligne. Sono mali le cose che mi offri bevi tu stesso il tuo veleno. Nel Nome del Padre del Figlio e dello Spirito Santo +. Amen!

@Obama -- lo so sporcaccione! questa storia del GENDER è perche' tu vuoi fare le cose sporche. ad insaputa di tua moglie. e poi tu non voi sentire i sensi di colpa! [] Quell'amore che avvicina gli uomini a Dio. Gli esercizi spirituali della Curia romana. 13 marzo 2014. Giudicare ogni gesto nella logica del mondo o meglio nella logica dell'economia di mercato significa rischiare di non comprendere il valore di quell'amore che avvicina gli uomini a Dio Dio agli uomini e gli uomini agli altri uomini in modo da creare quella comunione d'amore che è una Chiesa accogliente. John William Waterhouse«L'annunciazione» (1914). Un bambino certamente inconsapevolmente e in modo indiretto ha ispirato stamane giovedì 13 marzo la riflessione della penultima giornata di esercizi spirituali di Papa Francesco e della Curia romana che si concluderanno nella mattina di domani venerdì 14 marzo. Monsignor Angelo De Donatis ha infatti iniziato la sua predica nella cappella della Casa Divin Maestro ad Ariccia individuando nella domanda postagli da un bimbo che si preparava alla prima comunione la capacità di Dio di trasformare un gesto semplice ma fatto con amore in qualcosa che si diffonde intorno a sé e crea comunione: «Ma tu conosci così bene Gesù per motivi di lavoro o perché siete amici?» è stata la sua richiesta. La conoscenza profonda di Gesù che sconfina nell'amicizia dunque nell'accoglienza e nell'amore è stato l'argomento della meditazione. Il predicatore ha commentato l'episodio evangelico della donna sconosciuta la quale raggiunge Gesù nella casa del lebbroso a Betania e gli unge il capo con un olio preziosissimo l'olio di nardo (Marco 14 1-9). Un racconto ha detto denso di contenuti sia per il luogo in cui si svolge sia per il periodo sia per gli effetti che produce. Il luogo ha spiegato è la casa del lebbroso cioè un luogo in cui c'è il male. Gesù dunque va là dove c'è il male. Va perché sa che comunque è amato. La casa infatti si trova a Betania simbolo dell'accoglienza. Gesù aveva tanti amici a Betania e sapeva di essere amato in quel luogo. Una sensazione ha sottolineato a cui aspira oggi ogni uomo che lascia la sua città per altri lidi. Il Signore è a tavola con i suoi amici cioè nel momento della condivisione quando arriva la donna rompe un vasetto di marmo e comincia a cospargergli il capo con quell'olio prezioso. È un gesto d'amore gratuito ha spiegato monsignor De Donatis che acquista ancor più importanza perché compiuto in un tempo in cui si respirava piuttosto un clima di violenza e di odio contro Gesù: mancavano due giorni alla Pasqua e gli scribi stavano cercando un motivo valido per mandarlo a morte.

[ my JHWH --- lol. È vero che io sono un gigante ma io non ho intenzione di portare nessuno sulle mie spalle! Lol.... quelli che non hanno apprezzato la battuta? è perché non hanno il senso dell'umorismo! ] 13 marzo 2014. «Sulle spalle dei giganti» è il tema delle prediche della Quaresima 2014 alla Casa Pontificia. La prima si terrà venerdì mattina 14 marzo pur non essendo presente il Papa. Il predicatore padre Raniero Cantalamessa ne parla in questa intervista al nostro giornale. Come nasce questa immagine dei giganti riferita ai Padri della Chiesa? molti credono che questa celebre immagine sia di Isaac Newton cui è attribuito il detto: «Se ho visto più lontano è perché stavo sulle spalle dei giganti». In realtà essa risale ai teologi medievali. «Noi diceva uno di essi siamo come nani che siedono sulle spalle dei giganti...». I giganti erano per essi come sono per noi i padri della Chiesa. È questo che ha ispirato il titolo delle mie prediche di Quaresima: «Sulle spalle dei giganti». Sono ancora attuali i padri della Chiesa? Il padre de Lubac ha affermato che non c'è stato mai nella storia della Chiesa un rinnovamento che non sia stato nello stesso tempo un ritorno ai padri. Non fa eccezione il concilio Vaticano II. Quali temi affronterà nelle sue riflessioni? L'intento principale di queste prediche come di tutte quelle che ho fatto nei miei 34 anni di predicazione alla Casa Pontificia non è mai di erudizione ma di edificazione. La verità biblica e teologica non è fine a se stessa ma deve servire alla vita della Chiesa e dei credenti. di Nicola Gori

Mai esclusi dalla gloria paterna mai esclusi dall'amore di Dio.. Dio è amore! ma farisei salafiti satanisti e massoni non lo sanno! Il tempo prequaresimale nella tradizione bizantina. 08 febbraio 2014. Così recita uno dei detti dei padri del deserto: «Uno dei padri raccontò che vi era un monaco molto laborioso che indossava una stuoia. Si recò un giorno da abba Ammone. L'anziano lo vide vestito da una stuoia e gli disse: "Questo non ti giova a nulla". L'altro gli domandò: "Sono preso da tre pensieri: se vagare nel deserto se andare in terra straniera dove nessuno mi conosca o se invece chiudermi in una cella non rispondere a nessuno e mangiare un giorno sì e un giorno no". Abba Ammone gli disse: "Nessuna di queste tre cose ti giova. Rimani piuttosto nella tua cella mangia un po' ogni giorno medita incessantemente nel tuo cuore la parola del pubblicano e potrai salvarti». Con la pericope del pubblicano e del fariseo inizia nella tradizione bizantina il periodo liturgico che porta il nome di Triodion e che conta dieci domeniche prima della Pasqua; si tratta del periodo liturgico che ci porterà alla celebrazione sacramentale della passione della morte e della risurrezione del Signore. Periodo liturgico e libro liturgico con lo stesso nome Triodion dalle tre odi che vengono cantate nell'ufficiatura del mattutino. È interessante soffermarsi sulle prime quattro domeniche del Triodion quelle che precedono l'inizio della Grande Quaresima. Anche la tradizione latina ha avuto un periodo simile con le domeniche di septuagesima sexagesima e quinquagesima. L'inizio del Triodion non è l'inizio di un periodo per sè che ha una autonomia all'interno dell'anno liturgico quindi della vita della Chiesa e di ogni cristiano ma è l'inizio di un periodo che deve portare alla Pasqua. Tutto quello che verrà vissuto celebrato assunto tutto l'aspetto penitenziale che si sottolineerà nella Grande Quaresima deve portare deve guardare sempre alla Pasqua del Signore. La liturgia è sempre un luogo teologico cioè un luogo dove Dio parla dove Dio ci parla; la liturgia poi è un luogo anche pedagogico e ciò nel senso più letterale del termine cioè quel mezzo che accompagna verso la piena configurazione con il Signore che si è incarnato che è morto e che è risorto. Quest'anno poi l'inizio del Triodion si trova soltanto a una settimana della festa del 2 febbraio la festa dell'Incontro del Signore che è una festa che ha un senso fortemente pasquale. Infatti il tropario della festa si conclude con la frase: «Ci conceda anche il dono della risurrezione». Una frase che ci fa guardare già verso la Pasqua. Esaminando un po' in dettaglio le quattro domeniche pre quaresimali dell'inizio del Triodion vediamo che portano dei nomi diversi legati o alla pericope evangelica letta oppure a qualche aspetto celebrato in esse: la domenica del fariseo e del pubblicano quella del figlio prodigo la domenica del giudizio finale o del carnevale ed infine quella dei latticini chiamata anche di Adamo ed Eva. Sono delle domeniche in cui i brani evangelici ci propongo dei punti importanti per la vita cristiana. La domenica del fariseo e del pubblicano con la pericope evangelica di Luca 18 10-14 sottolinea l'atteggiamento di umiltà necessaria alla vita di ogni cristiano la confessione sì del proprio peccato ma soprattutto la confessione della grandezza di Dio nell'amore. Il Vangelo pure sottolinea un altro atteggiamento quello del non disprezzo del fratello; il fariseo nel testo evangelico non viene giustificato e questo non per il fatto che si glori delle sue osservanze religiose ma nel momento in cui dice: «Ti ringrazio perché non sono come lui». Uno dei tropari del mattutino di questa domenica mette in luce il tema del pentimento del peccatore e la grande misericordia del Signore che scaturisce dalla sua stessa incarnazione: «Come il pubblicano offriamo gemiti al Signore e gettiamoci ai suoi piedi quali peccatori davanti al Sovrano: egli vuole infatti la salvezza di tutti gli uomini e concede la remissione a tutti quelli che si pentono perché per noi si è incarnato lui che è Dio coeterno al Padre». La domenica del Figlio prodigo in Luca 15 11-32 mette in luce il tema del pentimento e dell'amore fiducioso nel Padre misericordioso ma anche il possibile rifiuto di accogliere il pentimento del fratello peccatore che si converte e torna alla casa paterna. Il kontakion del mattutino mette sulle labbra di ciascun fedele le parole del figlio prodigo per l'essersi allontanato da Dio quasi fosse lo stesso allontanamento di Adamo dal paradiso «dalla gloria paterna»: «Mi sono stoltamente escluso dalla tua gloria paterna e ho dissipato nel male la ricchezza che mi avevi trasmesso; per questo a te le parole del figliol prodigo: "Ho peccato davanti a te padre pietoso: ricevimi nella penitenza e trattami come uno dei tuoi mercenari"».
La domenica del giudizio finale con la lettura della pericope di Matteo 25 31-46 sottolinea la necessità la centralità dell'amore verso il Signore che si fa presente nel fratello che soffre che è malato che è prigioniero. Uno dei tropari del mattutino ancora propone una lettura cristiana del digiuno e dell'astinenza lettura che dovrebbe segnare tutto il percorso quaresimale: «Il profeta Daniele divenuto uomo prediletto contemplando la sovrana autorità di Dio così gridava: "La corte si assise e i libri furono aperti. Bada anima mia: digiuni tu? Non usare perfidia col prossimo. Ti astieni dai cibi? Non giudicare il fratello perché tu non venga mandata al fuoco a bruciare come cera ma il Cristo ti faccia piuttosto entrare nel suo regno senza impedimenti"». Infine la domenica dei latticini chiamata anche di Adamo ed Eva con la lettura di Matteo 6 14-21 ci ricorda la necessità del perdono dell'altro prima di qualsiasi preghiera prima di qualsiasi digiuno; e l'importanza che la preghiera esteriore il digiuno esteriore sia riflesso di una preghiera e di un digiuno nel cuore. Due dei tropari del mattutino danno la chiave di lettura di questa domenica ormai alle porte del periodo quaresimale: «Guida di sapienza elargitore di prudenza educatore degli stolti e protettore dei poveri conferma ammaestra il mio cuore o Sovrano; dammi tu una parola o Parola del Padre poiché ecco io non trattengo le mie labbra dal gridare: O misericordioso abbi misericordia di colui che ha prevaricato! Sedette un tempo Adamo e diede in pianto davanti al paradiso di delizie battendosi il volto con le mani. Partecipa o paradiso al dolore del padrone divenuto povero e col fruscio delle tue foglie supplica il Creatore che non mi chiuda fuori. O misericordioso abbi misericordia di colui che ha prevaricato!». All'inizio abbiamo citato il testo dai Detti dei padri del deserto perché assieme ai tropari citati indicano il senso più profondo di queste dieci settimane che ci porteranno alla Risurrezione del Signore: «Digiuni tu? Non usare perfidia col prossimo. Ti astieni dai cibi? Non giudicare il fratello». «Rimani nella tua cella mangia un po' ogni giorno medita incessantemente nel tuo cuore la parola del pubblicano e potrai salvarti». di Manuel Nin

farisei e salafiti mafiosi massoni Bildenberg Lega ARABA ONU Amnesty sharia imperialismo Illuminati Spa OGM FMI. non hanno bruciato la speranza ma ci hanno provato! ] [ Il vescovo Galantino alla fiaccolata anti-violenza a Cassano all'Jonio. 25 gennaio 2014. «Se stiamo qui è per ritrovare la voglia di rimetterci in cammino è per dire che come non ha senso esaltarsi fino a perdere il senso della realtà così non è possibile lasciare che bruci come quei corpi carbonizzati che ho visto estrarre dalle lamiere domenica mattina la voglia di continuare a camminare a sperare e a sognare di tanta gente perbene». Sono le parole pronunciate dal vescovo di Cassano all'Jonio Nunzio Galantino segretario generale della Conferenza episcopale italiana (Cei) che venerdì sera ha guidato un momento di preghiera dopo la fiaccolata che si è snodata lungo le strade della cittadina in provincia di Cosenza teatro nei giorni scorsi di un delitto efferato costato la vita a un bambino di soli 3 anni. Nicola "Cocò" Campolongo è stato ucciso insieme con il nonno e a una giovane marocchina. Dopo il triplice omicidio i corpi sono stati dati alle fiamme dentro un'automobile. Le indagini sull'accaduto sono ancora in corso. La fiaccolata alla quale hanno partecipato oltre un migliaio di persone è partita da largo Cappuccini per concludersi in piazza Sant'Eusebio davanti alla cattedrale. «La marcia di stasera ha detto monsignor Galantino vuol dire che qui a Cassano c'è gente che non la pensa assolutamente né come chi ha ucciso né come chi fa del malaffare il suo stile di vita» gente che invece «rivendica il diritto di vivere in maniera onesta».

Fmi scopre i rischi dell'austerity [ perché questi scemi di Osservatore Romano pensano che i farisei parssiti ladri satanisti usurai strozzini sono buoni uomini? No loro sono demoni dalla forma umana! Hanno deciso di ucciderci infatti hanno fatto rubare ai massoni Bildenberg la nostra sovranità monetaria! ] Meglio tardi che mai NEW YORK. I tagli imposti da molti Governi per fare fronte alla crisi finanziaria stanno inevitabilmente aumentando le diseguaglianze sociali. È dunque ora che si cominci a disegnare le misure di aggiustamento dei bilanci in maniera che non continuino a colpire solo o prevalentemente le classi più deboli. È un campanello d'allarme chiaro e anche un appello ai Governi ancora alle prese con problemi di finanze pubbliche quello che il Fondo monetario internazionale ha lanciato ieri in un rapporto sulle diseguaglianze. Sottolineando come un eccessivo rigore che aumenti le disparità di reddito rischia non solo di aumentare le tensioni sociali ma anche di tramutarsi in un boomerang a danno della crescita dell'economia. Nella loro analisi gli esperti del Fondo fanno dunque il punto sulle politiche di rigore adottate un po' ovunque in Europa e oltreoceano. Politiche che a dire il vero lo stesso Fondo monetario ha nel corso degli ultimi anni sostenuto e condiviso. E ha anche imposto ad alcuni Paesi in gravi difficoltà finanziarie come il Portogallo o la Grecia dove manifestazioni popolari contro gli organismi internazionali sono all'ordine del giorno. Visti i seri rischi connessi alle politiche di austerity sembrano suggerire gli esperti dell'Fmi un ripensamento si impone. Meglio tardi che mai.

ma io Unius REI io ho deciso che ogni regione in Ucraina dovrà avere il suo referendum quindi sarà il popolo a decidere se stare con Mosca o con Europa Bildenberg.. la patria dei debiti finti e della truffa monetaria!! ] [ Febbrili trattative nel tentativo in extremis di disinnescare la tensione alla vigilia del voto referendario in Crimea. Ultima chiamata dei traditori della Costituzione e della sua sovranità costituzionale dei popoli i nemici della autodeterminazione dei popoli i nazi nemici della democrazia amanti del GOlpe esoteric agenda Bildenberg Occult power NWO JabullOn da KIEV. Trattative sempre più febbrili. per trovare una soluzione diplomatica alla grave crisi ucraina. Il segretario di Stato americano John Kerry è a Londra dove oggi avrà un cruciale incontro con il ministro degli Esteri russo Serghiei Lavrov nel tentativo in extremis di disinnescare la tensione alla vigilia del voto referendario in Crimea. Kerry è nella capitale britannica per il quarto colloquio in una settimana con il collega russo ma vedrà anche il premier britannico David Cameron e il segretario al Foreign Office William Hague. I colloqui avvengono a due giorni dal referendum indetto dalla Crimea con il quale la regione deciderà se separarsi dall'Ucraina e passare sotto il controllo del Governo di Mosca. Gli Stati Uniti e l'Europa hanno ripetutamente avvertito il presidente russo Vladimir Putin che in caso di annessione della Repubblica autonoma ucraina le prospettive sulla crisi peggioreranno sensibilmente minacciando sanzioni contro Mosca. Ieri il presidente degli Stati Uniti durante un colloquio alla casa Bianca con il primo ministro ucraino Arseniy Yatseniuk ha espresso la speranza che il referendum possa essere evitato attraverso la diplomazia. Ma da Mosca sono arrivare risposte differenti. Il ministero degli Esteri russo ha infatti chiesto oggi all'Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa (Osce) di «rinunciare alla politica dei doppi standard» e di accogliere l'invito delle autorità di Sinferopoli a mandare osservatori per il referendum di domenica sull'ingresso della Crimea nella Russia. Secondo Mosca l'invio degli osservatori servirà ad alleggerire la tensione nella regione. Il riferimento ai doppi standard riguarda il fatto che la presidenza svizzera dell'Osce ha definito «illegittimo» il referendum in Crimea mentre secondo Mosca sta invece «passando sotto silenzio la questione della legittimità del colpo di Stato in Ucraina e dell'operato dell'attuale regime di Kiev». I segnali russi quindi sono per la linea dura. Proprio per questo riferiscono stamane autorevoli fonti europee i ministri degli Esteri dell'Ue si sono detti pronti a dare il via libera lunedì a un nuovo pacchetto di sanzioni contro la Russia mentre il vertice dei Ventotto di giovedì e venerdì prossimi potrebbe consentire di siglare la prima parte dell'accordo di associazione con l'Ucraina. La lista dei destinatari delle sanzioni (congelamento dei beni detenuti in Europa e divieti di viaggio) ancora non è pronta ma si sta finalizzandola in queste ore con continui scambi tra le diverse cancellerie in modo che arrivi completa sul tavolo dei ministri lunedì. Come spiegano da Bruxelles «non si vede nessun segno di distensione della situazione in Ucraina né della volontà di avviare un dialogo diretto fra le parti coinvolte» ovvero le due condizioni senza le quali i leader dei Ventotto avevano deciso di passare alla seconda tappa delle sanzioni progressive. Lo scorso 6 marzo i capi di Stato e di Governo Ue avevano deciso un primo pacchetto di misure progressive ovvero la sospensione dei negoziati con la Russia sulla liberalizzazione dei visti e quelli per un nuovo accordo bilaterale avallando anche la decisione dei membri europei del G8 di sospendere la loro partecipazione alla preparazione della prossima riunione di Soci in programma per i primi di giugno. L'incontro odierno tra Kerry e Lavrov avviene dopo una ripresa delle violenze in Ucraina. Un attivista del partito nazionalista di estrema destra Svoboda è morto negli scontri tra opposte fazioni rivali nella città orientale di Donetsk capitale della regione mineraria del Donbass ed ex roccaforte del deposto presidente ucraino Viktor Ianukovych. Altre 26 persone sono rimaste ferite.

15 marzo #PARIGI [ criminali massoni satanisti bugiardi! voi state dalla parte degli jihadisti sauditi.. che tagliano la gola al popolo siriano per fare la sharia in tutto il mondo! voi siete gli assassini del popolo siriano ed io sono testimone di tutto questo in eterno! lo giuro nel nome di Gesù sul Trono di Dio JHWH voi sarete rovinati! ] Brilla in onore dei siriani la Tour Eiffel che stasera è stata illuminata in modo particolare per ricordare le vittime in Siria a tre anni dall'inzio del conflitto tra i ribelli e il regime di Bashar al-Assad. Centinaia di persone tra cui numerosi siriani si sono riuniti a fine pomeriggio sul piazzale del Trocadéro proprio di fronte al celebre monumento per assistere alla commemorazione. Alle 19:00 il messaggio '#AvecLesSyriens' (con i siriani) è stato proiettato sulla torre.

perché India non osa comunicare le sue riflessioni politiche? in questo monopolio ANSA di massoni di merda? ] [ Intervista al presidente della Croce rossa italiana sulla crisi nel Paese arabo. C'era una volta la Siria di LUCA M. POSSATI. A circa quattro anni dallo scoppio del conflitto sembra ancora lontana una soluzione per la Siria. Milioni di sfollati e di profughi efferate violenze quotidiani attacchi ai civili: la tragedia siriana si fa di giorno in giorno più complessa sotto gli occhi della comunità internazionale. E a pagare il prezzo più alto sono i bambini. È solo di pochi giorni fa l'allarme lanciato dalle Nazioni Unite che hanno parlato senza mezzi termini di «una situazione inimmaginabile» soprattutto sul piano umanitario. A fornire un quadro della situazione sul campo in un'intervista al nostro giornale è il presidente della Croce rossa italiana Francesco Rocca attualmente in missione nella regione. Qual è la situazione complessiva degli sfollati e dei profughi? È una situazione disperata: sono senza parole. Nell'area rurale di Damasco gli scontri sono fortemente diminuiti ma gli sfollati sono un numero enorme e vivono in condizioni miserabili. Provo molta vergogna: gli sforzi della comunità internazionale non sono sufficienti. Di quali cifre stiamo parlando? Il numero di sfollati è drammaticamente salito. Io ero già stato qui circa dieci mesi fa e il numero degli sfollati interni raggiungeva i quattro milioni e mezzo mentre ora tocca i sei milioni e mezzo. Se consideriamo che i profughi fuori dal Paese sono circa due milioni e mezzo nel complesso abbiamo una cifra spaventosa. Fin dove arriva lo sforzo della comunità internazionale? Ogni mese gli sforzi della Croce rossa e della Mezzaluna rossa raggiungono seicentomila famiglie tre milioni di persone in tutto e quindi con la collaborazione delle Nazioni Unite solo la metà degli sfollati interni. Ma si tratta sempre di aiuti basici: i siriani sono allo stremo continuano a vivere senz'acqua senza elettricità senza cibo in case distrutte o semidistrutte. Mi sento inadeguato: provo un'enorme frustrazione soprattutto di fronte al bisogno crescente. Il tessuto economico del Paese non esiste più: girando per Damasco come abbiamo fatto noi si trovano tantissime di queste case appena ricostruite che sono piene di sfollati ai limiti della disperazione. Come sta procedendo la collaborazione tra le istituzioni locali e le organizzazioni internazionali nelle operazioni di soccorso? La collaborazione c'è ma è a singhiozzo. Tutto dipende dalle condizioni del conflitto e dalla sicurezza. A Damasco si assiste a una situazione di apparente tranquillità ma soltanto perché in alcune aree le aree rurali è stata dichiarata una sorta di cessate-il-fuoco e il corridoio umanitario sta funzionando. Ma la peggiore tragedia che si consuma sotto gli occhi della comunità internazionale è quella nel campo palestinese di Yarmuk dove sono rimaste intrappolate dai combattimenti ventimila persone di cui cinquemila bambini. Nel campo ci sono stati centoventi morti per fame. Prima erano entrati alcuni aiuti ma adesso gli scontri sono ripresi. A Homs l'azione umanitaria come procede? No non sta funzionando. La parte di Homs dove si era aperto il corridoio umanitario è attualmente sotto assedio. I combattimenti continuano: non c'è accesso all'area. Quale sarà l'evolversi della crisi? Lei vede spiragli di miglioramento oppure la situazione andrà sempre peggio? Credo che andrà sempre peggio anche perché gli occhi della comunità internazionale sono concentrati adesso sull'Ucraina e sulla Crimea. Paradossalmente questo lascia il campo libero alla brutalità del conflitto. E mi lasci inoltre dire che il Trattato sul commercio delle armi celebrato e firmato pochi mesi fa non sta avendo alcun effetto. In Siria le armi in circolazione continuano ad aumentare così come le vittime civili. Il conflitto si sta incattivendo: a est e soprattutto ad Aleppo assistiamo a un "tutti contro tutti" senza precedenti.

Ucraina: risponderemo a Russia! [really] è vero voi siete i massoni i complici dei satanisti 322 Kerry Bush FMI Spa 666: è vero voi conoscete la vostra identità di traditori golpisti!! ma voi non sapete quello che il popolo ha deciso di essere.. nessuno può violare la libertà e la volontà del popolo neanche la Russia può farlo!.. quindi nessuno può combattere per qualcosa che non esiste ancora! non sono le armi quelle che ora sono necessarie quindi voi fareste bene ad impegnavi in una campagna elettorale!

#Ucraina: la Russia vuole occupare tutta la nazione? ma questo non ha una rilevanza politica ma questo non ha nessuna importanza.. infatti quando la Russia perderà nel referendum? nelle regioni dove gli europeisti vinceranno? poi se ne dovrà andare comunque! Quindi sarà il popolo comunque a cacciare chi vorrà attraverso il referendum!.. l'uso delle armi nel vostro caso è controproducente e perfettamente inutile!

king saudi arabia -- ragazzo nazi sharia Onu 666 -- tu sei troppo TRUCULENTO! Negli attacchi ad alcuni villaggi Decine di vittime civili in Nigeria. ABUJA. Ancora violenza in Nigeria. Decine di persone sono state uccise ieri durante assalti armati a diversi villaggi nelle regioni nord-occidentali e orientali del Paese africano. Lo riferisce oggi la stampa di Abuja sottolineando che in un caso è stata colpita anche la comunità natale del governatore di uno dei 36 Stati della Federazione. Ragioni politiche potrebbero essere state all'origine della strage ad Anyii il villaggio natale di Gabriel Suswan governatore dello Stato orientale del Benue. Secondo quanto reso noto dai quotidiani «Nigerian Tribune» e «Vanguard» gli assalitori avrebbero ucciso non meno di ventidue persone alla vigilia di una visita dell'esponente politico. Differenti invece le dinamiche delle stragi avvenute nello Stato di Katsina nell'estremo nord a grande maggioranza musulmana. Uomini armati appartenenti a una comunità di pastori musulmani di etnia fulani hanno assaltato armati di panga (lunghi coltelli simili alle roncole) le comunità di agricoltori di Mararrabar Maigora Kura Mota e Unguwar Rimi. Stando alla versione fornita da un parlamentare originario della zona Abbas Abdullahi Michika le vittime sono almeno settanta. Un responsabile della polizia locale ha invece riferito di trenta morti. In Nigeria il controllo dei pascoli delle terre coltivabili e delle sorgenti alimenta da sempre violenti conflitti tra comunità di pastori e agricoltori nel caso dello Stato di Katsina prevalentemente di religione musulmana. Azioni simili erano state condotte in passato nella stessa regione dai miliziani islamici di Boko Haram. Il capo delle forze di sicurezza ha però escluso un coinvolgimento del gruppo terrorista islamico resososi responsabile solo dall'inizio dell'anno della morte di oltre cinquecento persone. Secondo quanto riferito dal quotidiano locale «Premium Times » l'attacco ha avuto luogo poche ore prima della visita ufficiale nel Katsina del presidente nigeriano Goodluck Jonathan. Per cattolici e anglicani è la corruzione che alimenta il terrorismo Insieme contro la violenza in Nigeria ABUJA 14. Una ferma condanna della corruzione e delle violenze contro i cristiani giunge in Nigeria dalla Chiesa cattolica e dalla Comunione anglicana. L'arcivescovo di Abuja cardinale John Olorunfemi Onaiyekan durante un colloquio con i giornalisti in occasione della cerimonia per i cinquant'anni della cattedrale anglicana di Lagos (l'Archbishop Vinning Memorial Church Cathedral) ha raccontato che durante un recente viaggio in Europa «molti nigeriani mi hanno rivolto la stessa domanda: "Perché il Boko Haram uccide bambini innocenti?" L'unico consiglio che mi sento di dare al capo dello Stato e del Governo Goodluck Jonathan ha dichiarato il cardinale all'agenzia Cisa è di dare la caccia a coloro che rubano il denaro della Nigeria. Questo denaro può essere usato per alleviare le sofferenze dei poveri e per prevenire gli attacchi violenti nel nord». Nei prossimi giorni ha aggiunto monsignor Alfred Adewale Martins arcivescovo di Lagos ci sarà un incontro dei vescovi cattolici «per discutere la situazione nel nord del Paese perché gli attacchi quotidiani contro persone innocenti sono sempre più preoccupanti. Quello che accade lì è una cosa barbara». Dal canto suo il vescovo anglicano di West Lagos James Odedeji ha affermato che quello che sta avvenendo in Nigeria deriva «dalla corruzione e dall'abuso di potere da parte dei politici. Il Governo deve assumersi la responsabilità di garantire la sicurezza e le proprietà dei cittadini come ha giurato di fare al momento dell'insediamento». Dal 2009 a oggi sono stati uccisi oltre cinquecento cattolici e distrutte una ventina di chiese e case parrocchiali dal gruppo terroristico islamico Boko Haram. Il tragico bilancio è stato reso noto da monsignor Oliver Dashe Doeme vescovo di Maiduguri capoluogo dello Stato di Borno regione dove il gruppo è nato nel 2009. Doeme ha affermato che alla radice delle azioni del Boko Haram che pure uccide in base a motivazioni religiose «c'è la corruzione problema numero uno della nazione. L'insorgere del Boko Haram è un prodotto della corruzione. Il Governo federale deve combatterla con forza. È triste vedere ha detto ancora il presule come poche persone siedono su miliardi di naira (la valuta locale). I giovani coinvolti possono prendere le distanze se si dà loro l'opportunità di farlo». Tempo fa in un'intervista all'agenzia Fides monsignor Doeme aveva denunciato le connivenze di politici locali con il Boko Haram: «All'inizio si trattava di un gruppo creato per difendere gli interessi di certi politici poi si è trasformato in una setta violenta ma le connessioni politiche sono sempre rimaste». Il fatto che il Boko Haram colpisca anche la comunità musulmana è un indizio che il movimento persegue obiettivi politici. Negli ultimi anni dal Boko Haram si è staccata una fazione l'Ansaru che ha allacciato legami con altre..