see the horrible death of ARAB LEAGUE

India, when you would see the horrible death, that is going to make all the ARAB LEAGUE? Besides, you  change, your idea, about the idea of associating the concept of religion, or ideology, to that of nationalism, [] quando, tu vedrai la brutta morte, che, sta per fare tutta la LEGA ARABA? poi, tu combierai idea, circa, l'idea, di associare il concetto di religione, o ideologia, a quello di nazionalismo
Rispondi
 ·
Rothschild hell
1 secondo fa

02/24/2014 [nothing is more stupid, false, and even more criminal thinking, that a religion can support the nationalism .. only religion can give, the best reason to make unnecessary wars instead! ] INDIA. Indian fundamentalist leader calls for an "immediate" stop to conversions . . . except to Hinduism. A leader of the Vishwa Hindu Parishad (VHP), an extremist Hindu organisation responsible for attacks against the country's ethnic, religious and social minorities, made the anti-conversion statement recently. The "VHP wants to intimidate and persecute Christians by raising the bogeyman of conversions to instil Hindutva ideas in in the population," Christian leader said.
Mumbai (AsiaNews) - "We must immediately stop conversions, or soon Hindus will be a minority in India," said Ashok Singhal, leader of the Vishwa Hindu Parishad (VHP), a fundamentalist group that has a history of attacking the country's ethnic, religious and social minorities. His remarks, which he made at a rally on Saturday in Bhopal (Madhya Pradesh) before a crowd of faithful, have drawn criticism from government officials and representatives of other religions, who described them as "inappropriate."
Sajan George, president of the Global Council of Indian Christians (GCIC), told AsiaNews that we must "condemn in no uncertain terms the fascism of groups like the VHP, which endanger Indian democracy and secularism". "Christians in India just want to enjoy their constitutional guarantees," the Protestant leader said, "in particular Article 25 of the Charter, which enshrines freedom of worship, practice and dissemination of their faith."
Ultimately, "Religious freedom is a basic human right," he added, "and the VHP wants to intimidate and persecute Christians by raising the bogeyman of conversions to instil Hindutva ideas in the population." The VHP is inspired by Hindutva, a nationalist ideology centred on Hinduism whose aim is the establishment of a Hindu nation.
So-called anti-conversion laws have been adopted in some states ruled by the Bharatiya Janata Party (BJP), which embodies the ideas of groups like the VHP.
In theory, these measures should prohibit any conversions by force or through money. In practice, they are often used to persecute minorities. In fact, if a Christian, a Buddhist or a Muslim converts to Hinduism there is nothing to stop them.
In addition to blocking conversions, Singhal wants Hindu families to have at least "five children" to prevent Christians and Muslims from outnumbering Hindus.
Rispondi
 ·
Rothschild hell
1 secondo fa

24/02/2014. INDIA. [nulla è più stupido, falso, ed anche più criminale, del pensare, che, una religione possa sostenere il nazionalismo.. la religione può dare soltanto, i migliori motivi per fare le guerre inutili, invece! ] India, leader fondamentalista: Fermare "subito" le conversioni, ma non quelle all'induismo. Lo ha dichiarato il presidente del Vishwa Hindu Parishad (Vhp), gruppo estremista indù responsabile di attacchi contro le minoranze etniche, religiose e sociali del Paese. Leader cristiano: "Vogliono intimidire e perseguitare i cristiani, instillando il seme del nazionalismo nella popolazione".
Mumbai (AsiaNews) - "Bisogna fermare subito le conversioni, o presto verrà il giorno in cui gli indù saranno solo una minoranza in India". È l'appello lanciato da Ashok Singhal, leader del Vishwa Hindu Parishad (Vhp), gruppo fondamentalista responsabile di numerosi attacchi contro le minoranze etniche, religiose e sociali del Paese. L'uomo ha parlato il 22 febbraio scorso a Bhopal (Madhya Pradesh), incontrando una folla di fedelissimi a un comizio. Le sue dichiarazioni hanno attirato le critiche da parte di esponenti del governo e da rappresentanti delle altre religioni, che le hanno definite "inopportune". Sajan George, presidente del Global Council of Indian Christians (Gcic), spiega ad AsiaNews che bisogna "condannare senza mezzi termini il fascismo che gruppi come il Vhp usano per minacciare la democrazia indiana e per indebolire la laicità del Paese". Il leader protestante ricorda che "i cristiani in India chiedono solo di godere delle loro garanzie costituzionali, in particolare l'art. 25 della Carta, che sancisce libertà di culto, pratica e diffusione della propria fede. La libertà religiosa è un diritto umano primario e il Vhp cerca di intimidire e perseguitare i cristiani sollevando lo spauracchio delle conversioni, per instillare nella popolazione la mentalità hindutva". Il Vhp segue l'hindutva, ideologia nazionalista basata sull'induismo che ha come obiettivo la creazione di una nazione indù. In alcuni Stati guidati dal Bharatiya Janata Party (Bjp, braccio politico di gruppi come il Vhp) sono in vigore le cosiddette leggi "anticonversione". In teoria tali provvedimenti dovrebbero vietare le conversioni ottenute con forza o con soldi. In pratica vengono spesso sfruttate per perseguitare le minoranze. Se invece un cristiano, un buddista o un musulmano chiede di convertirsi all'induismo non incontra alcun problema. Oltre a bloccare le conversioni, Singhal ha suggerito alle famiglie indù di avere "almeno cinque figli", per evitare che cristiani e musulmani superino di numero la comunità induista.
Rispondi
 ·
Rothschild hell
1 secondo fa

25/02/2014 ISRAELE-SIRIA-LIBANO. [ perché, i politici israeliani, stanno facendo del male ad Israele, al satana mostro sharia: LEGA ARABA? stanno facendo soltanto il solletico! ] Aerei israeliani colpiscono basi Hezbollah sul confine siriano. La zona colpita, nella valle della Bekaa, è usata da Hezbollah per immagazzinare armi e per addestrare le sue truppe che lottano a favore di Assad. Israele teme un'escalation nella modernizzazione degli armamenti in mano al movimento militante sciita.
Rispondi
 ·
Rothschild hell
1 secondo fa

Nigeria: attacco a scuola, 43 morti. Assalitori fanno parte del gruppo jihadista dei Boko Haram. 25 febbraio, #KANO, [ tutti i martiri cristiani innocenti, che, muoiono sotto egida ONU, Lega ARABA, Bildenberg, nell'assordante silenzio e indifferenza istituzionali, del sistema massonico, delle false democrazie del signoraggio bancario! ] Almeno 43 morti nell'attacco alla scuola da parte del gruppo Boko Haram nel nord est della Nigeria. Gli jihadisti hanno preso di mira, secondo quanto riferisce la polizia, un collegio a Buni Yadi, nello stato di Yobe, frequentato da ragazzi e ragazze. I fondamentalisti islamici di Boko Haram hanno attaccato spesso scuole in passato. Proprio la scorsa settimana, decine di persone sono state uccise in due attacchi diversi. In uno di questi, i militanti hanno distrutto un intero villaggio.
Rispondi
 ·
Rothschild hell
1 secondo fa

Ucraina:Fitch, crisi mina banche russe.. Istituti Mosca esposti per 28 miliardi di dollari in prestiti, 25 febbraio, MOSCA, [ questo è terrorismo mediatico, da tanti punti di vista, per es:., le potenzialità minerarie della Russia sono imponenti! ] La crisi politica ed economica in Ucraina rischia di coinvolgere diverse banche russe che sono esposte con Kiev, che a sua volta rischia la recessione. Lo stima l'agenzia di rating Fitch. Nel complesso, i prestiti delle banche russe ammontano a 28 miliardi di dollari, la gran parte concessi da istituti di credito pubblici. Tra le banche la cui solvibilità "è più minacciata" la Veb, Gazprombank e VTB.
Rispondi
 ·
Rothschild hell
1 secondo fa

martedì 25 febbraio 2014. [ cosa c'è da capire? è tutta una storia di massoni traditori. e complici. dei ladri farisei banchieri usurai, certo, i ladri della costituzionale sovranità monetaria! ] L'Europa premia Mario Monti con una bella poltrona...
17:15 | Pubblicato da admin | Gli eurocrati premiano Mario Monti per avere bastonato l'Italia: leggete la notizia divulgata dall'ANSA: Mario Monti martedì sarà a Strasburgo per l'insediamento come presidente del gruppo di alto livello per la proposta delle cosiddette 'risorse proprie' della Ue, le nuove entrate che dovranno in futuro ridurre il peso dei contributi nazionali al bilancio dell'Unione europea. Del gruppo fanno parte membri delle tre istituzioni europee, Consiglio, Commissione e Parlamento, che domani saranno rappresentate rispettivamente dal presidente di turno, il premier greco Antonis Samaras, Josè Manuel Barroso e Martin Schulz. L'istituzione del gruppo di lavoro è stato richiesta e ottenuta dal Parlamento europeo nel corso della estenuante trattativa con il Consiglio sul bilancio pluriennale 2014-2020.
Rispondi
 ·
Rothschild hell
1 secondo fa

Il governo che si sta formando in Ucraina sta violando le intese raggiunte, I nazionalisti e radicali in Ucraina stanno tentando di approfittare della situazione critica creatasi nel Paese per raggiungere i loro interessi, ignorando l’opinione della maggioranza della popolazione. La Russia ritiene il suo compito principale quello di dare una mano d’aiuto al popolo fratello. La riforma costituzionale deve essere il punto di partenza della storia contemporanea dell’Ucraina.
Rispondi
 ·
Rothschild hell
1 secondo fa

[ tutto il nazismo della democrazia occidentale massonica ] Lavrov: il divieto alla telediffusione dei canali russi in Ucraina, vieta la libertà di parola. 'introduzione in Ucraina del divieto alla telediffusione dei canali russi, sarà una seria violazione della libertà di parola, ha dichiarato il ministro degli Esteri russo Serghej Lavrov. “Sappiamo delle proposte di vietare, la diffusione sul territorio dell'Ucraina da parte delle compagnie di quei Paesi, che, non fanno parte della convenzione europea per la diffusione. La Russia non è partecipe della convenzione, ma questo non ci impedisce di trasmettere in tutta l'Europa, in ogni Paese dell'UE. Se la decisione del divieto sarà presa in Ucraina, sarà una grave violazione della libertà della parola”, ha detto Lavrov.
Rispondi
 ·
Rothschild hell
1 secondo fa

L'augurio del presidente per la rinata Scuola Auritiana. Scritto da Redazione. Postato in Notizie. "La nostra battaglia infatti non è contro la carne e il sangue, ma contro i Principati e le Potenze, contro i dominatori di questo mondo tenebroso, contro gli spiriti del male che abitano nelle regioni celesti".
San Paolo Lettera agli Efesini 6,12. LA SCUOLA DEI RE
“Questa é la Scuola dei Re”, ci diceva Don Giacinto,” perché” ,continuava , “noi qui , con la nostra Scuola,colmiamo la lacuna culturale che é stata fatale a tutte le Monarchie Cattoliche della vecchia Europa che si indebitarono con gli strozzini e con gli usurai del tempo per quella funzione monetaria che avrebbero potuto svolgere in proprio  esse stesse , se solo avessero avuto la cultura per farlo”.
E, nel dire questo tuonava ,come sa bene chi lo ha conosciuto.
Quando parlava di Monarchie Cattoliche non voleva connotare alcunché di religioso  ma voleva rilevare il fatto che, a distanza di due secoli, con la sola eccezione della Monarchia Spagnola,ormai svuotata di ogni specificità in tal senso,tutte le altre monarchie fossero scomparse, a parte quella Olandese e quella Britannica, entrambe protestanti. Perché, cari amici, che ci crediate o no e che lo vogliate o no, siamo nuovamente dentro una guerra di religione che usa lo strumento monetario per i suoi fini .
Ho seguito il professore praticamente dal momento che lo conobbi a Chieti.
Era l'autunno del 95 ed ero rimasto incuriosito da un annuncio  in cui si trattava il tema della moneta che allora ignoravo completamente.
L'incontro su"La moneta del 2000" si svolse al Teatro Marrucino di Chieti.
Il teatro era stracolmo di gente che molto probabilmente conosceva già il pensiero del Professore ma io, lo confesso, delle sue parole non capii nulla! Assolutamente nulla.
Ero  attonito e frastornato perché quello che avevo ascoltato e per quello che avevo capito, cozzava inesorabilmente con quanto credevo di aver imparato all'Università
Alla fine gli andai incontro e gli dissi: “professore, non ho capito una parola di quanto Lei ha detto ma sento che lei dice la verità.”
Lui per tutta risposta mi disse : “vieni alla Scuola di Atri ! “.
Da lì iniziò la mia storia  con il pensiero del Professore.
Negli anni di Atri vivemmo un’ avventura altamente culturale,magnifica ed indimenticabile.
Durante le lezioni, alle quali partecipavano provenendo da tutta Italia ,respiravamo finalmente aria pulita, respiravamo un profumo di verità a noi del tutto sconosciuto.
Grazie ad Auriti entrammo in una dimensione culturale gigantesca e completamente nuova ,proprio quella che avrebbero dovuto avere i Re della vecchia Europa e che fu loro fatale perché non persero solo i loro REGNI ma anche perché consegnarono i popoli ai nascenti Stati liberali il cui scopo principale  non fu certamente quello propagandato  dagli slogan della Rivoluzione francese (egalitè  fraternitè  e libertè)  ma quello di aprire le società ai princìpi della Rivoluzione e al Debito.
Diceva a tal proposito Talleyrand che “chi é nato dopo la Rivoluzione non conosce la dolcezza del vivere”. Parole profetiche!
La radice dei problemi del nostro Paese datano proprio dal periodo della Unificazione e per il modo con il quale si compì.
Scopo dell'Unita d'Italia infatti non fu tanto quello di unificare i popoli e i diversi regni ma quello di unificare le diverse Banche degli stati pre-unitari al fine di avere in prospettiva un’unica Banca Centrale che da sola controllasse tutta l'emissione monetaria.
Il nascente Stato Unitario impose sui territori unificati una tassazione feroce e del tutto sconosciuta ai popoli dalla quale scaturirono ,sopratutto al Sud, due immediate conseguenze: il brigantaggio e l'emigrazione.
Non a caso il nostro Paese ,che nel corso della sua esistenza aveva conosciuto le invasioni e le immigrazioni,  conobbe per la prima volta nella sua storia il triste fenomeno delle emigrazioni.
In quel periodo infatti partirono per le Americhe i famosi bastimenti carichi di quella umanità dolente e sofferente dei nostri connazionali che lasciavano Patria ed affetti perché al Sud , per esempio nel tanto vituperato Regno di Napoli, prima dell'Unita d'Italia i sudditi pagavano soltanto cinque tasse perché era il Sovrano stesso che pensava alla fiscalità per come si concepiva a quell'epoca.
E questo ricorda molto da vicino il triste fenomeno della Vandea francese con la sua scia di persecuzioni e lutti.
Il recente anniversario dei Centocinquant'anni della nostra Unità sarebbe stata una occasione d'oro per fare finalmente chiarezza e verità sulla nostra Storia ma, ancora una volta, lo Stato ha celebrato sè stesso e la sua autorità  in una liturgia vuota ed auto celebrativa saltando a piè pari la questione per rifugiarsi in una più comoda "dimensione europea".
In effetti,nel contesto di tali celebrazioni, il nostro Paese avrebbe potuto vantare una dimensione europea e mondiale ma questo non sarebbe convenuto certamente né alla storiografia del Regno d'Italia né a quella della Repubblica Italiana.
Il nostro Paese infatti, prima dell'Unità é stato il Paese guida al mondo ,non solo in Europa, per tutto quanto riguarda la grande tradizione culturale.
Il mondo intero si é nutrito di arte, pittura, scultura, musica, scienza , letteratura e di tutto quello che la nostra grande storia aveva prodotto nel corso di tutti i suoi secoli.
Non vi era tradizione culturale che non fosse nata in Italia e a cui tutti gli altri popoli attinsero.
Tutto cambia con la Rivoluzione Francese che costituisce il vero spartiacque tra due epoche.
Con la Rivoluzione Francese infatti si ebbe il passaggio cruciale dal Diritto Naturale ,che aveva governato nei secoli precedenti su princìpi etici, al Diritto Positivo Pattizio.
Subito dopo iniziarono i moti rivoluzionari e le tendenze unificatrici dei diversi ceppi nazionali.
Gli Stati Nazionali Europei sono stati unificati con l'intento di giungere agli Stati Uniti d'Europa per le finalità che ben possiamo vedere sotto i nostri occhi: un’unica banca di emissione, la BCE che indebita progressivamente tutti i popoli europei.
Cito a questo proposito un passo davvero strabiliante di  Vladimir Solovjev scritto poco prima della Pasqua 1900, una vera profezia:
“il XX secolo sarà l’epoca delle ultime grandi guerre, delle discordie intestine e delle rivoluzioni. Dopo di che tutto sarà pronto perché perda di significato la vecchia struttura di nazioni separate e ,quasi ovunque, scompaiano gli ultimi resti delle antiche istituzioni monarchiche. Si arriverà così alla Unione degli Stati Uniti d’Europa”.
Dobbiamo lottare quindi contro la nuova religione di questa Europa e contro la nuova divinità che si chiama Euro.
E per far questo non possiamo far altro che continuare nel solco della grande lezione che il Professor Auriti ci ha lasciato: raddrizzare la piramide della società e sostituire la moneta proprietà alla moneta debito.
Noi vogliamo l'unione dei popoli ma ciascuno con la propria identità e specificità e non vogliamo affatto l'omologazione culturale forzata di questi ultimi anni.
Ma vogliamo sopratutto che l'Euro, se Euro deve essere, nasca di proprietà dei cittadini europei all'atto dell'emissione e non di proprietà della BCE come ora e che venga quindi accreditato come reddito di cittadinanza.
Scopo della nostra Scuola é dunque portare queste forme di conoscenza a tutte le persone di buona volontà.
Perché, come ci diceva sempre il nostro grande Professore: “le idee si affermano proporzionalmente alla loro necessità storica per cui siamo destinati a vincere”.
Ringrazio tutti coloro che hanno reso possibile la rinascita di questa grande, magnifica e necessaria iniziativa culturale e considero  la mia Presidenza  un inizio lavori ed una necessaria transizione in attesa che altri , più capaci e più meritevoli portino avanti ancora meglio il lavoro che abbiamo iniziato.
Grazie a tutti e buon impegno a tutti.
Mauro Di Sabatino
Rispondi
 ·
Rothschild hell
1 secondo fa

NON SI PUO' GARANTIRE "REDDITO DI CITTADINANZA" SENZA SOVRANITA' MONETARIA. Scritto da Luigi Cirillo. Postato in Notizie
La risposta al nostro quesito, posto come titolo dell’articolo che andremo a sviluppare, è palese:
È categoricamente impossibile attuare un provvedimento legislativo che garantisca il reddito di cittadinanza senza moneta proprietà del portatore.
La bontà e validità di questa tesi è evidente, ma persona ben più stimata e autorevole di me, come era il Prof. Giacinto Auriti, conferma il nostro assunto con queste parole:
“Chi crea il valore della moneta non è chi la emette, ma chi l'accetta. Come nell'induzione fisica nasce l'energia elettrica con la rotazione degli elementi della dinamo, così nell'induzione giuridica, nasce il valore della moneta all'atto della sua emissione, cioè quando inizia la fase dinamica della sua circolazione nella collettività che, accettandola convenzionalmente, ne crea il valore”. E ancora:
“La moneta ha valore perché è misura del valore. Poiché ogni unita di misura ha la qualità corrispondente a ciò che deve misurare, come il metro ha la qualità della lunghezza perché misura la lunghezza, così la moneta ha la qualità del valore perché misura il valore. Qui l’attività convenzionale non è produttiva solamente della misura del valore, ma anche del valore della misura: quello che noi chiamiamo "potere d'acquisto".
Quindi la moneta oltre ad essere il "metro, misura del valore", acquisisce anche il "valore di ciò che misura" perchè incorpora la certezza che essa sia accettata da tutti gli altri soggetti partecipanti alla convenzione monetaria. Questa CERTEZZA che dà VALORE alla moneta si chiama INDUZIONE GIURIDICA, dalla quale scaturisce IL VALORE INDOTTO, e tale induzione è basata sulla certezza del DIRITTO perchè si è legiferato che la moneta sia il mezzo di scambio convenzionale dei valori prodotti.
Conseguenza di ciò è che la somma dei simboli monetari incorpora un valore indotto pari a quello di tutti i beni misurati o misurabili nel valore. È la collettività che crea questi beni nel sistema economico, quindi il loro valore; è sempre la collettività che per convenzione ufficializzata in legge crea il valore dello strumento monetario la cui funzione, in qualità di potere d’acquisto, è permettere lo scambio dei primi, e a rigor di logica ne dovrebbe conseguire che sia la collettività la titolare della proprietà della moneta, la quale dovrebbe essere ad essa accredita sotto forma di reddito di cittadinanza; eppure oggi questa spetta alle banche che prestano il denaro gravandolo di interesse, e siccome prestare è prerogativa del proprietario, le banche non possono che esserne altrimenti, sicchè tutto il denaro in circolazione è debito.
Ora, di fronte alla proposta del Movimento 5 Stelle circa il reddito di cittadinanza non possiamo che sentirci imbarazzati e delusi.
È impensabile poter attuare un provvedimento di tale portata senza la base della moneta proprietà del popolo! Non possiamo che ipotizzare due cause per l’errore temporale nel prospettare un progetto simile:
incompetenza o malafede
Eppure uno dei referenti del movimento, Carlo Sibilia, ha dimostrato affermando le seguenti parole: primo punto: spezzare il nesso tra banche e stati. Bene Sig. Letta mi spiega qual è in nesso tra banche e stati oggi? Mi spiega qual è questo nesso se la banca centrale europea è di fatto di proprietà delle banche centrali NAZIONALI, diremo benissimo fossero di proprietà dei cittadini" di essere consapevole del concetto di proprietà popolare della moneta e di come funzioni l’euro sistema basato sull’emissione di moneta a debito. Ci dovremmo quindi sentire sicuri di poter escludere la prima.
Resta aperta la seconda strada, e il che sarebbe molto più grave visto l’impegno preso con tutti i cittadini italiani, quale movimento di riforma e di rottura con le correnti politiche del passato. Continuando a indagare la proposta del movimento, veniamo conoscenza del fatto che il reddito spetterebbe solo ad alcuni cittadini provvisti di particolari requisiti e che lo stesso verrebbe erogato dall’Inps. Regole simili sono in palese contrasto sia con il principio di uguaglianza sancito dall’articolo 3 della nostra Costituzione, sia con quanto dichiarato da Sibilia nelle righe riportate poc’anzi. Non si voleva spezzare il nesso tra Banca di Italia che agisce di concerto con la BCE nell’emissione dell’euro a debito?
Ricordiamo che l’Inps detiene una certa percentuale di quote di BDI (banca privata a tutti gli effetti), ne consegue quindi il suo concreto legame al sistema che il movimento 5 stelle si propone di combattere, facendosi ambasciatore delle sofferenze del popolo italiano. Perché prevedere un reddito di cittadinanza basato su un criterio selettivo quando è chiaro che dovrebbe spettare a tutti i cittadini in quanto tali?
Senza contare che dei punti del programma per uscire dal “buio” pubblicizzato dal movimento, nessuno è stato portato avanti. Li ricordiamo qui di seguito:  Reddito di cittadinanza. Misure immediate per il rilancio della piccola e media impresa
Legge anticorruzione. Informatizzazione e semplificazione dello Stato
Abolizione dei contributi pubblici ai partiti.  Istituzione di un “politometro” per verificare arricchimenti illeciti dei politici negli ultimi20 anni. Referendum propositivo e senza quorum. Referendum sulla permanenza nell’euro. Obbligo di discussione di ogni legge di iniziativa popolare in Parlamento con voto palese. Una sola rete televisiva pubblica, senza pubblicità, indipendente dai partiti. Elezione diretta dei parlamentari alla Camera e al Senato.  Massimo di due mandati elettivi.  Legge sul conflitto di interessi.  Ripristino dei fondi tagliati alla Sanità e alla Scuola pubblica.  Abolizione dei finanziamenti diretti e indiretti ai giornali.  Accesso gratuito alla Rete per cittadinanza.  Abolizione dell’IMU sulla prima casa. Non pignorabilità della prima casa.  Eliminazione delle provincie.  Abolizione di Equitalia. Hanno provato con quello iscritto al punto n. 1, ma come ci si può aspettare che diverrà esecutivo se qualsiasi iniziativa nel tessuto socio-economico italiano è impedita alla fonte perché si parte da delle premesse errate?
Tutt’al più quello proposto dal movimento può definirsi come "sussidio", e questo non è certo la svolta di cui ha bisogno oggi il popolo italiano per uscire dal “buio” nè , tantomeno, l'attuazione del comma 2 dell'Art.42 della Costituzione da loro tanto difesa.
Lungi da noi fare dell’ostracismo nei confronti del M5stelle non possiamo quindi che concludere sottolineando l’enorme delusione che ancora una volta dovranno subire gli italiani da parte di chi si è proclamato come nuovo salvatore ma che invece non ha mancato, ad onor del vecchio e della tradizione, di disattendere le promesse fatte in campagna elettorale, in perfetta sintonia con gli attuali parti. La loro proposta dal nome altisonante sembrava averci rincuorato ma invece abbiamo dovuto scoprire che manca delle fondamenta per essere attuabile. Polvere d’oro negli occhi per illuminare un po’ le giornate tristi e grigie dell’era in cui sfortunatamente ci troviamo.
Ribadiamo infine che il reddito di cittadinanza è possibile, se esiste sì la volontà politica, ma prima di tutto una legge che attribuisca al portatore la proprietà della moneta, inducendo per via dell’induzione giuridica derivante dalla certezza di detta legge, quel valore indotto creato per convenzione da tutti noi nel simbolo che andrà a rappresentarla.
Rispondi
 ·
Rothschild hell
1 secondo fa

Capire il Valore del Diritto per non essere strumentalizzati dallo "strumento monetario"
Scritto da Redazione. Postato in Notizie. tratto da ” IL VALORE DEL DIRITTO” di Giacinto Auriti
( acquista il testo accademico qui: http://www.giacintoauriti.eu/l-angolo-del-libro/product/view/1/4.html )
1. Il diritto come strumento. Il diritto è uno strumento perché è il risultato di una attività creatrice dello spirito. Ogni attività umana è naturalmente e normalmente volta al soddisfacimento di un’esigenza. Ecco perché il diritto è un fenomeno strettamente attinente all’attività pratica della vita sociale. Poiché “strumento” significa oggetto che ha valore, non è possibile definire il diritto se non si precisa lo stesso concetto di valore. Il valore è un rapporto tra fasi di tempo. Così, ad esempio, possiamo dire che una penna ha valore perché prevediamo lo scrivere. Quindi il valore è il rapporto necessario e funzionale (rispetto al conseguimento dello scopo edonistico) tra il momento della previsione e il momento previsto. Nella prima fase il valore è il giudizio di strumentalità che attiene all’oggetto; nella seconda fase il valore si realizza nel momento edonistico che attiene al soggetto. 2. La forma come elemento essenziale dello strumento giuridico
Una volta evidenziato che la realtà spirituale del diritto è un rapporto tra fasi di tempo, va messo in rilievo che la intersoggettività del tempo è resa possibile dalla forma del diritto. Le forme caratteristiche del diritto sono: la parola, il comportamento concludente, la pubblicità; ma vi possono essere anche altre forme, ad es.: la luce dei semafori o l’asfalto delle strisce pedonali: tutte manifestazioni di un dover esser giuridico.
Possiamo quindi affermare che lo strumento del diritto è costituito da due elementi:
spazio e tempo. SPAZIO che è la materia con cui si manifesta, TEMPO(intersoggettivo) in cui si realizza la realtà spirituale della previsione normativa.
3. Il diritto sociale
Nel considerare la strumentalità del diritto occorre mettere in rilievo che esso è un bene con utilità condizionata dalla disponibilità di un altro bene: “il bene oggetto del diritto”. Posto infatti che il diritto si realizza praticamente nella somma di due valori: tutela giuridica di un interesse ed interesse giuridicamente tutelato, va da sé che, venendo meno il contenuto economico del diritto, viene meno la sua stessa utilità. Su queste premesse si può comprendere cosa sia il c.d. “diritto sociale”, in cui scopo della norma non è solamente quello formale di consentire la tutela giuridica, ma anche quello di attribuire al titolare il contenuto
economico del diritto.
4. Implicazioni delle scelte filosofiche sulla scienza del diritto
due sono i fondamentali orientamenti filosofici che definiscono in modo antitetico la realtà fenomenica e la sua conoscenza: monismo e dualismo.
Secondo lo schema del dualismo filosofico, l’oggetto è una entità autonoma dal soggetto.
Secondo la scelta del monismo hegeliano, la realtà è invece coincidente con l’idea della realtà: scompare qui la distinzione fra soggetto e oggetto, in quanto, l’”io” riduce la realtà all’idea della realtà. Di qui il termine di “idealismo” . A nostro avviso ci si accorge invece dell’insufficienza dell’idealismo hegeliano.
Quando, infatti, si fa coincidere l’oggetto col soggetto si ha la deformazione del giudizio di valore, perché scompare la distinzione tra momento strumentale, che attiene all’oggetto, e momento edonistico, che attiene al soggetto.
Si cade così nell’equivoco di “personificare lo strumento”, perché lo si immagina capace di partecipare al momento edonistico  del valore, ossia al godimento personale dello strumento.
Si è realizzata su queste premesse nella struttura della società, una forma di cosiddetta piramide rovesciata.
5. Società organica e soggettività strumentale. La c. d. piramide rovesciata
E’ ovvio che non può parlarsi di piramide rovesciata se non si ha la preliminare definizione della piramide dritta.
I sociologi normalmente intendono per tale la c.d. società organica, in cui l’organo agisce in nome e per conto proprio ed altrui.
Con l’aforisma delle membra ribellatesi allo stomaco con danno di tutto il corpo, si sottolinea la circostanza che l’organo produce l’utilità tipica della sua attività funzionale, di cui godono
pariteticamente tutte le membra. Su tale premessa il concetto di società risulta dal collegamento circolare delle seguenti definizioni
Posto che:
a) l’organo consiste nelle persone fisiche che esercitano la funzione;
b) funzione è l’attività posta in essere dall’organo per servire la collettività di soci;
c) rapporto organico è quello per cui l’organo agisce in nome e per conto proprio ed altrui;
la società consisterà nelle persone fisiche-legate dal rapporto organico.
Secondo la tradizione romano-cristiana Societas sunt homines qui ibi sunt è la realistica e vivace espressione della scuola dei glossatori,contrapposta a questa definizione sta la società retta sul concetto di “piramide rovesciata” che ha il suo fondamento e presupposto logico nella società-soggettività strumentale espressa con le piú varie definizioni.
Poiché infatti non è concepibile uno strumento senza chi lo adoperi, la società strumentale, presuppone un’altra società con contenuto umano: la società strumentalizzante. Su queste premesse ci si spiega come alcuni fenomeni si siano manifestati contestualmente e come non a caso si siano verificate delle vere e proprie coincidenze storiche: stato costituzionale e massoneria, classe dominante e stato socialista, società anonima o multinazionale e sindacato di maggioranza degli azionisti, partito politico e corrente di partito, ecc.
E ciò perché la massoneria è la società strumentalizzante lo stato costituzionale, la classe dominante è la società strumentalizzante lo stato socialista, il sindacato di maggioranza degli azionisti è la società strumentalizzante la società anonima o la multinazionale, la corrente è la società strumentalizzante il partito politico.
Per soggettività strumentale deve intendersi quella che nell’ordine gerarchico pone al primo posto lo strumento e al secondo posto la persona umana. La soggettività strumentale, ovverosia la personificazione dello strumento si verifica tutte le volte che la società è retta sullo strumento primario e personificato della norma: lo statuto sociale. Posta la distinzione tra società strumentalizzante e strumentale, ne discende quella di società strumentalizzata,che è la collettività dei soci. E la proprietà, che è apparentemente delle società strumentali, diventa sostanzialmente delle società strumentalizzanti perché queste hanno tutti i poteri di cui si costituisce il diritto di proprietà.
Ciò avviene nello stato socialista, in cui la proprietà di stato è sostanzialmente proprietà dei governanti; nello stato di diritto, in cui il dominio dello Stato è delle logge massoniche; nella società anonima in cui il complesso dei poteri costituenti il diritto di proprietà è del sindacato di maggioranza degli azionisti. L’aspetto piú pericoloso di questa patologia sociale sta nel fatto che ad essa corrisponde un sovvertimento dell’etica stessa della società.
La scienza del diritto deve acquistare consapevolezza del fatto che non è possibile godere dei beni per rappresentanza. Si può essere rappresentati in un negozio o in un atto giuridico, o nella amministrazione della proprietà, ma non si può essere rappresentati nella “qualità” di proprietari, perché il momento edonistico, di soddisfacimento, è un fatto attinente esclusivamente alla persona umana. L’equivoco della soggettività strumentale, sorto tradizionalmente nella sovranità monetaria, oggi è stato esteso anche alle altre strutture sociali in una vera e propria forma epidemica di malattia culturale.
Dire “strumento personificato” o “soggettività strumentale” è come dire che uno strumento possa essere capace di godere di un bene. Con questa strategia culturale le società strumentalizzanti si sono impadronite della volontà e della voce dei popoli. Siamo convinti che una scelta culturale è valida solo se nelle conclusioni coincide con il buon senso. Merita di governare un popolo solo chi lo ama, perché solo chi ama è disposto a servire. Solo chi non ama è disposto a servirsi anziché servire. Nella società strumentale con l’inversione dell’ordine gerarchico tra strumento normativo e persona umana si verifica l’inversione tra mezzo e fine e quindi il rovesciamento della piramide sociale, perché chi produce l’utilità è la collettività, chi ne gode è l’organo. L’individuo perde così la sua stessa capacità ad essere “soggetto di diritto” in quanto incapace di godere dell’utilità degli strumenti giuridici.
Nel 1964, Guido Calogero, noto pubblicista e politologo, ebbe a dire: “La democrazia è il massimo della garanzia della ‘eticità’ della legge perché commisurata al livello morale di ogni generazione in quanto espressione della volontà della maggioranza”.Se avessimo immaginato una società di dieci cannibali, di cui nove fossero magri e uno grasso, e se i nove cannibali magri avessero democraticamente stabilito con una legge di mangiare il decimo cannibale grasso, dal punto di vista democratico la legge doveva considerarsi “giusta”; e se il decimo cannibale si fosse ribellato per non essere mangiato, di cosa lo si doveva accusare?
Sentiamo il bisogno di fare queste precisazioni, perché un malinteso senso della democrazia, intesa come mero principio maggioritario, può deviare i giudizi di valore sui falsi binari della irrazionalità. Tutt’al piú il principio maggioritario può essere accettato come mera norma procedurale e strumentale, ma non  come parametro capace di determina re le scelte etiche.
Quando si riduce l’etica a derivato dell’economia, non si può ammettere altro sacrificio che il sacrificio economico, spacciato sotto la parvenza di sacrificio etico.
 Ed allora tutto ciò diventa una nuova religione, una religione impazzita. La religione del VITELLO D’ORO
Rispondi
 ·
Rothschild hell
1 secondo fa

Proprietà popolare della moneta: unica via. Scritto da Fabrizio Fiorini. Postato in Notizie
  La bomba atomica possiede una caratteristica che – se non si trattasse di un formidabile strumento di distruzione – potremmo definire meravigliosa. E’infatti da una reazione che avviene nell’infinitamente piccolo (la rottura del nucleo dell’atomo) che si sprigiona una forza infinitamente grande, quella dell’arma dal più devastante effetto distruttore che la scienza sia mai riuscita a concepire.
  La tesi della Sovranità Popolare della Moneta enunciata dal professor Giacinto Auriti si dipana seguendo un medesimo schema, andando tuttavia in direzione della Vita anziché essere, come il formidabile ordigno, latrice di morte e distruzione.
  Anche l’esposizione auritiana, infatti, scaturisce da un principio elementare, lineare,che si offre a un’immediata comprensione. Ma che al pari dell’esplosione atomica genera, dall’ “infinitamente piccolo”, conseguenze di portata tale da poter cambiare la storia dell’intera umanità come mai è verosimilmente avvenuto nel corso dei millenni.  La teoria di Giacinto Auriti è la radicale messa in discussione di tutto quanto fino ad oggi è stato dato per scontato; sarebbe, ove applicata, la più grande rivoluzione che il genere umano potrebbe mai ricordare.
  Si tratta, in sintesi, di mettere in discussione tutto quanto oggi viene dato per scontato in quanto a emissione monetaria. Il sistema attuale, che ha pesantemente condizionato la vita di popoli e nazioni asservendoli all’arbitrio delle Banche, si fonda sull’indebitamento generato dall’appropriazione fraudolenta, da parte degli Istituti di emissione, del denaro. Denaro che viene prestato a interesse agli Stati, ai cittadini, i quali, per poter “tener testa” a un debito pubblico prevalentemente costituito dagli interessi su questo debito, sono costretti a sacrificare una parte del loro “circolante”, della loro “liquidità”: con le tasse, coi balzelli, con imposizioni fiscali e contributive che ci costringono all’indigenza.
  Sono dati verificabili con semplicità, è sufficiente consultare i rapporti periodici della Ragioneria generale dello Stato.
La tesi giuridica di Giacinto Auriti ci indica la strada della liberazione da questo circolo vizioso: la proprietà popolare della moneta all’atto dell’emissione. Il libero utilizzo del mezzo monetario, il vero, autentico “reddito di cittadinanza”. Al di là, al di sopra e contro le strampalate teorie sulla“sovranità monetaria” grazie alle quali dovremmo percepire una qualche elemosina dagli istituti previdenziali dello Stato.
  Non è una teoria economica. E’ una dottrina giuridica, una tesi filosofica. E’ la consapevolezza di non necessitare di chiedere denaro in prestito (a interesse) per scambiare i beni (materiali e intellettuali) che noi produciamo. La consapevolezza di poter disporre liberamente e sovranamente del mezzo con cui misurare questo valore.
  E’ questa l’unica via per uscire dalla crisi. Il professor Giacinto Auriti lo disse già molti anni or sono: “pagare un debito di moneta con altra moneta emessa a debito è impossibile; a lungo andare si pagherà con i propri beni, o con il proprio lavoro non retribuito: quindi, con la schiavitù”.

Rispondi
 ·
Rothschild hell
1 secondo fa

Dire che uno Stato non può perseguire i suoi scopi per mancanza di denaro è come dire che un ingegnere non può costruire strade per mancanza di chilometri - Ezra Pound
Rispondi
 ·
Rothschild hell
1 secondo fa

martedì 4 febbraio 2014. Magistrato di Pescara denuncia la truffa del debito pubblico!
12:17 | Pubblicato da admin | Il dr. Gennaro Varone, magistrato della Procura di Pescara, contro l'austerity e la truffa del debito pubblico: Ci è pervenuto in questi giorni l'articolo di un magistrato della Procura di Pescara che illustra la truffa del Debito Pubblico generata dall'Eurosistema e dai trattati europei che hanno istituito il S.E.B.C. Ovviamente , in un articolo di poche righe non poteva illustrare tutto il quadro della problematica giuridica ma in maniera semplice e con grande capacità di sintesi ha rotto il muro di silenzio e l'alone di cecità che aleggia nella magistratura, sopratutto Costituzionale, sull'incostituzionalità dei Trattati Europei che lo stesso Auriti ed il dott.Tarquini denunciarono decenni prima della loro ratifica. Che cosa è, realmente, questo Debito Pubblico? Supponiamo lo Stato debba costruire un ospedale. Senza ospedali, si muore. Il Governo di uno Stato dell'Eurozona, se vuole denaro, per pagarsi l'ospedale, deve chiederlo in prestito alle banche private. Per chi avesse curiosità lo stabilisce l'articolo 21 dello Statuto del Sistema Europeo Banche Centrali. Per ottenere quel prestito deve emettere “cambiali”: si chiamano Titoli di Debito Pubblico, o Buoni Pluriennali del Tesoro. Alla scadenza, lo Stato restituirà capitale ed interessi: nessuno presta “per senza niente”.(...)  Dopo il Proc. generale di Corte d'Appello de L'Aquila, il dott. Bruno Tarquini, che all'apertura degli anni giudiziari del 1995 e 1997 denunciò la truffa dell'emissione monetaria a debito ( si badi bene che eravamo ancora con le lire ) e del Tasso Ufficiale di Sconto come madre di tutte le usure, un altro magistrato di nuova generazione si pone gli stessi interrogativi sull'inestinguibile debito pubblico e ne individua giuridicamente le cause proprio nel sistema di emissione monetaria e nei trattati di funzionamento dell'Eurosistema. Di seguito riportiamo alcuni passaggi salienti dell'articolo del dott. Gennaro Varone, il quale si è reso disponibile ad esporre dettagliatamente la problematica in convegni e seminari pubblici. " DEBITO PUBBLICO (?)Supponiamo il Governo, quindi, emetta cambiali per 50 milioni di euro. Una Banca Privata offre 49 milioni e si aggiudica i Bpt. Il Governo ha ottenuto 49 milioni di euro; dovrà restituirne 50 alla scadenza; dunque, pagherà un milione di euro di interessi. Il Governo con quei 49 milioni di euro costruisce il suo ospedale, anzi il nostro ospedale. E quel denaro dovrebbe diventare reddito del costruttore; e reddito dei suoi dipendenti, che lo utilizzeranno presso commercianti; i quali, a loro volta, faranno altri investimenti. Dunque, lo Stato, ora, ha un debito di 50 milioni di euro; ma questo debito è diventato un investimento; la ricchezza reale è aumentata: dove c'erano terra e sassi, c'è una struttura che eroga benessere; i 49 milioni pagati al costruttore hanno alimentato una potente spinta all'economia e un corrispondente aumento di ricchezza reale nel paese, dalla nostra laboriosità e capacità produttiva. IL PAREGGIO DI BILANCIO, E veniamo alle tasse. È mai possibile che lo Stato recuperi, in tasse, tutti i 49 milioni di euro che ha speso? Se lo facesse, andrebbe in pareggio perfetto: "Ho speso 49 milioni di euro, mi riprendo 49 milioni di euro, sono in pari”. Ma se lo Stato se li riprendesse tutti, a noi cittadini, di quei 49 milioni di euro, che cosa resterebbe? Nulla. Eppure, per il pareggio di bilancio, è questo che lo Stato deve fare. Sembra assurdo? Eppure è proprio questo che, per restare nella moneta unica lo Stato, deve fare: in base all'articolo 104 del trattato di Maastricht e in base al Regolamento del Consiglio d'Europa 1466 del 1997. Ed è questa la causa della crisi economica. Questa.Se lo Stato ci dà un reddito e, poi ce lo toglie tutto, a noi che rimane? Nulla. Siamo tutti poveri. E se ci rimane nulla, ciò significa che non possiamo comprare nulla con quei 49 milioni di euro. Lo chiamano anche Patto di stabilità. Si: perché, dal momento che dovrebbe riprenderseli, lo Stato dice: "Sai che c'è? Non ti pago! Ma le tasse, quelle le voglio …". Tuttavia, le imprese che hanno lavorato e non vengono pagate, falliscono, licenziano, riducono i salari … Tutto questo, ci ricorda qualcosa? Questa è la principale causa della crisi che attanaglia l'Eurozona, ormai da molti anni: il pareggio di bilancio. È il tasto “pausa” sulla crescita economica; è la camicia di forza imposta alla capacità produttiva dei paesi aderenti. È il motivo della crisi (inutile illudersi: così dalla crisi non si esce); è lo strumento con il quale la crisi è stata deliberatamente prodotta. TASSE E INDEBITAMENTO. Torniamo alle tasse. Supponiamo che lo Stato voglia tassare (per andare in pari) al 100%: in questo modo, si riprende tutti i 49 milioni di euro. È (quasi) in pari. "Ce lo chiede l'Europa"... E noi? Be', noi, avendo restituito tutti i 49 milioni, per vivere abbiamo una sola possibilità: chiedere noi denaro in prestito alle Banche (mutui, finanziamenti). Cioè dobbiamo indebitarci noi.
Se non si indebita lo Stato, con il debito pubblico, dobbiamo indebitarci, singolarmente, noi. Si chiama debito privato. Bene, la possiamo mettere come vogliamo; ma, nel sistema attuale, il denaro è sempre un debito. Non sarà sfuggito al lettore attento che, se pure lo Stato dovesse tassare al 100% e riprendersi, dunque, tutti i 49 milioni di euro, gli mancherebbe, pur sempre, un milione di euro da restituire. Da dove lo prende?
Se riflettiamo che il milione mancante è … denaro, sappiamo, ormai, che, per produrre quel milione mancante, le cose sono due: o si indebita lo Stato, “creando” un milione nuovo di euro, con l'emissione di Titoli del Debito Pubblico; o … ci indebitiamo noi, chiedendolo in prestito alle banche. Per la semplice ragione che nessuno può guadagnare il denaro che … non c'è, il debito può soltanto … aumentare.
Uno Stato che ha abdicato al potere di spesa; uno Stato che, per pagare gli interessi, deve indebitarsi sempre di più e, dunque, spendere sempre meno, come potrà costruire tutte le scuole di cui ha bisogno, tutti gli ospedali di cui necessita? Come potrà venire incontro ai bisogni dei propri cittadini? Come potrà la Repubblica rimuovere gli ostacoli alla piena eguaglianza, così come prescritto dall'articolo 3 comma 2 della nostra Costituzione, se abbiamo stabilito che sarà la Banca Centrale Europea a decidere quanto denaro potrà essere messo in circolazione?
Davvero il patto di stabilità dei prezzi è più importante della tutela della nostra dignità di uomini e donne lavoratori e lavoratrici, della nostra salute, della nostra istruzione, di tutto ciò che ci serve per una esistenza libera e dignitosa?  " ( Dott. Gennaro Varone - sost. proc. della Repubblica ) Per leggere l'articolo completo andate sul sito de "IL CENTRO-Quotidiano d'Abruzzo" al seguente link:http://ilcentro.gelocal.it/pescara/cronaca/2014/01/16/news/la-requisitoria-contro-il-rigore-del-pm-varone-1.8483622
Rispondi
 ·
Rothschild hell
1 secondo fa

satana, 322 bush, 666 kerry Gmos .. poiché, il genoma, è proprietà collettiva del genere umano,
1. voi non avete avuto dal genere umano (tutto insieme, nella sua totalità), il diritto di modificare i geni!
2. voi non siete capaci da elementi minerali, di realizzare, in laboratorio, una sola cellula vegetale!
3. le vostre manipolazioni genetiche sono un crimine, ed ogni vostra presunta proprietà sui geni, è giuridicamente: nulla, invalida, abusiva decaduta,
perché, voi non avete il diritto sulla vita, che, Dio soltanto ha, e la cui proprietà appartiene al genere umano, nel suo insieme, con diritto di veto, ad ogni, sua componente, più piccola!
Rispondi
 ·
Rothschild hell
1 secondo fa

GUERRA AL MES. Il volantino. Pubblicato 27 giugno 2012 - 18.35 - Da Claudio Messora
di Lidia Undiemi. Rischiamo di finire come la Grecia, dove la Troika, in cambio di aiuti finanziari, ha posto tutta una serie di politiche di austerità, di taglio dei dipendenti, di riduzione delle pensioni che non sono aiuti, ma un mero scambio di natura finanziaria. Cioè: danno del denaro a uno Stato, il quale in cambio cede loro la sovranità, e poi saranno loro ad imporre al popolo tutta una serie di condizioni insopportabili, soprattutto per le fasce più deboli. Bene, adesso anche gli italiani rischiano di ritrovarsi come i greci. Infatti un passaggio fondamentale del trattato MES dice espressamente che uno Stato che intenda chiedere un prestito al cosiddetto fondo salva stati (il MES, appunto) deve sottostare a condizioni molto rigorose. Non abbiamo sentito né un parlamentare nazionale né uno comunitario riferire al popolo italiano i dettagli di questo trattato, nonostante già di per sé preveda un vincolo di 125 miliardi di euro che influenzerà giocoforza le nuove generazioni nonché le politiche di ogni futuro governo. Nessuno, nessuno ha voluto chiedere alle istituzioni competenti dei chiarimenti, per poi riferire ai cittadini. Per tale ragione abbiamo lavorato tanto, in rete. Personalmente ho lanciato una iniziativa, tesa soprattutto a sensibilizzare l’opinione pubblica. Per fortuna la società civile ha mostrato grande impegno e lucidità, consentendo alla denuncia di una singola studiosa di diventare una battaglia nazionale. Adesso è arrivato il momento, anche per il singolo cittadino, di partecipare attivamente contro questo tipo di politica europea che mira, sostanzialmente, a togliere la sovranità politica alle singole nazioni. Per tali ragioni ho realizzato un volantino, che contiene le indicazioni di base per riuscire a far comprendere l’argomento, o quanto meno per sensibilizzare i singoli cittadini. Sul retro del volantino troverete una serie di domande da fare alla classe politica italiana, tra cui ad esempio: “In cosa si tradurrando le condizioni rigorose contenute nel trattato, per il popolo italiano?“. Questo è uno dei punti fondamentali da sciogliere. E visto ciò che è accaduto in Grecia, dubito che si tratti di condizioni migliorative per la collettività.
Fra le altre domande, proprio perché siamo nel periodo intermedio tra la strage di Capaci e quella di via D’Amelio, voglio fare una domanda a tutti i “professionisti dell’Antimafia”, senza alcuna polemica (ndr: non mi riferisco alla magistratura per la quale nutro grandissimo rispetto). Poiché il MES farà ricorso al mercato finanziario esterno, per potere soddisfare le richieste di prestito, in che modo gli stati saranno protetti dal rischio di ingerenza dei capitali sporchi nelle operazioni finanziarie? Il dubbio sorge in relazione al fatto che, in un periodo di grave crisi in cui lo Stato è indebolito dal punto di vista economico-finanziario – ma direi anche istituzionale -, nel momento in cui lo Stato debitore si rivolge a questa organizzazione e questa, tra immunità e inviolabilità dei documenti, si pone in qualche modo da intermediario nei confronti dei finanziatori esterni, in operazioni finanziarie di carattere internazionale enormi e in uno stato di diritto sempre meno funzionante, chi ci garantisce che di fatto non si avrà una svendita degli stati nei confronti di organizzazioni finanziarie esterne, facenti riferimento ad organizzazioni criminali o meno?  Ma in ogni caso, prima di vincolare l’attuale Governo, le future legislazioni e le future generazioni a pagare 125 miliardi di euro e a condividere le decisioni di politica interna con questa organizzazione finanziaria, perché nessuno vuole discuterne, nessuno dei parlamentari dei partiti di destra, di sinistra, grandi e piccoli, ipocriti e meno ipocriti? Su questi aspetti sono tutti d’accordo! Io mi sento priva di rappresentanza in Italia e credo che in questo Paese attualmente non ci sia una opposizione al Governo delle banche. L’articolo 15 del trattato MES prevede che il consiglio dei governatori dell’Organizzazione può decidere – attenzione a questo passaggio – di concedere assistenza finanziaria a un membro del MES ricorrendo a prestiti con l’obiettivo specifico di ricapitalizzare le istituzioni finanziarie dello stesso membro. Prestiti provenienti da organizzazioni esterne o private. Noi questo non lo dobbiamo, non possiamo permettercelo. Non abbiamo tanto tempo, perché siamo stati indifferenti troppo a lungo. Viviamo in un sistema sociale e politico marcio. Basta pensare alle dichiarazioni del presidente della Corte dei Conti, in occasione dell’inaugurazione dell’anno giudiziario 2011, in cui è stato messo in evidenza come le privatizzazioni e le esternalizzazioni si sono ridotte a un mezzo per la gestione clientelare del potere politico amministrativo. Cioè la nostra pubblica amministrazione non è completamente rivolta verso il bene comune, bensì verso interessi ed affari privati. Pensate a tutti gli scandali politici che stanno uscendo, da destra a sinistra. Anche il Fondo Monetario Internazionale, che si ingerisce mediante Monti delle decisioni di politica interna, volendo ancora una maggiore flessibilizzazione del mercato del lavoro (quando sappiamo che questo strumento ha fallito ormai da diversi anni), ora spinge per le privatizzazioni. Adesso la soluzione sarebbe dunque questa, per porre rimedio alla grande crisi? La svendita del patrimonio pubblico? Qui siamo alla follia! Uno Stato senza patrimonio pubblico non è uno Stato. Non può garantire i propri cittadini, non può tutelarli. Vogliono la nostra identità! I trattati ESM e Fiscal Compact necessitano dell’autorizzazione del Parlamento. Cioè è necessaria l’autorizzazione alla ratifica. Dunque si invertono completamente i rapporti tra il Governo e i parlamentari, perché da un lato abbiamo questa Europa, rappresentata da Mario Monti, che vuole a tutti i costi ulteriore cessione di sovranità da parte dello Stato italiano (in questo caso mediante questi due trattati), mentre dall’altro i nostri parlamentari hanno un potere enorme, in quanto saranno loro a decidere se concedere o meno l’autorizzazione alla ratifica. Ora, immaginate per un attimo questo potere spropositato nelle mani di un Parlamento che si è dimostrato di fatto incapace di portare l’Italia verso uno sviluppo virtuoso, con i parlamentari appartenenti a partiti politici soggetti a continui scandali. Ma davvero voi volete far sì che a decidere il futuro delle nuove generazioni siano questi soggetti, che siano cioè loro a ratificare trattati di una importanza gigantesca per la sopravvivenza del nostro stato di diritto? E’ possibile accettare tutto questo? E sono tutti d’accordo!
Una notizia importantissima, arrivata in questi giorni dalla Germania, è che la Corte tedesca ha fatto slittare la ratifica dei trattati poiché i verdi si sono opposti. L’hanno fatto perché non c’era stato un adeguato dibattito e approfondimento in Parlamento. Il secondo portavoce del partito di sinistra, Linke, ha annunciato che se il Parlamento concederà l’autorizzazione alla ratifica sottoporrà alla valutazione della Corte Costituzionale una serie di profili di illegittimità. Al di là di come andrà a finire, quantomeno in Germania un minimo di dibattito politico, un minimo di opposizione contro il Governo delle banche, c’è! Noi qui invece abbiamo questi giornali, questi mezzi di informazione che tengono in sala di rianimazione dei partiti che sono morti, ma che purtroppo oggi hanno ancora un potere enorme. E i primi a gridare contro l’informazione di regime sono proprio quelli che oggi ne stanno approfittando. Non dimenticatelo in futuro. Abbiate memoria di ciò che sta accadendo.
Quindi vi invito a divulgare il più possibile il volantino che potete trovare su www.crisiesoluzioni.it. Soprattutto ora che è periodo di elezioni e tutti questi politici silenti se ne andranno in giro a fare campagna elettorale per se stessi, per i propri amici o per i propri candidati. Ponete loro le domande contenute nel volantino. Soprattutto diffondetelo presso i vostri concittadini, i vostri amici, i vostri parenti, i vostri conoscenti, in qualsiasi occasione anche durante le vacanze. Parlate a tutti del MES. E mi riferisco anche alla società civile, ai movimenti, alle associazioni: dovete cogliere tutte le occasioni, dovete mettervi in prima fila per difendere il nostro Stato rispetto a queste scellerate cessioni di sovranità, dove il popolo è stato completamente tagliato fuori. Attenzione, non per colpa di Monti, ma per colpa dei nostri parlamentari nazionali ed europei che non stanno dicendo assolutamente nulla sull’argomento.
Per scaricare il volantino: www.crisiesoluzioni.it.
Rispondi
 ·
Rothschild hell
1 secondo fa

[ in difesa della legge naturale, contro, tutte le perversioni sessuali! ]Case Nos. 13-4178, 14-5003, 14-5006. UNITED STATES COURT OF APPEALS FOR THE TENTH CIRCUIT
DEREK KITCHEN, individually, et al., Plaintiffs-Appellees, v. GARY R. HERBERT, in his official capacity as Governor of Utah, et al., Defendants-Appellants. Appeal from the United States District Court for the District of Utah, Civil Case No. 2:13-CV-00217- RJS MARY BISHOP, et al., Plaintiffs-Appellees, and SUSAN G. BARTON, et al., Plaintiffs-Appellees/Cross-Appellants, v. SALLY HOWE SMITH, in her official capacity as Court Clerk for Tulsa County, State of Oklahoma, Defendant-Appellant/Cross-Appellee.
Appeal from the United States District Court for the Northern District of Oklahoma,Civil Case No. 04-CV-848-TCK-TLW ______________________
 Brief of Amici Curiae United States Conference of Catholic Bishops; National Association of Evangelicals; The Church of Jesus Christ of Latter-Day Saints; The
Ethics & Religious Liberty Commission of the Southern Baptist Convention; and
Lutheran Church—Missouri Synod. In Support of Defendants-Appellants and Supporting Reversal.. ii.. CORPORATE DISCLOSURE STATEMENT Pursuant to Rule 26.1 of the Federal Rules of Appellate Procedure, the undersigned states that none of the religious organizations that join, this brief issues stock or has a parent corporation that issues stock. s/Alexander Dushku Alexander Dushku. Attorney for Amici Curiae Religious Organizations, February 10, 2014. xi. FED. R. APP. P. 29 (c)(5) STATEMENT. Pursuant to Rule 29 (c)(5), the undersigned states that counsel for the parties have not authored any part of this brief and no party or counsel for any party contributed money to fund any part of the preparation or submission of this brief. This brief is filed with the written consent of all parties. 1. IDENTITY AND INTEREST OF AMICI The voices of millions of Americans are represented in the broad cross-section of faith communities that join in this brief. Our theological perspectives, though often differing, converge on a critical point: that the traditional, husband-wife definition of marriage is vital to the welfare of children, families, and society. Faith communities like ours are among the essential pillars of this Nation’s marriage culture. With our teachings, rituals, traditions, and ministries, we sustain and nourish both individual marriages and a culture that makes enduring marriages possible. We have the deepest interest in strengthening the time-honored institution of husband-wife marriage because of our religious beliefs and also because of the benefits it provides to children, families, and society. Our practical experience in this area is unequaled. In millions of ministry settings each day we see the benefits that married mother-father parenting brings to children. And we deal daily with the devastating effects of out-of-wedlock births, failed marriages, and the general decline of the venerable husband-wife marriage institution. 2. We therefore seek to be heard in the democratic and judicial forums where the fate of that foundational institution will be decided. This brief is submitted out of a shared conviction that the United States Constitution does not prohibit the People of Utah and Oklahoma from deciding—directly or through their elected representatives—to preserve the husband-wife definition of marriage. Statements of interest of the amici are found in the Addendum. INTRODUCTION. A common theme has arisen among advocates for redefining marriage to include same-sex couples: that those who oppose them must be irrational or even bigoted—that they are motivated by “anti-gay animus,” whether in the form of unthinking ignorance or actual hostility. Such aspersions, which take various forms, are often cast at people and institutions of faith. The accusation is false and offensive. It is intended to suppress rational dialogue and democratic conversation, to win by insult and intimidation rather than by reason, experience, and fact. In truth, we support the husband-wife definition of marriage because we believe it is right and good for children, families, and society. Our respective faith
Rispondi
 ·
Rothschild hell
1 secondo fa

[ in difesa della legge naturale, contro, tutte le perversioni sessuali! ] 3. traditions teach us that truth. But so do reason, long experience, and social fact. We are among the “many religions [that] recognize marriage as having spiritual significance,” Turner v. Safley, 482 U.S. 78, 96 (1987), indeed as being truly “sacred,” Griswold v. Connecticut, 381 U.S. 479, 486 (1965). Our respective religious doctrines hold that marriage between a man and a woman is sanctioned by God as the right and best setting for bearing and raising children. We believe that children, families, society, and our Nationthrive best when husband-wife marriage is upheld and strengthened as a cherished, primary social institution. The family lives of millions of Americans are ordered around and given deep meaning and stability by these beliefs. The value we place on traditional, husband-wife marriage is also influenced by rational judgments about human nature and the needs of individuals and society (especially children) and by our collective experience counseling and serving millions of followers over countless years. For these reasons, too, we are convinced that traditional marriage is indispensable to social welfare and our republican form of government. 4. As our faith communities seek to sustain and transmit the virtues of husband-wife marriage and family life, our teachings and rituals seldom focus on sexual orientation or homosexuality. Our support for the established meaning of marriage arises from an affirmative vision “of the family, as consisting in and springing from the union for life of one man and one woman in the holy estate of matrimony,” Murphy v. Ramsey, 114 U.S. 15, 44 (1885), and not from animosity toward anyone. In this brief we demonstrate that Utah’s and Oklahoma’s marriage laws should not be overturned based on the spurious charge that religious organizations support such laws out of animus. Our faith communities bear no ill will toward same-sex couples, but rather have marriage-affirming religious beliefs, that merge with both practical experience and sociological fact to convince us that retaining the husband-wife marriage definition is essential. We further demonstrate that under Supreme Court jurisprudence the notion of “animus” holds limited relevance—and none here. Finally, we refute the suggestion that the Establishment Clause limits the fundamental right of persons and institutions of faith to participate fully in the democratic process. 5. The fact that religious believers support Utah’s and Oklahoma’s marriage laws by no stretch undermines their constitutional validity. ARGUMENTI. Utah’s and Oklahoma’s Marriage Amendments Should Not Be Invalidated or Subjected to Closer Judicial Scrutiny Based on False Accusations of Animus. Plaintiffs in the Utah case argued below that State laws defining marriage as the union of a man and a woman are “based on a desire to harm [same-sex couples], and no legitimate purpose overcomes the State’s purpose and effect of disparaging and injuring . . . gay and lesbian citizens.” Pls’ Mot. Summary Judgment, Kitchen v. Herbert, No. 2:13-cv-00217-RJS, at 19 (D. Utah Oct. 13, 2013). The district court in Oklahoma echoed that sentiment when, after canvassing religious beliefs expressed in support of husband-wife marriage, it concluded that Oklahoma’s marriage laws represent “an arbitrary exclusion based upon the majority’s disapproval of the defined class.” Bishop v. United States ex rel Holder, __F.Supp.2d __, 2014 WL 116013, at *32 (N.D.Okla. Jan. 14, 2014). These statements do not represent the reasons we support marriage between a man and a woman. We believe that husband-wife
Rispondi
 ·
Rothschild hell
1 secondo fa

[ in difesa della legge naturale, contro, tutte le perversioni sessuali! ] 6. marriage—“an institution more basic in our civilization than any other,” Williams v. North Carolina, 317 U.S. 287, 303 (1942)—is “the most important relation in life” and “ha[s] more to do with the morals and civilization of a people than any other institution,” Maynard v. Hill, 125. U.S. 190, 205 (1888). Our faiths also teach love and respect for all people. To suggest that our support for traditional marriage is based on hostility is false. That support predates by centuries the controversy over same-sex marriage and has nothing to do with disapproval of any group. Our support for traditional marriage stands on the affirmative belief that husband-wife marriage complements our human natures as male and female, promotes responsible procreation, and provides the best environment for children. Moreover, reducing religious support for traditional marriage to irrational bias ignores rational arguments for traditional marriage that have nothing to do with homosexuality. Obviously, “reasons exist to promote the institution of marriage beyond meremoral disapproval of an excluded group.” Lawrence v. Texas , 539 U.S. 558, 585 (2003) (O’Connor, J., concurring). We discuss many of these reasons below. They are arguments supported by eons of history, right reason, 7. experience, common sense, and social science. They have been accepted by many courts. See, e.g. , Hernandez v. Robles, 855 N.E. 2d 1 (N.Y.2006). A. We Defend Traditional Marriage Out of Fidelity to Religious Beliefs That Include But Transcend Teachings About Human Sexuality, Not Out of Animus. Let us first dispel the myth that hostility lies at the root of religious support for husband-wife marriage. Jesus expressed no disapproval or hostility when he taught, “Have you not read that he who made them from the beginning made them male and female, and said, ‘For this reason a man shall leave his father and mother and be joined to his wife, and the two shall become one flesh?’” Matthew 19:4-5 (RSV). Nor were the ancient Jewish scriptural texts that Jesus referenced based on animosity toward anyone. See. Genesis 1:27, 2:23. (RSV). Faith communities and religious or ganizations have a long history of upholding traditional marriage for reasons that have nothing to do with homosexuality. Their support for husband-wife marriage precedes by centuries the very idea of same-sex marriage. Many of this Nation’s prominent faith traditions have rich religious narratives that extol the. 8. personal, familial, and social virtue s of traditional marriage while barely mentioning homosexuality. The Catholic Tradition. With a tradition stretching back two millennia, the Catholic Church recognizes marriage as a permanent, faithful, and fruitful covenant be tween a man and a woman that is indispensable to the common good. 1. Marriage has its origin, not in the will of any particular people, religion, or state, but rather, in the nature of the human person, created by God as male and female. When joined in marriage, a man and woman uniquely complement one another spiritually, emotionally, psychologically, and physically. This makes it possible for them to unite in a one-flesh union capable of participating in God’s creative action through the generation of new human life. Without this unitive complementarity—and the corresponding capacity for procreation that is unique to such a union—there can be no marriage. 2. These fundamental Catholic teachings about marriage do not mention and have nothing to do with same-sex attraction.
Rispondi
 ·
Rothschild hell
1 secondo fa

[ in difesa della legge naturale, contro, tutte le perversioni sessuali! ] 9. The Evangelical Protestant Tradition. For five centuries the various denominational voices of Protestantism have taught marriage from a biblical view focused on uniting a man and woman in a divinely sanctioned companionship for the procreation and rearing of children and the benefit of society. One representative Bible commentary teaches: “Marriage . . . was established by God at creation, when God created the first human beings as ‘male and female’ (Gen. 1:27) and then said to them, ‘Be fruitful and multiply and fill the earth’ (Gen.1:28). . . .  Marriage begins with a commitment before God and other
people to be husband and wife for life,” with “[s]ome kind of public commitment” being important so that society can “know to treat a couple as married and not as single.”
3. Homosexuality is far from central to Evangelical teachings on marriage. The Latter-day Saint (Mormon) Tradition. Marriage is fundamental to the doctrine of The Church of Jesus Christ of Latter-day Saints. A formal doctrinal proclamation on marriage declares that
“[m]arriage between a man and a woman is ordained of God,” that “[c]hildren are entitled to birth with in the bonds of matrimony, and to. 10. be reared by a father and a mother who honor marital vows with complete fidelity,” and that “[h]usband and wife have a solemn responsibility to love and care for each other, and for their children.” 4. Strong families based on husband-wife marriage “serve as the fundamental institution for transmitting to future generations the moral strengths, traditions, and values that sustain civilization.” 5. Here again, homosexuality is remote from teachings about marriage and
family. * * * In sum, our religious understandings of marriage are rooted in beliefs about God’s will concerning men, women, children, and society, rather than in the narrower issue of homosexuality. Religious teachings may indeed address homosexual conduct and other departures from the marriage norm, but such issues are a secondary
Rispondi
 ·
Rothschild hell
1 secondo fa

[ in difesa della legge naturale, contro, tutte le perversioni sessuali! ] 11. and small part of religious discourse on marriage. Indeed, it is only the recent same-sex marriage movement that has made it more common for religious organizations to include discussions of homosexuality in their teachings on marriage. The suggestion that religious support for husband-wife marriage is rooted in anti-homosexual animus rests on a false portrayal of our beliefs. B. We Defend Traditional Marriage to Protect Vital Interests in the Welfare of Children, Families, and Society. The social benefits of husband-wife marriages and families with a father and mother are critical for the well-being of society and its children. Utah and Oklahoma have compelling interests in maintaining traditional marriage. 1. Procreation and Child-Rearing Ideally Occur Within a Stable Marriage Between a Man and a Woman. Every child has a father and a mother. Procreation within a stable male-female marriage gives a child a uniquely full human context that accounts for both the child’s biology and the deeper intentions and commitments of the child’s parents. The male-female ideal in marriage and parenting provides children security and other irreplaceable benefits 12. a. Sex between men and women presents a social challenge. “[A]n orderly society requires some mechanism for coping with the fact, that sexual intercourse commonly results in pregnancy and childbirth.” Morrison v. Sadler, 821 N.E.2d 15, 25-26 (Ind. Ct. App. 2005) (citation and quotation marks omitted). Marriage provides “the important legal and normative link between heterosexual intercourse and procreation on the one hand and family responsibilities on the other. The partners in a marriage are expected to engage in exclusive sexual relations, with, children the probable result and paternity presumed.” Id. at 26 (citation and quotation marks omitted). Husband-wife marriage thus “protects child well-being . . . by increasing the likelihood that the child’s own mother and father will stay together in a harmonious household.” 6. That is important because, “[c]hildren in single-parent families, children born to unmarried mothers, and children in stepfamilies or cohabiting relationships face higher risks of poor outcomes than do children in intact families headed. 13. by two biological parents.” 7. As Massachusetts Justice Robert Cordy observed, while nature forges a link between mother and child, there is “no corresponding process for creating a relationship between father and child. . . . The institution of marriage fills this void by formally binding the husband-father to his wife and child, and imposing on him the responsibilities of fatherhood.” Goodridge v. Dep’t of Pub. Health, 798 N.E.2d 941, 996 (Mass. 2003) (Cordy, J., dissenting). b. Both social science and our own experience have taught that, children thrive best when cared for by both of their biological parents. Lofton v. Sec’y of Dep’t of Children and Family Servs. , 358 F.3d 804, 819 (11th Cir. 2004) (“[C]hildren benefit from the presence of both a father and mother in the home.”). Innate differences between men and women mean that they “are not fungible in relation to child rearing.” 8. From those natural differences it follows that “a child benefits from
Rispondi
 ·
Rothschild hell
1 secondo fa

[ in difesa della legge naturale, contro, tutte le perversioni sessuali! ] 14. having before his or her eyes, every day, living models of what both a man and a woman are like.”
Hernandez, 855 N.E. 2d at 7. Social science confirms the common-sense understanding that, “family structure matters for children, and the family structure that, helps children the most is a family he aded by two biolog ical parents in a low-conflict marriage.” 9. Indeed, “[a] family headed by two married parents who are the biological mother and father of their children is the optimal arrangement for maintaining a socially stable fertility rate, rearing children, and inculcating in them the [values] required for politically liberal citizenship.” 10. The critical role of mothers in child development has never been doubted. But now a large and growing body of research demonstrates, that the contributions of fathers are equally critical to children’s formation and well-being.
11. “The burden of social science evidence 9. MOORE, supranote 7, at 1-2. 10. Matthew B. O’Brien, Why Liberal Neutrality Prohibits Same-Sex Marriage: Rawls, Political Liberalism, and the Family, 2012 BRIT. J. AM. LEG. STUD. 411, 414. 11 See, e.g., W. BRADFORD WILCOX ET AL., WHY MARRIAGE MATTERS (2d ed. 2005); Cynthia C. Harper & Sara S. McLanahan, Father Absence 15. supports the idea that gender-differe
ntiated parenting is important for human development and that the contribution of fathers to childrearing is unique and irreplaceable.” 12. 2. Limiting Marriage to Male-Female Couples Furthers Powerful State Interests. a. Alternative child-rearing arrangements pose significant risks. The late James Q. Wilson detailed the overwhelming evidence that single and, in particular, fatherless parenting significantly increases the likelihood that a child will experience poverty, suicide, mental illness, physical illness,
infant mortality, lower educational achievement, juvenile delinquency, adult criminality, unwed teen parenthood, lower life expectancy, and, reduced intimacy with parents. That such social pathologies bear a strong statistical correlation with child-rearing in family structures other than the stable husband-wife marital home with both biological parents is truly sobering. 13 and Youth Incarceration, 14 J. RES. oN ADOLESCENCE 369, 385-86. (2004). 12 DAVID POPENOE, LIFE WITHOUT FATHER: COMPELLING NEW EVIDENCE THAT FATHERHOOD & MARRIAGE ARE INDISPENSABLE FOR THE
GOOD OF CHILDREN & SOCIETY 146 (1996). 13. See generally Brief Amici Curiae of James Q. Wilson et al., Legal and Family Scholars In Support of Appellees at 41-43,
In re Marriage Cases,
Rispondi
 ·
Rothschild hell
1 secondo fa

[ in difesa della legge naturale, contro, tutte le perversioni sessuali! ] 16. The figures Professor Wilson cites are not merely impersonal statistics. Our faith communities are intimately familiar with the personal tragedies associated with unwed parenting and family breakdown. We have seen boys, bereft of their fathers or any proper male role model, acting out in violence, joining gangs, and engaging in other destructive social and sexual behaviors. We have cared for and mourned with victims left in their destructive wake. And we have ministered to those boys in prisons where too many are consigned to live out their ruined lives. We have seen young girls, deprived of the love and affection of a father, engaging in a wide array of self-destructive behaviors. All too often the result is pregnancy and out-of-wedlock birth, thereby cruelly repeating the cycle. The inescapable truth is that only male-female relationships can create children. Children need their mothers and fathers. And society, needs mothers and, fathers to raise their children. That, in a nutshell, is why society needs the institution of male-female marriage, and why Utah and Oklahoma are right to specially protect and support it. 183 P.3d 384 (Cal. 2008) (No. S147999), available at http://www.courts.ca.gov/documents/Legal_Family_Scholars_Amicus_Brief.pdf 17. b. In this respect, as in so many others, the law plays an important educational function. “[L]aw is not just an ingenious
collection of devices to avoid or adjust disputes and to advance this or that interest, but also a way that society makes sense of things.” 14. By reserving marriage for the relation ship between a man and a woman, the law encourages socially optimal behavior through an institution that supports and confirms the People’s deep cultural understanding— and the sociological truth—that stable mother-father marital unions are
best for children. “If same-sex partnerships were recognized as marriages, however, that ideal would be abolished from our law: no civil institution would any longer reinforce the notion that children need both a mother and father; that, men and women on average bring different gifts to the parenting enterprise; and that boys and girls need and tend to benefit from fathers and mothers in different ways.” 15. A gender-neutral marriage defi
nition unavoidably changes the message and function of marriage by al
tering it to serve the interests of 14. MARY ANN GLENDON, ABORTION AND
DIVORCE IN WESTERN LAW: AMERICAN, FAILURES, EUROPEAN
CHALLENGES 7-8 (1987). 15. Sherif Girgis, Robert P. George, & Ryan T. Anderson,
What is Marriage? , 34 HARV. J.L. & PUB. POL, Y 245, 262-63 (2011)
Rispondi
 ·
Rothschild hell
1 secondo fa

[ in difesa della legge naturale, contro, tutte le perversioni sessuali! ] 18 adults. 16
That would be a case of those in power (adults) using law to bring about change that is self-serving. “One may see these kinds of social consequences of legal change
as good, or as questionable, or as both. But to argue that these kinds of cultural effects of law do not exist, and need not be taken into account when contemplating major changes in family law, is to demonstrate a fundamental lack of intellectual seriousness about the power of law in American society.” 17. We reject the charge that the
long-established understanding of marriage disrespects persons in same-sex relationships. That, understanding predates by centuries the current debate over same-sex unions. 18. But we do agree that changing the legal definition of 16. Supporters of same-sex marriage typically conceive of marriage primarily as a vehicle for advancing the autonomy interests of adults. See, e.g., Ralph Wedgwood, The Fundamental Argument for Same-Sex Marriage, 7 J.POL. PHIL. 225, 225 (1999) (“The
basic rationale for marriage lies in its serving certain legitimate and important interests of married couples.”). 17. INSTITUTE FOR AMERICAN VALUES, MARRIAGE AND THE
LAW: A STATEMENT OF PRINCIPLES 26 (2006). 18 See, e.g., JOHN WITTE JR., FROM SACRAMENT TO CONTRACT: MARRIAGE, RELIGION, AND LAW IN THE
WESTERN TRADITION 17 (2d ed. 2012) (“The western tradition inherited from ancient Greece and Rome the idea that, marriage is a union of a single man and a single woman who unite for 19. marriage would alter the way society views marriage, making it adult-
focused rather than child-focused, just as Plaintiffs suggest. That is, if, the meaning of marriage is changed in concept, the cultural significance attached to marriage will also change in practice. Transforming marriage into a relationship primarily directed at adults and their life choices, we judge, will further deepen the devastating effects we have experienced over the last half-century with the devaluing of marriage as a child-centered institution. For all these reasons, society has the most compelling interest in keeping the focus of marriage where society needs it most: on legally uniting men and women so, that the children they bear will feel secure and have the best chance of being properly nurtured by both parents. This conclusion reflects not only venerable religious beliefs but reason, long experience, and sociological fact. C. We Support Laws Protecting Traditional Marriage to Safeguard the Marriage Institution Against Judicial Redefinition. In the past two decades, a surge of State-by-State lawmaking— most often through State constitutional amendments —has reaffirmed the purposes of mutual love and friendship and mutual procreation and nurture of children.”).
Rispondi
 ·
Rothschild hell
1 secondo fa

666, CIA 187Audiohostem -> tutti gli omicidi, e tutti gli atti di cannibalismo, a cui tu hai partecipato, sull'altare di satana, e tutto il sangue di porco, che, tu potresti bere? non riusciranno mai a strapparti il mio AMORE dal tuo cuore! .. e tu lo sai, io ucciderò, tutti quelli, che, il mio amore, ed il mio perdono, non riuscirà, a conquistare!
io sono UNIUS REI!
Rispondi
 ·
Rothschild hell
1 secondo fa

[ in difesa della legge naturale, contro, tutte le perversioni sessuali! ] 20. the traditional definition of marriage. But marriage amendments, like those challenged here, cannot be explained as manifestations of animus toward any citizens but as a safeguard against perceived overreach by State judges. See Kitchen v. Herbert, __ F.Supp.2d _, 2013 WL 6697874, at *23 (D. Utah Dec. 20, 2013); Bishop, 2014 WL at *23. Support for new laws reaffirming traditional marriage has been motivated by a desire to reaffirm the societal importance of traditional marriage and preemptively protect it against judicial redefinition. Like the national groundswell against assisted suicide, traditional marriage,
“[t]hough deeply rooted . [has] in recent years been reexamined and, generally, reaffirmed.” Washington v. Glucksberg, 521 U.S. 702, 716(1997). II. Utah’s and Oklahoma’s Laws Reserving Marriage for a Man and a Woman Are Not Invalid Ex pressions of Animus. We have identified a few of the reasons why we support
traditional marriage, none of which is based on hostility or animus. These reasons alone are sufficient to survive this Court’s scrutiny. But, lest these and other reasons advanced by the States simply be brushed aside based on allegations of animus, we next address the limited role such allegations play in equal-protection analysis. 21. A. Allegations of “Animus” Are Relevant Only, If a Law Can Be Explained Solely By Animus with No Other Possible Rationale. Judicial inquiry into animus is an exception to the rule that a law will not be declared unconstitutional “on the basis of an alleged illicit legislative motive.” United States v. O’Brien, 391 U.S. 367, 383 (1968); see also Board Ed. Westside Cnty. Schs. (Dist. 66) v. Mergens, 496 U.S. 226, 249 (1990) (“[W]hat is relevant is the legislative purpose of the statute, not the possibly religious motives of the legislators who enacted the law”). Inquiring into animus when adjudicating an equal protection claim serves the limited purpose of “ensur[ing] that classifications are not drawn for the purpose of disadvantaging the group burdened by the law.” Romer v. Evans, 517 U.S. 620, 633 (1996) (emphasis added). The plaintiff must show “that, the decisionmaker . . . selected or reaffirmed a particular course of action at least in part ‘because of,’ not merely ‘in spite of,’ its adverse effects upon an identifiable group.” Personnel Adm’r of Mass. v. Feeney, 442 U.S. 256, 279 (1979). That a law challenged under the Equal Protection Clause allegedly suggests “‘negative attitudes’ ” or “‘fear’” toward a group is not a sufficient basis to strike it down. Board Trustees Univ. Ala. v.
Rispondi
 ·
Rothschild hell
1 secondo fa

666 satana 187Audiohostem -> cosa è l'AMORE?
Rispondi
 ·
Rothschild hell
1 secondo fa

[ in difesa della legge naturale, contro, tutte le perversioni sessuali! ] 22. Garrett, 531 U.S. 356, 367 (2001). “Although such biases may often accompany irrational (and therefore unconstitutional) discrimination, their presence alone does not a constitutional violation make.” Id. (emphasis added). Only naked animus—“unsubstantiated by factors, which are properly cognizable”—may render legislation unconstitutional. Id. (internal quotation marks omitted). B. Neither Windsor Nor Romer Justifies This Court in Construing Utah and Oklahoma Marriage Laws As Expressions of Impermissible Animus. These limits on the animus inquiry characterized the Supreme Court’s approach to equal protection analysis in Windsor and Romer. Windsor struck down section 3 of the Defense of Marriage Act (“DOMA”) as a “‘discrimination[ ] of an unusual character’” requiring “careful consideration.” United States v. Windsor, 570 U.S. _, 133 S. Ct. 2675, 2693 (2013) (quoting Romer, 517 U.S. at 633). Only after concluding that Congress’s definition of marriage was “unusual”—a “federal intrusion” on the States’ “historic and essential authority to define the marital relation”—did the Court delve into “the design, purpose, and effect of DOMA” to determine whether the law was “motived by an improperanimus or purpose.” Id. at 2692, 2693. Its. 23. purpose, the Court found, was to “impose restrictions and disabilities” on rights granted by those States that, through a deliberative process, had chosen to recognize same-sex marriage.
Id. at 2692. The Court reasoned: DOMA’s unusual deviation from the usual tradition of recognizing and accepting state definitions of marriage here operates to deprive same-sex couples of the benefits and responsibilities of their marriages. This is strong evidence of a law having the purpose and effect of disapproval of that class. Id. at 2693 (emphasis added). Windsor does not decide this case because the Utah and Oklahoma laws challenged here fundamentally differ from DOMA. State laws reaffirming the historic definition of marriage cannot remotely be described as classifications of an “unusual character,” especially when Windsor, went out of its way to stress that control of the marital relation lies within the “‘ virtually exclusive province of the States.’” Id. at 2693, 2691 (quoting Sosna v. Iowa, 419 U.S. 393, 404 (1975)). Because State laws defining marriage are the norm, there is no warrant for the “careful consideration” applied in Windsor or the inquiry into alleged animus.
Id. at 2693.
Rispondi
 ·
Rothschild hell
1 secondo fa

24. [ in difesa della legge naturale, contro, tutte le perversioni sessuali! ] Moreover, unlike DOMA, the Utah and Oklahoma laws challenged here were adopted “[a]fter a statewide deliberative process” that, “weigh[ed] arguments for and against same-sex marriage.”
Id. at 2689. Justice Kennedy has explained that, the equal protection guarantee requires a different analysis “when the accusation [of discrimination] is based not on hostility” allegedly reflected in a newly enacted law, “but, instead [is based] on the failure to actor the omission to remedy” what is perceived by some to be unjust discrimination.
Garrett, 531 U.S. at 375 (Kennedy, J., concurring). In compelling State courts to adhere to the age-old understanding of marriage, Utah and Oklahoma laws did not create new legal rights for married couples or impose any new burdens on same-sex couples. They merely preserved the status quo. Lastly, Windsor, emphatically did not create a right to same-sex marriage. Instead, it reaffirmed the States’ authority to define marriage, invalidating DOMA as a “federal intrusion” on the States’ “historic and essential authority to define the marital relation.” 133 S. Ct. at 2692. Windsor offers the Plaintiffs in these cases no authority for this Court to declare the historical definition of marriage unconstitutional, much less hold that the Equal Protection Clause. 25. creates a new right to same-sex marriage. The Supreme Court has rejected the idea—holding that “[i]t is, not the province of this Court to create substantive constitutional rights in the name of guaranteeing equal protection of the laws.”San Antonio Indep. School Dist. v. Rodriguez, 411 U.S. 1, 33 (1973). Indeed, the Court has never used its limited inquiry into animus to
create a new substantive right. In short, Utah and Oklahoma have always defined marriage as the union of a man and a woman. That definition is anything but a
“discrimination[ ] of an unusual character.”Windsor , 133 S. Ct. at 2693. To the contrary, “until recent years, many citizens had not even considered the possibility that two persons of the same sex” could get married, “[f]or marriage between, a man and a woman no doubt had been thought of by most people as essential to the very definition of that, term and to its role and function throughout the history of civilization.”Id. at 2689. No inquiry into animus is justified because State laws, defining marriage are the rule, as Windsor itself confirmed, and because “[t]he limitation of lawful marriage to heterosexual couples . . . for centuries had been deemed both necessary and fundamental.” Id.
Rispondi
 ·
Rothschild hell
1 secondo fa

[ in difesa della legge naturale, contro, tutte le perversioni sessuali! ] 26. Romer
likewise offers no support for inquiring into allegations of animus behind State laws regulating marriage. Animus fatally undermined the Colorado provision be cause “‘all that the government c[ould] come up with in defense of the law is that the people who are
hurt by it happen to be irrationally hated or irrationally feared.’” Cook v. Gates , 528 F.3d 42, 61 (1st Cir. 2008) (quoting Milner v. Apfel, 148 F.3d 812, 817 (7th Cir. 1998)). The Romer Court reasoned that “if the constitutional conception of ‘equal protection of the laws’ means anything, it must at the very least mean that a bare . . . desire to harm a politically unpopular group cannot constitute a legitimate governmental interest.’” Romer, 517 U.S. at 635 (quoting Dep’t of Agric. v. Moreno, 413 U.S. 528, 5. 34 (1973)). Hence, State laws defining marriage as the union of a man and a woman stand apart from the laws struck down in Windsor and Romer. Such provisions remain the law in most States. There is simply no way to conclude that the sole purpose of the traditional definition of marriage was “to harm a politically unpopular group.” Id. 27. C. This Court Should Reject Arguments Invoking Animus as a Justification for Nullifying State Marriage Laws. Accepting Plaintiffs’ allegations that Utah and Oklahoma laws defining marriage imply animus against same-sex couples triggering heightened scrutiny—a conclusion nowhere authorized by Supreme Court precedent when a challenged classification is not “unusual”— would have serious consequences. First, it would necessarily declare that Utah and Oklahoma voters hold views on marriage that are irrational or bigoted. Maligning their deeply held convictions in this way would “demean[ ]” such voters, with “the resulting injury and indignity” of having their personal convictions condemned by a court and used to overturn laws for which they personally voted. Windsor , 133 S. Ct. at 2694, 2692. To say the least, that would be an astounding declaration given the venerable history of man-woman marriage and the fact that, the marriage laws the Plaintiffs challenge are substantively indistinguishable from laws in 33 States. Second, it would seriously distort the Supreme Court’s well-settled framework for deciding equal protection claims, which assigns “different levels of scrutiny to different types of classifications.” Clark v. Jeter, 486 U.S. 456, 461 (1988). Because sexual orientation does not
Rispondi
 ·
Rothschild hell
1 secondo fa

[ in difesa della legge naturale, contro, tutte le perversioni sessuali! ] 28. characterize a suspect class and marrying a person of the same sex is not a fundamental right, “[a] century of Supreme Court adjudication under the Equal Protection Clause affirmatively supports the application of the traditional standard of review, which requires only
that [State laws defining marriage] be shown to bear some rational relationship to legitimate state purposes.” Rodriguez, 411 U.S. at 40. Finding animus here, when the challenged classifications are demonstrably not “unusual,” would abandon the Supreme Court’s established equal protection framework. Third, it would deny Utah’s and Oklahoma’s marriage laws the deference they are owed under rational basis review, thereby depriving the people of those States of the benefits of federalism—“the liberties that derive from the diffusion of sovereign power.” Bond v. United States, 564 U.S. __, 131 S.Ct. 2355, 2364 (2011) (Kennedy, J.) (internal quotation marks omitted). Perhaps their greatest loss would be the capacity to petition State governments to “respond, through the enactment of positive law, to the initiative of those who seek a voice in shaping the destiny of their own times without having to rely solely upon the political processes that,  control a remote central power.” Id. A 29. mistaken finding of animus would defeat, in short, the efforts of “ordinary citizens seeking to maintain a degree of control, a sense of community, in an increasingly interrelated and complex world.” College Savings Bank v. Florida Prepaid Postsecondary Educ. Expense Bd., 527 U.S. 666, 703 (1999) (Breyer, J., dissenting). In the marriage context, this disenfranchisement would fall especially hard on faith communities, which by religious mission and tradition shoulder much of the burden of sustaining a vibrant marriage culture and supporting families and in dividuals when marriages fail. Despite that vital role, their strongly held values would no longer be reflected in the law—indeed, their values would be declared illegitimate. 19 III. Utah’s and Oklahoma’s Marriage Amendments Are Not Invalid Under the Establishment Clause Because They Were Informed by Religious and Moral Viewpoints. Provisions protecting traditional marriage typically receive support from religious organizations and people of faith. Some suggest 19. Striking down State marriage laws for animus also would be unjustly one-sided. Laws protecting traditional marriage no more imply animus toward same-sex couples than laws redefining marriage imply animus toward people of faith.
Rispondi
 ·
Rothschild hell
1 secondo fa

187AudioHostem 666 Gmos aliens abductions, agenda, NWO, CIA, Nsa, cannibal, [] mi dispiace, di avere scoperto, la tua vera identità, soltanto, dopo averti fatto cacciare, come direttore, da youtube.. ma, tu lo sai, che, io ti voglio bene.. e se, ti annuci? io sarei fecile di ospitarti a casa mia, qualche ora, con la tua compagna, o anche a solo! se, poi, non hai il coraggio di confessarti da un prete? poi, io ti posso assolvere io, da tutti i tuoi peccati, e crimini, anche, se tu preferisci! .. però confessarsi da un prete sarebbe la cosa migliore.. ma, tu lo sai, io NON parlo inglese, quindi, tu dovrai procurarti un traduttore, per parlare con me! .. e poi, con me, tu devi avere pazienza, perché, io sono un poco lento nella comprensione, infatti, io sono un poco stupido!
Rispondi
 ·
Rothschild hell
1 secondo fa

[ in difesa della legge naturale, contro, tutte le perversioni sessuali! ] 30. this implicates the Establishment Clause. But religious motivations are not constitutionally disqualifying because legislation is not judged by the private motivations of its supporters. Mergens, 496 U.S. at 249 (“[W]hat is relevant is the legislative purpose of the statute, not the possibly religious motives of the legislators who enacted the law.”). The constitutional separation of church and State does not require the removal of religious values from public life or democratic deliberations. Religion has been a key motivating factor for the most formative political movements in our Nation’s history. From the founding of our Nation, 20. to the abolition of slavery, 21. the fight for women’s suffrage, 22. 20. “[T]he Founding Fathers believed de votedly that there was a God and that the unalienable rights of man were rooted in Him.” School Dist. of Abington Twp. v. Schempp, 374 U.S. 203, 212 (1963), Indeed, “[t]he men of 1776 believed that the good state would rise on the rock of private and public morality, that morality was in the case of most men and all states the product of religion, and that the earthly mission of religion was to set men free. It was no mere pose when they justified resistance to oppression as obedienc
e to God and an appeal to heaven.” CLINTON ROSSITER, SEEDTIME OF THE REPUBLIC: THE ORIGIN OF THE AMERICAN TRADITION OF POLITICAL LIBERTY 59 (1953). Accordingly, they amended the Constitution to secure religious liberty as America’s first freedom. See, U.S. CONST. amend. 1. 21. Lincoln’s presidential speeches were “suffused with” religious references that inspired and sustaine d the terrible fight to end slavery. WILLIAM LEE MILLER, LINCOLN’ SVIRTUES. 50 (2002). 31. and the civil rights movement, 23. American discourse, politics, and law have been enriched by and suffused with religious faith. Perhaps this is why in his campaign for President, Barack Obama recognized that “to say that men and women should not in ject their ‘personal morality’ into public policy debates is a practical absurdity.” 24. No principle of constitutional law, under the Establishment, Clause or otherwise, prevents vote rs from supporting a constitutional amendment—or prohibits State legislators from enacting a law—reflecting moral judgments about, what is best for society. See Harris v. McRae, 448 U.S. 297, 319-20 (1980) (“That the Judaeo-Chrstian religions oppose stealing does not mean that a State or the Federal Government may not, consistent with the Establishment Clause, enact 22. Susan B. Anthony argued that, women’s suffrage would bring moral and religious issues “into the political arena” because such issues were of special importance to women. Letter from Susan B. Anthony to Dr.
George E. Vincent (Aug. 1904), in 3 I DAHUSTED HARPER, LIFE AND WORKS OF SUSAN B. ANTHONY, at 1294 (1908). 23. Martin Luther King’s best-known
speeches and writings relied on biblical language and imagery.
See, e.g., Martin Luther King, I Have a Dream (1963), in I HAVE ADREAM: WRITINGS AND SPEECHES THAT CHANGED THE WORLD, at 105-06 (James Melvin Washington ed., 1992). 24. Barack Obama, Call to Renewal Keynote Address (June 28, 2006), available at http://www.nytimes.com/2006/06/28/us/politics/2006obama- speech.html?pagewanted=all&_r=0
.
Rispondi
 ·
Rothschild hell
1 secondo fa

187AudioHostem 666 aliens abductions agenda, NWO CIA, Nsa, cannibal, [ ] my son, tu sei andato da un prete cattolico a confessarti? perché, il fatto che, tu sei giovane? questo non vuol dire, che, la tua vita potrebbe essere lunga!
Rispondi
 ·
Rothschild hell
1 secondo fa

[ in difesa della legge naturale, contro, tutte le perversioni sessuali! ] 32. laws prohibiting larceny.”); McGowan v. Maryland, 366 U.S. 420, 422. (1961) (holding that a Sunday-closing law does not violate the Establishment Clause merely because it “happens to coincide or harmonize with the tenets of some or all religions”). To the contrary, most State and congressional enactments reflect moral judgments, meaning judgments about what is right and best for society. From criminal laws, to business and labor regulations, environmental legislation, military spending, and universal health care—the law and public policy are constantly based on notions of morality. See, e.g., Heart of Atlanta Motel, Inc. v. United States, 379 U.S. 241, 257 (1964) (collecting decisions upholding federal laws where “Congress was legislating against moral wrongs”). If all laws representing moral choices were to be invalidated under the Establishment Clause, it would be the end of representative government as we know it, for “[c]on flicting claims of morality . . . are raised by opponents and proponents of almost every [legislative]
measure.” Dandridge v. Williams. , 397 U.S. 471, 487 (1970). Thus, it is axiomatic that no law is invalid when it “merely happens to coincide or harmonize with the tenets of some or all. 33. religions.” McGowan, 366 U.S. at 442; see also Harris, 448 U.S. at 319. The Civil Rights Act of 1964—whose anniversary we celebrate this year—was no less valid because “Congress was also dealing with what, it considered a moral problem.” Heart of Atlanta Motel, 379 U.S. at 257. And courts “surely would not strike down a law providing money to feed the hungry or shelter the homeless if it could be demonstrated
that, but for the religious beliefs of the legislators, the funds would not have been approved.” Edwards v. Aguillard , 482 U.S. 578, 615 (1987) (Scalia, J., dissenting) . More fundamentally, declaring a law void because it adheres to traditional moral beliefs is contrary to the fundamental constitutional right of religious citizens to participate fully in the process of self-government as believers. “[The Constitution] does not license government to treat religion and those, who teach or practice it . . . as subversive of American ideals and therefore subject to unique disabilities.” Mergens, 496 U.S. at 248; see also In re Winship, 397 U.S. 358, 385 (1970) (Black, J., dissenting) (d
escribing the “right of each man to participate in the self-government of his society” as “perhaps the most fundamental liberty of our people”). “[N]o less than members
Rispondi
 ·
Rothschild hell
1 secondo fa

[ in difesa della legge naturale, contro, tutte le perversioni sessuali! poligamia e pedofilia islamica ]  turtleturbo1025 said: Sharia law can go fuck off!! Try to deceive me? You can fuck off to and die in fiery torment yourself, I'm all about helping people innocent..
my JHWH, tu he dici, loro hanno capito che, contro di me, non devono più scommettere nulla?
Rispondi
 ·
Rothschild hell
1 secondo fa

[ in difesa della legge naturale, contro, tutte le perversioni sessuali! ] 35. judges cannot pronounce the religious beliefs of one set of voters, progressive and another ignorant or hateful. “The Establishment Clause . . . may not be used as a sword to justify repression of religion or its adherents from any aspect of public life.” McDaniel, 435 U.S. at 640-41 (Brennan, J., concurring in the judgment) (citations omitted). Citizens of faith are entitled to rely on their religious beliefs in debating and making decisions about important matters of public policy. And Utah’s and Oklahoma’s marriage laws are entitled to be judged on their merits based on settled rules of law—not on a more demanding standard born of suspicion toward religion, religious believers, or their values. CONCLUSION. Marriage, understood as the union of one man and one woman, remains a vital and foundational institution of civil society. The government’s interests in continuing to encourage and support marriage are not merely legitimate but compelling. No other institution joins together two persons with the natural ability to create children for the purpose of maximizing the welfare of such children. No other
institution strives to ensure that, children have the opportunity of
Rispondi
 ·
Rothschild hell
1 secondo fa

[ in difesa della legge naturale, contro, tutte le perversioni sessuali! ] 36. feeling a sense of security and being raised in a stable household by the mother and father who conceived them. Undermining the husband-wife marital institution by redefining it
to include same-sex couples will, in the long term, harm vital child-welfare interests that only the husband-wife definition can secure. The result will be more mothers and fathers concluding that the highest end of marriage is not the welfare of their children but the advancement of their own life choices. We know, from personal experience over numerous decades of ministering to families and children, that more focus on sati
sfying adult needs will not benefit vulnerable children. The societal il
ls caused by the deterioration of husband-wife marriage will only be aggravated if the State cannot reserve to marriage its historic and socially vital meaning.
DATED this 10th day of February, 2014.
Rispondi
 ·
Rothschild hell
1 secondo fa

[ in difesa della legge naturale, contro, tutte le perversioni sessuali! ] 39
CERTIFICATE OF DIGITAL SUBMISSION
I hereby certify that:(1)all required privacy redactions
have been made per 10th Cir. R. 25.5;
(2) if required to file additional hard copies, the ECF submission is an exact copy of those documents; (3) the digital submissions have
been scanned for viruses
with the most recent version
of a commercial virus scanning
program, Sophos, version 10.3
and updated as of February
10, 2014 and according to the
program are free of viruses.
KIRTON |MCCONKIE By:s/Alexander Dushku
Alexander Dushku
R. Shawn Gunnarson
Justin W Starr
1800 Eagle Gate Tower
60 E. South Temple
Salt Lake City, Utah 84111
Telephone: (801)328-3600
Facsimile: (801)321-4893
e-mail:
adushku@kmclaw.com
Attorneys for
Amici Curiae
Religious Organizations
Rispondi
 ·
Rothschild hell
1 secondo fa

[ in difesa della legge naturale, contro, tutte le perversioni sessuali! ] 40
ADDENDUM—STATEMENTS OF INTEREST OF THE
AMICI The United States Conference of Catholic Bishops
(“USCCB” or “Conference”) is a nonprofit corporation, the members of which are the
Catholic Bishops in the United States. The USCCB advocates and
promotes the pastoral teaching of the U.S. Catholic Bishops in such
diverse areas of the nation’s life as the free expression of ideas, fair
employment and equal opportunity for the underprivileged, protection
of the rights of parents and children,
the sanctity of life, and the nature of marriage. Values of particular
importance to the Conference include
the promotion and defense of marriage, the protection of the First
Amendment rights of religious organizations and their adherents, and
the proper development of the nation’s jurisprudence on these issues.
The National Association of Evangelicals
(“NAE”) is the largest network of evangelical churches, denominations, colleges, and
independent ministries in the United States. It serves 41 member
denominations, as well as numerous
evangelical associations, missions, nonprofits, colleges, seminaries, and independent churches. NAE serves as the collective voice of evangelical churches, as well as other
church-related and independent religious ministries.
Rispondi
 ·
Rothschild hell
1 secondo fa

[ in difesa della legge naturale, contro, tutte le perversioni sessuali! ] 41. The Church of Jesus Christ of Latter-day Saints. (“LDS Church”). is a Christian denomination with over 14 million members worldwide. Marriage and the family are central to the LDS Church and its members. The LDS Church teaches that marriage between a man and
a woman is ordained of God, that the traditional family is the
foundation of society, and that marriage and family supply the crucial
relationships through which parents and children acquire private and
public virtue. Out of support for these fundamental beliefs, the LDS
Church appears in this case to defend the traditional, husband-wife
definition of marriage. The Ethics and Religious Liberty Commission (ERLC)
is the moral concerns and public policy entity of the Southern Baptist Convention (SBC), the nation’s largest Protestant denomination, with over 46,000 churches and 16 million members. The ERLC is charged by the SBC with addressing public policy affecting such issues as marriage and family, the sanctity of human life, ethics, and religious liberty.
Marriage is a crucial social institution. As such, we seek to strengthen and protect it for the benefit of all.  42. The Lutheran Church-Missouri Synod. is the second largest, Lutheran denomination in North America, with approximately 6,150. member congregations which, in turn, have approximately 2.4 million, baptized members. The Synod believes that marriage is a sacred union of one man and one woman, Genesis, 2:24-25, and that God gave marriage as a picture of the relationship between Christ and His bride the Church, Ephesians 5:32. As a Christian body in this country, the
Synod believes it has the duty and responsibility to speak publicly in support of traditional marriage and to protect marriage as a divinely. created relationship between one man and one woman.
Rispondi
 ·
Rothschild hell
1 secondo fa

Facebook studia maschi, femmine e altri 54 generi. [siamo alla follia! elevare a virtù ogni perversione, ogni abuso contro, la legge naturale! ] Facebook lancia un esperimento di nuove categorie di genere che non sarebbero più solo 2 (maschio e femmina) ma addirittura 56.
Coppie gay, Strasburgo all'assalto dell'Italia di Nicolò Fede25-02-2014 AA+A++
Share on facebook Share on twitter
Nel silenzio totale della stampa nostrana, un nuovo attacco alla famiglia è in corso: questa volta il teatro è la Corte europea dei diritti dell’uomo, con sede a Strasburgo e nel mirino c’è la legislazione italiana. Si tratta di due casi destinati a fare storia: Oliari e altri contro Italia e Orlandi e altri contro Italia. Nel primo caso tre coppie omosessuali denunciano la legislazione italiana come discriminatoria, dal momento che essa non garantirebbe loro alcun tipo di riconoscimento. Nel secondo caso, invece, 6 coppie omosessuali già “sposate” all’estero, ricorrono alla Corte denunciando le autorità italiane che si rifiutano di riconoscere questa loro unione.
Anche se siamo solo agli inizi della procedura, una prima vittoria questi due casi l’hanno già avuta. La Corte europea dei diritti dell’uomo (che nulla ha a che vedere con l’Unione Europea) è il primo tribunale internazionale dedito interamente alla difesa dei diritti umani. Si tratta dell’organo che ha avuto più successo nella storia dell’integrazione europea: non a caso ad essa si rivolgono ogni anno decine di migliaia di persone nelle situazioni più varie, disparate e... Disperate. Si tratta di pericoli di vita o di morte, di ingiustizie subite in varie parti del mondo e non mancano anche numerosissimi casi italiani dovuti al nostro logorato sistema giudiziario. La Corte non può trattare tutti questi casi e allora è costretta a fare una cernita: il fatto che essa abbia preferito trattare i casi di 9 coppie omosessuali che rivendicano il “diritto” di sposarsi di fronte allo stato italiano, piuttosto che trattare altri casi realmente umanitari la dice lunga sulla deriva ideologica che ha ormai coinvolto anche un’istituzione un tempo rispettabile come la Corte di Strasburgo.
Questa Corte ha il compito di sanzionare i casi di violazione della Convenzione europea dei diritti dell’uomo, in vigore nei 47 stati membri del Consiglio d’Europa. Ebbene, cosa dice questa Convenzione, a proposito del matrimonio? “A partire dall’età minima per contrarre matrimonio, l’uomo e la donna hanno il diritto di sposarsi e di fondare una famiglia secondo le leggi nazionali che regolano l’esercizio di tale diritto” (Art. 12). Sì, per la Convenzione europea dei diritti dell’uomo esiste un diritto al matrimonio, ma questo è palesemente contraibile solo tra uomo e donna. Peraltro questa interpretazione (se ce ne fosse stato bisogno) è stata confermata dalla stessa Corte in un simile caso del 2010 (Schalk e Kopf contro Austria), in cui una coppia di uomini denunciava lo Stato austriaco che non permetteva loro di contrarre matrimonio. Non ci sono dubbi, allora: non esiste alcun diritto al matrimonio tra coppie dello stesso sesso.
E allora perché la Corte ha dichiarato ammissibile questo caso? Perché, spinta da furore ideologico, ha ritenuto plausibile la violazione non solo dell’art. 12 (sul diritto al matrimonio) ma anche dell’art. 8 (sul diritto al rispetto della vita privata e familiare), in combinazione con l’articolo 14 (divieto di discriminazione). Non è ancora chiaro quale piega prenderà questo procedimento. Se la Corte non può contraddire se stessa, c’è da temere che essa – usando il passepartout della non-discriminazione – vorrà imporre all’Italia (e di conseguenza a tutta l’Europa) una forma di riconoscimento di tali unioni. Come avvenuto altre volte, con una sentenza, come con una bacchetta magica, i giudici potranno fare ciò che politici e burocrati cercano di fare da anni, dando una spallata definitiva al recinto che protegge ancora la famiglia in Italia.
Dietro questi ricorsi alla più alta corte europea, non ci sono dei poveri perseguitati dalla giustizia, ma ben finanziate associazioni promotrici dei diritti gay. Altrimenti, come mettere assieme 9 coppie omosessuali, provenienti da diverse parti d’Italia? E come organizzarle perché queste attacchino lo Stato italiano a Strasburgo su più fronti, ben studiati e coordinati? No problem. Ci sono avvocati che dedicano la loro carriera a questo, come Francesco Bilotta, che insieme a Maria Elisa D’Amico, rappresenterà le 6 coppie del caso Orlandi contro Italia. Bilotta, tra l’altro, è co-fondatore della “Rete Lenford”, creata per “per rispondere al bisogno di informazione e di diffusione della cultura e del rispetto dei diritti delle persone omosessuali nel nostro Paese”.
Il direttore del Centro europeo per la legge e la giustizia (ECLJ), Gregor Puppinck, ha affermato in un comunicato che “la reale questione in questi casi riguarda la definizione della “famiglia” ed il ruolo dello Stato a suo riguardo: se lo Stato debba riconoscere certe relazioni come “famiglie” sulla base di una domanda sociale, o se esso sia formato da famiglie naturali preesistenti allo Stato stesso”. L’ECLJ interverrà come amicus curiae in favore dello Stato italiano, il quale dovrà convincere la Corte che l’assenza di riconoscimento di unioni tra persone dello stesso sesso non è discriminatoria: al contrario, è l’unione tra l’uomo e la donna a dover essere protetta e sostenuta, per il bene di tutto lo Stato che sulla famiglia si fonda. I lettori della Bussola lo sanno bene... Ma il nuovo governo guidato da Renzi, sarà capace (e desideroso) di difendere la nostra legislazione?
Rispondi
 ·
Rothschild hell
1 secondo fa

Sottoscrizione appello: No alla legge contro l'omofobia, a questo nuovo modo di nazisti, contro la libertà di coscienza e contro la libertà di pensiero!  Dal 22 luglio la Camera inizierà la discussione di un disegno di legge che in nome della lotta all'omofobia impedirà la manifestazione della libertà di pensiero e minaccerà la libertà religiosa. Firma per chiedere ai parlamentari di fermare questa legge. Compili il form per la raccolta firme: No alla legge contro l'omofobia
Rispondi
 ·
Rothschild hell
1 secondo fa

Usa, cinque religioni contro le nozze gay di Massimo Introvigne19-02-2014 AA+A++
Share on facebook Share on twitter
È stato pubblicato negli Stati Uniti – e lì ampiamente commentato, mentre è stato ovviamente ignorato dalla stampa italiana – un documento storico, in cui cinque religioni scendono in campo contro il «matrimonio» omosessuale. Si tratta della Chiesa Cattolica, in persona della Conferenza Episcopale, della Chiesa Battista del Sud, della Chiesa Luterana - Sinodo del Missouri, dell’Associazione Nazionale degli Evangelici e della Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni, meglio nota come Chiesa Mormone.
Non si tratta di un semplice documento culturale. Le cinque religioni hanno deciso d’intervenire in un processo, d’importanza cruciale, dove gli Stati dello Utah e dell’Oklahoma fanno appello rispetto a decisioni di giudici federali, le quali in nome dei diritti degli omosessuali hanno annullato referendum popolari dove gli elettori di questi Stati si erano pronunciati a grande maggioranza perché il matrimonio riconosciuto dalle leggi fosse solo quello tra un uomo e una donna. Con queste sentenze i giudici federali hanno ingiunto a Utah e Oklahoma di celebrare immediatamente «matrimoni» omosessuali. I governatori dei due Stati hanno fatto appello, e ora le cinque religioni scendono in campo e intervengono nel processo relativo ai due casi.
Le comunità religiose che sono intervenute in questo processo rappresentano la grande maggioranza degli americani credenti. Hanno in comune il fatto di essere tutte in ottima salute e in crescita, mentre le denominazioni religiose progressiste e favorevoli alle unioni omosessuali perdono fedeli e in qualche caso rischiano di estinguersi.
La Chiesa Cattolica americana, molto ferma sui principi che Benedetto XVI chiamava non negoziabili, è la prima religione degli Stati Uniti, e continua ad aumentare il numero dei suoi membri, che oggi sfiorano gli ottanta milioni, a differenza di certe Chiese del Nord Europa che si baloccano con richieste a Roma di cambiare la dottrina morale mentre le loro parrocchie si svuotano. La Chiesa Battista del Sud – l’ala conservatrice dei Battisti – è la seconda denominazione degli Stati Uniti (sedici milioni di fedeli) dopo i cattolici, e la più grande comunità protestante. Il Sinodo del Missouri della Chiesa Luterana riunisce i luterani «tradizionalisti» che hanno rotto con le comunità luterane europee progressiste sul piano teologico e morale e con la Chiesa Evangelica Luterana Americana, che invece segue la deriva europea. I Luterani del Sinodo del Missouri – una denominazione diffusa, nonostante il nome, in tutti gli Stati Uniti e che tra l’altro rifiuta, a differenze delle altre comunità luterane, di avere donne come pastori – crescono continuamente, hanno superato i due milioni di membri e tra i protestanti americani attirano un numero record di giovani al di sotto dei trent’anni. L’Associazione Nazionale degli Evangelici riunisce quaranta denominazioni protestanti che rifiutano di avere a che fare con il Consiglio Ecumenico delle Chiese di Ginevra e con la sua antenna americana, il Consiglio Nazionale delle Chiese, a causa del loro progressismo teologico, morale e politico. Insieme, queste denominazioni rappresentano circa venti milioni di fedeli, molti dei quali pentecostali: la più grande comunità pentecostale, le Assemblee di Dio, fa parte dell’Associazione. I mormoni sono quindici milioni nel mondo, sei milioni negli Stati Uniti, e in maggioranza nello Utah, uno degli Stati di cui si discute nel processo.
L’atto di intervento nella causa come «amici curiae» delle cinque religioni si concentra su un aspetto essenziale della battaglia per la famiglia in corso in America e in tutto il mondo. Parte dalle sentenze che hanno annullato i referendum dello Utah e dell’Oklahoma, secondo le quali la manifestazione dell’opinione – pure maggioritaria – dei cittadini contro il «matrimonio» omosessuale sarebbe illegittima in quanto rappresenterebbe il tentativo delle religioni maggioritarie di questi Stati d’imporre la loro dottrina anche alla minoranza che non la condivide, il che sarebbe contro la Costituzione americana che prescrive la separazione fra Stato e Chiese.
La risposta delle cinque religioni è duplice. Il primo argomento è fondamentale per la libertà religiosa. Le religioni non si occupano solo di organizzare riti e preghiere. La vera libertà religiosa implica che possano scendere in campo e dire la loro, in base alle rispettive dottrine, anche quando si tratta della dottrina sociale e delle leggi. Su molte leggi dello Stato le religioni hanno un’opinione, e i cittadini religiosi votano tenendo conto anche della loro fede. Se il loro voto potesse essere annullato come tentativo d’imporre un punto di vista religioso ai non credenti non solo finirebbe la libertà religiosa, ma anche la democrazia. L’America non è l’Europa: la maggioranza degli americani nei sondaggi si dice religiosa e afferma di tenere presente la religione anche nelle sue scelte politiche. I loro voti dovrebbero essere tutti annullati per questo?
La seconda risposta è che, venendo al caso specifico del «matrimonio» omosessuale, le religioni difendono un principio che non è soltanto religioso ma deriva dalla legge naturale e dal bene comune e, come tale, può essere riconosciuto dalla ragione di tutti, non credenti compresi. «Sia la nostra esperienza sia le scienze sociali», afferma l’atto d’intervento in causa, dimostrano che «ogni bambino ha bisogno di un padre e di una madre». Le leggi che i giudici federali vogliono imporre – in quanto contemplano anche l’adozione omosessuale – non sono nell’interesse dei bambini, che dev’essere preminente.
Il «matrimonio» omosessuale è contrario all’interesse dello Stato, perché, afferma il documento – nonostante una minoranza di sociologi pensi il contrario –, ogni tentativo di ridefinire il matrimonio influisce negativamente sulla stabilità dei matrimoni fra un uomo e una donna e sul «tasso di fertilità». Il testo presenta pure l’interessante argomento secondo cui introdurre il «matrimonio» omosessuale vuol dire diffondere una nozione di matrimonio e di famiglia «incentrata sugli adulti» e sui loro desideri, mentre la famiglia deve mettere al primo posto i bambini, i figli. Infine, se s’introduce il «matrimonio» omosessuale s’innesca un processo che porterà fatalmente a legalizzare altre forme di «matrimonio»: nello Utah i giudici hanno appena dichiarato che non è illegale praticare la poligamia. Sono tutti argomenti che non si trovano nel Vangelo o in altre scritture sacre, ma che fanno appello alla ragione e al buon senso.
Sugli orientamenti dei giudici degli Stati Uniti non è lecito farsi troppe illusioni. Forse le cinque religioni perderanno la loro battaglia in tribunale. Ma resterà il fatto storico ed esemplare del gesto comune – come accennato, non la solita dichiarazione ma l’intervento in un processo – di religioni, come scrive l’atto, «divise nelle loro prospettive teologiche ma unite nell’affermazione che la tradizionale definizione del matrimonio come riservato a un uomo e una donna è vitale per il benessere dei bambini, delle famiglie e della società». I giudici che dovessero decidere diversamente si prenderanno la responsabilità di farlo contro la grande maggioranza dei credenti americani, che fondano la loro opposizione al «matrimonio» gay su argomenti di ragione e non soltanto di fede.
C’è una lezione anche per i cattolici europei. Nell’esortazione apostolica «Evangelii gaudium» Papa Francesco scrive: «Non credo neppure che si debba attendere dal magistero papale una parola definitiva o completa su tutte le questioni che riguardano la Chiesa e il mondo. Non è opportuno che il Papa sostituisca gli Episcopati locali nel discernimento di tutte le problematiche che si prospettano nei loro territori». Sembra, dal testo stesso dell’esortazione apostolica e da interventi successivi, che Papa Francesco ritenga che spetti al Papa intervenire sull’aborto, perché lo scandalo dei milioni di aborti nel mondo «grida vendetta al cospetto di Dio». Non è, invece, detto esplicitamente, ma da riferimenti nelle note dell’esortazione apostolica a documenti dei vescovi degli Stati Uniti e della Francia sembra proprio che Papa Francesco, tra le materie su cui preferisce che siano gli episcopati locali a parlare, includa la tematica dell’ideologia di genere e del «matrimonio» omosessuale. Negli stessi passaggi, il Papa raccomanda pure ai vescovi d’intervenire per la difesa della famiglia e del «contributo indispensabile del matrimonio alla società» collaborando con fedeli di altre religioni e con altri cittadini di buona volontà.
«La nuova Bussola Quotidiana» ha ospitato un ampio dibattito sulla crisi nella Chiesa e sulle strategie pastorali di Papa Francesco. Gli argomenti di chi ritiene che, di fronte all’aggressione dell’ideologia di genere, sarebbe talora più persuasiva una parola diretta e personale del Papa non sono irragionevoli. D’altro canto, non si deve neanche ritenere che tutti gli episcopati locali si nascondano dietro il silenzio pontificio per tacere a loro volta, che non è quanto insegna la «Evangelii gaudium». In Polonia, Portogallo, Slovacchia i vescovi hanno pubblicato vigorosi documenti contro l’ideologia di genere. Negli Stati Uniti la Conferenza Episcopale ha fatto esattamente quanto prescrive l’esortazione apostolica: ha parlato – con un atto giuridico, dopo averlo fatto con documenti dottrinali – e ha raccolto attorno a sé una vasta coalizione di credenti di altre confessioni e religioni. Non è detto che la strategia che prevede su questi temi una delega totale dal Papa ai vescovi sia necessariamente la più efficace. Ma i vescovi americani ci dimostrano che rimboccarsi le maniche, prendere atto delle direttive pontificie e scendere in campo, cercando anche alleati significativi, serve di più che rimanere chiusi negli episcopi a cercare nelle virgole del Magistero di Papa Francesco qualche buona ragione per non far nulla.
Rispondi
 ·
Rothschild hell
1 secondo fa

USA: le cinque chiese, che, sono benedette, pospere, feconde, perché, sono contro il matrimonio gay. ] [ Una decisione senza precedenti, quella di mettere insieme diverse denominazioni per una causa comune: difendere la famiglia. è difendere la società! ] [ di: Massimo Introvigne © Jewel SAMAD / AFP. È stato pubblicato negli Stati Uniti – e lì ampiamente commentato, mentre è stato ovviamente ignorato dalla stampa italiana – un documento storico, in cui cinque religioni scendono in campo, contro, il «matrimonio» omosessuale. Si tratta della Chiesa Cattolica, in persona della Conferenza Episcopale, della Chiesa Battista del Sud, della Chiesa Luterana - Sinodo del Missouri, dell’Associazione Nazionale degli Evangelici e della Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni, meglio nota come Chiesa Mormone. Non si tratta di un semplice documento culturale. Le cinque religioni hanno deciso d’intervenire in un processo, d’importanza cruciale, dove gli Stati dello Utah e dell’Oklahoma fanno appello rispetto a decisioni di giudici federali, le quali in nome dei diritti degli omosessuali hanno annullato referendum popolari, dove gli elettori di questi Stati si erano pronunciati a grande maggioranza perché, il matrimonio riconosciuto dalle leggi fosse solo quello tra un uomo e una donna. Con queste sentenze i giudici federali hanno ingiunto a Utah e Oklahoma di celebrare immediatamente «matrimoni» omosessuali. I governatori dei due Stati hanno fatto appello, e ora le cinque religioni scendono in campo e intervengono nel processo relativo ai due casi. Le comunità religiose che sono intervenute in questo, processo rappresentano la grande maggioranza degli americani credenti. Hanno in comune il fatto di essere tutte in ottima salute e in crescita, mentre le denominazioni religiose progressiste e favorevoli alle unioni omosessuali perdono fedeli e in qualche caso rischiano di estinguersi. La Chiesa Cattolica americana, molto ferma sui principi che Benedetto XVI chiamava non negoziabili, è la prima religione degli Stati Uniti, e continua ad aumentare il numero dei suoi membri, che oggi sfiorano gli ottanta milioni, a differenza di certe Chiese del Nord Europa che si baloccano con richieste a Roma di cambiare la dottrina morale mentre le loro parrocchie si svuotano. La Chiesa Battista del Sud – l’ala conservatrice dei Battisti – è la seconda denominazione degli Stati Uniti (sedici milioni di fedeli) dopo i cattolici, e la più grande comunità protestante. Il Sinodo del Missouri della Chiesa Luterana riunisce i luterani «tradizionalisti» che hanno rotto con le comunità luterane europee progressiste sul piano teologico e morale e con la Chiesa Evangelica Luterana Americana, che invece segue la deriva europea. I Luterani del Sinodo del Missouri – una denominazione diffusa, nonostante il nome, in tutti gli Stati Uniti e che tra l’altro rifiuta, a differenze delle altre comunità luterane, di avere donne come pastori – crescono continuamente, hanno superato i due milioni di membri e tra i protestanti americani attirano un numero record di giovani al di sotto dei trent’anni. L’Associazione Nazionale degli Evangelici riunisce quaranta denominazioni protestanti che rifiutano di avere a che fare con il Consiglio Ecumenico delle Chiese di Ginevra e con la sua antenna americana, il Consiglio Nazionale delle Chiese, a causa del loro progressismo teologico, morale e politico. Insieme, queste denominazioni rappresentano circa venti milioni di fedeli, molti dei quali pentecostali: la più grande comunità pentecostale, le Assemblee di Dio, fa parte dell’Associazione. I mormoni sono quindici milioni nel mondo, sei milioni negli Stati Uniti, e in maggioranza nello Utah, uno degli Stati di cui si discute nel processo. L’atto di intervento nella causa come «amici curiae» delle cinque religioni si concentra su un aspetto essenziale della battaglia per la famiglia in corso in America e in tutto il mondo. Parte dalle sentenze che hanno annullato i referendum dello Utah e dell’Oklahoma, secondo le quali la manifestazione dell’opinione – pure maggioritaria – dei cittadini contro il «matrimonio» omosessuale sarebbe illegittima in quanto rappresenterebbe il tentativo delle religioni maggioritarie di questi Stati d’imporre la loro dottrina anche alla minoranza che non la condivide, il che sarebbe contro la Costituzione americana che prescrive la separazione fra Stato e Chiese. La risposta delle cinque religioni è duplice. Il primo argomento è fondamentale per la libertà religiosa. Le religioni non si occupano solo di organizzare riti e preghiere. La vera libertà religiosa implica che possano scendere in campo e dire la loro, in base alle rispettive dottrine, anche quando si tratta della dottrina sociale e delle leggi. Su molte leggi dello Stato le religioni hanno un’opinione, e i cittadini religiosi votano tenendo conto anche della loro fede. Se il loro voto potesse essere annullato come tentativo d’imporre un punto di vista religioso ai non credenti non solo finirebbe la libertà religiosa, ma anche la democrazia. L’America non è l’Europa: la maggioranza degli americani nei sondaggi si dice religiosa e afferma di tenere presente la religione anche nelle sue scelte politiche. I loro voti dovrebbero essere tutti annullati per questo?
La seconda risposta è che, venendo al caso specifico del «matrimonio» omosessuale, le religioni difendono un principio che non è soltanto religioso ma deriva dalla legge naturale e dal bene comune e, come tale, può essere riconosciuto dalla ragione di tutti, non credenti compresi. «Sia la nostra esperienza sia le scienze sociali», afferma l’atto d’intervento in causa, dimostrano che «ogni bambino ha bisogno di un padre e di una madre». Le leggi che i giudici federali vogliono imporre – in quanto contemplano anche l’adozione omosessuale – non sono nell’interesse dei bambini, che dev’essere preminente. Il «matrimonio» omosessuale è contrario all’interesse dello Stato, perché, afferma il documento – nonostante una minoranza di sociologi pensi il contrario –, ogni tentativo di ridefinire il matrimonio influisce negativamente sulla stabilità dei matrimoni fra un uomo e una donna e sul «tasso di fertilità». Il testo presenta pure l’interessante argomento secondo cui introdurre il «matrimonio» omosessuale vuol dire diffondere una nozione di matrimonio e di famiglia «incentrata sugli adulti» e sui loro desideri, mentre la famiglia deve mettere al primo posto i bambini, i figli. Infine, se s’introduce il «matrimonio» omosessuale s’innesca un processo che porterà fatalmente a legalizzare altre forme di «matrimonio»: nello Utah i giudici hanno appena dichiarato che non è illegale praticare la poligamia. Sono tutti argomenti che non si trovano nel Vangelo o in altre scritture sacre, ma che fanno appello alla ragione e al buon senso.
Sugli orientamenti dei giudici degli Stati Uniti non è lecito farsi troppe illusioni. Forse le cinque religioni perderanno la loro battaglia in tribunale. Ma resterà il fatto storico ed esemplare del gesto comune – come accennato, non la solita dichiarazione ma l’intervento in un processo – di religioni, come scrive l’atto, «divise nelle loro prospettive teologiche ma unite nell’affermazione che la tradizionale definizione del matrimonio come riservato a un uomo e una donna è vitale per il benessere dei bambini, delle famiglie e della società». I giudici che dovessero decidere diversamente si prenderanno la responsabilità di farlo contro la grande maggioranza dei credenti americani, che fondano la loro opposizione al «matrimonio» gay su argomenti di ragione e non soltanto di fede.
C’è una lezione anche per i cattolici europei. Nell’esortazione apostolica «Evangelii gaudium» Papa Francesco scrive: «Non credo neppure che si debba attendere dal magistero papale una parola definitiva o completa su tutte le questioni che riguardano la Chiesa e il mondo. Non è opportuno che il Papa sostituisca gli Episcopati locali nel discernimento di tutte le problematiche che si prospettano nei loro territori». Sembra, dal testo stesso dell’esortazione apostolica e da interventi successivi, che Papa Francesco ritenga che spetti al Papa intervenire sull’aborto, perché lo scandalo dei milioni di aborti nel mondo «grida vendetta al cospetto di Dio». Non è, invece, detto esplicitamente, ma da riferimenti nelle note dell’esortazione apostolica a documenti dei vescovi degli Stati Uniti e della Francia sembra proprio che Papa Francesco, tra le materie su cui preferisce che siano gli episcopati locali a parlare, includa la tematica dell’ideologia di genere e del «matrimonio» omosessuale. Negli stessi passaggi, il Papa raccomanda pure ai vescovi d’intervenire per la difesa della famiglia e del «contributo indispensabile del matrimonio alla società» collaborando con fedeli di altre religioni e con altri cittadini di buona volontà.
«La nuova Bussola Quotidiana» ha ospitato un ampio dibattito sulla crisi nella Chiesa e sulle strategie pastorali di Papa Francesco. Gli argomenti di chi ritiene che, di fronte all’aggressione dell’ideologia di genere, sarebbe talora più persuasiva una parola diretta e personale del Papa non sono irragionevoli. D’altro canto, non si deve neanche ritenere che tutti gli episcopati locali si nascondano dietro il silenzio pontificio per tacere a loro volta, che non è quanto insegna la «Evangelii gaudium». In Polonia, Portogallo, Slovacchia i vescovi hanno pubblicato vigorosi documenti contro l’ideologia di genere. Negli Stati Uniti la Conferenza Episcopale ha fatto esattamente quanto prescrive l’esortazione apostolica: ha parlato – con un atto giuridico, dopo averlo fatto con documenti dottrinali – e ha raccolto attorno a sé una vasta coalizione di credenti di altre confessioni e religioni. Non è detto che la strategia che prevede su questi temi una delega totale dal Papa ai vescovi sia necessariamente la più efficace. Ma i vescovi americani ci dimostrano che rimboccarsi le maniche, prendere atto delle direttive pontificie e scendere in campo, cercando anche alleati significativi, serve di più che rimanere chiusi negli episcopi a cercare nelle virgole del Magistero di Papa Francesco qualche buona ragione per non far nulla.
Rispondi
 ·
Rothschild hell
1 secondo fa

Salman bin Abdulaziz Al Saud, tu sei il criminale internazionale, che, fai uccidere 300 dhimmi, ogni giorno, sotto protezione: di anticristi, ONU UE USA.. tu hai seminato il crimine, tu raccoglierai la disperazione! ] [Numerosi turisti, che, intendono trascorrere una vacanza alle Maldive sono stati costretti a cambiare i loro piani. All'ultimo momento i vacanzieri hanno appreso, che, le loro prenotazioni alberghiere sono state cancellate con urgenza. Dal 19 febbraio al 15 marzo il principe dell'Arabia Saudita ha deciso di rilassarsi sulle spiagge dell'Oceano Indiano, ed ha comprato per sé, e la servitù al seguito quasi tutti gli hotel più richiesti nelle Maldive. Salman bin Abdulaziz Al Saud ha deciso di portarsi con sé in vacanza circa 100 guardie del corpo, così come una nave ospedale e yacht di lusso. Al 73enne erede al trono la vacanza alle Maldive è costata 30 milioni di dollari.

Rispondi
 ·
Rothschild hell
1 secondo fa

La scorsa settimana un funzionario russo del centro militare per lo spazio, ha ammesso che, la Russia non ha in progetto di combattere gli alieni provenienti da altre galassie (ma, nessun alieno viene, da alte galassie, sono tutti: i demoni (angeli decaduti, perduti, falliti, sconfitti, morti), a cui è stato dato un corpo OGM, dai farisei Illuminati nel 1200, dC. attraveso la magia nera). D’altro canto, lo scorso anno un militare americano ha dichiarato, che, gli Stati Uniti, di contro, hanno questo piano (questa  una menzogna, gli alieni sono alleati dei satanisti! ), di conseguenza America e Russia dovranno farsi la guerra (da soli? autonomamente?).Come ha sottolineato Joe Macky, corrispondente della Fox News, al momento i due Paesi non riescono a trovare un accordo nemmeno su problemi più “terreni”. E’ destino – ha constatato il giornalista.
http://italian.ruvr.ru/2013_10_13/L-America-dovra-combattere-gli-alieni-senza-la-Russia/
Rispondi
 ·
Rothschild hell
17 minuti fa

John Townsend. +stormhawkstan. Face it. The nation has a very serious gun control problem, and the NRA is the epitome of corporate enabling of gun-running and truly merchants of pain and suffering for so many. [sorry] ma noi siamo sotto una congiura massonica di satanisti che hanno preso il controllo, che hanno rubato la sovranità monetaria, che hanno le lobby massoniche segrete ed occulte, mai, come oggi, il popolo ha bisogno di essere armato! [sorry] but, we are under a Masonic conspiracy: Illuminati, Spa, IMF, of Satanists 322 Kerry Bush, of god owl at Bohemian Grove, who have taken control, they have stolen the monetary sovereignty, which lobbies segrete Masonic and occult, never, as now, the people need to be armed!
Rispondi
 ·
Rothschild hell
21 minuti fa

wildie wilson. +afridi10 Muhammad was a false Prophet use your brain and think for yourself for once in your brainwashed life ! All the Prophets prior to Muhammad spoke directly with God  and had miracles they were also told not to fear and where comforted by God . Muhammad was attacked and pressed by and angle he even wanted to kill himself because of the tormenting , He never spoke to Allah directly only to Gabriel the angel and, he had no miracles ! The Bible says Satan can appear to people as an angel, it also says if an angel, or a prophet preaches another gospel other than the one Jesus taught they are under Gods Curse , Muhammad taught a Gospel completely opposite of Jesus Christ and he only spoke with an Angel, who claimed to be, from God . The evidence against Muhammad is overwhelming  he was cursed by God and died a horrible death . Wake up Muhammad was a  Demon Possessed man who received his Quran from Satan who appeared to him in the form of an Angel!
Rispondi
 ·
Rothschild hell
28 minuti fa

Hai ricevuto questa notifica perché Dalai Lama è nella tua cerchia Amici. yes he is my friend [] His Holiness the Dalai Lama interacts with students on his way to Santa Clara University's Leavey Center for the afternoon panel discussion on "Compassion and Business" in Santa Clara, California on February 24, 2014. (Photo by Jeremy Russell/OHHDL)
Rispondi
 ·
Rothschild hell
32 minuti fa

25 febbraio, #ROMA, [ e perché, lui dice, che, sono disgustosi? li ha forse assaggiati, con della marmellata sopra? lol. ,[] questi sono i due eccessi, dalla repressione, alla pubblicità ideologica.. quindi, la posizione della Russia rimane la posizione più saggia! ] Un giornale dell'Uganda ha pubblicato una lista dei 200 'top gay' del Paese con nomi e cognomi. Lo riferisce il quotidiano britannico The Guardian. La lista é stata pubblicata in prima pagina con il titolo 'Scoperti!', all'indomani della firma della legge anti-omosessuali, da parte del presidente dell'Uganda, Yoweri Museveni. Oggi lo stesso presidente ha definito "disgustosi" gli omosessuali.
Rispondi
 ·
Rothschild hell
36 minuti fa

Donne delle pulizie incatenate davanti il comune di Torino. Pubblicato il: 25 febbraio, [] come è già stato progettato, io credo che, la guerra mondiale, dovrebbe giungere prima della guerra civile! [] ma, questa è sempre congiura massonica, che, ha rubato la sovranità monetaria, per il fariseo Rothschil il satana dio, di questo mondo, di tenebre e menzogna, per depredare tutti i popoli!
Rispondi
 ·
Rothschild hell
39 minuti fa

[ ma, il problema delle pussy, è quello che, loro hanno un problema con Dio! ] Spettacolare protesta delle Femen dinanzi la Torre Eiffel. Pubblicato il: 25 febbraio, [] sembra, che siano arrabbiate, contro, Putin, perché, lui ha il più equilibrato, e civile atteggiamento, contro, la aggressiva, ideologia massimalista dei gay, mentre, tutti sanno che, in Russia, nessun gay soffre persecuzoni, per se stesso, più di qualsiasi altro paese.. a motivo di qualche individuale e deprecabile atteggiamento incivile!
Rispondi
 ·
Rothschild hell
46 minuti fa

PUTIN [ tu dai, una accelerazione, a ogni programma militare! ] [ io sono atresì sicuro, che, non è la Russia, o la Cina a rappresentare un minaccia, ma, che sono la LEGA ARBA e USA, cioè, il sistema massonico, che, renderanno inevitabile una guerra mondiale, certamente! non so, per quanto ancora, potrebbe essere nascosto, ancora, il falso in bilancio del FMI. ] Ucraina: Lavrov, non interferiremo. Mosca, "pericoloso imporre scelta", con noi, o contro di noi'" [ si, è pericoloso, ma è la verità! ma, tra un poco, moriranno, 6miliardi di persone, più pericoloso di così?!"! ] 25 febbraio, #MOSCA, [ è giusto che, il popolo scelga, come morire! ] Mosca non interferirà negli affari interni dell'Ucraina, e spera che, anche i suoi partner occidentali assumano la stessa posizione: (ma, se, loro dietro le quinte, hanno condotto la rivoluzione?) lo ha detto il ministro degli Esteri russo Serghiei Lavrov, definendo, inoltre, "pericoloso imporre a Kiev, la scelta, o con noi, o contro, di noi".
Rispondi
 ·
Rothschild hell
1 ora fa

Siria: Gb, 4 arresti per reati terrorismo. Sono tre uomini e una donna, blitz polizia in West Midlands. 25 febbraio, #LONDRA, [ perché, nessuno si chiede mai: "dove sharia nasce, la ideologia del terrorismo? da quale pervertito pedofilo assassino ignorante Maometto, esoterico, corrotta religione? eppure, sembra una domanda così banale, ma, che nessuno pone, perché, tutti sanno nel sistema massonico, che, i traditori farisei, hanno condannato Israele, e con lui la civiltà occidentale a morire! " .. sorge, un alba luminosa, per la nuova era di satana: questo è: esoteric agenda! ] Tre uomini e una donna sono stati arrestati in Gran Bretagna perché sospettati di reati di terrorismo legati alla Siria. Uno dei quattro, 45 anni, riferisce la polizia della contea di West Midlands, é sospettato di aver preso parte ad un campo di addestramento per terroristi e di facilitare il terrorismo all'estero. Quest'ultima accusa é stata contestata ad un altro uomo di 36 anni, ad una donna di 44 e al figlio di 20. Sequestrate apparecchiature elettroniche dopo il blitz della polizia.
Rispondi
 ·
Rothschild hell
1 ora fa

Asi, ai domiciliari ex presidente Saggese. Coinvolto in inchiesta Procura Roma, su presunto giro tangenti. 25 febbraio, [] se, è un massone, ed al suo livello è molto probabile, che, lui lo sia? poi, cercheranno di tirarlo fuori.. è così, con le lobby massoniche segrete, che, va a puttane, la legalità.
Rispondi
 ·
Rothschild hell
1 ora fa

Ucraina: sostituiti vertici polizia. Cambi anche nelle regioni. Inchiesta su abusi potere
25 febbraio, [] e chi, potrà mai fare, la inchiesta, sulla congiura del sistema massonico, che, ha gettato benzina sulla piazza? che con il suo monopolio mediatico, ha diffuso un sacco di menzogne, come al solito? [] perché, nessuno può negare, che, l'Ucraina è contesa, tra, due geopolitiche e che, è vitale per la Russia! ma, questa è la verità, nessuno può fermare i carri armati sovietici!
Rispondi
 ·
Rothschild hell
1 ora fa

Turchia: opposizione a Erdogan, dimettiti. Su internet intercettazioni compromettenti premier-figlio. 25 febbraio, #ANKARA, [ potrebbe essere una notizia falsa, e secondo me è proprio falsa! quello che è vero, è che, lui, e il Re della ARABIA SAUDITA, sono i più pericolosi nazisti, complottisti, maniaci reigiosi, spietati criminali internazionalei del pianeta! ] L'opposizione turca ha di nuovo chiesto le dimissioni del premier Recep Tayyip Erdogan nello scandalo della tangentopoli del Bosforo dopo la diffusione su Youtube della registrazione, di 4 telefonate compromettenti, fra, il premier e il figlio. Nella registrazione, di cui non e' stato possibile verificare l'autenticita' in forma indipendente, Erdogan e il figlio apparentemente, discutono di come nascondere ingenti somme di danaro, che, si trovano in casa di diverse persone vicine alla famiglia. [beh, cosa c'è di strano?, anche io ho nascosto, le mie banconote nel muro.. lol. infatti, io non mi fido della Banca! ]
Rispondi
 ·
Rothschild hell
1 ora fa

Ucraina: Ue,in settimana pacchetto aiuti. Annuncio presidente commissione Affari Esteri del Parlamento. 25 febbraio, STRASBURGO, [ cosa è, un prestito, dato ad interesse, per ricattare il Paese, attraverso, il debito pubblico? allora, non è una dono, è una forca! ] "Nel corso della settimana ci sarà la proposta di un pacchetto di aiuti a breve termine per l'Ucraina". Lo ha detto Elmar Brok, presidente della Commissione affari Esteri del Parlamento Ue al rientro dalla missione in Ucraina riferendo di averne parlato, anche, con Olli Rehn. Il tedesco ha anche confermato che, "l'intero programma di cooperazione" con Ue, Fmi, Bei e Bers collegato all'offerta di accordo di associazione per l'Ucraina è di "15 miliardi di dollari".
Rispondi
 ·
Rothschild hell
1 ora fa

Nigeria: attaccata scuola, 29 morti [ bastardi, bastardi figli del demonio! ] Media, studenti aggrediti con coltelli-pistole, edifico incendiato. 25 febbraio, #KANO, [ Herman Van Rompuy, Merkel, Barroso, Bildenberg, Obama, 322, Bush, 666 Rothschild, Kerry, Onu, Ue, 666, Lega ARABA, FMI, [ bastardi, bastardi figli di puttana! ]] Combattenti sospettati di far parte del gruppo fondamentalista islamico Boko Haram hanno compiuto un attacco in una scuola nel nord-est della Nigeria, causando almeno 29 morti. Lo riferiscono media internazionali sottolineando che l'attacco e' stato compiuto, a colpi di pistola e coltelli e l'edificio e' stato dato al fuoco. L'attacco, secondo la polizia, é avvenuto in un collegio a Buni Yadi, nello stato di Yobe, frequentato da ragazzi e ragazze. Le vittime sarebbero tutti maschi.
Rispondi
 ·
Rothschild hell
1 ora fa

Benjamin Netanyahu, coglione, tu hai una data, per quanto l'Iran, avrà la sua bomba atomica? bene, entro quella data, suicidati e non farti più vedere!
Rispondi
 ·
Rothschild hell
1 ora fa

Papa: non ci si abitui a scandalo guerra. Trafficanti armi festeggiano mentre bimbi profughi alla fame. 25 febbraio, #CITTA' DEL VATICANO, [ ma veri demoni, dalla forma umana, hanno preso il controllo delle nazioni, friei salafiti, massoni: ONU, Bildenberg.. contro, costoro, ci dovremo difendere, .. e sarà un bagno di sangue, se non si arrendono a me! ] Bimbi affamati nei campi profughi, mentre i fabbricanti d'armi fanno festa nei salotti. E' l'immagine che il Papa ha evocato nella messa a Santa Marta. L'omelia è un accorato appello per la pace e contro ogni guerra. Francesco ha esortato tutti i cristiani a non "abituarsi" allo scandalo della guerra. "Ogni giorno, sui giornali, troviamo guerre" e "i morti sembrano far parte di una contabilità quotidiana". "Il Signore - ha concluso - ci salvi dall'abituarci alle notizie di guerra".
Rispondi
 ·
Rothschild hell
1 ora fa

Usa: per americani Obama non é rispettato. Mentre maggioranza crede che il Paese sia benvisto nel mondo. 24 febbraio, #WASHINGTON, [ Obama deve imparare ad avere rispetto per se stesso! lui è uno smidollato, che, aveva deciso di bombardare, la Siria, mentre, nel suo cuore lui sapeva, che, sarebbe stato un tragico errore! Però, è un uomo buono, in mezzo  veri satanisti, 322, 666. ma, lui merita rispetto, ed io lo rispetto! ] Per la prima volta dall'inizio della sua presidenza, la maggioranza degli americani non crede che Barack Obama sia rispettato dai leader delle potenze straniere. Un nuovo sondaggio Gallup rivela che il 53% ritiene che l'attuale presidente non abbia la considerazione dei capi di stato e di governo di altri Paesi e solo il 41% la pensa all'opposto. Al contrario, la maggioranza degli americani continua a credere che gli Usa siano ben visti nel mondo.
Rispondi
 ·
Rothschild hell
1 ora fa

LEGA ARABA, satana, ONU, UE, USA, Bush 322, 666 Rothschid, FMI, Bildenberg, [] è perché Israele rappresenta la sovranità di JHWH sopra tutto l'Universo, che, voi avete deciso di distruggere Israele! Consegnatemi, la sovranità monetaria del mondo, e rinunciate, alla Sharia, altrimenti, preparatevi a morire!
Rispondi
 ·
Rothschild hell
7 ore fa

Benjamin Netanyahu, smettila di andare a piagniucolare, ai satanisti come kerry 322, loro sono più terrorizzati di te!  .. è una vera maledizione per gli israeliani, dover subire le lagne, di un vigliacco come te!
Rispondi
 ·
Rothschild hell
7 ore fa

Benjamin Netanyahu, ma, che valore può avere, la parola di un politico, nel sistema massonico? voi non siete neanche capaci, di essere consapevoli, dei sacrifici umani, sullo altare di satana, che, i vostri servizi segreti fanno a vostra insaputa.. come, di che, tipo, di relazioni i vostri servizi segreti, hanno: con: gli alieni, cioè, con: i demoni, a cui i Rothschild: hanno dato un corpo OGM, nel 1200 dC., ma, la  Merkel, lei non può dire, di non sapere, tutto questo! .. ecco perché, io credo, che farò mettere la mani alle spade dei miei angeli
Rispondi
 ·
Rothschild hell
7 ore fa

Benjamin Netanyahu, io so, che, io non posso chiedere a te, di difendere i martiri cristiani dhimmi! ma, tu perderai 6milioni di israeliani, se, tu non agisci nelle prossime ore! Iran, presto avrà le sue atomiche, e tu sai che è così!
Rispondi
 ·
Rothschild hell
7 ore fa

Benjamin Netanyahu, perché, king SAUDI ARABIA è sereno, nonostate, l'immensità del suo nazisno e dei suoi crimini, una totale violazione, dei diritti umani sotto egida ONU? perché, il suo comportamento politico, è dettato, passo per passo, dalla Kabbalah di Rothschild! loro, i salafiti, seguono le istruzioni del FMI.. ecco cosa significa veramente la parola "massoneria"
Rispondi
 ·
Rothschild hell
7 ore fa

Benjamin Netanyahu, quando, tu dirai, che, tu hai le prove della Congiura: della LEGA ARABA, contro: Israele, poi, nessuno avrà, bisogno di crederlo, perché: tutti sanno: che: è così! che, sempre è stato così, quando loro erano musulmani, e figuriamoci oggi, che, loro sono i salafiti, wahhabiti!  .. il sistema massonico si deve assumere, le sue responsabilità, per avere permesso, che, sorgesse questa perversione nazista, ammasso di menzogne e di ipocrisie, della LEGA ARABA (e la loro agenda, è una logica ingenua ). certo, non potendoti uccidere loro, i farisei Illuminati, poi, dovevano trovare qualcuno, per fare, il lavoro sporco, al posto loro.. non potrebbe mai esistere un pianeta per satana, con la esistenza di Israele
Rispondi
 ·
Rothschild hell
7 ore fa

Benjamin Netanyahu, la Merkel è un burattino, un vero satanista (30.000 sacrifici umani, sull'altare di satana, ogni anno sono buoni per lei.)! se, lei aveva a cuore Israele, lei difenderebbe i martiri cristiani, ed invece lei è un mostro, per non vedere il nazismo della LEGA ARABA, e tutti gli omicidi, commessi dalla LEGA ARABA, ogni giorno, sotto egida ONU.. e, non avrebbe mai permesso, il nucleare all'Iran.. quindi, ti restano poche ore, per agire, con questo attacco nucleare preventivo, dove, deve essere utilizzato: l'80%, di tutto il tuo potenziale atomico! ... mi dispiace! è vero, che, tu non hai alleati, ma, fuori della LEGA ARABA, che, presto morirà, tu non hai nemici.. e questa è: la tua opportunità, la tua unica occasione, per non vedere, con i tuoi occhi, la morte i 6milioni di israeliani!
Rispondi
 ·
Rothschild hell
8 ore fa

Benjamin Netanyahu, tutti possono comprendere facilmente, come, in una torre di Babele, la vita umana, non ha nessun valore: per se stessa, cioè, non è sacra. Nella Babele del FMI, hanno fatto gli ibridi, tra, uomo e animale.. nella Babele sharia, sono pronti a distruggere, ed a strumentalizzare, anche, tutti i palestinesi, pur di raggiungere, il loro scopo ieologico religioso (la conquista del mondo) .. ecco perché, la loro ideologia porterà sempre, i palestinesi e tutti i musulmani, a diventare i terroristi. e se, anche, si trovasse il modo, di isolare i musulmani, dagli islamici, e loro potessero vivere pacificamene, in mezzo a noi (parlo, non solo di Israele) ed anche se, i palestinesi fossero convinti, a dividere come fratelli, insieme agli israeliani, tutta la Palestina.. questo non fermerebbe, la LEGA ARABA, dalla sua ideologia di conquista del mondo! Quindi, userebbero prima il terrorismo, poi, colpevolizzerebbero, di represione, il governo, poi, colpirebbero con missili, ogni centimetro di palestina, ugualmente, pur sapendo di uccidere, così, anche tutti i palestinesi.. perché, Rothschiild e Salafiti, parlano di sacrifici dolorosi, ma, necessari: "che, sono le stesse parole, che, il regista ha messo sulla bocca del Faraone, per giustificare, presso Mosé, suo figlio adottivo, la necessita di fare, l'omicidio, di tutti i maschi degli ebrei... coiè, la logica della ragion di Stato! "
Rispondi
 ·
Rothschild hell
8 ore fa

Benjamin Netanyahu, sia salafiti che farisei, odiamo le benedizioni di Abramo, perché, se, Abramo non viene calpestato, mai potrebbe essere, e mai potrebbe diventare tutto loro: il pianeta, cioè, mai si potrebbe realizzare: la torre di babele.. e noi abbiamo: 2 torri, di babele, oggi alleate, ma, in futuro antagoniste, la lega araba, e, il sistema massonico occidentale, bildenberg, che, nasce dal fondo monetario internazionale! .. ecco perché, la visita cordiale della Germania, in Israele, era una trappola.. quelli non sono politici, sono termiti, manichini!
Rispondi
 ·
Rothschild hell
8 ore fa

Benjamin Netanyahu, la LEGA ARABA, è un solo organismo unitario, parole come Giordania, Siria, Egitto, Turchia, ecc.. sono etichette, perché, esiste la Umma, la Grande Nazione Araba, che è: il mondo intero, il Califfato Mondiale, un mondo, per la Sharia, che è: un imperativo: religioso categorico, un dogma universale .. ecco perché, avere escluso la Siria: dalla LEGA ARABA, è stata la più grande condanna a morte: per Assad, infatti, Assad si rifiutò, di porre legislazioni, atteggiamenti, che, avrebbero dovuto portare, i suoi dhimmi ( infatti, la Siria è l'unica nazione Araba, ad avere una cultura umanistica ), allo sterminio, ed è per questo, che, Assad è stato punito, sia, punito dai farisei Illuminati, che, punito dai salafiti, il cui obiettivo principale, è sradicare, il cristianesimo dal pianeta! ... ma, il loro progetto, di sterminio, non si può attuare, finché, le benedizioni di Abramo, rimangono in piedi!
Rispondi
 ·
Rothschild hell
8 ore fa

Benjamin Netanyahu, nessuno, può trovare in me, un discorso delirante, perché, tutto quello, che è in me, è amore, amore per ogni forma di vita, uguaglianza tra tutti gli uomini.. ecco perché, giustizia e amore proteggono il mio equilibrio mentale.
Rispondi
 ·
Rothschild hell
22 ore fa

Netanyahu invita Renzi in Israele. Nel corso di una telefonata tra i due di ieri sera. 24 febbraio, Netanyahu invita Renzi in Israele. TEL AVIV, [ prima di vedere boicottato Israele, io voglio vedere boicottata, tutta la lega araba, per il suo nazismo, e per tentato genocidio, di tutto il genere umano! sono loro i terroristi che, combattono di giorno, e che, finanziano di notte, ed è in questo modo, che il loro satanismo si espande, e dove arriva l'erba cattiva? poi, non muore più!  ] Il premier Benyamin Netanyahu ha invitato il neo primo ministro italiano Matteo Renzi a visitare Israele. Il leader israeliano - nel corso di un telefonata di ieri sera con Renzi - ha rilevato, secondo il suo ufficio, che l'Italia "svolge un ruolo importante a livello internazionale", apprezzando il suo sostegno "contro il boicottaggio di Israele".
Rispondi
 ·
Rothschild hell
22 ore fa

Grillo, Renzi non credibile, sfiduciamolo! E' come Crozza, da lui annunciate solo falsità.
24 febbraio, #ROMA, [mi dispiace, che, mia cognata crede, che, Grillo sia un tipo strano.. questo è il risultato, della disinformazione del sistema massonico.. ma, senza sovranità monetaria, non può esistere sovranità politica, e quindi, i Governi non sono altro che abilitati a funzioni amministrative! ma, non credo che mia cognata trover mai i miei articoli in Internet, erché i satanisti della NSA 322, e Cia 666, mi hanno blindato nei loro filtri potenti. questa è la verità, io parlo, soltanto, al mio fratello il King Saudi Arabia, e al mio fratello Rothschild  ] "#SfiduciamoRenzie", è l'hashtag che Grillo lancia su Twitter mentre il premier è impegnato a Palazzo Madama nel suo discorso programmatico. E sono decine i commenti polemici e sarcastici - segnati proprio con questo hashtag - che il leader Cinque Stelle sta ritwittando sin dall'inizio dell'intervento. In alcuni si paragona Renzi a Crozza, in altri si denunciano "le falsità" annunciato dal premier, in altri ancora gli utenti ritwittati da Grillo denunciano "38 minuti di fuffa".
Rispondi
 ·
Rothschild hell
22 ore fa

Israele-Germania, vertice altamente simbolico a Gerusalemme. Merkel e il governo tedesco in visita di 24 ore per il piu' grande incontro intergovernativo mai organizzato tra i due Paesi. 24 febbraio, 12:41 [[ certo, questo è un passo importante, ma, non esiste una questione palestinese, disgiunta da una questione di, schiavi dhimmi, nella LEGA ARABA, dove la sharia, è un clima ideologico, aggrassivo, pensieto totalizzante, che, rende impossibile, per ogni diversità, di poter esistere.. se, l'Islam non diventa una religione di Pace, e se, la lega araba, non si apre ad una: paritaria: libertà di religione, che è poi, il criterio della reciprocità, che ci è dovuto, poi, le tensioni e le disparità,  del suo barbaro nazismo, la violazione dei diritti umani fondamentali, sfoceranno nel distrastro.. [ed Israele è in prima fila di fronte al disastro] ma, non vedo qualcuno, in tutto il mondo, che, abbia ancora avuto il coraggio, di parlare francamente alla LEGA ARABA, che baldanzosa, continua ad uccidere, ogni giorno 300 martiri cristiani innocenti!! ]]
Rispondi
 ·
Rothschild hell
22 ore fa

24 febbraio, 15:32 #ROMA, [ l'India pagherà una penale, per i suoi ritardi, perché, non può pretendere di avere delle persone in ostaggio! con che credibilità, può esercitare la legge chi la viola? ] "Ieri arrivato a Palazzo Chigi ho scelto di fare alcune telefonate simboliche. E ho scelto di chiamare i due marò che da troppo tempo sono bloccati a Nuova Delhi da un'assurda e allucinante vicenda per la quale garantisco il mio personale impegno e quello del governo". Lo ha detto il premier Matteo Renzi in Senato
Rispondi
 ·
Rothschild hell
22 ore fa

Guardian,'scandalo' case vuote in Europa. Potrebbero accogliere tutti senzatetto. Italia ai primi posti. 24 febbraio, 14:08 #LONDRA, [ potrebbe dare il Guardian la sua casa! lui non sa, che, il Italia, lo Stato tutto pretende e niente da! uno sfratto costa 2000 euro, chi abita, se non paga, rimane in casa, gratis per due anni, e se, ti distruggere l'appartamento non ti risarcisce nessuno! questi inquilini, che, entrano in casa tua, con la menzogna, in un tuo appartamento, e pagano, soltanto, i primi due mesi, sono i serial killer dei piccoli proprietari di una casa, che, è il frutto, dei sacrifici di una vita! ] Ci sono più di 11 milioni di case vuote in Europa. Lo ha calcolato da dati ufficiali il britannico Guardian, che parla di 'scandalo', se si considera che i senzatetto nel continente sono circa 4,1 milioni. Al primo posto c'è Spagna, con 3,4 milioni di case non utilizzate, seguita da Francia con 2,4 milioni e Italia in cui il numero oscilla fra i 2 e i 2,7 milioni. Questi dati hanno scatenato le proteste delle associazioni che difendono il diritto ad avere una casa per tutti.
Rispondi
 ·
Rothschild hell
22 ore fa

 24 febbraio, #LONDRA, [ se, voi non distruggerete, la massoneria? io dividerò le nazioni in Regioni! ] Mentre, si fa sempre più acceso il dibattito fra Londra e Edimburgo sul futuro della Scozia, che il 18 settembre deciderà se restare o meno nel Regno Unito, si scopre una insolita discendenza per il premier britannico David Cameron. Il leader conservatore, che vuole salvare il Paese dalla secessione, annovera fra i suoi avi i membri del temibile clan scozzese dei MacDuff, sanguinari guerrieri che nel 14esimo secolo combatterono nelle guerre di indipendenza contro l'Inghilterra.
Rispondi
 ·
Rothschild hell
22 ore fa

Ucraina: Mosca, minaccia nostri interessi! Premier russo, dubbi su legittimità istituzioni Kiev. 24 febbraio, #ROMA, [ la gatta frettolosa, fa i figli ciechi! chi ha soffiato sul fuoco, per realizzare un incendio in Ucraina? Credo che se viene scoperto un complotto estern, poi, saranno guai! cioè, chi ha lavorato nella ombra, per realizzare una anarchia di ingovernabilità? ] questo gioco sporco è troppo pericoloso. [  io dico che, ci vuole un governo tecnico, che, le istituzioni debbano essere ricostituite, rispettate, che, barricate da guerra civile non si devono più vedere! il dialogo polico deve essere il più ampio, affinché, il popolo abbia tutte le informazioni, per potersi esprimere, con consapevolezza, nelle urne! ] La situazione in Ucraina "rappresenta una minaccia, per i nostri interessi e per la vita dei nostri cittadini": lo ha detto il premier russo Dmitri Medvedev, citato da Interfax, spiegando le ragioni del richiamo dell'ambasciatore russo a Kiev. "La legittimità, di alcuni organi istituzionali" dell'Ucraina "suscita forti dubbi", ha aggiunto: "La gente armata e a volto coperto non è un partner con cui poter dialogare. Non c'è nessuno con cui trattare" a Kiev.
Rispondi
 ·
Rothschild hell
23 ore fa

Marò: procura, no a Sua Act. Udienza tra 2 settimane. Rimane stallo su polizia Nia
24 febbraio, 10:08. NEW DELHI, [ sono contento, che, l'India abbia intrapreso, la strada del rispetto della comunità internazionale.. ora, deve intraprendere, la strada della legalità, e dirmi se, lei ha giusrisdizione a giudicare, un fatto, che è avvenuto, in acque internazionali!  ] Il procuratore generale indiano G.E. Vahanvati ha presentato l'opinione del governo sul caso dei marò italiani Salvatore Girone e Massimiliano Latorre in cui si esclude il ricorso al Sua Act per la repressione della pirateria. Il documento sostiene però che i capi d'accusa saranno presentati dalla polizia Nia, l'unità antiterrorismo, che ha svolto le indagini. La difesa si è opposta a quest'ultima ipotesi e il giudice ha fissato una nuova udienza tra due settimane.
Rispondi
 ·
Rothschild hell
23 ore fa

google+, io ho sentito da una collega che in Inghilterra hanno fatto dei bambini con i geni di tre persone diverse.. ma, io credo, che, anche, la persona più sprovveduta dovrebbe sentirsi offesa e minacciata!
Rispondi
 ·
Rothschild hell
23 ore fa

si, lo Stato Assassino, complice di rothschild ] Fratello pizzaiolo morto?, è una condanna per lo Stato, 'Camorra avrebbe dato più tempo per pagare, Stato solo 24 ore'. 23 febbraio, Fratello pizzaiolo morto condanna Stato. POMIGLIANO D'ARCO (NAPOLI), [ è indispensabile creare, un ufficio di consulenza per il cittadino, un difensore civico, in ogni ente, che, ha poteri coercitivi, circa la fiscalità, o posizioni amministrative varie! Perché in tempi di recessione anche piccole somme possono diventare una istigazione al suicidio] "La camorra gli avrebbe dato più tempo per pagare prima di mandargli in fumo il locale. Il mio Stato, quello cui pago le tasse, gli ha dato solo 24 ore: devo pensare che la camorra tutela più dello Stato". Parole dure quelle di Arcangelo De Falco, fratello di Eddy, il pizzaiolo di 43 anni suicidatosi alcuni giorni, dopo aver ricevuto un verbale di 2000 euro per la presenza irregolare della moglie nel panificio. Il suo appello:non lasciare sola la famiglia.

Rothschild hell
23 ore fa

la natura stuprata, abusata, violentata, gli esperimenti OGM, hanno messo in pericolo l'ecosistema, devono cessare immediatamente! Massoni satanisti, hanno già creato ibridi tra, umani e maiali, per fare, una sottospecie di schiavi ] Ad oggi da inizio anno ne sono già stati pescati almeno tre; il più grande misura presumibilmente otto metri. E per i giapponesi questo è un cattivo presagio. Le creature marine gigantesche stanno misteriosamente apparendo lungo le coste del Giappone provocando preoccupazione tra i pescatori. "Non ho mai visto niente di simile nei miei 15 anni di pesca - racconta un pescatore - Mi domando se questo non possa essere considerati di malaugurio"