corpo mistico

 Franco Cagnoni Chissà' perché l'ottanta per cento (statistiche di qualche mese fa) degli inglesi e americani rimpiangono la Thatcher e Regan la nostra sinistra del cazzo la pensa diversamente ma inglesi e americani con loro raggiunsero il massimo. Per quanto riguarda la crisi ultima non è' certo colpa loro ma di Clinton che non capi che doveva stoppare sul nascere la bolla speculativa.Leggete la stampa internazionale e capirete molte cose di quel periodo. Continuate a leggere (la repubblica) che farete molta strada specie sui temi economici. Mamma mia.
 5 · 18 agosto alle ore 22.12
 Patrick Escidastocorpo La Thatcher non ha aiutato economicamente il suo paese con la sua popolazione, ha aiutato le corporazioni finanziare a crescere e a prendere potere, il tutto mentre distruggeva a furor di privatizzazioni e svendite i beni statali con gli annessi sevrizi.
 Prodi ha fatto parte di quella cerchia di politici (Andreatta, Ciampi etc.. )che ingenuamente ha creduto che cedere sempre maggiore sovranità all'Europa avrebbe debellato la corruzione politica Italiana, ma si sbagliava e neanche lui era tanto lindo.
 Ma nessuno ricorda il ventennio di Berlusconismo? Va bene che Prodi è entrato nei patti per la formazione dell'Euro, il passaggio però se lo fece il governo Berlusconi, il governo fantoccio che non si è più occupato delle faccende europee era il governo Berlusconi, se l'Italia non ha più fatto nulla per fermare l'Austerity in arrivo anche dalla Germania è colpa dei governi che si sono succeduti e che non si sono occupati della cosa pubblica ma dei problemi privati del proprio capo.
 Va bene che la Germania sta esaferando, va bene che la Thatcher non era un esempio di democrazia, va bene che Prodi ha fatto le sue cagate, ma vogliamo ricordarci del pagliaccio che più volte è stato rieletto a governare il paese e che si è sempre fatto solo e soltanto i propri interessi? Con i soldi dei contribuenti tra l'altro?!?!?!?!?!?!
 5 · 6 agosto alle ore 13.14
 Signorini Andrea Bravo mortadella e pensare che ti abbiamo pagato lo stipendio x anni x sentire queste tue cazzate , di sicuro. A qualcuno a fatto bene a te e agli altri rottinculo come te avete rovinato la nazione più invidiata al mondo , vergogna a chiamarvi Italiani.
 5 · 21 luglio alle ore 13.23
 Arturo Pischedda Il disastro più grande è la grammatica usata nei vostri commenti...
 5 · 13 giugno alle ore 2.18
 Giovanni Arienti È un confronto impari, la Signora di ferro usciva da una famiglia di un "bottegaio", che sapeva dare un giusto valore alla moneta, al dare ed all'avere, dove ogni sera doveva far quadrare un bilancio di spesa e di fatica.
 Aveva ricevuto dal padre una forte connotazione etica e di moralità, si era impegnata con sacrifici negli studi, per apprendere, per affinare quelle capacità necessarie per operare ed interagire anche in politica. Ancora oggi, i più grandi studiosi e uomini politici di una certa statura, anche di opposizione, le riconoscono il grande merito di aver sollevato le sorti, di una nazione e di una popolazione, depresse da forti squilibri, statalismo, inefficiente ed altro. Interagì sulla spesa pubblica e sulle caste con una potente mannaia, distrusse e ricostruì in un'ottica più compatibile e di efficacia lo Stato, le industrie, i trasporti, miscelando il pubblico ed il privato in una logica di competitività del chi meglio dà più riceve.....Condusse anche una guerra contro l'Argentina per affermare un diritto internazionale e nazionale delle isole F..
 Uno dei maggiori detrattori fu proprio il nostro ex Presidente del Consiglio, che operò sempre in un sistema marcio e di interessi propri ed impropri, prima al seguito del più grosso partito italiano la DC e poi, in capo, ma sempre alla mercé del sistema arruffa ed in seno alla sinistra, ebbe modo di implementarlo nel ventennio, almeno per 9 anni e più.
 5 · 6 giugno alle ore 10.25 · Modificato


 Stephen O'Sullivan Caro Marco Mascellani,quando Thatcher arrivato,inghilterra stava passando il crisi peggiore nella sua storia,e a Pena stato aiutato del IMF come greca adesso,non c'era lavoro,c'era sempre I scopperi e manifeste....non c'era un futuro....e nato il punk in questo tempi Perche I giovanni si rebellarsi contro la sistema ecc.....lei in 10 anni ha transformato la classa politica e la ecomonia che diventato uno di piu forte del mondo fino gli anni 80....si,lei ha fatto decisioni difficile e non molto populare con tanto gente e fatto morire I parassiti sindicati e liberato il mercato di lavoro e la borsa inglese.....si e Vero che non ha eliminating tutto la poverta ma ha dato la possibilita al che ha un casa popolare di compralo....sua padre ero un marcellario della classe lavoratore non un figlione di papa come in Italia.......era una Donna con le palle che non ha avuto bisogno di tirare fuori le Terre come tante persone in Italia fanno.....prodi e suoi amici di sinistra e a destra eranno coglioni porci che voi italiani pecoroni continua di votare....e tu Marco devi tornare a scuola,non sai di cosa stai parlando.
 4 · 9 gennaio alle ore 19.45
 Riccardo Ferra Ferraguti Si dai glorifichiamo la tatcher e gettiamo merda su prodi. Vi meritate Berlusconi.
 5 · 5 gennaio alle ore 0.13
 Pietro Lenzi É inutile criticare senza conoscere guardando delle citazioni, Prodi era senza dubbio ottimista ma quello che c é dietro la moneta unica é la prosecuzione di ideali di pace e unione dopo le guerre che hanno sconvolto l'Europa e gli europei nel 900. Sono tanti benefici portati dall'Euro solo che su quelli non si fanno mai le vignette.....forse sarebbe meglio pensare a come viene gestito e da chi oppure all'evasione fiscale nel nostro paese...ma anche ricordare come le liberalizzazioni volute dalla cara Thatcher (insieme a Reagan) abbiano consentito lo sviluppo della globalizzazione finanziaria che mi sembra un problema molto piú grave della moneta unica.
 4 · 5 settembre alle ore 0.08
 Mario Delogu Lenzi ti amo!
 Mi piace · 5 settembre alle ore 0.45


 Enrico Baiano Non è l'euro che ci ha rovinato, ma la gestione banditesca che ne è stata fatta in Italia. Negli altri paesi dell'Unione Europea le commissioni istituite allo scopo hanno vigilato e severamente sanzionato chiunque tentasse di aumentare i prezzi approfittando del cambio (in Finlandia, Norvegia, Paesi Bassi, Francia l'aumento è stato inesistente o trascurabile); in Italia tali commissioni (previste dal governo Prodi), sono state smantellate dal governo Berlusconi, che ha provveduto anche ad aumentare la giocata minima del lotto da 58 cent (=1000 lire) a 1 euro, sancendo così ufficialmente il cambio £1000=€ 1 e rovinandoci tutti. Albergatori, commercianti, ristoratori, titolari di concessioni di spiaggie, stazioni sciistiche ecc. hanno festeggiato, spolpandoci in maniera indegna (...e adesso piangono perché la gente non compra, non fa vacanze lunghe, va sulle spiaggie libere, gira in camper - chi può - , va in bed&breakfast improvvisati ma almeno economici, se va fuori mangia solo pizza ecc. ecc.). Ricordo che Prodi negli anni '90 combatté in Europa perché il cambio fosse a meno di 2000 lire invece di quello proposto, che arrivava quasi a 3000; capisco che è più semplice e comodo prendersela con lui e con l'euro, ma le cose sono molto più complicate.
 4 · 24 agosto alle ore 10.57
 Marco Lampugnani Ma se in Italia ci fosse ancors la lira secondo tutti voi dove saremmo ora? La nostra economia sarebbe più forte di prima? Avremmo una vita diversa? Un'economia in ascesa? O forse il problema è che destra sinistra centro centro destra centro sinistra destra estrema sinistra estrema tutti non hanno mai guardato al futuro ma solo ai propri interessi immediati e personali? Birocrazia perfetta per rubare. Noi italiani dovremmo vergognarci tutti. Tutti quanti.
 4 · 18 agosto alle ore 19.09
 Michela Piazzi Cmq non sono di sinistra e prima di Berlusconi esisteva la tassa di successione, poi al suo insediamento al governo la prima riforma e' stata l'abolizione della tassa di successione. Infatti perché i sacrifici fatti dai ns. genitori che hanno investito i loro risparmi in beni devono essere tassati nuovamente ... Cmq qd hanno cacciato Silvio, la prima cosa che ha fatto Prodi prima diventare primo ministro, ha provveduto ad intestare i suoi beni ai figli con atto di donazione per evitare di pagare la tassa di successione. Il suo primo provvedimento una volta al governo ha RINTRODOTTO la TASSA di SUCCESSIONE per formalità ha modificato il nome con : " Dichiarazione di trasferimento a causa di morte " .... COERENTE il SUO MODO di AGIRE !!!
 4 · 17 agosto alle ore 15.14
 Cristian Cremonesi L euro puó essere paragonato solo ai piû grandi disastri quali torri gemelle.... Campi di concentramento e via dicendo! A differenza che é l unico che rimarrá inpunito
 4 · 14 agosto alle ore 8.46
 Tiziano Stasio Ci sei andato vicino caro Prodi.........solo che anziche' un giorno erano 7 i giorni di non lavoro. Che Dio ti maledica....ogni giorno di piu'!
 4 · 19 luglio alle ore 23.30
 Marco Lombardo L'Euro non è fatale per i paesi poveri, ma per i paesi abitati da peracottari, come il nosto.
 4 · 16 luglio alle ore 17.19
 Angelo Altomari la Thatcher a messo in ordine l'inghiltera, mortadella si è messo a posto lui
 4 · 6 giugno alle ore 11.10
 Boiler Farneti Francesco ancora con dx sx???? Sono la stessa cosa e seguono gli stessi interessi spalleggiandosi a vicenda! Qui c prendono solo in giro, c danno 1 c prendono 2! Che possiate bruciare all'inferno mafiosi!
 4 · 5 giugno alle ore 14.39
 Giovanni Caragnano Credo che nessuno dei due sapesse esattamente cosa sarebbe successo non diamogli capacità profetiche !!!!! Hanno fatto una lor previsione guidati da modelli statistici previsionali conditi da suggerimenti dei loro 'Sponsor' economici finanziari; l?europa che voleva una moneta forte per non soccombere di fronte al dollare e la sterlina che invece non voleva perdere della sua forza economico/finanziari mischiandosi con l'euro. Però sarebbe opportuno chiarire la situazione euro sgombramdo il terreno da una mescolanza imappropriate di ideologie varie; innanzitutto l'euro è una moneta e non ha risvolti sociali e chi riporta l'euro a questi aspetti lo fa per depistare e speculare meglio; l'euro come moneta unica è una scelta finanziaria corretta perchè ci rende forti verso monete gia più forti di ogni singola moneta europea (Dollaro e Sterlina) o emergenti (Yen). In fondo non va contenstato l'euro ma bensi le regole finanziare speculative richieste dai gruppi finanziari e approvate dai ministri degli stati membri (e questo deve far riflettere ed ecco l'importanza di votare bene per il parlamento europeo) e regole e regolamenti mai legiferati come titoli di stati unici e non per singolo paese, livelli di tassazione unici e non disparati in tutta l'unione e via discorrendo. E per l'euro calza a pennello il famoso detto ' La gatta frettolosa fa i gattini ciechi' Buona giornata a tutti e scusate per essermi dilungato !!!
 4 · 4 giugno alle ore 8.44
 Pietro Morelli Il problema nn sono loro,siamo noi cittadini ke siamo buoni solo a parlare o commentare un semplice link su facebook prendete come esempio gli ucraini,loro hanno le palle, noi solo la fame e ci sta bene
 4 · 23 febbraio alle ore 3.46
 Laura Oggiano Dimenticato o meno....purtroppo indietro non si torna.......
 .........il peggio è che non si va neanche avanti.....
 5 · 22 febbraio alle ore 4.28
 Sara Imparato queste foto sono inutili, fuorvianti e pericolose e lo dimostrano i vostri commenti. com'è facile manipolare la massa!
 4 · 22 febbraio alle ore 1.01
 Salvatore Saci Cicciarelli L' idea della moneta unica era semplicemente un idea geniale se supportata da una buona politica internazionale economica chi é intelligente sa di chi é stata la colpa...e poi la frase della thatcher si commenta da sola 《i paesi piu poveri》 non mi risulta che l' italia fosse tra i paesi piu poveri era l ottava potenza mondiale questo la dice lunga su quanto la nostra politica e in parte la politica europea abbia notevoli colpe sul fallimento
 4 · 21 febbraio alle ore 1.48
 James Giacomo Barberis Tutte capre. Chiunque di voi creda che il nostro problema sia dovuto a prodi e all'euro è semplicemente ritardato, e vi andrebbe revocato il diritto di voto. Imbecilli.
 4 · 21 febbraio alle ore 1.23
 Massimo Maruca Avete rotto con la politica berlusconiana. Prima di Berlusconi l'economia italiana andava a gonfie vele, si lavorava tutti, i politici erano al servizio dei cittadini. Era tutto ok! Chissa' perche' non me lo ricordo!
 4 · 20 febbraio alle ore 21.16
 Luca Di Bari Colpa dell'euro o di chi ha raddoppiato i prezzi raddoppiando il costo della vita ?
 4 · 20 febbraio alle ore 16.04
 Luc Von Zip Prodi, dove ha messo le mani lui a distrutto tutto
 4 · 20 febbraio alle ore 10.28
 Giulio Sassaro Invece lavoriamo un giorno in più, guadagnando come se lavorassimo un giorno in meno!!!
 4 · 19 febbraio alle ore 21.50
 Fefo Van DomoAvoi Visto che siete tutti economisti nati , il concetto di moneta unica è giusto vedi il dollaro , è stata la gestione sbagliata in un periodo di recessione ... Ricordo che se eravamo fuori dall
 Euro il vostro cavolo di iPhone per scrivere le cazzate non lo vedevate solo in foto ...
 4 · 19 febbraio alle ore 14.16
 Claudio Ciullo una grande donna con l'uomo piu' scemo al mondo privo di cervello come chi lo ha sostenuto ....politico ed elettore....e poi guardate che faccia di m....
 4 · 18 febbraio alle ore 10.40
 Andrea Cera Non per niente lei la chiamavano "lady di ferro", mentre l'altro "il mortadella"
 4 · 16 febbraio alle ore 22.12
 Orlando Arnone Non si può mettere a confronto uno dei migliori economisti al mondo, thatcher, con il politico parassita italiano.....
 3 · 13 gennaio alle ore 7.45
 Vittorio Valenzano lavoreremo molto di più guadagnando molto di meno mortadella del c....
 4 · 7 gennaio alle ore 17.04
 Adriana Peinetti Il problema non è nella moneta unica, ma nella pessima gestione politica dell'economia italiana dopo l'euro. A cominciare dalla becera speculazione che ha fatto raddoppiare i prezzi in pochi mesi per garantire enormiguadagni ad imprenditori e commercianti che avevano fatto provviste in lire. Siamo stati incapaci di gestire la questione. tutto qui
 4 · 5 gennaio alle ore 12.00
 Marino Pelosato Servirebbe una Thatcher in Italia!
 4 · 5 gennaio alle ore 8.18
 Riccardo Ferra Ferraguti Prodi è stato uno dei pochi politici rispettabili all'estero, ha avviato una seria lotta all'evasione fiscale e non faceva uscite da saltimbanco. Poi chiaro che abbia sbagliato molto, soprattutto nella scelta degli alleati però farlo passare per l'ultimo dei coglioni mi sembra ingeneroso.
 4 · 5 gennaio alle ore 1.11
 Mario Sannino hai ragione farlo passare x ultimo e' un offesa alla sua persona ma nemmeno il primo e' il coglione in assoluto
 Mi piace · 8 gennaio alle ore 23.40


 Leonardo Mencacci Ci hanno sempre preso per il culo ma la colpa e' nostra che non reagiamo. Negli altri paesi quando vengono calpestati i diritti dei cittadini la popolazione mette a ferro e fuoco le città finché non vengono raggiunti gli obiettivi di democrazia in Italia invece di unirci ci dividiamo per degli ideali vecchi ed assurdi!! E' l'ora di cambiare gente!!!!!
 3 · 4 gennaio alle ore 13.46
 Leonardo Mencacci Per i comunisti ottusi la colpa e' sempre di Berlusconi, quando come sempre glielo butta nel culo un politico di sinistra sono contenti di prendercelo. Il mortadella non ha mai capito in cazzo!!!!
 3 · 4 gennaio alle ore 13.19
 Ronny De Luca Privato Schifo schifo schifo italiani Caproni buoni a poltrire solo a criticare alzate il calo è andiamo tutti a Roma e ribaltiamo il parlamento finché non si dimettono tutti le manifestazioni pacifiste non servono a un cazzo Francia Spagna vi sembra che abbiano fatto ciò riflettete italiani
 Italia agli italiani come diceva lo zio Benito sante parole
 4 · 3 gennaio alle ore 16.33
 Alfredo Giovannetti Classe '52 39 anni di servizio. Non so se ho lavorato un giorno in meno, di certo lavorero` quattro anni in piu`.
 4 · 3 gennaio alle ore 15.17
 Teresa Manco chi ha realizzato questo post della Thatcher non ne sa nulla.. ha liberalizzato tutto in inghilterra e a svenduto un intero patrimonio di beni inglesi inpratica è stata la pionera della globalizzazine.. infatti quandi è morta non l'hanno pianta nemmeno i parenti..facile fare post ma bisogna studiare prima
 4 · 3 gennaio alle ore 0.13
 Giovanna Giacalone Non c'è niente da fare : le donne sono decisamente superiori agli uomini !!!
 4 · 2 gennaio alle ore 21.24
 Licia Gabbanini Se avessimo ascoltato la Thatcher, oggi avremmo vissuto meglio.
 3 · 2 gennaio alle ore 11.24
 Giuseppe Casi Se avessero fatto fatte l' Europa a chi aveva fatto tutte le trattative (cioè i politici della prima Repubblica) loro avrebbero fatto meglio e trattato per mettere in comune non solo la moneta ma i debiti pubblici di tutti i paesi
 Mi piace · 3 gennaio alle ore 19.55 · Modificato


 Valentino Leopardi-Mura Daniela C'è gente che dice che se non fossimo entrati in europa ,avremmo fallito,ma perché entrandoci cosa abbiamo fatto? Non solo siamo falliti,molti italiani si sono suicidati per l'euro.
 3 · 1 gennaio alle ore 19.29
 Carmela Renzi Romano Prodi ha proprio la faccia di uno che può vendere solo ma dico solo la mortadella!!!!figuriamoci un po' alla giuda di un paese...è stato così bravo che è riuscito a far fallire una nazione come la nostra!!!non ho parole...
 3 · 1 gennaio alle ore 18.31
 Prospero Conte Invece di dire cazzate vai a votare per il cognome che porti
 Mi piace · 3 gennaio alle ore 15.40
 Carmela Renzi Infatti lo farò!!!!
 Mi piace · 3 gennaio alle ore 16.03


 Luigi Conigliaro mortadella vaffanculo!! la tacher sara stata una stronza m'ha visto giusto,,,,,
 3 · 1 gennaio alle ore 16.29
 Gianfranco Mombelli Serina Bastardo Prodi!! Si lavora tre giorni in meno, perché non c'è lavoro!!! Crepa bastardo!
 3 · 1 gennaio alle ore 16.15
 Roberta Dell'olio Margaret aveva visto giusto, infatti il Regno Unito ha mantenuto la sua valuta pur entrando in Europa.......... e allora mi chiedo..... perchè noi non abbiamo "voluto" fare lo stesso?
 3 · 1 gennaio alle ore 16.09
 Lucrezia Martella Il problema non è euro e che noi non siamo tutelati e stata fatta male la gestione europea .ogni paese doveva difendere le proprie origini tradizioni
 4 · 1 gennaio alle ore 16.07
 Paola Gallon mortadellla e quanto hai venduto un italiano???????
 4 · 1 gennaio alle ore 16.06
 Papadopoulou Dimitra Santa Margaret!!!Visualizza traduzione
 4 · 1 gennaio alle ore 16.05
 Effe Torre Già... Una era la lady di ferro... L'altro.... Soprannominato.... Mortadella...
 2 · 3 gennaio alle ore 5.49
 Rita Damarini le donne, come al solito, nn sbagliano mai...
 2 · 22 gennaio alle ore 22.34
 Antonella Anna Chirizzi il porchettone..ha fatto solo casino..
 8 · 1 gennaio alle ore 16.06
 Anto Nella Anche Prodi ci vedeva lungo....ha fatto i conti x le loro tasche !!!
 2 · 5 gennaio alle ore 1.16
 Sandra Cottafavi stronzo tu non hai la più vaga idea di cosa voglia dire lavorare coglione
 2 · 1 gennaio alle ore 17.46
 Nicola D'Angelo Thatcher bravissima profeta, attentissima ed occhi apertissimi. Prodi solo dormire e l'Italia paga e piange i fallimenti di gente indegna, bancarottieri e di inerzia toale.
 2 · 4 gennaio alle ore 18.34
 Lucia Di Noto doveva fare il referendum per sapere se gli italiani volevano entrare in europa con l'euro.... ma no! la prima sarei stata io a votare NO!NO!NO!.. nn poteva il signor facci di culo.. perchè altrimenti chi li avrebbe pagti i lor5o debiti..
 2 · 3 gennaio alle ore 12.39
 Barbara Sagan Il grande genio...il primo perfido pensiero dell'anno...!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
 2 · 2 gennaio alle ore 0.08
 Laura Monaco Galanti Effettivamente. .........la Thatcher fu realista e lungimirante. .....e ora ........non ci resta che piangere.
 2 · 1 gennaio alle ore 16.11
 Gianluca Marongiu I Britannici sono stati + furbi di quel Coglione !!!!!!!!!!!
 3 · 1 ottobre alle ore 14.33
 Tony Hackett Una donna con le palle...e un uomo doppiamente coglione...
 3 · 1 ottobre alle ore 12.23
 Patrizia Spagnolli Ah le Donne, sagge e lungimiranti, pratiche e tecniche. Chi tiene la contabilità familiare e arriva a fine mese oggi, può tranquillamente guidare un Paese...
 3 · 17 settembre alle ore 14.02
 Maria Antonietta Silvestri
 foto di Maria Antonietta Silvestri.
 3 · 16 settembre alle ore 20.16
 Michela Piazzi Storicamente e indipendentemente da come la si pensa politicamente negli anni ’80 l’Inghilterra stava vivendo un periodo economico disastroso come quello che ora accade in Italia. Purtroppo noi non abbiamo personalità al governo con uno spessore tale e una preparazione da poter guidare il paese fuori dalla recessione. Se c'e' chi ci ha provato e' stato messo fuori gioco.
 3 · 17 agosto alle ore 14.23
 Cimmino Giuseppe il giorno dopo dell'entrata dell'euro quello che costava £ 1000 costava poi € 1.00 se fosse stato vietato questo sarebbe andata meglio, solo che con il governo berlusconi andava benissimo così mafia alla grande. PRODI non ha mai gestito l'italia con l'euro ma BERLUSCONI che poi ha governato fino al punto di essere cacciato da tutti i paesi europei avendo mandato l'italia al disastro.
 3 · 17 agosto alle ore 10.03
 Kab Lauritano Maledetto mortadella!!!e paghiamo ancora la sua paga mensile!!!!
 3 · 14 agosto alle ore 17.12
 Rosa Thor Decisamente la Tatcher e' una donna intelligente ...mentre Prodi e' ...o un bugiardo o un ignorante.....a voi la scelta.....
 3 · 14 agosto alle ore 11.26
 Luca Fiocca Il problema Italia, contrariamente a quanto si possa credere, non è dovuto ad un trascorso mal governo, bensì ad una questione legata al passaggio dalla lira all'euro. Nel 2002 gli stipendi pubblici sono stati equiparati in maniera corretta, due milioni di lire = mille euro circa, mentre nel commercio è avvenuta l'incomprensione, un chilogrammo di mele da mille lire a un euro, una casa al mare da cento milioni di lire a centomila euro, una cena al ristorante da trentamila lire a trenta euro, ecc. ecc.
 I prezzi di mercato `drogati´ dopo l´entrata in vigore dell´euro hanno comportato una riduzione del potere d´acquisto da parte di tutti i risparmiatori. Il mancato controllo ha comportato un raddoppiamento dei prezzi, come a dire che gli stipendi sono ancora pagati in lire e gli acquisti sono fatti in euro. In altre parole prendo uno e pago due. Famoso, infatti, il triste assioma coniato ad oc, un euro uguale a mille lire...
 Mi chiedo e Vi chiedo perché l'Italia non possa oggi organizzare una manovra al contrario, ovvero un abbassamento unitario dei prezzi del 30% per riportarli alla vera realtà. Dai generi di prima necessità, fino ai semilavorati, per terminare alle materie prime. Il prodotto finito costerebbe molto meno e sarebbe quindi, in automatico, come aumentare gli stipendi. Mi rendo conto delle privazioni che ognuno di noi dovrebbe affrontare nel suo piccolo ma, e questo è un grosso ma, il sacrificio di tutti rilancerebbe l´economia del paese. A breve termine vedremmo l´Italia risollevarsi dalle ceneri se è vero come è certo che, mi ripeto, i prezzi con l´euro sono raddoppiati! Allo stesso identico modo del 2002, anno in cui ci fu il raddoppio, ora si impone un dimezzamento. Chi ha avuto, ha avuto, ha avuto; chi ha dato, ha dato, ha dato...
 Facciamo un esempio pratico. Prima dell´entrata in vigore dell´euro una pizza margherita costava mediamente tremila lire, una cena in trattoria trentamila lire e riempire il carrello della spesa al supermercato cinquantamila lire. Calcolando l´inflazione in dieci anni, l'aumento del costo della vita, la rivalutazione, la ricapitalizzazione ecc. ecc. come farebbe un buon perito, adesso un prodotto costerebbe probabilmente un 30% in più rispetto a dieci anni or sono. Quindi circa quattromila lire la pizza, quarantamila lire una cena e settantamila lire un carrello della spesa.
 Tradotto oggi: 2 euro la pizza margherita, 20 euro una cena e 35 euro il carrello pieno di ogni ben di dio. Risultato?! Un 30% in meno rispetto agli attuali prezzi.
 Per mettere in atto questa iniziativa, i problemi da risolvere sarebbero principalmente due: i depositi di magazzino e le importazioni.
 Per quanto concerne il primo, è presto fatto. Se ho in deposito, per esempio, un milione di euro di merce, che ho pagato cinquecentomila, e la vendo con il 30% di riduzione, ne ricavo settecentomila. La prossima merce la pagherò trecentocinquantamila euro e la rivenderò a settecentomila euro. Diciamo che dopo il primo giro di boa volto a svuotare i magazzini, il mercato dovrebbe riprendere a girare.
 Con una diminuzione del 30% dei prezzi, le esportazioni aumenterebbero ed il sistema Italia diventerebbe un modello da imitare. Di conseguenza anche altre nazioni dell'UE farebbero come noi, e quindi anche i loro prezzi calerebbero con un vantaggio per le nostre importazioni. In un mercato libero crescerebbe la competizione e quindi tutti giocherebbero al ribasso.
 Credo che in uno scenario come questo interverrebbe poi l'UE calmierando i prezzi e decidendo un tetto massimo da non superare.
 Non credo infine che ritornando alla lira si risolverebbe il problema perchè oramai i prezzi sono raddoppiati. Se proviamo a fare un calcolo oggi, con i prezzi attuali, non cambierebbe nulla se prima non si dimezzassero i prezzi. Provare per credere...
 3 · 6 agosto alle ore 17.35 · Modificato
 Sabrina Furlan Non so quanto la colpa sia realmente dell'euro. Non mi intendo di economia e tanto meno di politica. Però c'e da dire che la sterlina è sempre stata una moneta forte, la lira.. Beh.. Forse avremmo avuto più turismo e esportazione.. C'e da dire che se non ci fosse stato l'approfittarsi del cambio raddoppiato forse una birra non sarebbe lievita a 10.mila lire, una pizza non avrebbe un costo medio di 15mila lire, un paio di scarpe medio prezzo di 200mila lire ecc.. Diciamo che il problema italiano si estende a molti più fattori.. Ogni popolo ha i suoi problemi. C'e chi è sempre in guerra, in italia c'e troppa corruzione, troppi furbi e troppi politici che, chiunque ci sia, tende a ingrassare solo il proprio sedere. Però ripeto, non me ne intendo.
 3 · 1 agosto alle ore 13.58 · Modificato
 Claudio Colombo Del resto basta guardare solo la foto .chi dei due
 ha la faccia da imbecille ?
 3 · 23 luglio alle ore 9.02
 Giuseppe Totaro Prodi E' chitemmuort !!!! qua lavoriamo 10 giorni e ce ne pagano 5 .. lo ripeto Chitemmuort !!!!!!
 3 · 22 luglio alle ore 22.03
 Mario Falco Sicuramente è come evidenziato nel post, ma mi piacerebbe sapere anche il giorno in cui Prodi ha fatto l'affermazione e i/il giornale che l'ha pubblicata. Perchè a fare le burlesque siamo bravi tutti.
 foto di Mario Falco.
 3 · 21 luglio alle ore 11.02
 Manuela Montis Il caro Romano non ha lavorato un solo giorno in vita sua ...se nn x fare danni...incapace parassita..
 3 · 7 luglio alle ore 22.35
 Gigi Skyline Già peccato che nel regno unito una persona su tre è talmente povera che non può permettersi un'alimentazione corretta e beni primari
 3 · 3 luglio alle ore 20.20
 Pino Melideo Prodi e un ladro vigliacco e traditore del suo paese...quandi paesi stanno facendo crollare per i loro sporchi interesse.
 3 · 24 giugno alle ore 7.56 · Modificato
 Fabrizio Pavan Lo sbaglio piu' grande e ' stato togliere Il valore Della Lira e Portarlo al valore dell' euro , Un tempo chi guadagnava 2 milioni al mese poteva Vivere bene perche' Tutto era Valutato con La lira , Un affitto Da 500 mila lire si poteva pagare bene , poi I due Milioni sono Diventati mille Euro Ma l' affitto non e' diventato di 250 euro ma di 500 Euro , e le Famiglie Non ce la Fanno , parlo Di Affitto Ma Poi ce tutto il resto
 3 · 11 giugno alle ore 18.11
 Elisabetta Orizio Paragonare la Signora Thatcher al il Signor Prodi è come paragonare il risotto alla merda..... poco fine ma credo che renda l'idea.....
 2 · 8 giugno alle ore 12.24
 Alice Buonarroti Una è passata alla storia come la lady di ferro, una donna forte, autoritaria che ha salvato la Gran Bretagna da una delle crisi più profonde che abbia mai attraversato; l'altro è il mortadella e se mai ci fosse uno sciagurato che vorrà inserirlo in un libro di storia, sarà solo per definirlo "l'uomo che uccide l'Italia."
 3 · 5 giugno alle ore 22.10
 Antonio Sorrentino Altro che un giorno in meno.... pezzo di merda !!! Devi sapere che non si lavora proprio più.... mentre tu continui a percepire una pensione d'oro. Devresti vivere tu come ci stai facendo vivere a noi !!! Grande bastardo...
 3 · 5 giugno alle ore 14.21
 Fabio Messina Ma la stessa Thatcher che fece morire di fame i lavoratori in sciopero?
 3 · 5 giugno alle ore 14.15
 Lorenzo Sacco Se scrivo cio che penso mi chiudono l'account da facebook
 3 · 5 giugno alle ore 10.53
 Marcella Bonamici La colpa e di chi va ha votare e vota sempre quelli
 3 · 5 giugno alle ore 8.54
 Igor Mortis Dubito che entrambi abbiano detto queste cose. E cmq Prodi sarà un cretino ed abbuffino come tutti i politici, ma non è stato lui a portare l'euro. Questo è quello che Berlusconi vi ha fatto credere tramite i telegiornali. Inoltre non è stato l'euro a rovinarci, ma il cambio che il nostro governo ha fatto. Spegnete la tv e accendete il cervello.
 3 · 5 giugno alle ore 7.31
 Vanni Di Bernardo ...se commento, mi arrestano!!!
 3 · 5 giugno alle ore 1.37
 Adalgisa Zappatore L'euro e' la nostra rovina e lo sarà ancora
 Ogni finanziaria studia e cerca di trovare soluzioni su come restituire alla Bce i costi dell'euro
 La Bce non è una di azionisti e questo significa che su ogni biglietto stampato devono guadagnare
 quando la Bce da i soldi al nostro paese, quei soldi vengono Addebitati
 non serve avere la laurea in economia per capire cosa significa questo.....
 Ragionate un po':
 quando un lavoratore riceve lo stipendio sul conto corrente gli viene addebitato o accreditato?
 Accreditato e' la risposta esatta e userò significa che quella persona non deve rendere lo stipendio indietro con gli interessi.
 Bene, l'euro invece arriva sui conti del nostro paese come addebitato
 Quindi il nostro paese ha un debito con la Bce
 È un debito ha sempre degli interessi da pagare
 Ed e' per colpa di quegli interessi che le finanziarie sono sempre più rigide e il debito aumenta sempre.
 In pratica, funziona come i paesi del terzo mondo
 Che ricevono aiuti da altri paesi con addebito e quindi non si riprendono mai perché "sudano" per restituire il debito......
 Questa e' una brutta faccenda perché adesso è complicato uscire dal sistema euro...
 3 · 4 giugno alle ore 23.29
 Candeloro Di Giacinto Ma andate a quel paese tutti ......bastardi governanti......
 3 · 4 giugno alle ore 22.51
 149 di 3.784
Album:Foto del diario
Elemento condiviso con:Pubblica
Apri il visualizzatore di fotoScaricaIncorpora post
Segnala foto
Pagine consigliate
Visualizzale tutte
Pagine consigliate
Luce Incammino
Piace a Guerriero Di Maria Immacolata e ad altri 14 amici
Centro di Aiuto alla Vita di Padova Onlus
Piace a Fabrizio Grussu e Il Buon Pastore.
Cuore Eucaristico di Gesù
Piace a Fabrizio Grussu e Il Buon Pastore.
Salvatorian Sisters International
Piace a 449 persone.
L'Italia agli Italiani. Basta immigrazione
Piace a Alberto Valli.
Centro Studi Sociali "Don Bosco"
Piace a Costanza Cavallaro e ad altri 4 amici