sharia terrorismo

 sharia terrorismo
Cina: attacco a stazione treni, 27 morti. Nella provincia meridionale dello Yunnan, 109 feriti. 01 marzo, #PECHINO, [ in genere, quando si tratta di terroristi islamici?, il sistema massonico Bildenberg, ha deciso, che, non dovrebbero essere nominati! come e dove, i massoni di merda, troveranno il coraggio di denunciare quella bestia assetata di sangue della ARABIA SAUDITA?] Un attacco compiuto, da un gruppo di uomini armati di coltello, in una stazione ferroviaria a Kunming, nella provincia meridionale cinese dello Yunnan, ha provocato la morte di 27 persone e il ferimento di altre 109. Lo riferisce la Nuova Cina.


Venezuela: Kirchner, tentativo 'golpe soft'. Presidente Argentina, democrazia è rispetto volontà popolo. 01 marzo, #BUENOS AIRES, [ ai criminali massoni è andata bene, in Siria ed in Ucraia, e quindi, ora ci riprovano in Venezuela, e questo è vero, la Merkel non è responsabile, se, è Bush 322 Kerry, a mandare i suoi satanisti, per realizzare una scintilla di rivoluzione! quello che è importante per lei poi, è sempre, raccoglierne il bottino! ] In Venezuela è in corso un tentativo di "golpe soft": lo ha detto la presidente argentina Cristina Fernandez de Kirchner. "La mia intenzione non é quella di difendere il governo del Venezuela o il presidente Nicolas Maduro, ma il sistema democratico del paese", ha sottolineato la presidente aprendo i lavori dell'anno legislativo presso il Parlamento a Buenos Aires. "La democrazia, ha aggiunto, non è di destra o di sinistra. Significa il rispetto della volontà del popolo".

Ucraina:Ue "deplora"scelta truppe Russia. Ashton, inaccettabile qualsiasi violazione sovranità Paese. 01 marzo, #BRUXELLES, [@EU, quando io vi vedo, con le stelle, della Madonna Immacolata in testa? voi mi fate ancora più schifo! ma, avreste dovuto, proteggere voi, la unità, sovranità e integrità territoriale dell'Ucraina, ma, quando permettevate ai vostri terroristi, di bruciare, incendiare, occupare, devastare e sparare a piacimento, non mantenere gli accordi con il Governo legittimo, così da costringere alle dimissioni il Goverlo legalmente eletto, per fare, realizzare, un colpo di Stato.. questa è la verità, voi non siete credibili.. voi siete andati ad aizzare l'orso nella sua tana! Il vostro problema? è quello che voi non gestite i vostri servizi segreti, che, sono sotto il controllo di Kerry 322 Bush! Obama? lui si è specializzato con i gay, soltanto! ] Il 'ministro degli Esteri' Ue Catherine Ashton "deplora" la decisione russa di usare le forze armate in Ucraina, lancia un appello a Mosca affinché ciò non avvenga e giudica "inaccettabile" qualsiasi violazione dell'unità, sovranità e integrità territoriale dell'Ucraina. E' quanto afferma Ashton in una nota.


Siria: jihadisti amputano mano in piazza. Foto su Twitter. Nuovo orrore dopo decapitazioni e fustigazioni. 01 marzo, #BEIRUT, [ è solo per questo, che, la ARABIA SAUDITA, ha mandato gli jihadisti in Siria, decapitare sciiti e cristiani! ma, questo nonn è un problema perché è avvenuto sotto egida ONU Amnesty 322 Kerry Bush ] Dopo decapitazioni e fustigazioni eseguite sulla pubblica piazza, un gruppo jihadista che controlla parte del territorio sottratto alle forze lealiste in Siria ha salito un altro gradino nella scala degli orrori amputando la mano a un uomo riconosciuto colpevole di furto e diffondendo via Twitter le scioccanti immagini dell'esecuzione. La mutilazione e' stata compiuta a Maskana, nella provincia settentrionale di Aleppo, da miliziani dello Stato islamico dell'Iraq e del Levante (Isis).


L’OSSERVATORE ROMANO [ cosa significa questo articolo?, ogni pakistano, desidera, sogna, ambisce, di essere un talebano, quindi, il Governo, è nemico del suo popolo! .. ed è strano, che, il Pakistan vuole dare le atomiche, alla ARABIA SAUDITA! questo è un solo manicomio criminale, che, i farisei hanno studiato, per rovinare il genere umano! ]
domenica 2 marzo 2014. Uccisi cinque talebani, in Afghanistan KABUL. Non si fermano le violenze in Afghanistan, mentre si acuiscono le divergenze tra l’Afghanistan da un lato e gli Stati Uniti e la Nato dall’altro, in merito al mancato accordo sulla sicurezza. Ieri cinque talebani sono morti in un raid di un drone statunitense (velivolo senza pilota)
nella provincia di Kunar. Come accade anche in Pakistan, la strategia dei droni è un motivo di contenzioso anche fra Kabul e Washington, con le autorità afghane, che esprimono riserve sui droni perché ritenuti una minaccia per l’incolumità della popolazione. Il Pentagono replica che, fatta salva la volontà di non nuocere ai civili, finora tale strategia ha permesso di distruggere numerosi postazioni talebane.

[ Egitto non vincerà mai, la sua battaglia, contro, il terrorismo, finché la sharia non sarà abolità, in tutto il mondo. . similmente, anche, il problema palestinese, non potrà mai essere risolto! ] Ancora violenze, in Egitto, IL CAIRO. Un manifestante è, morto ieri durante gli scontri al Cairo, tra, sostenitori e oppositori dell’ex presidente Mohammed Mursi, destituito dall’esercito. Lo ha reso noto il ministero della Sanità, aggiungendo che altre sedici persone sono state ferite, nove delle quali in modo grave. Oltre quattromila sostenitori di Mursi hanno manifestato per ore nel quartiere di Ain Shams della capitale, paralizzando il traffico. Manifestazioni simili si sono svolte nelle città di Alessandria, Suez e Ismailia, oltre che nelle province di Ben Sueif e Minya. Ad Alessandria incidenti sono stati segnalati dopo che alcuni cittadini hanno cercato di zittire i manifestanti, in gran parte esponenti dei Fratelli musulmani, che intonavano slogan contro l’esercito e il Governo. Dallo scorso dicembre, i Fratelli musulmani, cui appartiene il deposto presidente, sono stati dichiarati fuorilegge. E in considerazione del progressivo deterioramento della situazione di sicurezza, Italia, Belgio, Olanda e Germania hanno sconsigliato ai propri cittadini di recarsi in Egitto, in particolare nel Sinai e a Sharm el Sheikh, per il timore di attentati.

Netanyahu atteso a Washington. S’infiamma il confine. tra Gaza e Israele [ma quale pace? quando, islamici, avranno conquistato il mondo ( sharia imperilaismo, geopolitica genocidio Boko Haram, Umma, califfato mondiale? poi, si uccideranno tra di loro! ) anche se, Israele rinunciasse, a riunire le 12 tribù, tutta la LEGA ARABA, non smetterà mai, di complottare, contro, Israele! Quella dei palestinesi? è soltanto un cavillo.. gli islamici, non hanno nessun rispetto, per la sacralità della vita umana, e i satanisti americani Kerry 322 Bush? questo lo sanno bene anche loro non hanno nessun rispetto per la sacralità della vita umana! circa, Obama? lui si intende bene, solo di GAY!  ] Il principale obiettivo della Casa Bianca è di arrivare a un’intesa generale, su tutti i punti, entro la fine dell’anno. Nonostante le difficoltà, Kerry ha sempre ribadito l’impegno di Washington per una giusta soluzione del conflitto che guardi nella direzione della formazione di due Stati autonomi e sovrani, in pace tra loro

salafiti farisei [ coglioni ] vi restano, soltanto, altri 20milioni di martiri cristiani, da poter uccidere, poi, il vostro mondo finirà, per sempre!

Coprifuoco nella città libica di Sebha [ voi non potete dire: "noi vogliamo la sharia nazi, senza libertà di religione, e poi, noi non vogliamo il terrorismo, sotto egida: ONU UE USA Amnesty, Spa, NWO, 322 Bush Kerry salafiti saudi arabia? perché non funziona così!" [ tutti quelli che hanno la sharia, dovranno avere anche il terrorismo! è un satanismo che, saudi arabia ha diffuso, e che, ora non può essere fermato!, senza criminalizzare la sharia? poi, è l'Islam, che, verrà criminalizzato! forse, 666, si arrabbierà, contro, di me, perché, io sto facendo di tutto per salvare l'Islam dalla distruzione! ] TRIPOLI. Un coprifuoco in vigore dalle 22 alle 7 nella città libica di Sebha per «bloccare le minacce alla sicurezza» e per «arginare le violenze causate da quanti  intendono andare contro la pace». è stato ieri annunciato dal portavoce dell’unità responsabile delle operazioni militari nel sud, Ala Al Huwaik. Dal mese scorso la località di Sebha è teatro di scontri tra esponenti della tribù Awlad Soliman, di origine araba, e quelli di origine africana dei Tabu, che, hanno provocato finora un centinaio di vittime. Oltre ad aver decretato lo stato di emergenza, le autorità libiche hanno dispiegato rinforzi militari a Sebha, bastione dell’ex colonnello Gheddafi. Le violenze hanno finito per avere ripercussioni sul voto per l’Assemblea costituente. Il presidente dell’Alta commissione elettorale nazionale, Nuri Elabbar, ha dichiarato che a causa dell’insicurezza e dei sabotaggi da parte di gruppi etnici, la seconda tornata elettorale non si è potuta tenere, in numerosi seggi. Elabbar ha aggiunto che una terza tornata non sarà organizzata e sarà il Parlamento a decidere che cosa fare degli 11 seggi, su 60, vacanti. I primi 49 seggi sono stati assegnati dal 45 per cento degli aventi diritto andati alle urne il 20 febbraio.


Svolta in Cina, sulla sicurezza informatica. [ questo è il giusto atteggiamento, che, ogni Governo del mondo deve avere, pericolosi satanisti americani ed europei del FMI-NWO, pervertono le menti dei nostri giovani, e tutti vari, molteplici, atti criminali, che, non devono più essere resi possibili, lo Stato ha il dovere di proteggere i suoi cittadini, non li deve spremere come pecore e sfruttare come schiavi per comprare il denaro ad interesse da Rothschild soltanto.. pornografia, perversioni sessuali, ecc.. questo deve essere bloccato, un mio alunno, in classe, oggi, aveva il cellulare pieno di immagini di donne nude, e lui si è scusato dicento, che, qualcuno nel suo gruppo, le condivide su wordzap, allora questo wordzap, non deve avere la autorizzazione a fare circolare immagini, per esempio! ] PECHINO. Il presidente cinese, Xi Jinping, presiederà un gruppo di, lavoro del Partito Comunista Cinese sulla sicurezza cibernetica del Paese. «Senza sicurezza su internet non c’è sicurezza nazionale» ha dichiarato il presidente, secondo i media cinesi. «Senza informatizzazione non c’è modernizzazione» ha aggiunto Xi Jinping. Il presidente ha quindi dichiarato che la Cina, «deve sforzarsi di diventare una potenza cibernetica». Il gruppo di lavoro avrà due vice presidenti, il premier Li Keqiang e il membro dell’ufficio politico comunista Liu Yunshan. In Cina — come sottolineano numerose fonti di stampa, la rete internet è strettamente controllata dal Governo, che impedisce l’accesso del pubblico ai siti considerati pericolos


L’OSSERVATORE ROMANO [ lettera aperta al maniaco religioso, l'assassino seriale, di innocenti cristiani martiri, sharia imperialismo, il mio amico Califfato di satana, King Saudi Arabia, salafita, ma, non vi dovete preoccupare troppo, perché, è tutto legale, infatti, tutto è sempre sotto egida: UE USA ONU Amnesty. ] domenica 2 marzo 2014. Criticato per l’incapacità di arginare le violenze il presidente nigeriano promette una rapida soluzione. In guerra, contro, i miliziani di Boko Haram. ABUJA. Il presidente della Nigeria, Jonathan Goodluck, ha dichiarato ieri che il Paese è in guerra contro i miliziani islamisti di Boko Haram, in seguito ai numerosi, efferati attacchi che negli ultimi giorni hanno provocato decine di vittime. L’amministrazione del presidente Goodluck, ricordano le agenzie di stampa internazionali, è stata criticata per la sua presunta incapacità di fermare gli attacchi contro i civili indifesi. Dal canto suo il capo di Stato nigeriano
ha definito invece «un grande successo» l’offensiva militare contro Boko Haram nel nord del Paese, aggiungendo che presto «la situazione tornerà alla normalità». Al momento, tuttavia, sembra difficile che la situazione possa essere normalizzata in tempi brevi. I miliziani infatti non danno tregua con i loro attacchi indiscriminati contro, uomini, donne e bambini. Violenze, che hanno di conseguenza causato distruzione e miseria in varie parti del Paese. Nei giorni scorsi un responsabile dell’amministrazione del distretto di Madagali, Mallam Maina Ularamu, ha lanciato un allarme riguardo alla situazione nella zona a confine tra gli Stati di Borno e Adamawa. A causa delle violenze, sono giunte nelle ultime settimane migliaia di persone sono giunte nella zona costrette ad abbandonare la località di Izge dove i miliziani avevano ucciso due donne e un uomo e poi dato alle fiamme alcune abitazioni. Si è trattato di un episodio tra i tanti che
hanno indotto gran parte della popolazione a temere sempre più per la propria incolumità. Nel maggio scorso il presidente aveva lanciato un’offensiva militare a Borno, Adamawa e nello Stato di Yobe per cercare di arginare le violenze scatenate dai miliziani di Boko Haram, che si battono per rovesciare, il Governo federale di Abuja e imporre la legge islamica nel Paese. Ma finora la lotta non ha dato i risultati sperati. E proprio nello Stato di Yobe, nei giorni scorsi, i miliziani islamisti hanno perpetrato una strage di studenti, nell’attacco contro il collegio Buni Yadi. Nell’azione destabilizzante dei terroristi sono proprio le scuole a essere uno degli obiettivi più colpiti: molte sono state date alle fiamme, con un conseguente pesante bilancio di vittime. Proprio nella città di Yobe, nel settembre scorso, erano stati uccisi quaranta studenti durante un attacco compiuto contro un centro per la formazione agraria. Dopo questa strage, il governatore dello Stato, Ibrahim Gaida, ha rivolto critiche al Governo di Abuja perché le forze di sicurezza sarebbero giunte troppo tardi sul luogo della strage una volta interpellate d’urgenza. «Per ben cinque ore, non c’erano agenti in grado di impedire quello, che stava accadendo» ha affermato: in un comunicato il governatore. E in questi giorni si è tenuta ad Abuja una conferenza internazionale sulla pace e la sicurezza in Africa alla quale ha preso parte anche il presidente francese, Fraçois Hollande.

Proteste ad Atene contro, i licenziamenti. [ ricordo quando un israeliano, sparò al direttore di una banca, e poi, lui commise il suicidio, per la disperazione... ] [ infatti, rimuovere la sovranità monetaria, contro, il popolo significa condannarlo a morte! ] ATENE. Centinaia di funzionari greci hanno manifestato ieri, per le strade di Atene per protestare contro, i numerosi licenziamenti nell’ambito della ricostruzione del settore pubblico. Il Governo greco aveva infatti promesso ai rappresentanti della troika (Unione europa, Banca centrale europea e Fondo monetario internazionale) di licenziare, nell’arco del 2014, 11.500 dipendenti per ridurre la spesa pubblica e per poter continuare a beneficiare dei prestiti internazionali. I manifestanti si sono radunati di fronte al ministero delle Riforme amministrative per poi essere allontanati dalla polizia in tenuta antisommossa. Successivamente i dimostranti si sono diretti verso il ministero delle Finanze, dove sono stati nuovamente respinti dalle forze dell’ordine. Tra i lavoratori scesi ieri in piazza vi sono stati anche numerosi insegnanti. Riferiscono i media locali che durante la manifestazioni sono divampati scontri, con gli agenti di polizia che hanno fatto uso di gas lacrimogeni per disperdere la folla


Sempre più critica la situazione a Ceuta e a Melilla. Salto nel buio per migliaia di migranti [] la disperazione dei popoli, impoveriti, derubati, da parassiti usurai, massoni satanisti salafiti, hanno rubato loro la sovranità monetaria, ed ora un popolo di disperati, cerca, di sfuggire al suo programmato annientamento .. ma questo, non è un problema perché, il tutto è sotto egida ONU Bildenberg, Amnesty.


[ ma, io ho deciso di volere un mondo, senza geopolitiche e, senza ideologie, io sono Unius REI, il re del mondo. storia di un complotto Occidentale, di Farisei FMI Spa, per la rovina di Israele, per la conquista del mondo, geopolitica di farisei, Illuminati Bildenberg, dalla Rivoluzione Francese, ad oggi, una sola agenda per il NWO, ] Dopo una serie di telefonate con il primo ministro britannico, David Cameron, il cancelliere tedesco, Angela Merkel, e il presidente dell’Unione europea, Herman van Rompuy, è stato il presidente russo, Vladimir Putin, rompendo giorni di silenzio, a invitare alla calma per evitare ogni escalation. E in tutto questo, proprio mentre, l’Unione europea definisce legittimo
il nuovo Governo transitorio di Kiev, dicendosi pronta a firmare un accordo di associazione con l’Ucraina, il deposto presidente, Viktor, Ianukovich, è riapparso per la prima volta in pubblico, in Russia. Durante una conferenza stampa a Rostov, sul Don, ha bollato il nuovo Governo rivoluzionario come «neofascista», accusando la «politica irresponsabile dell’Occidente per la crisi e i morti di una sceneggiatura non scritta in Ucraina». Subito dopo, le nuove autorità di Kiev hanno chiesto ufficialmente alla Russia l’estradizione dell’ex capo dello Stato.


Nuovi disordini a Caracas. L’Onu condanna le violenze.. ovviamente, i manifestanti sono liberi di fare ogni violenza! ed in Venezuela, Ucraiana, come altrove, il Governo deve subire, ogni vandalismo.. [ l'Onu è ormai, meramente, uno strumento politico e coercitivo a servizio del Nuovo Ordine Mondiale, non condanna mai, la Lega aRABA, per, il crimine, di genocidio, imperialismo della Sharia Califfato mondiale. al 98%, i suoi occhi sono sempre puntati, contro, coloro, che, rivendicano una sovranità monetaria, e politica, come, in Ucraiana, dove il legittimo governo è stato deposto, con un Golpe, manovrato da forze straniere, 322 Bildenberg, farisei anglo-americani, che hanno rubato la sovranità monetaria, per amore di Rothschid, FMI, NWO, sempre Spa, ovviamente.]


2014-02-28 L’Osservatore Romano lettera al maniaco religioso, l'assassino seriale, di innocenti cristiani martiri, sharia imperialismo, il mio amico Califfato di satana, King Saudi Arabia, salafita sotto egida ONU Amnesty. ] In Nigeria l’efferata violenza dei miliziani islamici di Boko Haram sembra non avere fine. Nelle ultime ore, almeno 33 persone sono state assassinate in tre diversi attacchi del gruppo jihadista nel nord est del Paese africano. Tra i bersagli anche gli allievi di un collegio religioso. Le ripetute violenze hanno costretto alla disperata fuga oltre trecentomila civili. Lo hanno confermato fonti delle nazioni Unite, precisando che più della metà sono bambini. E a causa dei continui attacchi, è sempre più difficile per le organizzazioni umanitarie, fra cui la Croce rossa, provvedere ad aiutare queste persone.

[ lettera al maniaco religioso, l'assassino seriale, di innocenti cristiani martiri, sharia imperialismo, il mio amico Califfato di satana, King Saudi Arabia, salafita sotto egida ONU Amnesty. ] #Siria: I militanti dell'#ISIL decapitano l'emiro del fronte #Nusra, Ali Hamad Saeed al-Hajar nella città di Markadah sobborgo Hasakah
Onore e Gloria ai Martiri della Siria, Caduti in Difesa della Patria
http://youtu.be/6z417_1_hps #Siria, Raid siriano su valico che conduce ad Ersal, elimina 2 terroristi ferisce altri 8 trasportati presso ospedale Ersal in #Libano.
#Siria, Raid dell'aviazione siriana prendi di mira terroristi in valico Zamrani e Maslaha che conducono a Ersal in #Libano.
#Siria: Nuova imboscata dell'esercito neutralizza 20 terroristi tra la Ghouta Orientale e Qalamoun, in sobborgo #Damasco
#Siria, L'esercito neutralizza decine di terroristi sul monte di Santo Maroun nei pressi di Yabroud in Qalamoun, sobborgo #Damasco
27 febbraio
#Siria, Ritrovata una fosse comune a sud est della città Hasakeh, di civili rapiti 2 mesi fa da terroristi #ISIL dal villaggio Shaddadi in sobborgo Hasakeh.

[ lettera al maniaco religioso, l'assassino seriale, di innocenti cristiani martiri, sharia imperialismo, il mio amico Califfato di satana, King Saudi Arabia, salafita sotto egida ONU Amnesty. ] TG 24 Siria. Dettagli dell'imboscata effettuata dalle Forze Armate Siriane nell'area di Al-'Utayba (Ghouta orientale damasceno). Circa 200 mercenari neutralizzati, a maggioranza stranieri, che hanno commesso atti di terrorismo in Siria
Maggiori informazioni sull'agguato ad Al - ' Utayba. Il numero di carcasse contate finora è 192 . Questo numero può crescere nelle prossime ore, appena verranno trovati altri cadaveri che sono stati dispersi nell'attacco. Il numero di feriti o arrestati è di 58, tra cui 2 agenti della CIA confermati. Ancora non si sa con esattezza la nazionalità di tutte le spie . Ci sono, accertati, un gran numero di sauditi e giordani. Al momento non é confermato con esattezza il numero di ceceni identificati. I servizi segreti militari siriani avevano lavorato, per coordinare questo agguato, da circa 2 settimane . Il piano era quello di dare l'impressione ai ratti che ci fosse un varco per fuoriuscire dalla zona Qalamoon, attraverso l'area agricola delle fattorie di Reema. L'idea era che i takfiri scoprissero un canale d'apertura verso l'esterno, dalla zona in cui erano circondati (e dove erano asserragliati usando la popolazione civile siriana come scudo umano, motivo per cui le Forze Armate Siriane non potevano bombardare indiscriminatamente l'area), e che riportassero tale informazione ai loro comandi esterni. E così é stato. Il capo delle forze mercenarie takfire, a nord delle fattorie di Reema, contattó l'aiutante di campo di Abu Muhammad Al- Jawlaani, che comunicó tali informazioni al comando terroristi filo-americano di Al-Mafraq . Il piano a quel punto per i ratti fu di raccogliere quanto più carburante possibile per consentire alla loro carovana di compiere il viaggio di 47 km da Al-Utayba verso i campi d'addestramento e concentrazione di mercenari in Giordania, sotto il comando militare e la protezione USA, senza attirare troppo l'attenzione dei servizi militari siriani. Il carburante, tuttavia, non era sufficiente abbastanza per tutti i veicoli della carovana takfira e l'ultima tappa della fuga sarebbe terminata a piedi. Infatti, un ratto catturato confessó che essi pensavano che percorrere quel tratto a piedi sarebbe stato più sicuro per attirare meno l'attenzione dell'Esercito Siriano.
I ratti hanno quindi deciso di attuare il piano di fuga verso i loro protettori ameri-cani il 26 febbraio 2014, verso mezzanotte. Antecedentemente, i tecnici delle squadre del Genio Militare Siriano avevano piazzato mine lungo tutta l'unica strada sulla quale i ratti terroristi in fuga potessero viaggiare. E 'stata poi solo una questione di tempo, affinché la colonna di mercenari giungesse l'area prestabilita, per poi far detonare gli esplosivi.
Successivamente ci sarebbe stato un fuoco d'inferno, da parte di artiglieria e fanteria delle Forze Armate Siriane, che li avrebbe coperti e sotterrati. I comandi takfiri ordinarono che tutte le apparecchiature di comunicazione venissero spente, in modo da non essere intercettati e allertare cosí le forze dell'intelligence militare siriano. Ma questo significava anche che se i ratti di Al - Mafraq avessero scoperto la trappola, non sarebbero stati in grado di avvertire l'esterno e le loro retrovie, le quali avendo le ricetrasmittenti spente non avrebbero potuto far nulla e sarebbero cadute ugualmente nell'imboscata. Il fatto che i roditori avessero optato per un'opearzione notturna non significava che le Forze Armate Siriane non sarebbe state in grado di controllare il territorio, in gran parte pianeggiante. L'Esercito Arabo Siriano é un vero esercito moderno, tecnologicamente ben attrezzato e aggiornato, le cui forze in campo sono ben addestrate e rifornite delle piú attuali tecniche di combattimento, la cui formazione degli ufficiali é tra le piú elevate a livello internazionale, grazie anche alla collaborazione con altre forze armate alleate. Questo è quello che è successo ad Al-'Utayba (Ghouta orientale damasceno). I parassiti si muovevano rapidamente e furtivamente, avendo l'illusione di aver oltrepassato diverse basi militari di controllo siriane, non evendo la capacitá di accorgersi della grande sorpresa che li attendeva. Essi non potevano sospettare degli esplosivi piazzati dagli artificeri militari siriani per dar loro una calorosa accoglienza appena giunti a sud del Lago di Otaybah. Circa verso le 03:00, le bande armate mercenarie takfire oltrepassavano il punto (di non ritorno) appena a sud del Lago di Otaybah, dove l'Esercito Arabo Siriano sapeva che (a causa di comunicazioni precedentemente intercettate) essi stavano seguendo esattamente il piano che li avrebbe portati loro in bocca. I ratti furono completamente sconvolti appena si accorserro che il mondo stava scoppiando loro intorno, mentre fanteria e artiglieria siriana gli si avventarono addosso con tale forza che è un quasi miracolo che ci sia stato qualche sopravvissuto. Mentre il sole iniziava a salire, il colonnello del SAA responsabile dell'organizzazione dell'agguato poté trasmettere il messaggio al Comando Militare Siriano che tutti i membri delle bande armate terroristiche mercenarie erano stati annientati, uccisi o feriti e arrestati. Successivamente, appena l'area fu messa completamente in sicurezza, le redazioni giornalistiche di SANA e Al-Mayadin vennero immediatamente informate e sulla scena vennero inviati i loro corrispondenti con la necessaria tecnologia per le trasmissioni. I soldati siriani e delle Forze Speciali rapidamente disarmarono tutti i cadaveri rimasti sul terreno e tutti i feriti, per assicurarsi che nessuno di loro stesse fingendo di essere morto, nel tentativo di fuggire o, peggio ancora, di poter aprire il fuoco sui soldati siriani presenti e ignari. Le carcasse dei criminali takfiri eliminati, un branco di spregevoli traditori della causa e resistenza araba all'occupante sionista e yankee, mercenari terroristi venduti, sono quindi state rimosse e tutte allineate lungo un percorso lontano da tutti quei segni che avrebbero potuto indicare che tipo di tecnologia fosse stata utilizzata per neutralizzarli. (Questo rapporto é una traduzione e adattamento all'originale redatto dal patriota siriano Ziad Fadel) Traduzione di SyrianFreePress.net International Freelancers Patriotic Network
http://syrianfreepress.wordpress.com/2014/02/27/details-of-the-saa-ambush-at-al-utayba-eastern-ghouta-in-which-were-eliminated-about-200-mercenaries-who-committed-acts-of-terrorism-in-syria-a-ziad-fadel-report/

Bush 322 Kerry, 666 Rothschild.. questo è nella storia, voi avete rotto il vaso di pandora in Ucraina, voi avete deposto il suo Governo legittimo, voi avete seminato il veleno del separatismo! ... chi ha portato i cecchini a sparare sulla polizia in Ucraina? lui è il responsabile di tutto questo.. e questo è quanto!

Putin, inviare truppe russe in Ucraina, Contro minaccia a vita russi e fino a normalizzazione situazione. 01 marzo, #MOSCA, [ questo è incontestabile, l'attuale governo ucraino, è illegale, un colpo di Stato, sotto, egida USA Bildenberg, masonic system, Ue, Onu, Amnesty Spa, Fmi, 666. 322 Bush: "noi vinceremo il Nwo" ] Vladimir Putin (è un ragazzo saggio, io lo sostengo! ) ha presentato al Consiglio della federazione russa, la camera alta del Parlamento, "una richiesta di utilizzo delle forze armate in territorio ucraino" fino alla "normalizzare della situazione socio-politica in quel Paese, in relazione alla situazione straordinaria che si è creata in Ucraina e ad una minaccia alla vita di cittadini russi".