crimine cristianofobia ideologia gender

kosovo è come Israele ] e cosa fanno i maomettani con la sharia? La pedofilia e 4 mogli a tutti: così ogni famiglia ha fatto 40 figli per ogni singolo uomo. cioè, tutto il genocidio che hanno fatto: anche, in Cossovo, e in tutta la LEGA ARABA.. anche se, loro hanno nella sharia, dei metodi molto sbrigativi sanguinosi per risolvere il problema della sovrappopolazione! Così in Cossovo da essere minoranza sono diventati maggioranza, hanno adesso fatto il genocidio perfetto di tutti i serbi, ed hanno raso al suolo recentemente 3000 tra Chiese Monasteri e cimiteri, mentre quella troika della MERKEL nella NATO ha detto: "è così che si deve fare!"

fratello King SALMAN Saudi ARABIA ] certo, c'è un limite al petrolio, ma non c'è un limite all'amore! Per esempio (è solo un esempio simbolico), se io metto pannelli solari, su tutta la ARABIA SAUDITA, e sotto faccio le serre automatizzate? Io posso dare energia elettrica e cibo gratis a tutto il pianeta, e poi, tutte le persone del mondo, le mandiamo a fare l'amore, oppure, le mandiamo nei parchi a giocare a pallone con i loro figli! [ ovviamente, io ho fatto un esempio esagerato, ma, che nel suo valore concettuale e simbolico, può dare una chiara idea di quello che noi possiamo fare insieme: la fratellanza universale!

Bush, Sharia, Erdogan, Merkel, Troika, GENDER, Obama, Rothschild ] VOI SMETTERE DI GIOCARE CON LA VITA E CON LA MORTE DELLE PERSONE, LA VITA UMANA è SACRA, E I POPOLI NON SONO I VOSTRI GIOCATTOLI! [ inoltre, questo è il mio REGNO UNIUS REI, ed il vostro atteggiamento è: 1. ostinazione nel crimine massonico, 2. violazione di mia legittima sovranità universale, 3. ed alto tradimento contro la mia corona di Re di ISRAELE!

PERCHé LA MERKEL HA DATO ORDINE DI INVADERE LA NAZIONE SOVRANA DEL DONBASS: costituita legalmente con referendum plebiscitario secondo il diritto internazionale? Quindi è DELLA MERKEL TROIKA PRAVY SECTOR, CIA I SACERDOTI CANNIBALI DI SATANA, LA RESPONSABILITà DI QUESTI OMICIDI: aggressione POSTA IN ESSERE, PER L'IMPERIALISMO MASSONICO DELLA NATO! ] [ Due soldati sono morti ed altri due sono rimasti feriti nelle ultime 24 ore nella regione di Lugansk, una delle due regioni filorusse 'ribelli'. Lo rende noto l'agenzia ucraina Unian citando l'ufficio stampa dell'amministrazione militare e civile della regione. Le vittime appartenevano alla 128/ma brigata. Il gruppo di militari era impegnato in una attività di ricognizione vicino al villaggio di Bolotennoe.

mia nobile e gentile Signora Cancelliera della Germania, Angela Dorothea Merkel. PRIVARE I POPOLI DI SOVRANITà MONETARIA, equivale altresì, a PRIVARE I POPOLI DI VERA SOVRANITà POLITICA! Il vero obiettivo dei farisei Anglo-americani AIPAC, non  è il potere o il denaro: "NO!" ma, poter portare i popoli all'inferno! Perché, la condizione dei popoli nelle società massoniche, è quella di essere costretti a vivere nel PECCATO MORTALE! Io ho compassione per questi Ebrei: S.p.A, che sono stati costretti dai loro padri, quelli che hanno scritto il Talmud, a fare i satanisti sacerdoti in occulto Cabala, e vorrei che, Ella me li consegnasse: tutti loro al mio amore, ed alla mia tutela, perché, io ho deciso di costruire il mio TERZO TEMPIO EBRAICO della fratellanza universale in ARABIA SAUDITA, Perché questi poveri ragazzi di farisei Illuminati da Lucifero nel BANCA MONDIALE, S.p.A. Fondo Monetario Internazionale, sono le PRIME vittime di qualcosa, di demoniaco, che è molto più grande di loro!

sorry google, ma io non riesco a capire perché questo mio http://evolutionxcrimeideological.blogspot.it/ non riesce a lavorare!

Signora Cancelliera della Germania, Angela Dorothea Merkel, DEL LIBRO ct:. Lukas "Quattro anni all'inferno", Vier Jahre Holle und Zuruck 1995 by Gustav Lubbe Verlag GmbH, Bergisch Gladbach 1999 TEA S.p.A. Milano, ELLA Si FACCIA PORTARE LA PRIMA EDIZIONE, E LA RAFFRONTI CON L'ULTIMA edizione, E NON DELEGHI QUESTO COMPITO AD UN SUO COLLABORATORE, perché il raffronto tra i due testi (forse perfettamente identici) potrebbe essere sufficiente a disvelare, quello che i poteri soprannaturali occulti esoterici e domoniaci del NWO possono ottundere, in una mente qualsiasi, che è sottoposta al peccato mortale, come è questa la tragica situazione spirituale della maggior parte delle persone, come conseguenza della nostra società mossanica manipolata, poiché è senza sovranità monetaria!
lorenzojhwh Unius REI

John Kerry Segretario di Stato degli Stati Uniti ] LA SUA DEMOCRAZIA? è IL NAZISMO! [ perché ai suoi sacerdoti di satana della CIA lei non dice di venire a succhiare il mio cazzo, invece di venire a succhiare la mia ADSL fibra ottica? ] John Forbes Kerry è un politico statunitense, attuale Segretario di Stato degli Stati Uniti. È stato il candidato per il Partito Democratico alle presidenziali del novembre 2004. E C'è UN DOCUMENTO CHE DICE CHE FU LUI A VINCERE LE ELEZIONI E NON BUSH 322, ma, per questa semplice domanda un ragazzo è stato taserato alla sua presenza! LA SUA DEMOCRAZIA? è IL NAZISMO!

Benjamin Netanyahu ] trasformando tutti i popoli tutti: in poveri sempre più poveri, ed in disperati sempre più disperati! [ forse a qualcuno non interesserà della sua morte fisica, durante una guerra mondiale nucleare, perché i criminali non pensano mai, che loro possono anche morire, come tutti, infatti sono sempre gli altri soltanto che devono morire! Ai complici del sistema massonico, alto tradimento costituzionale (che non prevede, e non consente cessione di sovranità monetaria  ad enti privati S.p.A, e non consente associazioni massoniche segrete): a loro ai Bildendenberg europei: i complici politici ed istituzionali del NWO, i Rothschild e 322 Bush hanno fatto costruire città sotterranee in Norvegia! MA, FORSE A QUALCUNO INTERESSERà MAGGIORMENTE, IL TIMORE DI VEDERE DISTRUTTI TUTTI I SUOI TITOLI BANCARI fittizzi: che questo sistema monetario mondiale: ha creato: semlicemente perché lui sa di poter attuarre una guerra mondiale con 5 miliardi di morti! CHE, è perché i suoi titoli sono diventati per lo più dei: "derivati" "tutte bolle finanziarie" cioè, SONO STATI TRASFORMATI IN DERIVATI, CHE PER MANTENERSI IN PIEDI SONO COSTRETTI AD ERODERE I CONTI CORRENTI DEI POPOLI SCHIAVI, trasformando tutti i popoli tutti: in poveri sempre più poveri, ed in disperati sempre più disperati!

Signora Cancelliera della Germania, Angela Dorothea Merkel, nata Angela Dorothea Kasner ] quale è il vero governo ombra che ha il vero potere reale, del vero Governo reale in Germania da più di un decennio per poter fare la CIA in modalità assolutamente impunibile, migliaia di sacrifici umani ogni anno sull'altare di SATANA? il suo Governo Ombra, unito al Governo Ombra degli USA stanno conducendo tutto il genere umano sull'orlo della estinzione! [ ct:. Lukas "Quattrro anni all'inferno", Vier Jahre Holle und Zuruck (Traduzione di Lidia Perria) 1995 by Gustav Lubbe Verlag GmbH, Bergisch Gladbach 1999 TEA S.p.A. Milano, Edizione Mondolibri S.p.A. Premessa "IL CULTO DI SATANA OGGI" di don Jurgen Hauskeller. Postfazione di Marlies (che ha seguito Lukas dopo la sua defezione dalla setta) Signora Cancelliera della Germania, Ella non è consapevole, delle migliaia di puerpere, che, ogni anno partoriscono sull'altare di satana della CIA, perché, INFATTI, non è la sua Amministrazione il vero Governo della GERMANIA! QUESTO UFFICIO: UNIUS REI, LE ORDINA DI TRARRE LE OPPORTUNE CONSEGUENZE POLITICHE E GIUDIZIARIE!

Benjamin Netanyahu] tu vuoi vedere come io, tutto solo seletto, io ti butto a mare il tuo: NUOVO ORINE ORDINE MONDIALE, quello del Talmud S.p.A. BANCHE CENTRALI, CHE TI UCCIDERà: "in new Shoah 2" oppure, in "new Olocausto 2", con un perfetto genocidio di tutti gli israeliani, fatto da internazionale islamica saudita OCI, CIA, ONU, sharia islamico? INFATTI, QUESTA GUERRA STRISCIANTE E PERENNE TRA ISRAELE ED HAMAS è STATA POSTA IN ESSERE PER motivare negli islamici lo STERMINio di TUTTI I CRISTIANI DEL MONDO! tutto questo è perché è Satana: Baal, Ja Bull On, Marduk, Belzebull il dio gufo al Bohemian Grove, il vero dio del NWO S.p.A. FMI, e sua moglie è: Lilit Astarte, la cosiddetta statua della Libertà, dono della Massonica Francia agli USA!

islamico nazista ERDOGAN NATO sharia imperialismo saudita, HA ROTTO LA TREGUA CON IL PKK: fomentando ed orchestrado il terrorismo dell'ISIS sharia in territorio turco, semplicemente perché, lui pensava che sarebbe stato facile per lui, di fare il genocidi dei curdi, così come la sua ideologia ha già fatto il genocidio dei bizantini, armeni e serbi del Cosovo! ] Turchia: blitz di terra in Iraq contro il Pkk. Dopo l'attentato che domenica ha ucciso 16 soldati

PECHINO, 08 SET - La Cina cancella i previsti concerti del musicista rock americano Bon Jovi perché qualche anno fa in un loro concerto e' stata esposta una foto del Dalai Lama, il leader tibetano che vive in esilio e che e' considerato un implacabile nemico da Pechino. ] BENCHé LA CINA ABBIA ACCOLTO LA MIA PETIZIONE A PROTEGGERE IL PATRIMONIO CULTURALE E STORICO DEL TIBET, tuttavia [ il Dalai Lama non mi ha ancora spiegato perché tutti i governi a guida buddista perseguitano ed uccidono molto di frequente i cristiani!

Signor President Barack Hussein Obama dei miei coglioni, ella non è consapevole, delle migliaia di puerpere, che, ogni anno partoriscono sull'altare di satana della CIA, perché, INFATTI, non è la sua Amministrazione il vero Governo degli USA! QUESTO UFFICIO: UNIUS REI, LE ORDINA DI TRARRE LE OPPORTUNE CONSEGUENZE POLITICHE E GIUDIZIARIE!

to Imam Barack Hussein Obama sharia nazismo ] king Israel Unius REI ha detto: "il mio ufficio le ordina, di guardarsi tutti i filmini pornografici che sono stati fatti delle puerpere e di andare a chiedere loro che fine hanno fatto i loro bambini!
 to Obama GENDER 322 Bush 666 Rothschild ] vi devo comunicare, che poco fa, è venuta da me una delegazione di vostri CITTADINI, cioé, i bambini sacrificati sull'altare di satana dai sacerdoti della CIA! e loro mi hanno detto che, le loro mamme: le streghe di satana, loro non hanno chiesto il permesso legale al sacerdote di satana Kerry 322, prima di fare, e di commercializzare, i filmini pornografici sulle puerpere porno, e che questo crimine, di sfruttamento, viola i diritti naturali, giuridici e di copyrail, dei bambini feti in stato prenatale! .. ed inoltre hanno detto: ogni bambino ha diritto ad avere il suo papà e la sua mamma, e non un genitore n°2, un genitore n° 1, e, il cane bestialismo sesso bestia di baby sitter, come genitore n°3 [ IO NON CREDO CHE POI, VOI VI DOVETE LAMENTARE SE VI TROVATE CON UNA SOCIETà DI MERDA, DOVE SI COMMETTONO OMICIDI PER FUTILI MOTIVI! e la colpa non è delle armi, ma la colpa è soltanto vostra!

explaining, monetary manipulation, [ Spiacenti, si è verificato un errore. (bX-t3lbkh) ] hei blogger.com vuoi dire alle tue scimmie di non rompermi il cazzo? che c'è mi devo mettere a parlare di nuovo del crimine costituzionale di signoraggio bancario? quello di pena di morte per alto tradimento massonico?
lorenzojhwh Unius REI

Salman dell'Arabia Saudita ] dal tempo del vostro maledetto e falso profeta Maometto ( tutti i peccati sono stati con lui ), voi arrivate, poi, attraverso varie tecniche più o meno, ipocrite, o sbrigative, a fare il genodio e poi dite: "questo è il nostro muslim country" quindi, quello è diventato il nazismo islamico shari'a. Ecco perché Erdogan mi ha ricordato che, anche la Sicilia è stata un "muslim country", ma, poiché la vostra merda religiosa, è soltanto quella merda vera e giusta, poi, è chiaro che tutto il pianeta deve diventare un solo "muslim Country!" E ALLORA, tu a QUALE GUERRA MONDIALE NUCLEARE, tu hai DECISO DI CONDURRE, i miei SACERDOTI DI SATANA, FARISEI ANGLO AMERICANI, tutti Enlightened by Lucifero e Talmud?

Salman dell'Arabia Saudita ] in realtà, oggi le persone più consapevoli del soprannaturale, circa di cosa sia il peccato, la grazia, il vizio e la virtù, e che si muovono adeguatamente e con consapevolezza nel soprannaturale sono i sacerdoti di satana americani! [ ecco perché non ci può essere nessuno al mondo, che mi può apprezzare più di loro! Soprattutto per loro io sono Unius REI, perché è stato profetizzato che sarebbe stata annullata, un giorno, la loro alleanza con la morte! e quel giorno? è oggi!

MA è PROPRIO USA NATO E SUA TURCHIA sharia, CHE HANNO DECISO DI UCCIDERE TUTTI I CURDI! ] io lo dissi a OBAMA tre anni fa: "tu non far mandare ad ARABIA SAUDITA sharia, i terroristi sharia in Siria!" Ma loro mi hanno detto: "fottiti!" [ La foto de Aylan, el niño de la playa, nos ha conmocionado a todos. Poco a poco vamos conociendo más detalles del horror.

Does Your Family Vehicle Look Like a Tank? [ e perché mai, la TERRA SANTA, dovrebbe piacere, dovrebbe stare a cuore ai sacerdoti di satana della CIA: i massoni Illuminati S.p.A. Fmi, Salafiti farisei GENDER, talmud Corano sharia? i loro testi sacri non conducono alla santità. ma, conducono alla pedofilia! ] What does your family vehicle look like? For some Jerusalem families, it looks more like a tank that belongs on the Gaza border. And still, firebombs penetrate the steel mesh and double reinforced bullet-proof glazing.

ricordo il caso di tifosi di una squadra turca, che festeggia la vittoria militare, cioè la realizzazione di un massacro! ERDOGAN e tutta la sharia ONU Amnesty, è UN CRIMINALE INTERNAZIONALE, PER TANTI MOTIVI! ma io credo che  la federazione calcistica deve essere abolita, e tutti i campionati devono essere annullati, perché questo calcio veicola la merda di Bush e e del suo NUOVO ORDINE MONDIALE, E non i valori della sport! ] Watch Israel's Tal Ben Haim use football WITCHCRAFT on Wales'  Pubblicato il 07 set 2015. This video explains Gareth Bale's failure to score against Israel - and proves Tal Ben Haim has mystical powers. Ahead of their home game against Israel, the people of Wales were preparing to throw the mother of all football parties. Guarda Tal Ben Haim di Israele utilizzare calcio stregoneria il Galles'
Pubblicato il 07 set 2015. Questo video spiega il fallimento di Gareth Bale a segnare contro Israele - e dimostra che tal Ben Haim ha poteri mistici. Avanti di loro partita in casa contro Israele, il popolo del Galles si stavano preparando per lanciare la madre di tutte le parti di gioco del calcio. https://www.youtube.com/watch?v=sag410bJSTM

The American catastrophe waiting to happen if Obama gets his way. Mark Langfan, New York based attorney, has been studying maps of the middle east for 25 years. As he sees it, Israel is the only stabilizing factor in the middle east. Without Israel in the picture, Jordan, Lebanon, and even Saudi Arabia would be overtaken by the “Muslem Brotherhood.” And the next step would be other countries that share Israel’s values – the U.S. perhaps? Take a good look at the geopolitical situation in the middle east and you will be even more bewildered by Obama’s foreign middle east policy.  Aug. 5, 2014 -Langfan on The Watchman, Hebrew subtitles
https://www.youtube.com/watch?t=985&v=ls6r-6noArw
La catastrofe americana in attesa di accadere se Obama ottiene la sua strada. Mark Langfan, avvocato newyorkese, ha studiato mappe del Medio Oriente per 25 anni. Come vede, Israele è l'unico fattore stabilizzante in Medio Oriente. Senza Israele nella foto, Jordan, Libano e anche l'Arabia Saudita avrebbe superato dalla "Confraternita maomettano". E il prossimo passo sarebbe altri paesi che condividono valori di Israele – Stati Uniti, forse?
Prendere un buon guardare la situazione geopolitica del Medio Oriente e sarà essere ancor più disorientato dalla politica estera di Medio Oriente di Obama. 5 agosto 2014
=================
QUESTA NON è L'AMERICA DELLA DEMOCRAZIA E DELLA LIBERTà DI COSCIENZA QUESTO è IL NAZISMO MASSONICO USUROCRATICO S.P.A. BANCHE CENTRALI! GLI OBIETTORI DI COSCIENZA SONO UN DIRITTO INTERNAZIONALE, ma non più in USA! è COME SE NOI METTIAMO IN CARCERE TUTTI I MEDICI CHE SI RIFIUTANO DI FARE L'ABOTO!  I GAY STANNO SPUTANDO NEL PIATTO CHE HA DATO LORO DA MANGIARE, E CHE LI HA PROTETTI! I GAY STANNO PREPARANDO LA INVASIONE DEL NAZISMO ISLAMICO, O LA LACERAZIONE SOCIALE! [ USA, il caso Kim Davis: si rifiuta di autorizzare le nozze gay e viene arrestata. La donna non se l'è sentita, per motivi religiosi, di firmare l'autorizzazione per il matrimonio. Gelsomino Del Guercio and Aleteia. 8 settembre 2015. Giovedì 3 settembre ad Ashland (Kentucky), la segretaria della contea di Rowan Kim Davis è stata incarcerata per decisione del giudice distrettuale David Bunning (Tempi.it, 7 settembre). LA SENTENZA DELLA CORTE
Il motivo dell’arresto infatti, sintetizza il Corriere della Sera (4 settembre), è che l’impiegata «per settimane si è rifiutata di rilasciare licenze matrimoniali alle coppie gay, nonostante la sentenza della Corte suprema che ha esteso a tutti gli Stati Uniti il diritto degli omosessuali di formalizzare le loro unioni» .
LA SCELTA DI KIM. Davis, una cristiana apostolica, ha opposto il suo diritto all’obiezione per motivi religiosi: «Emettere licenze matrimoniali con la mia firma è per me impossibile» ha obiettato la funzionaria comunale. Quattro coppie gay, dopo averla rimproverata davanti alle telecamere di non adempiere ai suoi doveri d’ufficio per i quali è pagata da tutti i contribuenti, omosessuali compresi, l’hanno denunciata.
VIA LIBERA ALLE LICENZE. Dopo l’arresto della Davis, la contea di Rowan ha iniziato a rilasciare le licenze di matrimonio anche alle coppie omosessuali che ne hanno fatto richiesta. Il rilascio è avvenuto per mano di uno dei vice della Davis, sotto l’occhio di fotografi e telecamere (Avvenire, 7 settembre).
CORTOCIRCUITO DELLE LIBERTA’. La decisione del giudice, sostiene Il Foglio (4 settembre), è destinata a far discutere a lungo, perché palesa le conseguenze concrete dell’ondata giurisprudenziale contro la libertà religiosa in America, culminata con le conseguenze della sentenza della Corte suprema sui matrimoni gay, generando un cortocircuito grottesco nel paese delle libertà. La richiesta di abiura delle proprie convinzioni per ottenere in cambio la libertà, prosegue Il Foglio, ricorda più certi tribunali dell’Inquisizione che non quelli di un paese in cui lo stato di diritto è garantito.
“QUESTA NON E’AMERICA”. Sulla questione, riporta ancora Avvenire, è intervenuto, tra gli altri, il senatore texano Ted Cruz, uno dei candidati alle primarie repubblicane del prossimo anno. Cruz ha difeso con forza la Davis: «Chiedo a ogni credente, a ogni costituzionalista e a ogni amante della libertà di stare con Kim Davis e fermare la persecuzione – ha sottolineato – Per la prima volta in assoluto, il governo degli Stati Uniti ha arrestato una donna cristiana perché vuole vivere secondo la sua fede. Questo è sbagliato. Questa non è America». Il senatore Cruz ha poi aggiunto di parteggiare per «ogni americano che l’amministrazione Obama sta cercando di costringere a scegliere tra la propria fede e il rispetto di un parere illegale della Corte». 
======
1/1 [ DITTATURA GENDER NAZISTI GAY CULTO ] LGBT (o GLBT) Lesbiche, Gay, Bisessuali e Transgender [ è proprio vero che, io sono pacifico e mite come Gandhi, io odio la violenza e la volgarità, perché, io sono intelligente! tuttavia, nessuno potrebbe sapere come potrebbero reagire i miei ministri angeli, alle offese che i nazisti Omosessuali dittatura GENDER PENSIERO MASSIMALISTA DELL'ANTICRISTO: Sodoma Dittatura a tutti per legge, cioè, gli insulti che loro stanno facendo, in questo momento, contro la mia regalità universale!
al governo mondiale massonico di youtube ]  i sacerdoti di satana cannibali della CIA loro lo possono testimoniare, io non ho mutazioni nel mio amore, esso è uguale per tutti, quindi, io non posso amare un eterosessuale di più di un omosessuale, ma, i confini che io stabilisco sono inamovibili, perché trovano sostanza e legittimazione nella eterna legge universale, e nella eterna legge naturale.. cercare di spostare i confini che io stabilisco significa soltanto iniziare il terribile cammino della tribolazione lungo la via del dolore! NON è CHE CHI SI RIBELLA, IO LO PUNISCO, NO, LA LEGGE UNIVERSALE è IMMUTABILE E NON PREVEDE RIPENSAMENTI E PUNIZIONI! Se io dico che ci vuole pudore per tutti? Così deve essere per tutti nessuno potrà ostentare in pubblico un orgoglio gay, o una qualsiasi impudicizia di orgoglio a tutti! 

al governo mondiale massonico di youtube ] mi dispiace che, nel momento in cui io ho fatto, il mio ultimo commento, su https://www.youtube.com/user/YouTube/discussion e su https://www.youtube.com/user/JHWH999/discussion il commento sia stato cancellato e che da allora, 30 minuti fa, mi stato sottratto anche il collegamento telefonico e ADSL FASTWEB! [quindi sono connesso con una chiavetta Wind ] in cui dicevo: che i miei ministri angeli non lasceranno impuniti i gay culto che stanno calunniando, bestemmiando  la mia regalità metafisica universale!

ribadisco che il mio articolo [ DITTATURA GENDER NAZISTI GAY CULTO ] LGBT (o GLBT) Lesbiche, Gay, Bisessuali e Transgender ] è stato così ricoperto di filtri da quel gay di youtube, che [ anche sul canale http://www.youtube.com/profile_redirector/107323432397961218691 è invibile a tutti, ed anche a me stesso, se io accedo da altro account! IO NON SONO UN VEGGENTE CHE INTERPRETA LA METAFISICA, perché, la metafisica è pura razionalità, della oggettività del valore naturale e universale, ed è una scienza accessibile alla virtù dell'agnostico, quindi è una virtù politica e non religiosa. SE POI, I GAY CULTO, SONO COSì POTENTI NEL NWO, che PER LA RABBIA HANNO FATTO SALTARE tutti i SERVIZI FASTWEB SU TUTTA LA PROVINCIA DI BARI, poi, questo è qualcosa che peserà soltanto, sullo loro coscienza, 09-09-2015 ore 20,27.

al governo mondiale massonico di youtube ] se qualcuno pensa di non morire soffocato, allora, tutti ci si deve educare a pensare rettamente! 1. i miei peccati non sono simpatici! 2. i peccati degli altri non sono più antipatici di quelli miei, 3. ed i peccati dei gay non sono i più orribili! [ smettiamo tutti di fare gli ipocriti ] noi conosciamo: a) peccati veniali, b) peccati gravi, c) peccati gravissimi, d) peccati mortali e, e) peccati contro lo Spirito Santo che non possono essere perdonati soltanto perché un coglione si crede più intelligente dello Spirito Santo e finisce per non riconoscere il suo peccato, quindi, come lui potrebbe pentirsi e chiedere perdono? QUINDI DIVENTA UN PECCATO CONTRO LO SPIRITO SANTO CHE NON PUò ESSERE PERDONATO, perché non ci può essere qualcuno che può pentirsi al posto tuo!

al governo mondiale massonico di youtube ] e poiché, certamente, tu hai capito questo mio discorso: cioè quello che io volevo dirti, allora tu hai avuto la dimostrazione che tu sei diventato un METAFISICO come me! Quindi, se io mi sbaglio, tu mi puoi soccorrerre nel mio errore, affinché io non persista nel mio convincimento erroneo, per fare del male a degli innocenti a motivo della mia ignoranza, sia pur involontariamente!
2/2 [ DITTATURA GENDER NAZISTI GAY CULTO ] LGBT (o GLBT) Lesbiche, Gay, Bisessuali e Transgender ] mi dispiace: poiché la metafisica nasce dalla LEGGE NATURALE (non mentire, non fare il male), che a sua volta indica i valori della LEGGE UNIVERSALE (tutto è amore, e amore è oblazione, dono di se, gratuità). Ecco che la LEGGE NATURALE non potrebbe mai essere la legittimazione di una perversione sessuale, come linguaggio sociale dell'amore, tutto quello che il crimine della ideologia del GENDER sta facendo per distruggere moralmente ed eticamente le future generazioni! ECCO PERCHé TUTTI I TESTI SACRI, giustamente, CONDANNANO ALLA DISTRUZIONE DELL'INFERNO LA OMOSESSUALITà IDEOLOGICA. dopotutto SOLTANTO UN FOLLE potrebbe credere che un qualsiasi peccatore potrebbe entrare nel Regno di Dio!

3/3 [ DITTATURA GENDER NAZISTI GAY CULTO ] LGBT (o GLBT) Lesbiche, Gay, Bisessuali e Transgender ] poiché sanno tutti che gli aspetti morali, competono agli uomini della religione, mentre, gli aspetti etici competono agli uomini della politica. Ecco che il mio ministero POLITICO universale: non legifera in ordine a questioni morali (quello che io penso in tal senso non è universalmente vincolante ). Ecco perchè, io posso ordinare soltanto: 1. il pudore a tutti, 2. diritti civili a tutti, ma, PER CONCLUDERE: il matrimonio è un diritto naturale che i gay proprio non possono avere senza mandare moralmente (E PER QUEL CHE MI COMPETE ETICAMENTE) CIOè, SENZa MANDARE A distruzione, anche, ETICAMENTE il genere umano!
4/4 [ DITTATURA GENDER, 322 sacerdoti di Satana Bush, NAZISTI GAY CULTO ] LGBT (o GLBT) Lesbiche, Gay, Bisessuali e Transgender ] ABBIAMO CAPITO CHE I SATANISTI MASSONI FARISEI 666 Rothschild, S.P.A. l'anticristo Troika Merkel: ALTO TRADIMENTO COSTITUZIONALE Bildenberg, VI HANNO DATO IL CONTROLLO DEL NUOVO ORDINE MONDIALE, E CHE VOI POTETE FARE SCEMPIO DEI POPOLI SCHIAVIZZATI! Ma avere il potere significa anche essere responsabili, per non dover realizzare una distruzione sociale a cui più nessuno potrebbe porre rimedio senza realizzare la necessità di dover andare necessariamente ad un colossale bagno di sangue!
================
io CHIEDO A TUTTI I GAY, CHE SONO RESPONSABILI PER DEL FUTURO DELLA NOSTRA SOCIETà DI FIRARE QUESTA PETIZIONE! ] Sono promotori della petizione le seguenti associazioni: Age, Agesc, Giuristi per la Vita, Movimento per la Vita, Pro Vita, La Manif Pour Tous Italia, Voglio la mamma
Il tessuto sociale della famiglia italiana, già molto fragile e penalizzato economicamente e fiscalmente, rischia ora di subire ulteriori, profonde lacerazioni a causa del progetto di legge Cirinnà sulle unioni civili tra persone dello stesso sesso, attualmente all’esame del Senato.  Con questo progetto si prevede l’equiparazione di fatto dell’unione omosessuale alla famiglia naturale fondata sul matrimonio, riconosciuta come tale dalla Costituzione (art. 29).  L’unione omosessuale, infatti, verrebbe sancita di fronte all’ufficiale di stato civile alla presenza di testimoni e l’atto che ne fa fede contenuto in apposito registro. I due partner godrebbero degli stessi diritti delle coppie sposate, ad eccezione dell’adozione (ma con garanzia della step child adoption, la possibilità cioè di adottare eventuali figli avuti da uno dei due partner dell’unione).
L’Europa, che non ci impone di legittimare i matrimoni gay, non potrebbe però avallare questo simil-matrimonio di serie B, rendendo inevitabile la sua equiparazione al matrimonio per via giudiziaria, sulla base di un principio di non discriminazione, anche per quanto riguarda le adozioni. Per lo stesso principio sarebbe poi inevitabile permettere alla coppia gay anche l’accesso alle tecniche di procreazione medicalmente assistita che, a causa degli ovvi impedimenti di natura, non potrebbe essere che di tipo eterologo, con ricorso, nel caso dei partner di sesso maschile, anche alla pratica abominevole dell’utero in affitto. Tutto questo mentre a distanza di 7 mesi dalla sua approvazione in legge di stabilità non si riesce ancora ad assicurare il bonus di 1000 euro previsto per le famiglie con almeno 4 figli che dispongono di un reddito inferiore agli 8.500 euro. Mentre cioè si apre a discutibili diritti, non si riesce a garantire non già giustizia fiscale per tutte le famiglie, ma neanche un assegno di povertà per le famiglie più indigenti. Il progetto di legge Cirinnà rischia pertanto di dare una definitiva spallata culturale e valoriale alla famiglia naturale, tutelata dalla Costituzione in quanto luogo dove nascono, crescono e sono educati i figli, il futuro del nostro popolo. Perciò ti chiediamo di firmare questa petizione contro l'approvazione del ddl Cirinnà: per la famiglia naturale; per il matrimonio; per i bambini che hanno diritto a una mamma e a un papà!
http://www.citizengo.org/it/25365-stop-immediato-alla-legge-cirinna?sid=MzMzODQyOTU5OTI0OTky
io CHIEDO A TUTTI I GAY, CHE SONO RESPONSABILI PER DEL FUTURO DELLA NOSTRA SOCIETà DI FIRARE ANCHE QUEST'ALTRA PETIZIONE! ] Firmiamo in fretta! [ Votazione domani del rapporto Rodrigues che impone a livello europeo il gender come orientamento educativo nelle scuole
http://citizengo.org/it/28181-ediazione-gender-nelle-scuole-ce-lo-chiede-leuropa
Facciamo girare! ] Destinatario: Onorevoli Parlamentari,
Vi chiedo di non approvare la legge Cirinnà sulle "unioni civili": svuota di senso il matrimonio che riconosce la famiglia e viola il diritto dei bambini ad avere una mamma e un papà.
=================
OBAMA è GENDER in Nigeria ] In Nigeria: aumentano gli attacchi! Sintesi: dall'elezione del presidente Buhari, cresce la violenza in Nigeria e nei paesi confinanti Camerun, Ciad e Niger. Dati allarmanti mostrano questa escalation. Preghiamo per la Nigeria! La violenza cresce in Nigeria e ora anche nei paesi confinanti. Mercoledì 2 settembre, un gruppo di uomini armati ha ucciso almeno 5 abitanti del villaggio Mainari, a 20 km da Maiduguri (capitale di Borno), prima di essere respinto dalle truppe governative. L'attacco segue a un altro incidente di lunedì 31 agosto quando, sospetti membri di Boko Haram a cavallo hanno ucciso almeno 24 persone in 2 diversi villaggi del nord-est. Questi attacchi si sono verificati prima di sabato 5 settembre quando il presidente della Nigeria Muhammadu Buhari ha festeggiato i primi 100 giorni di governo. L'Istituto per gli Studi sulla Sicurezza (ISS) fa notare che da quando si è insediato Buhari, il 29 maggio 2015, Boko Haram ha intensificato i suoi attacchi in Nigeria nel tentativo di intimidire il nuovo presidente e forzargli la mano. Secondo i dati raccolti dall'ISS sui principali atti di terrorismo riportati in Africa, Boko Haram ha effettuato più di 200 attacchi fino al 31 agosto con oltre 5.000 morti nei 4 paesi attorno al bacino del lago Ciad (Nigeria, Camerun, Ciad e Niger). Da gennaio a maggio, prima che Buhari si fosse insediato, Boko Haram aveva effettuato 115 attacchi in tutti e 4 i paesi (una media mensile di 23 attacchi). Sotto il governo Buhari sono avvenuti 86 attacchi in 3 mesi (una media mensile di 27 attacchi). Sono stati registrati 3.466 decessi tra gennaio e maggio, con una media di 693 morti al mese, ora aumentata come vedete. Un importante cambiamento nelle tattiche di Boko Haram nel corso degli ultimi 100 giorni sta nel maggior uso di attacchi suicidi (soprattutto ragazze adolescenti). Solo 19 attacchi suicidi hanno avuto luogo nei 5 mesi prima che fosse eletto Buhari, mentre almeno 33 si sono verificati negli ultimi 3 mesi. Boko Haram ha usato gli attacchi suicidi non solo per raggiungere obiettivi difficili, ma anche per infliggere perdite di massa.
L'ISS fa notare che, anche se ci sono cose da festeggiare, come i successi nella foresta Sambisa, questi successi creano la falsa impressione che Boko Haram sia stato reso inefficiente e sia sull'orlo della sconfitta. Solo qualche giorno fa, 2 attentati suicidi nella città di Kerawa (Cameroon settentrionale, al confine con la Nigeria), hanno provocato la morte di oltre 20 persone e il ferimento di 140. Sono numeri disturbanti, che chiariscono un'ulteriore escalation delle violenze dove i cristiani sono le vittime più ricercate. Per favore continuare a pregare per le migliaia di persone che hanno perso i propri cari per mano di Boko Haram. Pregate per la Chiesa in queste circostanze che continui ad essere un luogo di speranza per le persone che hanno perso così tanto negli ultimi anni. Pregate per Porte Aperte che sappia aiutare con saggezza le chiese a resistere alle pressioni che devono affrontare nel nord-est della Nigeria e oltre.
====================
ideologia nazista GENDER ] ma, se io non ho fatto sconti al massone Benjamin Netanyahu, rimproverandolo soltanto perché, io non tollero che un Massone abbia diritto a parlare della Bibbia, sia pur rettamente! CHI è L'IDIOTA IN TUTTO IL MONDO, CHE lui SI CREDE MIGLIORE DI Benjamin Netanyahu, ai miei occhi?
=============
This New Year, be the First to Plant Fruit Trees in Israel - CLICK HERE to Order! Just 1 WEEK LEFT to Plant Israel's First Fruits! Shmita (Sabbatical) is Ending... “…the seventh year shall be a  complete rest for the Land” (Leviticus 25:4) This NEW YEAR, help farmers plant double. Double the Planting. Double the Blessing! Since Israeli farmers could not plant during the Sabbatical Year, they will plant double this year. That means DOUBLE the blessing! The Bible teaches us (Proverbs 3:9) “Honor God with the FIRST FRUITS of your produce.” Share in the Blessing of Israel's First Fruits! Israeli Farmers. In the Bible, God promises to bless those. who help in the observance of Shmita: "I will ordain My blessing for you..." (Leviticus 25:21)
https://go.madmimi.com/redirects/1441721013-7936c68fe93a5dfbb64fb17768ae0eed-9d11697?pa=32923545741
================
Preemptive Police Exercise Against Holiday Terror in Jerusalem [ Major Jerusalem Police Anti-Terror Drill ] Jerusalem District Police held on Tuesday a citywide police exercise against terror in preparation for the fast-approaching High Holidays. During the exercise, facilitated in cooperation with the Jerusalem municipality and emergency and rescue authorities, police officers simulated various crisis situations, cooperation between parties, and responding to each event. The exercise is part of a series of exercises within the Jerusalem District over the past year to review and improve police preparedness, train officers in operational response and strengthen cooperation between security and emergency teams in the city. The goal is that police officers will apply the lessons learned in these exercises and work to constantly improve security for residents of and visitors to Israel's capital. Watch Here.
Jerusalem District Commander Moshe (Chico) Edri said "such exercises are designed to continually improve the operational readiness of police officers and emergency rescue agencies in the city for a variety of events." "The Jerusalem District, along with the dedicated and determined commanders, policeman and Border Patrol officers, will work hard during the High Holiday season to enable residents of the district and its many visitors to celebrate the holidays with security," Edri vowed.
================
e cosa credete? ANCHE TUTTI I CRISTIANI DEL PAKISTAN VOGLIONO SCAPPARE, PERCHé SALMAN SAUDI ARABIA KING, LUI LI HA TUTTI MINACCIATI DI MORTE! ] ED OBAMA E MERKEL SONO GENDER IN PAKISTAN [ “Aiutate noi cristiani di Siria, così possiamo restare nel nostro paese”. «La grande accoglienza riservata ai rifugiati siriani in Europa spinge in molti, soprattutto tra i cristiani, ad abbandonare la Siria. Ma il nostro compito è quello di aiutare le comunità cristiane a rimanere». Così afferma padre Andrzej Halemba, responsabile internazionale di Aiuto alla Chiesa che Soffre per il Medio Oriente. Il sacerdote si trova in questi giorni in Siria per visitare alcuni progetti di ACS nel paese ed ha notato come le informazioni giunte dall’Europa, spingano sempre più cristiani a partire. «Proprio ieri un’anziana signora cristiana mi ha detto: “vi prego, aiutate noi cristiani siriani, così che possiamo rimanere nel nostro paese”».
Padre Halemba riferisce di una situazione in Siria che mai era stata così instabile. «Dall’inizio di quest’anno ho visitato più volte il paese, e ho notato come i successi di Isis terrorizzino sempre più la popolazione e in particolar modo i cristiani. Inoltre il futuro della città di Aleppo, dove vivono molti nostri fratelli nella fede, è quanto mai incerto». Dall’inizio della crisi in Siria nel 2011, Aiuto alla Chiesa che Soffre ha donato oltre 8milioni di euro a sostegno della popolazione siriana. A Marmarita, città della cosiddetta Valle dei Cristiani vicino al confine con il Libano, ACS sostiene molti progetti in favore dei numerosissimi sfollati interni trasferitisi qui in questi quattro anni di conflitto. «La città è tanto affollata che sembra esplodere», racconta padre Halemba. Tra i vari progetti, anche un contributo che consente ad oltre 300 famiglie cristiane di pagare l’affitto e la copertura delle spese di viaggio di 140 studenti universitari. Una squadra di volontari – coordinata da ACS – cerca di alleviare le difficoltà dei profughi. «Marmarita è sicura – spiega il coordinatore del team di volontari che per motivi di sicurezza preferisce mantenere l’anonimato – ma il costo della vita è insostenibile e trovare un impiego praticamente impossibile». Le storie di chi è giunto a Marmarita, sono storie strazianti. Una famiglia di Damasco ha lasciato la capitale dopo aver perso il loro primogenito in un’esplosione. Il secondo figlio è malato di cancro ed ha urgente bisogno di cure. Una mamma con due bambini è invece arrivata qui dopo la morte del marito, e nonostante le gravi difficoltà trova il coraggio e la forza di aiutare gli altri profughi. Nel febbraio 2015, Aiuto alla Chiesa che Soffre ha approvato 22 nuovi progetti (totale di oltre 2milioni di euro) in Siria, con particolare attenzione alle città maggiormente colpite dalla guerra, come Homs, Aleppo e Damasco. Gli aiuti sono di carattere umanitario – ad Homs ACS sta raccogliendo fondi per distribuire regolarmente pacchi viveri alle famiglie cristiane che non hanno voluto abbandonare la città – ma anche pastorale, come la ricostruzione della Chiesa di Sant’Elia a Qusair, distrutta dai jihadisti nel 2013. «La ricostruzione di una chiesa – scrive ad ACS monsignor Jean-Abdo Arbach, arcivescovo melchita di Homs, Hama e Yabrud – è fondamentale per dare nuova speranza ai cristiani. La ripresa della vita della Chiesa è infatti il modo migliore per rassicurare i fedeli e incoraggiarli a rimanere in Siria».
Iran’s Leader Says Israel Will Not Survive Next 25 Years     Ayatollah Ali Khamenei
US Facing Highest Islamic Terror Threat Since 9/11     US police
Netanyahu and Tusk     Netanyahu: Pressuring Israel Will Only Hurt Europe
Rosh Hashana Miracle of 2014 - Hamas Tunnels     WATCH: How Hamas Planned to Massacre Jews Last New Year
Hollywood     Google Fixes Algorithm That Claimed Jews Run Hollywood
Stop Iran demo     US Republican Effort to Defund Iran Launched in Five Swing States
Palestinian Authority Failes Palestinians With Missing 31 Billion Dollars     WATCH: What Did the Palestinians Do with $31 Billion in Aid?
Jon Moscot with Avi Newhouse     Baseball Player’s Visit with Young Cancer Patient Turns Religious
Israeli police     WATCH: Israeli Emergency Forces Prepare for Holidays
Wheelchair beach     Disabled Israelis Swim in the Ocean for the First Time
======================
EUROPA NAZISTA s.P.a. TROIKA DELLA MERKEL, E SUOI BILDENBERG LA DEVONO SMETTERE DI LEGITTIMARE IL TERRORISMO ISLAMICO SHARIA: STRUTTURA IN GENERE DI TUTTA LA LEGA ARABA IL LORO NAZISMO SHARIA, E SUPPORTARE HAMAS IN SPECIE! WATCH: How Hamas Planned to Massacre Jews Last New Year. The people of Israel were saved from what would have been a devastating Hamas terror attack planned for the 2014 Rosh Hashana holiday.
One could certainly say that Israel was saved by a miracle. What Hamas planned on doing is beyond belief in terms of the scope of evil. Hamas is currently planning similar terrorist attacks today as they prepare for another war with Israel.
Despite the perpetual threats that exist, the people of Israel will still embrace Rosh Hashana with awe and reverence.
Come and see what could have been, and decide for yourselves if this is a miracle or not. Rosh Hashana 2014 - Hammas' Tunnel Version https://www.youtube.com/watch?t=12&v=y4s11RsLL_A Pubblicato il 05 ago 2014
The hammas terrorist planned to invade to israel through dozens of underground tunnels in order to kill and kidnap a lot of israelis through “rosh hashanah” holiday dinner. The numbers are saying thousands of hamas terrorists was supposed to participate in this terror act. The world should eliminate this terror organization in order for peace
Creator: Arik Danino. With a thanks for helping with the script: Maor Huri. Narration: Yaniv Giladi - http://yanivgiladi.co.il
* All of the videos was collected from the internet, and edited in Adobe After Effects.
NEANCHE SATANA USA Rothschild hell OSEREBBE SCENDERE SUL CAMPO della BATTAGLIA CONTRO UNIUS REI, ma, FORSE vuoi scendere tu contro di me sul campo della battaglia: fratello mio: sharia King SALMAN Saudi ARABIA? JHWH IS Christians United for Israel! DESISTI DI FARE L'ASSASSINO SERIALE PER IL MONDO SHARIA CALIFFATO!
ASSASSINO SERIALE PER IL MONDO SHARIA CALIFFATO LEGA ARABA di nazisti criminali islamici, fratello mio: sharia King SALMAN Saudi ARABIA, PERCHé tu credi che, i satanisti GENDER, Darwin scimmie, massoni farisei Bildenberg, Merkel TROIKA Satana Lilit, Astarte, JaBullOn, e tutto l'inferno che li prende e li segue, S.p.A. Banche CENTRALI, UN GIORNO DI QUESTI, una mattina di queste, loro NON SI SVEGLIANO E NON SI RICORDANO DI ESSERE STATI ANCHE LORO DEI CRISTIANI UN TEMPO, UNA VOLTA, UN TEMPO, MOLTO TEMPO FA, e che da qualche parte è stato conservato ancora l'abito bianco della loro prima comunione?
un Cossovo genocidio totale SERBI al 100% fatto dalla NATO CIA? c'è un sharia Kosovo in ogni muslims country che, è in tutta la LEGA ARABA sharia Califfato ISIS.


Oggetto:
1. denuncia alla Corte costituzione il crimine di cristianofobia della ideologia gender.
2. Violazione della libertà di parola, coscienza e religione
3. Violazione del diritto dei genitori circa la educazione dei figli!

lunedì 3 marzo 2014. tutto il crimine della ideologia Gender, dichiarare: 1. Dio, 2. la Bibbia, 3. tutti i credenti in Dio, 4. tutti gli uomini agnostici, di buona volontà, che, credono nella legge naturale, ... dichiararli tutti criminali! a tanto: è giunta la perversione: dei pervertiti, Sodoma e Gomorra, .. questo è certo: i Bildenberg, del sistema massonico gli anticristi, colpiti da 666 scomuniche della VERA, Chiesa Cattolica, loro vogliono distruggere il genere umano! []
A proposito della rivoluzione del gender. Tre miti da smascherare. L'Osservatore Romano. (Marguerite Peeters) Cominciamo con lo smascherare tre miti che ci paralizzano nella risposta che siamo chiamati a dare alla rivoluzione del gender. Perché indubbiamente si tratta di una rivoluzione. Molti credono che il gender sia un progetto esclusivamente omosessuale, e dunque minoritario. Ebbene, il gender storicamente ha una duplice origine. E ha oggi una duplice applicazione: femminista radicale e omosessuale. Queste due interpretazioni sono inscindibili. Il loro elemento comune è di considerare l’identità maschile e quella femminile, la complementarietà tra uomo e donna, la vocazione nuziale della persona umana, il matrimonio, tra, un uomo e una donna, la famiglia fondata sul matrimonio, la paternità e la maternità, la vocazione educativa del padre e della madre, la filialità come altrettante costruzioni sociali contrarie all’uguaglianza e alla libertà civili e discriminatorie, in particolare per le donne e gli omosessuali. Occorre dunque decostruire sistematicamente questi supposti stereotipi, che, in realtà sono dati costitutivi fondamentali di ogni persona umana. Bisogna decostruirli con tutti i mezzi, educativi prima di tutto, ma anche politici, legislativi, culturali (mode, musica, film, linguaggio). È questa l’essenza del sovvertimento compiuto dalla rivoluzione del gender. Va ben al di là, è evidente, delle agende femministe radicale e omosessuale. Si tratta di rifondare la società su un’“umanità nuova”, “liberata” dai termini uomo e donna, padre e madre, sposo e sposa, figlio e figlia, matrimonio e famiglia, che non avrebbero più diritto di cittadinanza. Nella società attuale, sessualmente indifferenziata, non resterebbero che cittadini-individui, “liberati” da ciò che sono, vale a dire persone predisposte all’amore e alla felicità. L’amore in effetti non può essere individualista; è sempre personale. L’obiettivo della rivoluzione del gender è di permettere a tutti i cittadini-individui del mondo di accedere al piacere sessuale “senza ostacoli” e al potere di autodeterminarsi al di fuori della propria identità sessuale. Secondo mito: il gender non è una “teoria” stramba, capace di sedurre solo certe popolazioni o maggioranze parlamentari, per esempio in Francia con la legge del matrimonio per tutti. Divenuta norma politica universale alla quarta Conferenza mondiale dell’Onu sulle donne nel 1995, e da allora una delle priorità trasversali del governo mondiale, la prospettiva del gender viene ormai applicata in tutto il mondo e ci riguarda tutti. Benché il suo contenuto sia di una violenza inaudita, aberrante, la rivoluzione del gender utilizza strategie e tecniche di trasformazione sociale dolci, che, la rendono spesso impercettibile, per cui le maggioranze, non ne hanno ancora preso coscienza. Non vogliamo essere montoni, di Panurge, vero? Per seguire passivamente e stupidamente il montone, rifiutandosi di autodeterminarsi liberamente, tutto il gregge si è gettato nell’oceano, ed è affogato. Infine, il gender non è stato tirato fuori dal cappello qualche anno fa: s’innesta su un lungo processo di rivoluzione culturale occidentale di cui è il prolungamento logico. Le sue origini, nella nostra storia, risalgono al XVIII secolo. Non dimentichiamo che il Manifesto del Partito Comunista di Karl Marx è stato pubblicato nel 1848: sessantanove anni prima della rivoluzione bolscevica.
Sono trascorsi cinquant’otto anni da quando l’interpretazione ideologica del termine gender, è apparsa per la prima volta negli Stati Uniti. Ma, più di due secoli e mezzo ci separano dall’epoca, in cui i valori universali di uguaglianza e di libertà, si sono affermati — fortunatamente tra l’altro, avendo favorito lo sviluppo del senso della dignità di ogni persona umana — venendo già allora, mal interpretati dai filosofi e da altri attori influenti, in un modo che, ha segnato la nostra storia fino a oggi, e di cui il gender è l’ultimo frutto. L’ondata assassina di uno tsunami, si percepisce solo quando si avvicina alla costa.
L'Osservatore Romano, 4 marzo 2014. Posted by Il sismografo ore 18:19
instillare nei bambini l'ideologia gender
Disney boicotta Boy Scout, esclude gay tra capi. SIAMO ORMAI ALLA CRIMINALIZZAZIONE, della Bibbia e dei cristiani.. Compania ha deciso di non finanziare piu' organizzazione. Questà è ormai criatianofobia! 02 marzo, 18:01 Topolino boy scout. Disney boicotta Boy Scout, esclude gay tra capi. Walt Disney Company ha deciso di non finanziare piu' i Boy Scout per punire la loro scelta di non nominare ragazzi gay tra i suoi capi. La Disney ha cosi' stabilito che non dara' piu' soldi alla Boy Scout of America, attraverso il suo programma VoluntEARS che permette ai propri dipendenti di offrire ore di lavoro volontario in cambio di soldi in contanti con cui finanziarie varie iniziative di beneficenza gestite dagli Scout. Insomma, per la multinazionale di Topolino, non e' bastata la scelta dei 'lupetti' di ammettere giovani omosessuali al loro interno, visto che tuttora rimane in piedi la messa al bando per quanto riguarda i vertici dell'organizzazione. Se si manipolano le parole. Come l’ideologia del gender si è insinuata nelle dichiarazioni internazionali violando, tra l’altro lo spirito della dichiarazione universale dei diritti dell’uomo.
15 maggio 2012. L’agenda del genere fa divorziare la persona umana da se stessa, dal suo corpo e dalla sua struttura antropologica.
La cultura nella quale viviamo racchiude i frutti positivi di un processo storico segnato dalla decolonizzazione (avendo un potente movimento concesso alle donne uno status sociale mai raggiunto prima) e dalla caduta del marxismo-leninismo. In un tempo di globalizzazione accelerata, essa sembra celebrare, forse più che, in qualsiasi cultura precedente, l’uguaglianza di tutti gli esseri umani. La nostra generazione ha anche, la possibilità di scoprire e di meravigliarsi dell’affascinante diversità dei popoli e delle culture, e del loro contributo specifico e insostituibile all’umanità. Percepiamo però, un pericolo in un processo definibile come globalizzazione che, s’impone dall’alto e che, sotto forma di pari diritti e di non discriminazione, utilizza i canali del governo mondiale per cercare di adattare un consenso a interessi particolari, attraverso un uso manipolatore del linguaggio nel corso del processo di costruzione di tale consenso. Non possiamo negare l’esistenza di una lotta culturale, politica e giuridica, che ha luogo in questo forum riguardo all’identità sessuale, all’orientamento sessuale, al contenuto dei diritti e al senso dell’universalità.
In questa lotta il linguaggio è un fattore critico. Esaminiamo la storia del termine genere nel discorso dell’Onu.
Il termine è entrato nel linguaggio dei testi negoziati, a livello internazionale, attraverso i documenti di consenso non-vincolanti del processo delle conferenze dell’Onu degli anni Novanta.
Ha avuto grande successo nella Piattaforma d’azione di Pechino (1995), dove la prospettiva del genere, è stata al centro e la parità dei sessi è stata l’obiettivo principale. Sulla scia di Pechino, il Segretariato dell’Onu ha subito condotto, con grande efficacia, un esercizio d’integrazione della prospettiva del genere (gender mainstreaming) attraverso tutto il sistema dell’Onu. La parità dei sessi è stata rapidamente identificata come priorità trasversale, del governo mondiale, divenendo in pratica una condizione dell’aiuto allo sviluppo.
Il significato tradizionale del genere si riferisce alle categorie grammaticali maschile, femminile e neutro, nelle lingue antiche e in quelle moderne.
Ma i sociologi e gli psicologi appartenenti all’intellighenzia postmoderna occidentale, dalla metà degli anni Cinquanta, hanno elaborato un significato molto diverso.
Nutrendosi allo stesso tempo del femminismo radicale, e del movimento omosessuale (che hanno entrambi lottato per ottenere l’uguaglianza solo in termini di potere sociale), hanno distinto il genere dal sesso, limitando il sesso alle caratteristiche biologiche, che definiscono uomini e donne, e utilizzando il genere in riferimento a quelli che consideravano essere i ruoli socialmente costruiti dalla società per uomini e donne. In pratica hanno trattato la maternità, la famiglia fondata sul matrimonio tra un uomo e una donna, la complementarietà tra i due, l’identità sponsale della persona umana, la femminilità e la mascolinità, l’eterosessualità, come altrettante costruzioni sociali o stereotipi che sarebbero contrari all’uguaglianza, discriminatori e, pertanto, da decostruire culturalmente.
Al termine del processo rivoluzionario, lo stesso corpo maschile e femminile era considerato come socialmente costruito.
L’agenda del genere fa divorziare la persona umana da se stessa, per così dire dal suo corpo e dalla sua struttura antropologica. Così radicalmente ridefinito, il genere è una pura costruzione intellettuale, difficile da cogliere per le culture non-occidentali.
14 febbraio 2014. Gender in classe: mondo capovolto. "Educare alla diversità a scuola": tre volumetti prodotti dal Dipartimento per le Pari opportunità (dipende dalla presidenza del Consiglio dei ministri), dall’Unar (Ufficio nazionale antidiscriminazioni razziali) e dall’Istituto Beck. È diretto alle scuole primarie, alle secondarie di primo grado e a quelle di secondo grado.
In teoria dunque tre guide intenzionate a sconfiggere bullismo e discriminazione, garantendo pari diritti a tutti gli studenti.
[ instillare nei bambini ] In realtà, a leggerne i contenuti, una serie di assurdità volte a "instillare" (questo il termine usato) nei bambini, fin dalla tenera età, preconcetti contro, la famiglia, la genitorialità, la fede religiosa, la differenza tra un padre e una madre...
Al loro posto un relativismo che non lascia scampo ad alcun valore. Il tutto mascherato da rispetto per le diversità (quando invece si cerca di omologare tutto, raccomandando persino di appiattire la preferenza nei maschi per il calcio o la Formula 1 rispetto alle femmine) e per diritto alla propria identità (quando viene negata anche quella di uomo e donna, trattati come pura astrazione).
Ma che uso fare dei tre volumi? Quale il loro effettivo destino? C’è il rischio che la dittatura del gender entri prepotentemente, così come auspicato nel testo, nelle aule dei nostri figli e ne influenzi pesantemente la crescita armonica?
"Dal punto di vista puramente tecnico si tratta di materiali didattici che l’ufficio delle Pari opportunità mette a disposizione di insegnanti e studenti, spiega Roberto Pellegatta, preside dell’Istituto professionale statale "Meroni" di Lissone (Milano),, dunque necessita assolutamente del parere concorde di docenti e genitori, come avviene per i libri di testo e per qualsiasi materiale didattico. Poiché va nelle mani dei ragazzini, esige obbligatoriamente il parere del consiglio di classe e la votazione del collegio". Non tocca al preside proporre tali testi, ma all’insegnante, nella piena libertà di insegnamento prevista dalle norme.
"Io sono preside alle superiori, aggiunge, ma mi sono confrontato anche, con i colleghi delle medie e delle elementari e a nessuno pare materiale appropriato per la scuola: potrebbe essere adottato solo laddove qualche singolo docente volesse agitare posizioni molto ideologiche e usarlo come strumento di battaglia". L’ufficio delle Pari opportunità, infatti, presenta i tre volumetti come ausilio contro il bullismo e la discriminazione, "ma nei contenuti è evidente la battaglia ideologica. Lascia il tempo che trova e io penso che non valga nemmeno la pena contrastare un’operazione tanto lontana dalla realtà. Ciò che preoccupa invece è che sia stato prodotto spendendo soldi dell’Unione Europea: era lì che bisognava contrastare il progetto". Tutta colpa delle fiabe. "A un bambino è chiaro da subito che, se è maschio, dovrà innamorarsi di una principessa, se è femmina di un principe. Non gli sono permesse fiabe con identificazioni diverse". Così si legge nell’introduzione al volume Educare alla diversità rivolto ai bambini delle elementari. In effetti è vero: sono millenni che gli dei si innamorano delle dee, che i cavalieri combattono per le donzelle, che Cenerentola balla col principe e Biancaneve si risveglia al bacio di un uomo... Siamo tutti cresciuti con queste certezze, e tutto sommato non siamo venuti su male (o non per questo, comunque). Eppure a leggere l’introduzione alle linee guida per "insegnanti rispettosi delle differenze" nonché le schede di lavoro da svolgere con i bambini, tanta omofobia causa confusione mentale tra i piccoli. "Questi sono gli anni in cui i bambini di solito cominciano a formarsi un’idea di se stessi e delle persone che li circondano" dunque occorre "incoraggiare la diversità": spesso i genitori e la scuola sono legati agli "stereotipi" della famiglia formata da un padre uomo e una mamma donna e "come risultato molti bambini trascorrono gli anni della scuola elementare senza accenni positivi alle persone LGBT" (lesbiche, gay, bisessuali e transgender).
Ma c’è di peggio, avverte il testo: "Nella nostra società si dà per scontato che l’orientamento sessuale sia eterosessuale e la famiglia, la scuola, gli amici si aspettano, incoraggiano e facilitano un orientamento eterosessuale"...
Errori magari compiuti in buona fede, ma proprio per questo ecco pronte le linee guida che rieducano prima gli insegnanti con una serie di esercizi, per poi crescere i bambini nella consapevolezza che i due generi maschio e femmina sono roba vecchia, così come il concetto di famiglia (al singolare), di madre e padre e via andare.
E I DUE RE VISSERO FELICI E CONTENTI
Ecco allora le linee guida per i maestri: attraverso la letteratura, il cinema o invitando ospiti gay o trans, dimostrare ai bambini che, ci sono "uomini e donne, così, come famiglie, diversi" da quello che viene liquidato non come "stereotipo da pubblicità" (a questo è ridotta la famiglia!).
Al bando quindi tutta la letteratura per bambini, dalle fiabe a Pinocchio, ma anche Bambi o gli Aristogatti (materiale chiaramente omofobo)? E ancora: "Non usare analogie che facciano riferimento a una prospettiva eteronormativa" cioè che sottintenda anche involontariamente "che l’eterosessualità sia l’orientamento normale": insomma, vietato insinuare ad esempio che il re torna a casa dalla regina: "Tale punto di vista può tradursi infatti nell’assunzione che un bambino da grande si innamorerà di una donna e la sposerà" (gravissimo periglio).
Guai poi all’insegnante che si aspetti che gli studenti di sesso maschile siano ad esempio più interessati "alla Formula 1": la parola d’ordine è appiaTtire le differenze, uniformare, negare l’evidenza, incoraggiare le femmine a tirare di pallone e i maschi a parlare intanto "di cucina o di shopping".
Il maestro è invitato a combattere l’omofobia in modo interdisciplinare, anche nei problemini di aritmetica: "Rosa e i suoi due papà comprano due lattine, se, ogni lattina costa 2 euro quanto hanno speso?". Difficile credere che tutto questo non sia uno scherzo. Incredibili poi le domande-tipo: "Un pregiudizio diffuso nei paesi di natura fortemente religiosa è che il sesso vada fatto solo per avere bambini"... Poiché invece la cosa che conta è il rispetto del partner coinvolto nell’atto sessuale (lo ricordiamo, siamo elle elementari!) "potremmo ribaltare la domanda chiedendoci: i rapporti sessuali eterosessuali sono naturali?". Gradatamente il mondo è capovolto. Non è chiaro che fine potrebbero fare a questo punto l’Odissea, con Penelope instancabilmente donna, moglie e madre, o I Promessi Sposi, biecamente tradizionali (con l’aggravante della fede, visto che il testo colpisce spesso la religiosità come causa di atteggiamenti chiusi e retrogradi). "Visione di film e documentari a tematica omosessuale" completano il quadro, mentre "cartoncini, pastelli, matite colorate" non servono più agli antichi lavoretti di un tempo (ricordate?) ma per cartelloni del tipo "che cosa fa una famiglia quando ci sono due mamme o due papà?". Per obiettività occorre dire che i passaggi contro il bullismo sono assolutamente condivisibili, ma non si capisce perché solo in tema di omosessualità: e i bimbi presi di mira perché credenti? Derisi perché vanno a Messa e fanno pure il chierichetto? O quelli disabili? Il ministero della Pari opportunità non pensa a delle Linee guida per loro? O non siamo tutti uguali e con pari diritti?
ETERO CIOÈ NON NORMALE. Passando alle scuole medie e alle superiori, "coloro che durante questo periodo di sviluppo si accorgono di essere gay, lesbiche o bisessuali" si trovano a sostenere sfide "peculiari del loro orientamento" dunque, i loro insegnanti devono attrezzarsi, perché non basta "essere gay-friendly" è necessario "essere gay-informed".
E su questo modulare l’insegnamento scolastico. La metodica è sempre quella prevista per le elementari: non proporre mai situazioni in cui si presume, che un uomo ami una donna, due genitori siano maschio e femmina, il libro o il film presentino come "normale" un rapporto etero, anziché come "solo uno dei possibili orientamenti sessuali".
E se, di nuovo sono ovvie e condivisibili tutte le raccomandazioni contro violenza e bullismo (e ci mancherebbe pure), il resto è un groviglio di attività e concetti del tutto slegati dalla vita reale e da quella scolastica. Gli autori dimenticano che qualsiasi problematica di un alunno, etero o omosessuale che sia, da che mondo è mondo richiede tutta l’esperienza e la capacità introspettiva del docente, mentre qui sembra che esista esclusivamente la sensibilità del ragazzo omosessuale: gli altri possono tranquillamente crescere e maturare imparando che i due sessi sono un’astrazione, così come la famiglia e tutto ciò che ne consegue (i figli, il matrimonio), che tutto è relativo. Le attività con i ragazzini delle medie (11-14 anni) vanno da "Famiglie in tv" (oggi c’è solo l’imbarazzo della scelta, comunque "l’insegnante consiglia Giudice Amy; Modern family; Tutto in famiglia... "); a "Il gioco delle associazioni di parole" ("Cosa vi viene in mente quando dico le parole gay, lesbica, bisessuale, trans?" chiede il prof); al "Gioco dei fatti e delle opinioni": "Uno studente può dire che due uomini che fanno l’amore sono disgustosi, queste le istruzioni,. A quel punto l’insegnante fa notare che questa è un’opinione, un giudizio personale, derivata dal fatto che siamo poco abituati a questo dal cinema e dalla televisione": "È un fenomeno che per noi non è stato reso normale" nulla più. Va da sé che "milioni di bambini crescono con genitori omosessuali" e sono beatissimi, (se ne desume che nozze gay e adozione di figli sarebbero sacrosanti): "L’impossibilità di sposarsi può avere un impatto sul benessere dei genitori e conseguentemente dei figli" altrimenti felicissimi di avere due papà o due mamme. Per le superiori il tutto si ripete pressoché identico, e questa sì è un’astrazione, che non tiene conto di quanto un 12enne sia diverso da un 18enne: stessi giochi, stesse attività, persino stessi film proposti. Ad esempio "Kràmpack" (regia di Cesc Gay, e non è un gioco di parole): "Nico e Dani sono due ragazzi 16enni che si apprestano a trascorrere le vacanze insieme. È l’estate della perdita della verginità. I due in passato avevano condiviso giochi di masturbazione reciproca...". Se questa è scuola. Lucia Bellaspiga. © riproduzione riservata
[ ideologia gender è un crimine costituzionale, dalla tolleranza, uguaglianza, al nazismo! ] [ l'ovvio non ha bisogno di essere dimostrato, i rapporti contro, natura sono delle perversioni sessuali, voi state destabilizzando la società. ] 25 febbraio 2014. Gender a scuola, i genitori: il governo ritiri. "Sono la mamma di un bambino di 10 anni che frequenta la quinta elementare in una scuola statale di Roma: mi aiuta a capire quali cambiamenti stanno avvenendo nella scuola all’insaputa delle famiglie?". Questa lettera è giunta nei giorni scorsi sul tavolo di Roberto Gontero, coordinatore del Forum delle associazioni dei genitori della scuola (Fonags) e ben rappresenta lo stato d’animo delle famiglie, che si scoprono indifese rispetto all’offensiva delle lobby gay e Lgbt (lesbiche, gay, bisessuali e transesessuali) nelle scuole. Questa mamma dà sfogo al "non poco disagio" creato, a lei e al marito, dalle domande del figlio decenne, di ritorno da una “lezione” su sessualità e omosessualità. "Sia io che mio marito, scrive la donna, siamo dell’idea che non sia necessario affrontare tali temi con bambini di quinta elementare. E soprattutto siamo indignati perché non ci è stata richiesta alcuna autorizzazione". Ma chi la doveva richiedere, se la stessa Strategia nazionale messa a punto dall’Unar, cornice istituzionale entro cui si collocano le iniziative nelle scuole, come questa di Roma, è stata messa a punto con il contributo di ben 29 associazioni gay e Lgbt, senza nemmeno coinvolgere il Fonags? "Il nostro, ricorda Gontero, che è anche presidente dell’Agesc, l’associazione dei genitori della scuola cattolica, è un organismo consultivo del Ministero dell’Istruzione che, per legge, deve essere, appunto, consultato. Ci chiedono pareri su tutto, dal bullismo alla didattica digitale, ma su questa questione siamo stati totalmente tenuti all’oscuro. Come genitori ci siamo sentiti scavalcati". Il coordinatore del Fonags ha così scritto una lettera all’allora ministro Carrozza, sollecitando l’emanazione di una circolare urgente alle scuole per chiedere, qualora ci fosse la necessità di trattare queste tematiche in classe, di farlo solo dopo aver ricevuto il consenso scritto dei genitori. "Purtroppo, conclude Gontero, fatti come quello raccontato dalla mamma romana e come i tanti che stanno accadendo in altre parti d’Italia, contribuiscono a frantumare il patto educativo tra famiglia e scuola, che si fonda sulla fiducia reciproca. Se i genitori, invece, non si fidano più della scuola, il sistema dell’educazione si avvia verso a propria distruzione. E questo non è accettabile". La preoccupazione di Gontero è la stessa di Fabrizio Azzolini, presidente nazionale dell’Associazione genitori (Age) e membro del Fonags, che chiede un ripensamento del governo circa la Strategia nazionale targata Unar. "Il 5 marzo incontreremo il nuovo ministro Giannini per la presentazione delle linee programmatiche, annuncia Azzolini,. L’auspicio è che il nuovo corso si annunci diverso dal vecchio, che su queste tematiche non ci ha minimamente tenuto in considerazione. Come si fa ad avere fiducia in uno Stato che tratta così chi, come l’Age, è nella scuola da 46 anni, per dare voce soltanto a una parte ben orientata? Forse dovremmo diventare gay per ottenere l’attenzione del governo?". Provocatoria, ma fino a un certo punto, la questione posta da Azzolini. È bene ricordare, infatti, che, soltanto nel 2013 e soltanto dall’Unar, le associazioni gay e Lgbt hanno ricevuto finanziamenti pubblici per 250mila euro. Sulla "totale espropriazione dei genitori della titolarità dell’educazione" dei propri figli, torna il presidente del Forum nazionale delle associazioni familiari, Francesco Belletti, ricordando che il diritto-dovere dell’educazione è sancito dall’articolo 30 della Costituzione. "Ci stupisce, prosegue, come queste associazioni abbiano avuto libero accesso alla scuola, senza che le famiglie, ne fossero informate. Così si lede il diritto alla cittadinanza attiva dei genitori nella scuola". Non si stupisce, invece, Simone Pillon, responsabile della Commissione relazioni familiari e diritti del Forum nazionale e presidente del Forum delle famiglie dell’Umbria, autore di un vademecum di difesa per le famiglie. "Da noi lavorano così da anni. Per questo sarebbe bene che il governo ritirasse la Strategia e si aprisse un nuovo confronto con la presenza, questa volta, anche delle associazioni familiari". Paolo Ferrario.© riproduzione riservata
Rincorrendo l’utopia dell’uguaglianza. La teoria del "gender" nega che l’umanità sia divisa tra maschi e femmine. 10 febbraio 2011.
È in corso a Pamplona, fino all’11 febbraio all’Universidad de Navarra, il primo congresso internazionale sull’ideologia del gender. Anticipiamo il contributo che uno dei relatori ha sintetizzato per il nostro giornale.
Negli ultimi decenni del XX secolo nei Paesi occidentali abbiamo assistito a una rivoluzione concettuale fondata su manipolazioni del linguaggio, cioè la sostituzione del concetto di differenza sessuale con il termine indeterminato gender . In sostanza, alcuni intellettuali e politici hanno cercato di rendere concreta e condivisa l’affermazione del famoso libro di Simone de Beauvoir Il secondo sesso : "Donne non si nasce, ma si diventa".
Le ragioni che hanno permesso e favorito il sorgere di questa nuova ideologia sono molte, e di diversa natura. Da una parte, la caduta del muro di Berlino, a cui è pochi anni dopo seguita la grave recessione economica mondiale, hanno messo in crisi tutti gli apparati ideologici che avevano intessuto la vita politica: crollano infatti tutti i tipi di ideologia comunista e socialista, e poi anche il liberalismo capitalista.
In questo vuoto, la caccia a nuovi valori con cui giustificare le scelte politiche ha portato a una sorta di divinizzazione dei Diritti umani, che da obiettivo che le società si dovevano porre sono diventati i valori guida indiscutibili, anche se spesso manipolati, subendo un ampliamento e una trasformazione. L’utopia dell’uguaglianza, che aveva animato la lotta politica dell’Ottocento e del Novecento, rinasce in settori prima marginali, come il femminismo, che diventa così una forma ideologica centrale, capace di riempire il vuoto lasciato dal fallimento delle ideologie comuniste. Per rafforzarsi, il femminismo doveva costituirsi come ideologia utopica che si richiamava all’utopia dell’uguaglianza, e doveva avere una conferma "scientifica" così come il comunismo di Marx, che si era autodichiarato "socialismo scientifico".
La teoria del gender è un’ideologia a sfondo utopistico basata sull’idea, già propria delle ideologie socio-comuniste, e fallita miseramente, che l’eguaglianza costituisca la via maestra verso la realizzazione della felicità. Negare che l’umanità è divisa tra maschi e femmine è sembrato un modo per garantire la più totale e assoluta eguaglianza, e quindi possibilità di felicità, a tutti gli esseri umani. Nel caso della teoria del gender, all’aspetto negativo costituito dalla negazione della differenza sessuale, si accompagnava un aspetto positivo: la totale libertà di scelta individuale, mito fondante della società moderna, che può arrivare anche a cancellare quello che veniva considerato, fino a poco tempo fa, come un dato di costrizione naturale ineludibile. La teoria del gender comprende quindi un aspetto politico (la realizzazione dell’uguaglianza e la possibilità senza limiti di scelta individuale), un aspetto storico-sociale (la giustificazione a posteriori della fine del ruolo femminile nelle società occidentali) e un aspetto filosofico-antropologico più generale, cioè la definizione di essere umano e il rapporto fra questo e la natura. L’ideologia del gender è dunque una delle tante derive che ha preso l’utopia dell’uguaglianza. Scrive infatti Michael Walzer: "Alla radice, il significato dell’uguaglianza è negativo" mira a eliminare non tutte le differenze ma un insieme particolare di differenze, che varia secondo l’epoca e il luogo.
La trasformazione sociale in corso sta muovendosi verso la cancellazione di tutte le differenze, anche di quella, fondamentale in tutte le culture, fra donne e uomini, con un ritmo che si è fatto sempre più veloce dopo la diffusione degli anticoncezionali chimici, negli anni Sessanta. La separazione fra sessualità e riproduzione, infatti, ha permesso alle donne di adottare un comportamento sessuale di tipo maschile, che forse non si adatta alla natura femminile, e dunque probabilmente non contribuisce ad aumentare la felicità delle donne, anche se questo è un altro discorso, e quindi di svolgere dei ruoli maschili rimuovendo ogni ostacolo, e cioè abolendo anche la maternità.
La separazione fra sessualità e procreazione ha provocato una separazione fra procreazione e matrimonio, e quindi anche fra sessualità e matrimonio: possiamo cogliere qui le condizioni per l’affermarsi dei "diritti" al matrimonio e al figlio avanzati dai gruppi omosessuali, e strettamente collegati all’idea di gender, cioè alla negazione dell’identità sessuale "naturale".
Come il filosofo francese Marcel Gauchet ha messo in luce, queste trasformazioni hanno profonde conseguenze sul piano sociale: se la sessualità smette di essere un problema collettivo collegato al prolungamento del gruppo umano nel tempo, e diventa un affare privato ed espressione della propria individualità, ne discende ovviamente una crisi dell’istituto famigliare e un cambiamento nello statuto dell’omosessualità. Mentre una volta, infatti, era la famiglia che produceva il figlio come ovvia conseguenza dell’attività sessuale dei coniugi, oggi sempre più spesso è il figlio desiderato che crea la famiglia. E può essere considerata famiglia quella di chiunque desideri un figlio.
Circa cinquanta anni dopo che la de Beauvoir aveva scritto quella frase, la sua idea sembrava finalmente trionfare. Se le identità sessuali sono solo costruzioni culturali, è possibile decostruirle, ed è quello che si propongono di fare movimenti femministi e omosessuali.
La chiave della rivoluzione del gender è il linguaggio, come si deduce da qualche ordinamento giuridico, dove solo cambiando qualche termine, "genitore" invece di "madre" e "padre" "parentalità" invece di "famiglia", si è riusciti a cancellare nei documenti la famiglia naturale. Con un’altra operazione artificiosa si sostituiscono "sesso" con "sessualità" e "sessuato" con "sessuale" per confermare che non conta la realtà, ma solo l’orientamento del desiderio. Come però ricorda lo studioso Xavier Lacroix, rimane invece indispensabile "riconoscere l’apporto che il carnale dà al simbolico e al relazionale": capire cioè che l’ancoraggio fisico della paternità in un corpo maschile e della maternità in un corpo femminile costituisce un dato di fatto irriducibile e strutturante che deve essere recepito non solo come un limite, ma come una fonte di significato. Bisogna ammettere che al di là dello spermatozoo o dell’ovulo c’è qualcuno, mentre il concetto di omoparentalità elimina qualunque leggibilità carnale dell’origine. I diversi sistemi di parentela che esistono al mondo hanno variamente articolato il fisico e il culturale, ma li hanno sempre articolati, perché la sfida centrale della famiglia consiste proprio nel tenere insieme coniugalità e parentalità.
Si tratta quindi di una vera e propria sfida antropologica al fondamento culturale non solo della nostra società ma di tutte le società umane, come dimostra la critica avviata dai teorici del gender (per esempio, dalla filosofa americana Judith Butler) a Lévi-Strauss e a Freud, colpevoli di avere fondato i loro sistemi di pensiero sulla differenza sessuale fra donne e uomini. E la demonizzazione di ogni tipo di differenza non solo si basa su una utopia di uguaglianza proposta come via maestra verso la felicità, un’utopia che senza dubbio ha le sue origini proprio in quella socialista che ha mostrato le sue disastrose realizzazioni nel secolo appena trascorso, ma in questo caso si arriva a un esito estremo del pensiero decostruzionista, e cioè alla negazione dell’esistenza della natura stessa. Se ogni tipo di differenza, sancita da una definizione sociale, è letto come un sistema di potere, sulla scorta di Foucault, si può vedere in ogni superamento di paradigma un momento evolutivo di liberazione, secondo una nuova forma di darwinismo sociale. Le forme più diffuse e più facilmente vivibili di relazioni affettive e sessuali sono così considerate come quelle evolute, che quindi devono imporsi, mentre l’"eterocentrismo" viene considerato un momento della storia dello sviluppo umano ormai non più adatto e da superare.
L’ideologia del gender è stata recepita con entusiasmo soprattutto dalle organizzazioni internazionali, perché corrisponde alla politica di allargamento dei diritti individuali che è considerata il fondamento della libertà democratica: il problema del genere è stato al centro della battaglia politica nelle conferenze Onu del Cairo e di Pechino. È una storia poco conosciuta, cioè come, per esprimersi con le parole dell’Istituto di ricerca per l’avanzamento delle donne (Instraw), "adottare una prospettiva di genere significa (...) distinguere tra quello che è naturale e biologico da quello che è costruito socialmente e culturalmente, e nel processo rinegoziare tra il naturale, e la sua relativa inflessibilità, e il sociale, e la sua relativa modificabilità". In sostanza, significa negare che le diversità fra donne e uomini siano naturali, e sostenere invece che sono costruite culturalmente, e quindi possono essere modificate a seconda del desiderio individuale. L’adozione di una "prospettiva di genere" è stata la linea ideologica adottata con forza da alcune delle principali agenzie dell’Onu e dalle Ong che si occupano di controllo demografico, con il sostegno della maggior parte delle femministe dei Paesi occidentali, ma con l’opposizione dei molti gruppi nati a difesa della maternità e della famiglia.



Da qui il termine gender (che è più elegante e neutro di "sesso") non solo è entrato nel nostro linguaggio, ma è usato addirittura nella denominazione di un filone di ricerca accademica, i Gender Studies, spesso però nell’inconsapevolezza del suo rivoluzionario significato ideologico-culturale. Eppure, come gli studi scientifici hanno dimostrato e continuano a dimostrare, parlare di identità maschile e di identità femminile ha senso innanzitutto proprio dal punto di vista biologico. Oltre che infondata, la teoria del gender sottintende una visione politica estremamente pericolosa, facendo credere che la differenza sia sinonimo di discriminazione. Eppure, il principio di uguaglianza non richiede affatto di fingere che tutti siano uguali: solo nella misura in cui l’esistenza della differenza venga effettivamente riconosciuta e considerata, si potrà realmente dare a tutti, allo stesso modo e in pari grado, piena dignità e uguali diritti.



Nulla di nuovo, sia chiaro: è da tempo che il diritto e la filosofia vanno ribadendo come l’autentico significato del principio di uguaglianza risieda non nel disconoscere le caratteristiche individuali, fingendo un’omogeneità che non esiste, ma, al contrario, stia proprio nel dare a tutti le stesse opportunità. Il laico Norberto Bobbio affermava che gli uomini non nascono uguali: è compito dello Stato metterli in condizione di divenirlo. Come ribadiscono, tra gli altri, la Chiesa cattolica e parte del femminismo, la vera uguaglianza si verifica non solo quando soggetti uguali vengono trattati in modo uguale, ma anche quando soggetti diversi vengono trattati in modo uguale. La parità tra i sessi non si ottiene certo facendo entrare le donne in una categoria astratta di individuo (categoria che, tra l’altro, non esiste, essendo tarata sul modello maschile), ma si raggiunge partendo dal presupposto che la società è composta da cittadini e da cittadine.



Una critica radicale dell’ideologia del gender intesa come teoria dell’uguaglianza si è sviluppata infatti all’interno del femminismo: da una parte, nel femminismo americano si è cominciato a individuare una diversa etica, maschile e femminile. Ma da altre intellettuali femministe l’esistenza di una differenza femminile viene negata anche quando questa differenza è proposta in senso positivo, come moralità superiore fondata sull’etica della cura, in contrapposizione alla differenza maschile della giustizia e dei diritti, come ha sostenuto la filosofa Carol Gilligan. Questa tesi, infatti, è stata sottoposta a una critica serrata da un’altra filosofa, Joan Tronto, che considera la predisposizione alla cura solo come una costruzione culturale. Traspare da questa disputa l’ansia di alcune femministe che, nel tentativo di porre fine alla condizione marginale delle donne nella società, preferiscono rinnegare la differenza femminile in cambio di una "neutralità" che sembra loro più rassicurante. Dimenticando, come scrive Sylvane Agacinscki, che "ciò che fonda la parità è l’universale dualità del genere umano" cioè proprio il porre "la differenza sessuale come differenza universale".
Questa linea critica è stata approfondita da Eva Feder Kittay ( La cura dell’amore, Vita e Pensiero, 2010). L’autrice parte da una delle domande chiave del femminismo: come mai le donne, anche quando hanno ottenuto uguali diritti, non ottengono una uguaglianza di fatto nella società? Perché l’uguaglianza si è dimostrata così irraggiungibile per le donne? Kittay risponde dicendo che l’uguaglianza è possibile solo per le donne che non hanno responsabilità di cura, e forse non è il tipo di uguaglianza che le donne desiderano. Secondo Kittay si può delineare una critica dell’ideale di uguaglianza che chiama "critica della dipendenza". Tale critica della dipendenza è una critica femminista dell’uguaglianza e sostiene che la concezione della società vista come associazione di eguali maschera o occulta ingiuste dipendenze, legate all’infanzia, alla vecchiaia, alla malattia e alla disabilità. È necessario quindi cercare di chiarire un’idea di uguaglianza tanto radicale da abbracciare la dipendenza, perché nessuna cultura estesa oltre una generazione può considerarsi al sicuro dalle esigenze della dipendenza. La Kittay afferma quindi che l’uguaglianza sarà sempre formale, o addirittura vacua, finché la prospettiva della differenza non sarà riconosciuta e incorporata nel tessuto della teoria e della pratica politica, anche se è ben consapevole della difficoltà di questo, perché l’incontro con la dipendenza è raramente ben accolto tra coloro che si nutrono di libertà ideologica, di autosufficienza e di uguaglianza. Con la creazione delle utopie di uguaglianza e di autonomia individuale, abbiamo costruito delle finzioni che ci danneggiano, perché fondate su un ideale che presuppone indipendenza, ben lontano dalla realtà. Le donne sanno ormai, sostiene Kittay, che la neutralità di genere non farà che perpetuare quelle differenze che sono già in gioco. Se, d’altra parte, mettiamo in evidenza la differenza, corriamo il rischio di ridurre le donne a mere vittime.
È nota la posizione della Chiesa rispetto a questo tema, ben chiarita dalla Lettera ai vescovi della Chiesa cattolica sulla collaborazione dell’Uomo e della Donna nella Chiesa e nel mondo dell’allora cardinale Ratzinger. È interessante però ritrovare elementi di questa polemica contro il gender anche in molte femministe laiche, che contribuiscono alla creazione di una opinione pubblica critica nei confronti dell’introduzione di questo termine nei testi pubblici e delle leggi che ne derivano. Ci sono inoltre delle contraddizioni interne alla società contemporanea che rendono difficile una vera applicazione della teoria del gender, contro cui si scontrano anche gli organismi internazionali. Come segnala Giulia Galeotti ( Gender Genere, Viverein, 2010), infatti, i nodi irrisolti sono almeno tre: in primo luogo oggi si assiste a un incremento di femminilità e mascolinità nelle donne e negli uomini occidentali, anche nel vestire prevalgono di meno i soggetti indistinti; in secondo luogo la scarsa presenza femminile in Parlamento. La volontà di dividere il potere fra uomini e donne può essere legittima solo se si ammette che il sesso non è un tratto sociale ma un tratto differenziato universale; infine la questione dell’aborto, in cui le legislazioni stabiliscono che solo la donna decide. Ma, se è così, allora le donne esistono!